FAST FIND : NN1695

Circ.Min. Ambiente e Aree Urb. 28/05/1991, n. 1196

Indirizzi attuativi per la fluidificazione del traffico urbano, anche ai fini del risparmio energetico.
Scarica il pdf completo
53838 469905
Premesse

Tra le azioni governative previste dal Piano nazionale per il risparmio di energia (P.E.N.) é indicata quella relativa all' emanazione, da parte del Ministro per i problemi delle aree urbane, di indirizzi ai comuni per lo studio e per l' attuazione di piani urgenti per la fluidificazione del traffico veicolare sulle principali strade urbane.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53838 469906
1. VANTAGGIO DELLA FLUIDIFICAZIONE DEL TRAFFICO URBANO.

Il risparmio di carburante per la trazione veicolare si ottiene mantenendo le velocità di marcia dei veicoli il più possibile prossime alla cosiddetta "velocità di minimo consumo", tenuto conto--naturalmente--del rispetto dei limiti di velocità generalizzati.


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53838 469907
2. CRITERI DI BASE DEL PIANO URBANO DI FLUIDIFICAZIONE DEL TRAFFICO ED INDIRIZZI ATTUATIVI DI INTERVENTO

I criteri generali alla base del piano, che assumono maggior rilievo ai fini del risparmio di energia, sono sostanzialmente due:

l' eliminazione dei fattori di congestione veicolare;

il maggior uso dei mezzi di trasporto in forma collettiva.


Quest' ultimo, in particolare, riguarda:

i mezzi individuali esistenti, sia privati (autovetture) che pubblici (taxi), attraverso una

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53838 469908
2.1. PARCHEGGI SOSTITUTIVI DELLA SOSTA SU STRADA

Il più importante fattore attuale di congestione del traffico urbano, anche nel caso in cui quest' ultimo risulti bene organizzato, si individua nell' occupazione delle carreggiate stradali (parti della strada destinate al movimento veicolare) da parte dei veicoli in sosta.


Occorre, dunque, regolamentare e s

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53838 469909
2.2. TARIFFAZIONE DELLA SOSTA

Poiché per la realizzazione e la gestione delle aree di sosta al di fuori delle carreggiate stradali (con riferimento a quelle di uso pubblico) é necessario prevedere adeguate tariffe di parcheggio--con criteri di corretta amministrazione--, a maggior ragione risulta indispensabile prevedere la tariffazione della sosta per i posti auto residui che potranno permanere sulle sedi stradali, certamente più appetibili dei precedenti in termini di distanze pedonali dalle destinazioni finali degli spostamenti o dalle origini effettive dei medesimi.


Q

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53838 469910
2.3. AUSILIARI DEL TRAFFICO

L' introduzione diffusa della tariffazione della sosta su strada, la cui esazione oggi é--tra l' altro--resa più facile, più flessibile e più economica dallo sviluppo dell' elettronica, o--più esattamente--la conseguente necessità di controllo delle rispettive norme imposte, rende ancor più impegnativo il lavoro che debbono svolge

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53838 469911
2.4. POTENZIAMENTO DEL TRASPORTO COLLETTIVO

Al fine di non trasformare la tariffazione della sosta in un ulteriore onere a carico della categoria degli utenti del mezzo individuale, ancorché bilanciato dagli effetti diretti della fluidificazione del traffico (in particolare, riduzione dei consumi di carburante e dei tempi di viaggio), appare indispensabile individuare interventi integrativi, finalizzati alla riduzione generalizzata del costo dell' accessibilità alle diverse aree della città, in modo--tra l' altro--da soddisfare appieno le

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53838 469912
2.5. REPERIMENTO DEI FONDI PER L' ELABORAZIONE E L' ATTUAZIONE DEI PIANI URBANI DI FLUIDIFICAZIONE DEL TRAFFICO

L' ulteriore fondamentale fattore primario di congestione del traffico urbano riguarda l' insufficiente capacità di deflusso veicolare delle intersezioni relative alla viabilità principale cittadina.


Nella maggior parte dei casi, la congestione delle intersezioni, che rappresentano--come detto--i punti nevralgici delle reti viarie urbane, é dovuta ad intralci da sosta veicolare, da eliminare con gli interventi di cui ai punti 2.1., 2.2. e 2

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53838 469913
3. INDIRIZZI ATTUATIVI CON EFFETTO A MEDIO E LUNGO TERMINE

Più in generale, appare opportuno che, all' atto di redigere gli strumenti urbanistici comunali, siano approntati appositi elaborati che prospettino, in coerenza con le nuove previsioni insediative e le trasformazioni ritenute ammissibili per le zone costruite, soluzioni adeguate ai problemi della mobilità.


