FAST FIND : NR31336

L. R. Umbria 29/04/2014, n. 9

Norme in materia di sviluppo della società dell’informazione e riordino della filiera ICT (Information and Communication Technology) regionale.
Stralcio. Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- L.R. 20/03/2020, n. 1
- L.R. 27/12/2018, n. 14
- L.R. 22/10/2018, n. 8
- L.R. 28/12/2017, n. 20
- L.R. 29/12/2016, n. 18
Scarica il pdf completo
1201845 6265932
CAPO I - PRINCIPI GENERALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1201845 6265933
Art. 1 - (Oggetto e finalità)

1. La Regione promuove lo sviluppo, la diffusione e l’utilizzo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, di seguito ICT, al fine di favorire sul territorio regionale:

a) lo sviluppo della società dell’informazione e dell’inclusione sociale, abbattendo il divario digitale;

b) il miglioramento della qualità della vita dei cittadini e l’innovazione sociale, nell’ottica di realizzare una comunità intelligente regionale;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1201845 6265934
Art. 2 - (Definizioni)

1. Ai fini della presente legge, ferme restando le definizioni generali di cui alla vigente legislazione statale in materia, si intendono per:

a) community network regionale: insieme di servizi infrastrutturali, standard/regole condivise e meccanismi di coordinamento, istituiti da una disposizione regionale e rispondenti ai requisiti previsti nel Sistema Pubblico di Connettività, di seguito SPC, con l’obiettivo di porre le condizioni per costruire reti e comunità di conoscenza

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1201845 6265935
Art. 3 - (Azioni per la Società dell’informazione)

1. In coerenza con l’Agenda digitale europea e con l’Agenda digitale italiana, l&

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1201845 6265936
Art. 4 - (Piano digitale regionale triennale)

1. Il Piano digitale regionale triennale, di seguito PDRT, definisce missioni, programmi ed interventi attuativi per il raggiungimento delle finalità di cui all&rsq

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1201845 6265937
Art. 5 - (Sistema informativo regionale dell’Umbria)

1. Il Sistema informativo regionale dell’Umbria, di seguito SIRU, è costituito da strutture organizzative, infrastrutture e sistemi informativi, telematici e tecnologici degli organismi pubblici dell’Umbria, e

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1201845 6265938
Art. 6 - (Disposizioni attuative)

1. La Regione, gli enti locali e gli altri soggetti interessati, stabiliscono con convenzione generale avente funzione di accordo quadro, nonché con specifici accordi attuativi, le forme di organizzazione e collab

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1201845 6265939
CAPO II - RIORDINO DELLA FILIERA ICT REGIONALE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1201845 6265940
Art. 7 - (Criteri generali di riordino)

1. Ai fini del riordino riguardante enti e società operanti nel settore ICT partecipate o detenute direttamente o indirettamente dalla Regione, devono essere perseguiti i seguenti obiettivi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1201845 6265941
Art. 8 - (Società consortile Umbria Salute e Servizi)

N3

1. La società consortile a responsabilità limitata denominata "Umbria Salute", già costituita dalle aziende sanitarie regionali, secondo il modello comunitario dell'in house providing, ai sensi dell’articolo 5 della legge regionale 29 marzo 2007, n. 8, assume la denominazione di "Umbria Salute e Servizi.N4

1 bis. La Regione, per il perseguimento delle proprie finalità istituzionali e per l'espletamento di procedure di gara di propria competenza, acquisisce in Umbria Salute e Servizi la partecipazione di una quota pari al venti per cento.N5

2. Umbria Salute "e Servizi cura attività ed"N6 eroga servizi di interesse generale preordinati alla tutela della salute, operando per la produzione di beni e la fornitura di servizi rivolti all’utenza, compresa l’attività di front-office di servizi al cittadino, e curando la gestione dei flussi informativi del Sistema sanitario regionale e per favorire, secondo quanto previsto nel PDRT, l’attuazione della digitalizzazione del Sistema sanitario regionale in raccordo con quanto previsto all’articolo 11, al fine di evitare sovrapposizioni nella tipologia dei servizi erogati dalla costituenda società consortile Umbria Digitale, per quanto di competenza delle Aziende sanitarie regionali.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1201845 6265942
Art. 9 - (Centrale regionale di acquisto)

N10

1. La società consortile Umbria Salute e Servizi svolge anche le funzioni di centrale d'acquisto, ai sensi dell'articolo 1, commi 449, 455, 456 e 457 della legge 27 dicembre 2006, n. 296 (Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge finanziaria 2007)), nonché ai sensi dell’articolo 15, comma 13, lettera d) del decreto legge 6 luglio 2012, n. 95 (Disposizioni urgenti per la revisione della spesa pubblica con invarianza dei servizi ai cittadini nonché misure di rafforzamento patrimoniale delle

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1201845 6265943
Art. 9 bis - (Convenzione)

N11

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1201845 6265944
Art. 9 ter - (Personale)

