FAST FIND : NN17227

D. Min. Infrastrutture e Trasp. 12/11/2019, n. 144

Regolamento recante la definizione dei criteri di assegnazione delle risorse e delle modalità operative del «Fondo salva opere».
Scarica il pdf completo
5963891 6053011
[Premessa]

IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

DI CONCERTO CON

IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE


Visto il decreto-legge 30 aprile 2019, n. 34, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 giugno 2019, n. 58, recante «Misure urgenti di crescita economica e per la risoluzione di specifiche situazioni di crisi»;

Visto il decreto-legge 3 settembre 2019, n. 101, «Disposizioni urgenti per la tutela del lavoro e per la risoluzione di crisi aziendali», convertito, con modificazioni,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5963891 6053012
Art. 1. - Oggetto

1. Il presente decreto disciplina i criteri di assegnazione delle risorse e le modalità operative del Fondo salva opere (di seguito «Fondo»), istituito nello stato di previsione del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti (di seguito «Ministero»), in applicazione delle disposizioni di cui all'articolo 47, commi da 1-bis a 1-septies, del

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5963891 6053013
Art. 2. - Risorse del Fondo

1. Il Fondo è alimentato dalle seguenti risorse:

a) somme derivanti dal versamento all'entrata di bilancio dello Stato e dalla successiva riassegnazione al pertinente capitolo di spesa del contributo pari allo 0

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5963891 6053014
Art. 3. - Accesso alle risorse del Fondo

1. I soggetti di cui all'articolo 1, comma 3, in presenza dei presupposti di cui all'articolo 47, comma 1-ter o comma 1-quinquies, del citato decreto-legge n. 34 del 2019, chiedono l'accesso alle risorse del Fondo con istanza presentata all'amministrazione aggiudicatrice, da inviare con posta elettronica certificata, compilata secondo il modello di cui all'Allegato A. In caso di affidamento a contraente generale, l'istanza è presentata, con le medesime modalità alternativamente:

a) all'amministrazione aggiudicatrice e per conoscenza anche al contraente generale e all'affidatario dei lavori;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5963891 6053015
Art. 4. - Erogazione delle risorse

1. Entro il 31 maggio e il 30 novembre di ciascun anno, il Ministero predispone i piani di ripartizione delle somme disponibili sul Fondo da erogare ai soggetti titolari di crediti, le cui certificazioni siano state trasmesse al Ministero stesso almeno sessanta giorni prima delle predette date.

2. Le risorse disponibili del Fondo sono destinate a soddisfare i crediti, per i quali è stata accertata la sussistenza delle condizioni per il pagamento, nella misura massima del 70 per cento dell'importo certificato.

3. Qualora il 70 per cento dell'importo certificato sia superiore alle somme disponibili per il singolo piano, la ripartizione avviene in misura proporzionale al valore

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5963891 6053016
Art. 5. - Disposizioni finanziarie

1. All'attuazione del presente decreto si provvede con le risorse umane, strumentali e finanziarie disponibili a legislazi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5963891 6053017
Allegato A - Istanza di accesso alle prestazioni del Fondo salva opere


Parte di provvedimento in fo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5963891 6053018
Allegato B - Certificazione del credito per l’accesso alle risorse del Fondo salva opere

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Sicurezza
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze

Puglia: sostegno agli interventi per la sicurezza delle strade

La dotazione finanziaria complessiva a disposizione del bando è pari a poco meno di 1,9 milioni di euro a valere sulle risorse del IV Programma di attuazione del Piano Nazionale della Sicurezza Stradale. Beneficiari del contributo regionale, riconosciuto nella misura massima del 50% del costo complessivo del progetto presentato (IVA ed altri oneri inclusi) e comunque fino all'importo massimo di euro 250.000,00 (indipendentemente dal costo del progetto), potranno essere i Comuni e le Province della Regione Puglia nonché la Città Metropolitana di Bari.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali
  • Finanza pubblica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Provvidenze
  • Difesa suolo
  • Infrastrutture e opere pubbliche

Lombardia: contributi per interventi ed opere di difesa del suolo e regimazione idraulica

