FAST FIND : AR793

Ultimo aggiornamento
14/07/2020

Prestazione energetica di edifici e impianti

DEFINIZIONI E NORMATIVA DI RIFERIMENTO (Riepilogo delle misure per il contenimento dei consumi energetici; Principali riferimenti normativi sulla prestazione energetica degli edifici e degli impianti) - AMBITO DI APPLICAZIONE DELLA NORMATIVA SULLA PRESTAZIONE ENERGETICA IN EDILIZIA (Edilizia privata e edilizia pubblica; Categorie di edifici ai fini della prestazione energetica; Esclusioni; Tabella riepilogativa ambito di applicazione; Definizione degli interventi edilizi ai fini della prestazione energetica; Applicazione delle prescrizioni alle varie categorie di interventi; Zone climatiche).
A cura di:
  • Dino de Paolis
989352 6512492
DEFINIZIONI E NORMATIVA DI RIFERIMENTO
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
989352 6512493
Riepilogo delle misure per il contenimento dei consumi energetici

Al fine di promuovere il contenimento dei consumi energetici degli edifici e degli impianti ad essi asserviti, la legislazione in vigore impone una serie di misure alle quali attenersi in occasione della realizzazione di interventi edilizi e impiantistici, quali nuove costruzioni e ristrutturazioni di una certa entità, comportanti interventi sull’involucro edilizio e/o sulla parte impiantistica.


Dette misure si possono raggruppare nelle seguenti macro-aree di intervento (vedi Requisiti minimi di prestazione energetica e vincoli per la progettazione di edifici e impianti):

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
989352 6512494
Principali riferimenti normativi sulla prestazione energetica degli edifici e degli impianti

La principale norma legislativa fondamentale di riferimento è il D. Leg.vo 19/08/2005, n. 192.

Originariamente emanato per recepire nell’ordinamento italiano la Direttiva 2002/91/CE (c.d. “Direttiva EPBD” o “Energy Performance of Buildings Directive”), il provvedimento ha subito nel tempo numerosi interventi di modifica, tra i quali hanno assunto particolare rilievo quelli apportati:

- dal D.L. 04/06/2013, n. 63 (provvedimento convertito in legge dalla L. 03/08/2013, n. 90, ed emanato per recepire nell’ordinamento italiano la Direttiva 2010/31/UE, c.d. “Direttiva EPBD 2”);

- dal D. Leg.vo 10/06/2020, n. 48 (provvedimento emanato per recepire nell’ordinamento italiano la Direttiva 2018/844/UE, c.d. “Direttiva EPBD 3”).


Direttamente derivanti dalla norma legislativa di riferimento sono i seguenti tre decreti attuativi del Ministro dello sviluppo economico, tutti emanati in pari data, pubblicati sulla stessa Gazzetta ufficiale ed in vigore dal 01/10/2015:

1) D.M. 26/06/2015

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
989352 6512495
AMBITO DI APPLICAZIONE DELLA NORMATIVA SULLA PRESTAZIONE ENERGETICA IN EDILIZIA
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
989352 6512496
Edilizia privata e edilizia pubblica

Ai sensi dell’art. 3

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
989352 6512497
Categorie di edifici ai fini della prestazione energetica

Ai fini dell’applicazione delle norme sulla prestazione energetica in edilizia gli edifici sono classificati, in base alla loro destinazione d’uso, nelle categorie di cui all’art. 3 del D.P.R. 412/1993:

E.1 Edifici adibiti a residenza e assimilabili:

E.1[1] abitazioni adibite a residenza con carattere continuativo, quali abitazioni civili e rurali, collegi, conventi, case di pena, caserme;

E.1[2] abitazioni adibite a residenza con occupazione saltuaria, quali case per vacanze, f

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
989352 6512498
Esclusioni

Sono escluse le seguenti tipologie di edifici:

a) edifici vincolati in quanto ricadenti nell’ambito della disciplina della Parte seconda e dell’art. 136 del D. Leg.vo 22/01/2004, n. 42 (Codice dei beni culturali e del paesaggio), comma 1, lettere b) e c), (edifici che presentano interesse artistico, storico, archeologico o etnoantropologico, le ville, i giardini e i parchi, che si distinguono per la loro non comune bellezza; i complessi di cose immobili che compongono un caratteristico aspetto avente valore estetico e tradizionale, inclusi i centri ed i nuclei storici).

Tale esclusione opera solo nel caso in cui, previo giudizio dell’autorità competente al rilascio della relativa autorizzazione, il rispetto delle prescrizioni implichi un’alterazione sostanziale del loro carattere o aspetto, con particolare riferimento ai profili storici, artistici e paesaggistic

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
989352 6512499
Tabella riepilogativa ambito di applicazione

L’ambito applicativo delle norme su requisiti minimi di prestazione energetica, obblighi documentali e certificazione energetica può essere sintetizzato nella seguente tabella.


