FAST FIND : AR1490

Ultimo aggiornamento
30/11/2022

Ingegneri e Architetti dipendenti e iscrizione alla gestione separata Inps

A cura di:
  • Dino de Paolis
4511699 9404234
PREMESSA, INQUADRAMENTO GIURIDICO DELLA VICENDA
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4511699 9404235
Ingegneri e Architetti dipendenti e divieto di iscrizione all’Inarcassa

L’art. 21 della L. 03/01/1981, n. 6, comma 5 (e prima ancora l’art. 2 della L. 1046/1971) - con disposizione trasposta anche nell’art. 7, comma 5, dello statuto di Inarcassa (la Cassa di previdenza per gli Ingegne

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4511699 9404236
La “gestione separata” dell’Inps per i lavoratori autonomi

La gestione separata dell’Inps è una forma previdenziale istituita a far data dal 01/01/1996 con la finalità di estendere le tutele previdenziali e assicurative a tutti quei soggetti che esercitano per professione abituale, ancorché non esclusiva, attività di lavoro autonomo, e non sono soggetti ad altri versamenti contributivi obbligatori. L’art. 2 della L. 335

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4511699 9404237
Gestione separata Inps e Ingegneri e Architetti dipendenti - “Operazione Poseidone”

Con riguardo al caso degli Ingegneri e degli Architetti - stante come detto il divieto, stabilito dalla legge e dallo statuto, di iscrizione all’Inarcassa, e l’obbligo di versare comunque a detta cassa il solo contributo integrativo - il combinato disposto delle disposizioni sopra illustr

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4511699 9404238
PUNTO DELLA GIURISPRUDENZA
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4511699 9404239
L’orientamento della Corte di Cassazione

La Corte di Cassazione è intervenuta per la prima volta in maniera puntuale sulla specifica questione con la sentenza Cass. 18/12/2017, n. 30344, tramite la quale ha fornito il proprio orientamento sulla questione dell’iscrizione alla gestione separata dell’Inps da parte di professionisti, in particolare Ingegneri e Architetti, iscritti ai rispettivi albi e lavoratori dipendenti pubblici e privati e che svolgono in aggiunta anche attività professionale.

La sentenza - sovvertendo l’interpretazione contra

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4511699 9404240
Le motivazioni della posizione assunta dalla Suprema Corte

In sintesi, la Corte di Cassazione ritiene che gli Ingegneri e gli Architetti iscritti ad altre forme di previdenza obbligatorie, che non possono iscriversi all’Inarcassa, alla quale versano esclusivamente il contributo integrativo in quanto iscritti agli albi, versamento cui non segue la costituzione di alcuna posizione previdenziale a loro beneficio, sarebbero tenuti comunque ad iscriversi alla gestione separata presso l’INPS.

Ciò in quanto - sempre in base all’interpretazione portata avanti dalla sentenza - secondo la “ratio” dell’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4511699 9404241
La sentenza della Corte Costituzionale

Sul tema è infine intervenuta la Corte Costituzionale, con la sentenza 28 novembre 2022, n. 238 Visualizza PDF che ha dichiarato non fondata la questione di legittimità costituzionale delle norme (art. 2, comma 26, della L. 335/1995; art. 18, comma 12, D.L. 98/2011) che prevedono l’obbligo di iscrizione alla Gestione separata dell’INPS a carico degli ingegneri e degli architetti che, pur essendo iscritti ai relativi albi professionali, non possono iscriversi alla Cassa previdenziale di riferimento in quanto svolgono contestualmente anche un’altra attività lavorativa e sono, dunque, iscritti alla corrispondente forma di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4511699 9404242
La posizione iniziale delle Corti di merito

Nell’ambito dell’imponente contenzioso che è scaturito dal quadro normativo sopra delineato e dalla posizione assunta dall’Inps, la maggior parte delle sentenze erano state inizialmente favorevoli ai professionisti, principalmente basandosi sul disposto dell’art. 18 del D.L. 06/07/2011, n. 98, comma 12, il quale esclude dall’iscrizione alla gestione separata dell’Inps i redditi dei professionisti l