N11

1. Il personale, dirigenziale e del comparto, della Regione, degli enti comunque denominati dipendenti dalla Regione e il personale delle Aziende sanitarie regionali, con priorità per quello assegnato agli uffici che svolgono procedure di appalti pubblici di lavori, servizi e forniture, viene messo a disposizione di Umbria Salute e Servizi per l'espletamento dei c

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1201845 6265945
Art. 9 quater (Controllo analogo)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1201845 6265946
Art. 10 - (Verifica e monitoraggio)

N3

1. La Giunta regionale verifica la coerenza delle attività di CRAS "e di CRA"N6 rispetto agli indirizzi ed alle direttive vincolanti regionali. In particolare son

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1201845 6265947
Art. 11 - (Società consortile Umbria Digitale)

1. La Regione promuove la costituzione di una società consortile a responsabilità limitata denominata “Umbria Digitale” conforme al modello comunitario dell’in house providing, tramite razionalizzazione di Centralcom Spa e Webred Spa ai sensi articolo 5 della l.r. 8/2007.

2. Umbria Digitale eroga, secondo quanto previsto nel PDRT, servizi di interesse generale per lo sviluppo e la gestione della rete pubblica regionale di cui all’articolo 6 della l.r. 31/2013 e dei servizi infrastrutturali della CNUmbria di cui all’articolo 10 della l.r. n. 8/2011, nonché del DCRU di cui all’articolo 5, operando anche mediatamente, in forma non prevalente, per la produzione di beni e la fornitura di servizi strumentali alle attività

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1201845 6265948
Art. 12 - (Scioglimento del Consorzio S.I.R. Umbria)

1. La Regione pone in essere gli atti necessari allo scioglimento del Consorzio S.I.R. Umbria di cui alla legge regionale 31 luglio 1998, n. 27 (Assetto istituzionale ed organizzativo del complesso informatico e telematico del Sistema informativo regionale (S.I.R.) della Regione dell’Umbria), che viene, quindi, posto in liquidazione.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1201845 6265949
CAPO III - MODIFICAZIONI ED INTEGRAZIONI DI LEGGI REGIONALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1201845 6265950
Art. 13 - Omissis
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1201845 6265951
Art. 14 - (Ulteriori modificazioni ed integrazioni alla legge regionale 16 settembre 2011, n. 8)

1. Il comma 1 dell’articolo 12 della legge regionale 16 settembre 2011, n. 8 (Semplificazione amministrativa e normativa dell’ordinamento regionale e degli Enti locali territoriali) è sostituito dal seguente:

“1. Al fine di assicurare a cittadini e imprese facilità ed uniformità nell’accesso dei servizi telematici forniti ai soggetti di cui all’articolo 11, la Regione mette a disposizione e promuove l’impiego dei servizi infrastrutturali per l’identità digitale che possono contenere il profilo di autorizzazione degli utenti dei servizi telematici, abilitazione e delega per eventuali intermediari e soluzioni di firma elettronica avanzata nell’ambito della community network regionale ed in connessione al Sistema pubblico per la gestione dell’identità digitale di cittadini e imprese (SPID) di cui all’articolo 64 del d.lgs. 82/2005.”.

2. Al comma 3 dell’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1201845 6265952
Art. 15 - Art. 16 - Omissis


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1201845 6265953
CAPO IV - DISPOSIZIONI SULLE SOCIETÀ REGIONALI E NORME FINALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1201845 6265954
Art. 17 - Omissis
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1201845 6265955
Art. 18 - (Clausola valutativa)

1. L’Assemblea legislativa regionale esercita il controllo sull’attuazione della presente legge e ne valuta i risultati in termini di sviluppo della società dell’informazione e di implementazione nel sistema pubblico dell’amministrazione digitale.

2. A tal fine, entro due anni dall&rsq

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1201845 6265956
Art. 19 - (Norme transitorie, finali e di prima applicazione)

1. In sede di prima applicazione, le linee guida di cui all’articolo 3 sono ricomprese nel posizionamento strategico del Piano digitale regionale 2013-2015 approvato dalla Giunta regionale alla data di entrata in vigore della presente legge.

2. La Giunta regionale adotta con proprio atto, entro novanta giorni dal

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1201845 6265957
Art. 20 - Omissis



La presente legge è dichiarata urgente ai sensi dell’articolo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Pubblica Amministrazione

