FAST FIND : AR1527

Ultimo aggiornamento
09/01/2021

Inadempimenti dell’appaltatore e conseguenze negli appalti pubblici

A cura di:
  • Studio Groenlandia
4692507 7055800
PREMESSA

Le disposizioni in materia erano dettate dal

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4692507 7055801
INADEMPIMENTI DELL’APPALTATORE e DIFFIDA AD ADEMPIERE

Qualora l'esecuzione delle prestazioni ritardi per negligenza dell'appaltatore rispetto alle previsioni del contratto, il direttore dei l

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4692507 7055802
PENALI

Le penali, non disciplinate bensì solo “contemplate” nella originaria versione del Codice degli appalti del 2006, sono regolate dall’art. 113-bis, D. Leg.vo 50/2016, inserito dall’art. 77 del D. Leg.v

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4692507 7055803
RISOLUZIONE DEL CONTRATTO

La legge prevede la risoluzione del contratto nei seguenti casi.


Modifica sostanziale del contratto N2 e variazioni di entità tali da imporre nuova procedura di selezione

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4692507 7055804
Risoluzione per inosservanza della diffida ad adempiere

Vedi paragrafi precedenti.


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4692507 7055805
Risoluzione per grave inadempimento

Il direttore dei lavori o il responsabile dell'esecuzione del contratto, se nominato, quando accerta un grave inadempimento alle obbligazioni contrattuali da parte dell'appaltatore, tale da comprometterne la buona riuscit

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4692507 7055806
Risoluzione per determinati reati e venuta meno della qualificazione

Le Stazioni appaltanti devono risolvere un contratto pubblico durante il periodo di efficacia dello stesso qualora (art. 108, D. Leg.vo 50/2016):

a) nei confronti dell'appaltatore sia intervenuta la decadenza dell'attestazione di qualificazione per aver prodotto falsa documentazione o dichiarazioni mendaci;

b) nei confronti dell'appaltatore sia

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4692507 7055807
Onere di controllo periodico della Stazione appaltante sulla permanenza dei requisiti

Da quanto sopra emerge che le Stazioni appaltanti sono tenute a controllare periodicamente il Casellario informatico dell’Autorità (

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4692507 7055808
Provvedimenti conseguenti alla risoluzione del contratto
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4692507 7055809
Redazione dello stato di consistenza

Il responsabile unico del procedimento, nel comunicare all'appaltatore la determinazione di risoluzione del contratto, dispone, con preavviso di venti giorni, che il direttore dei lavori curi la redazione dello stato di consistenza dei

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4692507 7055810
Diritti ed obblighi dell’appaltatore in caso di risoluzione del contratto

Nel caso di risoluzione del contratto, l'appaltatore ha diritto soltanto al pagamento delle prestazioni relative ai lavori, servizi o forniture regolarmente eseguiti, decurtato degli oneri aggiuntivi derivanti dallo scioglimento del contratto.

Nei casi di risoluzione per f

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4692507 7055811
Affidamento a nuovo appaltatore del completamento dei lavori

In caso di risoluzione del contatto la Stazione appaltante può decidere (art. 110, D. Leg.vo 50/2016) di interpellare progressivamente i soggetti che hanno partecipato all'originaria procedura di gara, risultanti dalla relativa graduatoria, al fine di stipulare un nuovo contratto per l'affidamento del completamento dei lavori.

L'affidamento avviene alle medesime condizioni già proposte dall'originario aggiudicatario in sede di offerta.