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Professioni
  • Fisco e Previdenza
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Previdenza professionale

Obblighi fiscali e previdenziali di lavoratori autonomi liberi professionisti e collaboratori

NORME CIVILISTICHE E FISCALI SUL LAVORO AUTONOMO (Il lavoro “autonomo” dal punto di vista civilistico; Il lavoro “autonomo” dal punto di vista fiscale e previdenziale; Riepilogo requisiti del lavoratore autonomo libero professionista) - QUANDO IL LAVORO AUTONOMO È “OCCASIONALE” O “ABITUALE” (Definizione di “lavoratore occasionale”; Come valutare quando si tratta di attività occasionale oppure abituale; Esercizio di attività professionale in maniera non esclusiva; Dipendenti pubblici ed esercizio di attività professionale; Circolari del CNI e del MEF sul lavoro occasionale o abituale) - OBBLIGHI FISCALI E CONTRIBUTIVI DEI LAVORATORI AUTONOMI (Lavoratore autonomo abituale e obbligo di apertura della partita IVA; Obbligo di iscrizione alla Cassa di previdenza o altra forma previdenziale; Collaborazioni coordinate e continuative; Indicazioni pratiche e schema grafico riepilogativo obbligo partita IVA e previdenza; Regole previdenziali particolari per Ingegneri e Architetti (Inarcassa); Regole previdenziali particolari per Geometri (Cipag) ) - CASI PRATICI (Ingegnere, Architetto o Geometra lavoratore autonomo; Ingegnere o Architetto dipendente pubblico o privato che esercita la professione; Geometra dipendente pubblico o privato che esercita la professione; Quale gestione previdenziale adottare in relazione alla tipologia di attività svolta).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Previdenza professionale
  • Professioni
  • Fisco e Previdenza
  • Ingegneri e Architetti
  • Periti Industriali
  • Previdenza professionale
  • Geometri

Professioni tecniche: nozione di reddito professionale rilevante ai fini contributivi

I professionisti sono tenuti a versare alle rispettive casse di previdenza i contributi determinati in relazione al loro “reddito professionale”. Dall'interpretazione più o meno restrittiva di tale nozione dipende la determinazione degli importi imponibili che costituiscono la base per il calcolo dei contributi dovuti. Di seguito una breve rassegna delle sentenze di legittimità in materia, con l’indicazione di alcune fattispecie concrete.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Lavoro e pensioni
  • Professioni
  • Fisco e Previdenza
  • Tariffa Professionale e compensi

Costi chilometrici ACI per il calcolo del “fringe benefit” e per i rimborsi spese

Concessione al dipendente di un mezzo di trasporto in “uso promiscuo” (“fringe benefit”) - Utilizzo dei costi chilometrici per la quantificazione del “fringe benefit” - Rimborsi al dipendente o al professionista che utilizza il proprio veicolo personale.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Perizie e consulenze tecniche
  • Professioni

Il Consulente tecnico d’ufficio e di parte nel processo civile e penale

A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Studio Groenlandia
  • Ordinamento giuridico e processuale
  • Perizie e consulenze tecniche
  • Professioni

I compensi del CTU nel processo civile

A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Energia e risparmio energetico
  • Mercato del gas e dell'energia

Certificazione dei gestori dei sistemi di stoccaggio del gas

  • Energia e risparmio energetico
  • Macchine e prodotti industriali
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Norme tecniche

Ecodesign apparecchi di refrigerazione

  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Accesso al Fondo per l'aggregazione degli acquisti di beni e servizi per l'anno 2022

  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico

Impianti di riscaldamento e condizionamento - Sistemi di automazione e controllo

  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico

Punti di ricarica edifici non residenziali