Adempimenti di trasparenza e anticorruzione per enti e pubbliche amministrazioni

PERIMETRO NORMATIVO E OBBLIGHI PRINCIPALI (Norme di rango legislativo; Principali obblighi e adempimenti; Norme di rango attuativo) - SOGGETTI TENUTI ALL’APPLICAZIONE DELLE NORME (Norme di riferimento; Destinatari degli obblighi di trasparenza; Destinatari degli obblighi in tema di prevenzione della corruzione; Specifiche categorie di soggetti) - ADEMPIMENTI E OBBLIGHI IN TEMA DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE (Nomina del Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza (RPCT); Normativa, ruolo, funzioni, responsabilità e incompatibilità del RPCT; Predisposizione, approvazione e pubblicazione del PTPCT; Norme anticorruzione specifiche per il settore degli appalti e contratti pubblici; Whistleblowing) - ADEMPIMENTI E OBBLIGHI IN TEMA DI TRASPARENZA (Obblighi di pubblicazione - Amministrazione trasparente; Accesso civico; Applicazione delle norme di trasparenza a Ordini e Collegi professionali).
A cura di:
  • Rosalisa Lancia
  • Procedimenti amministrativi
  • Precontenzioso, contenzioso e giurisdizione
  • Appalti e contratti pubblici
  • Pubblica Amministrazione

L’accesso civico (FOIA) e l'accesso agli atti nei procedimenti di appalti e contratti pubblici

ACCESSO AGLI ATTI E ACCESSO CIVICO (Normativa di riferimento; Differenze) - ACCESSO CIVICO E PROCEDURE DI APPALTI E CONTRATTI PUBBLICI (Disciplina specifica dell’art. 53 del Codice dei contratti pubblici; Orientamenti della giurisprudenza amministrativa e dell'ANAC) - ACCESSO AGLI ATTI E PROCEDURE DI APPALTI E CONTRATTI PUBBLICI (Indicazioni generali e finalità del diritto di accesso; Soggetti aventi diritto; Documenti oggetto dell’accesso e documenti esclusi; Tutela dei segreti industriali o commerciali; Provvedimenti o inerzia dell’amministrazione, opposizione, esecuzione differita; Termine per proporre ricorso al TAR, contenzioso).
A cura di:
  • Rosalisa Lancia
  • Pubblica Amministrazione
  • Appalti e contratti pubblici

Criteri ambientali minimi negli appalti pubblici (CAM)

IL PIANO D’AZIONE NAZIONALE PER IL GPP (PAN-GPP) - CRITERI AMBIENTALI MINIMI NEGLI APPALTI DI SERVIZI E FORNITURE (Obbligatorietà dei criteri ambientali minimi; Applicazione all’intero valore dell’appalto; Criteri ambientali minimi nell’offerta economicamente più vantaggiosa; Documentazione progettuale) - CAM IN VIGORE PER LE VARIE CATEGORIE DI SERVIZI E FORNITURE (Struttura dei decreti di approvazione dei CAM; Elenco completo dei CAM in vigore, risposte a FAQ e chiarimenti vari) - PUNTEGGI PREMIANTI PER UTILIZZO DI MATERIALI RICICLATI NEGLI APPALTI (Norme sulle azioni premianti per l’utilizzo di materiali riciclati negli appalti; Previsione di decreti attuativi; Previsioni già inserite nei decreti attuativi del PAN-GPP; Punteggi premianti stabiliti dal D.M. 24/05/2016).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Professioni
  • Finanza pubblica
  • Imprese
  • Informatica
  • Provvidenze

Lazio: 5 milioni per l’innovazione digitale delle imprese

La Regione Lazio ha destinato 5 milioni di euro alle micro, piccole e medie imprese o ai liberi professionisti che introducono tecnologie digitali e soluzioni ICT a sostegno dell’innovazione di processo e di prodotto. Chi partecipa al bando dovrà proporre l’adozione di una o più soluzioni tecnologiche o sistemi digitali, che introducano innovazioni nei processi produttivi, logistici, organizzativi e commerciali. L’agevolazione è un contributo a fondo perduto, con un massimo concedibile di 200 mila euro, nella misura del 40% dell’importo complessivo del progetto ammesso.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Provvidenze
  • Imprese
  • Finanza pubblica
  • Impresa, mercato e concorrenza
  • Informatica

Lazio: 5 milioni per la digitalizzazione delle imprese

Pubblicato il primo bando del piano "Digital Impresa Lazio". Prevista una dotazione di 5 milioni di euro per aiutare le Pmi ad adottare interventi di digitalizzazione dei processi aziendali. Al finanziamento, che può riguardare progetti di importo fra i 7 mila e i 25 mila euro con un contributo fino al 70% a fondo perduto, possono accedere anche Pmi e liberi professionisti che non hanno sede operativa nella Regione al momento della presentazione della domanda, purché si impegnino localizzarsi nel Lazio entro la data dell'erogazione.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Informatica
  • Procedimenti amministrativi
  • Pubblica Amministrazione
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure

Lombardia: fine fase sperimentale app "Aua Point" per comunicazione scarichi ed emissioni

  • Commercio e mercati
  • Procedimenti amministrativi
  • Urbanistica
  • Pubblica Amministrazione

Emilia Romagna - Prosecuzione attività in locali privi di requisiti imprese con sede non agibile al 31/12/2018

  • Demanio idrico
  • Demanio
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Acque
  • Pubblica Amministrazione

Scadenza concessioni demaniali per finalità turistico-ricreative e varie