FAST FIND : GP175

Sent. C. Stato 13/02/1997, n. 158

43369 43369
1. Edilizia ed urbanistica - Abusi - Sanatoria ex art. 32 L. 1985 n. 47 - Zone vincolate - Necessità del parere dell'Autorità preposta al vincolo.
1. L'art. 32 L. 28 febbraio 1985 n. 47 - che subordina al parere dell'Amministrazione preposta alla tutela del vincolo l'esito della domanda di sanatoria edilizia - ha la finalità di consentire la valutazione della situazione edilizia (per cui è stata proposta domanda di sanatoria) al fine di accertare se la costruzione stessa, precedente o successiva all'imposizione del vincolo, non comprometta in maniera definitiva valori corrispondenti ad interessi pubblici primari (culturali, ambientali o paesaggistici, etc.) tutelati dagli strumenti vincolistici; pertanto, non è possibile affermare, in base ad una corretta ermeneutica della norma, che l'acquisizione del parere dell'Amministrazione occorre solo per i casi di opere abusive successive all'imposizione del vincolo.

1. Sulla sanatoria per abusi nell'attività edilizia ved. C. Stato V 24 ottobre 1996 n. 1277 R e 22 ottobre 1996 n. 1274 [R=WCS22O961274], Csi 23 luglio 1996 n. 252 R, 7 maggio 1996 n. 527 [R=WCSI7MA96527], Cass. 2 dicembre 1995 n. 12459 R, Cass. pen. 15 novembre 1995 n. 11203 [R=WP15N9511203], C. Stato V 3 ottobre 1995 n. 1372 R (Diniego per opere realizzate con concessione «a titolo precario» - Impossibilità per concessioni illegittime), VI 30 settembre 1995 n. 1030 R, V 25 settembre 1995 n. 1346 R, V 14 luglio 1995, n. 1071 R, V 6 maggio 1995 n. 718 R
L. 28 febbraio 1985 n. 47, art. 32 R

Dalla redazione

  • Provvidenze
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Finanza pubblica
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti

Lombardia: bando per la sicurezza stradale per interventi sulla segnaletica stradale

La Regione Lombardia ha messo a disposizione 3,5 milioni destinati a interventi per la segnaletica stradale e contro l'incidentalità. La misura ha l'obiettivo di rendere più sicure le strade per gli utenti e responsabilizzare i gestori della rete stradale. Si tratta di contributi a fondo perduto fino al 90% delle spese ammissibili dei progetti riservati ai Comuni con popolazione inferiore ai 30.000 abitanti e Unioni di Comuni. Gli interventi dovranno essere realizzati entro il 31/10/2021.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Provvidenze
  • Impresa, mercato e concorrenza
  • Finanza pubblica
  • Imprese

Emilia Romagna: sostegno allo sviluppo delle infrastrutture per la competitività e per il territorio

Al via il bando della Regione Emilia-Romagna rivolto a imprese e laboratori invitati a presentare progetti per il rafforzamento delle infrastrutture di ricerca a sostegno della competitività e dello sviluppo territoriale. Al finanziamento del presente bando sono destinati complessivamente euro 1.290.000 per l'annualità 2021 ed euro 1.000.000,00 per l'annualità 2022. Il contributo della Regione coprirà fino all’80% dell’investimento proposto, per un massimo di 1 milione di euro.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Finanza pubblica
  • Demanio
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali
  • Provvidenze
  • Pubblica Amministrazione
  • Infrastrutture e opere pubbliche

Sardegna: contributi per la rimozione di posidonia dai litorali

La Regione Sardegna ha messo a disposizione dei Comuni costieri contributi destinati alle attività di gestione della posidonia depositata sui litorali finalizzata alla fruizione sostenibile del litorale ed al contrasto all’erosione costiera.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Fisco e Previdenza
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Imposte sul reddito

Asseverazioni Ecobonus 110%, indicazioni per il Tecnico redattore

In questa scheda si riporta il modello di asseverazione a fine lavori - contenuto nel D.M. 06/08/2020, c.d. "Decreto Asseverazioni" - da compilare in relazione agli interventi di efficientamento energetico ammessi a usufruire del Super-Ecobonus 110%, corredato da note e indicazioni redazionali.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Impiantistica
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Impianti di sollevamento e a fune

Veneto: bando di finanziamento impianti di risalita per l’anno 2020

La Regione Veneto ha approvato il bando relativo all'anno 2020 per il finanziamento di interventi sui nuovi impianti di risalita, o per l’ammodernamento di quelli esistenti, finalizzati allo sviluppo delle aree sciistiche interessate dagli eventi sportivi internazionali, con particolare riferimento alle Olimpiadi invernali Cortina-Milano 2026. I finanziamenti, che saranno erogati in conto capitale, ammontano a 11,7 milioni di euro, con un massimo di 4 milioni per ogni nuovo impianto e 500.000 euro per gli ammodernamenti.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Accesso al Fondo per l'aggregazione degli acquisti di beni e servizi per l'anno 2020

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Tutela ambientale

Bando Horizon 2020 sul Green deal europeo

  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico

Impianti di riscaldamento e condizionamento - Sistemi di automazione e controllo