La Regione Lombardia ha stanziato 10 milioni di euro per la concessione di contributi a fondo perduto, da un minimo di 5 mila ad un massimo di 100 mila euro, a favore dei Comuni con popolazione fino a 15.000 abitanti per interventi e opere di difesa del suolo e di regimazione idraulica. Gli interventi finanziati devono ripristinare situazioni di dissesto o danni causati o indotti da fenomeni naturali. Sono ammissibili a finanziamento spese tecniche, espropri, lavori, fornitura di beni e attrezzature strettamente connessi alla realizzazione degli interventi.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Finanza pubblica
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Provvidenze
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali

Lazio: 10 milioni di euro per i Comuni del litorale

Ammonta a 10 milioni di euro lo stanziamento previsto dalla Regione Lazio per la riqualificazione e la sostenibilità delle aree costiere, destinato ai 24 Comuni litoranei, che potranno partecipare singolarmente o anche in forma associata. Il contributo regionale può raggiungere un massimo del 90% del costo dei progetti presentati, con l’importo concedibile compreso tra un minimo di 500 mila euro e un massimo di 3 milioni di euro. Molti i tipi di intervento ammessi, tutti con un’impostazione generale nettamente orientata a promuovere l’innovazione e l'ecosostenibilità.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Demanio
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Pubblica Amministrazione
  • Infrastrutture e opere pubbliche

Le Autorità di sistema portuale (AdSP) e il Piano regolatore di sistema portuale

Premessa e normativa di riferimento; Classificazione dei porti; Le Autorità di sistema portuale (AdSP); Il piano regolatore di sistema portuale (contenuti, il Documento di pianificazione strategica di sistema - DPSS, il Piano regolatore portuale - PRP, il Documento di pianificazione energetica e ambientale del sistema portuale); Esecuzione di opere nei porti; Il Piano operativo triennale (POT); Esecuzione di opere nei porti da parte dei privati.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Trasporti

Valutazione e gestione della sicurezza di infrastrutture stradali e gallerie

SICUREZZA DELLE INFRASTRUTTURE STRADALI (Norme legislative di riferimento; Ambito applicativo ; Provvedimenti di attuazione) - AGENZIA NAZIONALE PER LA SICUREZZA DELLE INFRASTRUTTURE (Istituzione, compiti e attività dell’ANSFISA; Sanzioni comminate dall’Agenzia a carico dei gestori) - VALUTAZIONE DELLA SICUREZZA, CONTROLLI E ISPEZIONI (Valutazione di Impatto sulla Sicurezza Stradale (VISS); Controlli della sicurezza stradale, controllori abilitati; Classificazione e gestione della sicurezza della rete stradale aperta al traffico ; Ispezioni di sicurezza) - SOGGETTI ABILITATI A VALUTAZIONI, CONTROLLI E ISPEZIONI (Elenco presso il Ministero delle infrastrutture e trasporti, incompatibilità; Certificato di idoneità professionale dei controllori abilitati; Disposizioni transitorie in attesa dell’attivazione dell’elenco, elenco provvisorio; Individuazione dei controllori, trasmissione ed esame delle relazioni) - LINEE GUIDA IN MATERIA DI GESTIONE DELLA SICUREZZA - SICUREZZA DEI TRATTI INTERESSATI DA LAVORI STRADALI (Norme di riferimento; Attività lavorative in presenza di traffico veicolare e segnaletica stradale) - SICUREZZA DELLE GALLERIE STRADALI (Norme di riferimento e ambito applicativo; Soggetti coinvolti, compiti e funzioni; Ispezioni e controlli periodici, analisi di rischio) - MONITORAGGIO DINAMICO DELLE INFRASTRUTTURE IN CONDIZIONI DI CRITICITÀ.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Prevenzione Incendi
  • Infrastrutture e opere pubbliche

Prevenzione incendi nuove metropolitane ancora non in esercizio al 29/11/2015 ma in possesso di progetti approvati

  • Prevenzione Incendi
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti

Prevenzione incendi metropolitane in esercizio al 29/11/2015 non conformi al D.M. 11/01/1988

  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Prevenzione Incendi

Prevenzione incendi metropolitane in esercizio al 29/11/2015 non conformi al D.M. 11/01/1988

  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Trasporti
  • Certificazioni e procedure
  • Prevenzione Incendi
  • Infrastrutture e opere pubbliche

Adeguamenti di sicurezza e antincendio delle gallerie ferroviarie già in esercizio