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Efficienza e risparmio energetico
  • Aree urbane
  • Provvidenze
  • Tutela ambientale
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Finanza pubblica
  • Energia e risparmio energetico
  • Urbanistica

Lazio: 2,8 milioni per la tutela e il recupero dei centri storici

Concessione di contributi in conto capitale ai Comuni del Lazio, ad esclusione di Roma Capitale, per la realizzazione di opere e lavori pubblici finalizzati alla tutela e al recupero dei centri storici. Stanziato un fondo di oltre 2,8 milioni di euro destinato per il 64% ai Comuni sotto i 5.000 abitanti e per il restante 36% ai Comuni con popolazione pari o superiore ai 5.000 abitanti. Verranno stilate due distinte graduatorie e sarà attribuito un punteggio premiante a quei Comuni che presentano progetti con rilevante attenzione al tema della sostenibilità ambientale.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Finanza pubblica
  • Energia e risparmio energetico
  • Imprese
  • Provvidenze

Lombardia: bando diagnosi energetiche PMI

La Regione Lombardia ha stanziato oltre 2 milioni di euro per incentivare nelle piccole e medie imprese la realizzazione di diagnosi energetiche o l'adozione di un sistema di gestione dell'energia conforme alla norma ISO 50001. L'agevolazione si configura come contributo a fondo perduto e viene coperto il 50% delle spese ammissibili, al netto dell'Iva, in ognuna delle sedi operative in cui l'azienda svolge la propria attività, fino a un massimo di dieci sedi, per importi complessivi sostenuti dall'impresa di 8 mila euro per la diagnosi energetica e di 16 mila euro per l'adozione del sistema di gestione ISO 50001.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Edilizia privata e titoli abilitativi

Risparmio energetico: deroghe a distanze e altezze, bonus volumi, esenzione da oneri

NORMATIVA DI RIFERIMENTO - DEROGHE A PARAMETRI URBANISTICI E INDICI DI EDIFICABILITÀ (Disciplina successiva al D. Leg.vo 73/2020 - procedure dal 29/07/2020; Disciplina precedente al D. Leg.vo 73/2020 - Procedure fino al 28/07/2020; Deroghe alle altezze minime dei locali di abitazione) - BONUS VOLUMETRICO PER RISPETTO NORME SULLE FONTI RINNOVABILI - REGIME AGEVOLATIVO DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Energia e risparmio energetico
  • Edilizia e immobili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Impiantistica
  • Condominio
  • Efficienza e risparmio energetico

Termoregolazione e contabilizzazione del calore nei condomini e negli edifici civili

SINTESI DEGLI OBBLIGHI (Normativa di riferimento e scadenze; Contatore di fornitura edifici serviti da teleriscaldamento o teleraffrescamento; Sotto-contatori individuali edifici serviti da sistemi centralizzati; Sistemi di termoregolazione e contabilizzazione del calore individuali; Lettura da remoto; Suddivisione delle spese connesse al consumo di calore per il riscaldamento) - INDICAZIONI TECNICHE, APPROFONDIMENTI E MODELLI DI RELAZIONE - AGEVOLAZIONI FISCALI.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Energia e risparmio energetico
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Certificazione energetica
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Professioni

Certificazione energetica degli edifici (APE - Attestato di Prestazione Energetica)

CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI, APE E AQE (Generalità; Normativa di riferimento; Durata temporale dell’APE; Forma di rilascio dell’APE e deposito in regione; APE per singola unità immobiliare o per singolo edificio; Esclusioni) - L’APE E L’AQE NEGLI INTERVENTI EDILIZI E NEGLI EDIFICI PUBBLICI (Interventi edilizi; Edifici pubblici ed aperti al pubblico; L’APE NEI TRASFERIMENTI E NELLE LOCAZIONI IMMOBILIARI (Obbligo di produrre e mettere a disposizione l’APE; Obbligo di allegare l’APE ai contratti e clausola da inserire; Obbligo di indicare la prestazione energetica negli annunci commerciali; Riepilogo degli obblighi e degli atti/contratti cui si applicano) - SOGGETTI ABILITATI ALLA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI (Premessa; Tecnici abilitati senza necessità di frequentare corsi di formazione; Tecnici abilitati tramite la frequenza di corsi di formazione; Casistica esemplificativa; Corsi di formazione; Requisiti di imparzialità e indipendenza dei certificatori energetici; MONITORAGGIO E CONTROLLI, SANZIONI (Monitoraggio e controlli, banche dati; Sanzioni per il certificatore energetico; Sanzioni per il direttore dei lavori; Sanzioni per il costruttore o il proprietario ; Sanzioni per le parti nei contratti di trasferimento o locazione) - CONTENUTI E MODALITÀ DI REDAZIONE DELL’APE (Contenuti dell’Attestato di prestazione energetica e informazioni presenti; Classi energetiche degli edifici; Procedure e metodi per determinare la prestazione energetica - Software applicativi) - PROCEDURA OPERATIVA PER COMMITTENTE E CERTIFICATORE ENERGETICO (Nomina del certificatore energetico; Informativa da parte del certificatore; Modalità di svolgimento della prestazione da parte del certificatore; Servizi del certificatore energetico: compiti, obblighi e responsabilità del professionista).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico

Punti di ricarica edifici non residenziali

  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico

Impianti di riscaldamento e condizionamento - Sistemi di automazione e controllo

  • Norme tecniche
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico
  • Macchine e prodotti industriali

Ecodesign display elettronici

  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Macchine e prodotti industriali
  • Norme tecniche

Ecodesign apparecchi di refrigerazione con funzione di vendita diretta