Edifici coinvolti dagli obblighi relativi al rendimento energetico degli edifici


EDIFICIO/MANUFATTO

APE/AQE

REQUISITI PRESTAZIONALI

NORME SUGLI IMPIANTI

Edifici pubblici e privati in genere

SI

SI

SI

Edifici vincolati ai sensi della Parte seconda e dell’art. 136 del D. Leg.vo 42/2004, comma 1, lettere b) e c)

SI

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
989352 6512500
Definizione degli interventi edilizi ai fini della prestazione energetica

Al fine di definire correttamente quali interventi edilizi siano interessati dall’applicazione dei requisiti minimi di prestazione energetica, degli obblighi documentali e della certificazione energetica, occorre preliminarmente fornire le relative definizioni contenute nella spe

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
989352 6512501
A) e B) Interventi di nuova costruzione e assimilati

In base al punto 1.4.1 dell’Allegato 1 R al D.M. 26/06/2015 sui requisiti minimi, in combinato con l’art. 2 del D. Leg.vo 192/2005, comma 1, lettera

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
989352 6512502
C) Interventi di ristrutturazione importante

Ai sensi dell’art. 2 del D. Leg.vo 192/2005, comma 1, lettera l-viciesquater), si definisce:

C)ristrutturazione importante” l’intervento che interessa gli elementi e i componenti integrati costituenti l’involucro edilizio, che delimitano un volume a temperatura controllata dall

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
989352 6512503
D) Interventi di riqualificazione energetica

Ai sensi dell’art. 2 del D. Leg.vo 192/2005, comma 1, lettera l-viciester), si definisce:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
989352 6512504
Modalità di calcolo delle soglie di incidenza degli interventi sull’involucro edilizio

Secondo quanto disposto dal punto 1.4.1 dell’Allegato 1

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
989352 6512505
Schema grafico riepilogativo categorie interventi su edifici esistenti

Si riporta di seguito uno schema grafico che consente di individuare la corretta categoria in caso di interventi su edific

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
989352 6512506
Applicazione delle prescrizioni alle varie categorie di interventi

L’art. 17 del D. Leg.vo 48/2020 ha disposto l’abrogazione dei commi 1 e 2 dell’art

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
989352 6512507
Zone climatiche

I requisiti energetici richiesti e i dati di input per il calcolo del fabbisogno energetico dipendono anche dalle condizioni climatiche della zona.

A tale scopo, gli artt. 2 e 3 del D.P.R. 412/1993 prevedono la suddivisione del territorio nazionale in zone climatiche, a loro volta funzione dei “gradi giornoN1 di ciascun comune, come individuati dall’Allegato A del provvedimento con tutte le sue successive modifiche, nonché della classificazione generale degli edifici per categorie.

Le tabelle di seguito riportate indicano le zone climatiche individuate dall’art. 2 del D.P.R. 412/1993, riportando altresì alcune località con le rispettive zone climatiche di appartenenza. Per l’elenco completo di tutti i comuni con le rispettive zone climatiche di appartenenza si rinvia al testo coordinato dell’Allegato A R al D.P.R. 412/1993.


Zone climatiche del territori

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Leggi e manovre finanziarie
  • Finanza pubblica

La Legge di bilancio 2021 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella Legge di bilancio 2021 (L. 30 dicembre 2020, n. 178), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Finanza pubblica
  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • Provvidenze
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Lombardia: contributi per la rimozione di coperture e altri manufatti in cemento-amianto da edifici privati - ed. 2020

I manufatti contenenti amianto (coperture ed altri manufatti, sia di amianto in matrice compatta che friabile) sono ancora molto diffusi sul territorio regionale anche presso gli edifici di proprietà privata. Per tale motivo, come previsto dall'art. 1-ter della L.R. Lombardia 17/2003, si prevede un nuovo incentivo dedicato alla rimozione ed allo smaltimento in sicurezza di tali materiali da parte dei privati cittadini. La dotazione finanziaria del bando ammonta a 1 milione di euro.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Marchi, brevetti e proprietà industriale

Promozione all'estero di marchi collettivi e di certificazione

L’agevolazione è diretta a sostenere la promozione all’estero di marchi collettivi o di certificazione volontari italiani. Le risorse stanziate ammontano a 1 milione di euro l’anno a partire dal 2019.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Agevolazioni
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Edilizia residenziale
  • Provvidenze

Finanziamenti per la rigenerazione urbana e la qualità dell'abitare

Con Decreto del Ministero delle infrastrutture e trasporti vengono stabiliti termini, contenuti e modalità di presentazione delle proposte per accedere ai finanziamenti finalizzati a riqualificare e incrementare il patrimonio destinato all'edilizia residenziale sociale, a rigenerare il tessuto socio-economico, a incrementare l'accessibilità, la sicurezza dei luoghi e la rifunzionalizzazione di spazi e immobili pubblici. Le risorse stanziate ammontano a 853,81 milioni di euro (dal 2020 al 2033).
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Edilizia scolastica
  • Amianto - Dismissione e bonifica

Lombardia: 16 milioni per rimuovere l'amianto dalle scuole

Ammonta a 16 milioni la dotazione finanziaria del bando della Regione Lombardia per gli interventi di bonifica dell'amianto e ripristino negli edifici scolastici di proprietà degli enti locali. Gli interventi finalizzati alla rimozione dell'amianto dalle scuole e relative pertinenze devono avere un valore minimo di 50.000,00 euro e un valore massimo di 3.000.000 euro. Gli interventi saranno finanziati al 100% delle spese ammesse.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Accesso al Fondo per l'aggregazione degli acquisti di beni e servizi per l'anno 2020

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Tutela ambientale

Bando Horizon 2020 sul Green deal europeo

  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico

Impianti di riscaldamento e condizionamento - Sistemi di automazione e controllo

  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico

Punti di ricarica edifici non residenziali