Al riguardo sembrano ancora validi anche dopo la riforma del 2016, gli orientamenti espressi dalla giurisprudenza amministrativa secondo la quale la procedura sopra accennata (c.d. procedura d’interpello) è disposizione di carattere eccez

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4692507 7055812
DIRITTO DI RECESSO DELLA STAZIONE APPALTANTE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4692507 7055813
Esercizio del diritto di recesso

La Stazione appaltante può recedere dal contratto in qualunque momento previo il pagamento dei lavori eseguiti o delle prestazioni relative ai servizi e alle forniture eseguiti nonché del valore dei materiali utili esistenti N5, dell’ulteriore importo pari a un decimo dell'importo delle opere, dei servi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4692507 7055814
Obbligo dell’appaltatore di rimuovere i materiali non accettati

L'appaltatore deve rimuovere dai magazzini e dai cantieri i materiali non accettati dal direttore dei lavori e deve metter

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4692507 7055815
Distinzione tra esercizio del recesso e revoca dell’aggiudicazione

L’impiego dell’istituto del recesso va distinto da quello della revoca dell’aggiudicazione, né essi sono tra loro interscambiabili: il primo può essere comunicato solo una volta stipulato il contratto e non prima; il secondo prima della stipula del medesimo e non dopo (C. Stato 22/03/2016, n. 1174). In effetti, la specialità della previsione del recesso preclude, una volta che è stipulato il contratto di lavori, l’esercizio del potere pubblicistico di revoca basato su di una diversa valutazione dell'interesse pubblico a causa di sopravvenienze (

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Finanza pubblica
  • Leggi e manovre finanziarie

La Legge di bilancio 2021 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella Legge di bilancio 2021 (L. 30 dicembre 2020, n. 178), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Finanza pubblica
  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • Provvidenze
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Lombardia: contributi per la rimozione di coperture e altri manufatti in cemento-amianto da edifici privati - ed. 2020

I manufatti contenenti amianto (coperture ed altri manufatti, sia di amianto in matrice compatta che friabile) sono ancora molto diffusi sul territorio regionale anche presso gli edifici di proprietà privata. Per tale motivo, come previsto dall'art. 1-ter della L.R. Lombardia 17/2003, si prevede un nuovo incentivo dedicato alla rimozione ed allo smaltimento in sicurezza di tali materiali da parte dei privati cittadini. La dotazione finanziaria del bando ammonta a 1 milione di euro.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Marchi, brevetti e proprietà industriale

Promozione all'estero di marchi collettivi e di certificazione

L’agevolazione è diretta a sostenere la promozione all’estero di marchi collettivi o di certificazione volontari italiani. Le risorse stanziate ammontano a 1 milione di euro l’anno a partire dal 2019.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Agevolazioni
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Edilizia residenziale
  • Provvidenze

Finanziamenti per la rigenerazione urbana e la qualità dell'abitare

Con Decreto del Ministero delle infrastrutture e trasporti vengono stabiliti termini, contenuti e modalità di presentazione delle proposte per accedere ai finanziamenti finalizzati a riqualificare e incrementare il patrimonio destinato all'edilizia residenziale sociale, a rigenerare il tessuto socio-economico, a incrementare l'accessibilità, la sicurezza dei luoghi e la rifunzionalizzazione di spazi e immobili pubblici. Le risorse stanziate ammontano a 853,81 milioni di euro (dal 2020 al 2033).
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Edilizia scolastica
  • Amianto - Dismissione e bonifica

Lombardia: 16 milioni per rimuovere l'amianto dalle scuole

Ammonta a 16 milioni la dotazione finanziaria del bando della Regione Lombardia per gli interventi di bonifica dell'amianto e ripristino negli edifici scolastici di proprietà degli enti locali. Gli interventi finalizzati alla rimozione dell'amianto dalle scuole e relative pertinenze devono avere un valore minimo di 50.000,00 euro e un valore massimo di 3.000.000 euro. Gli interventi saranno finanziati al 100% delle spese ammesse.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Accesso al Fondo per l'aggregazione degli acquisti di beni e servizi per l'anno 2020

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Tutela ambientale

Bando Horizon 2020 sul Green deal europeo

  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico

Impianti di riscaldamento e condizionamento - Sistemi di automazione e controllo

  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico

Punti di ricarica edifici non residenziali