FAST FIND : GP11743

Sent. C. Stato 17/09/2007, n. 4838

1412821 1412821
Edilizia e immobili - Abusi edilizi - Condono - Presupposti - Duplice conformità allo strumento urbanistico - Ragioni.

L'articolo 36 del D.P.R. 380/2001 (T.U. dell'edilizia), ex articolo 13 della L. 28/02/1985, n. 47,  consente l'accoglimento di domande di accertamento di conformità solo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
Scarica il pdf completo
1412821 1414224
DECISIONE

Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quarta) ha pronunciato la seguente decisione

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1412821 1414225
PREMESSO IN FATTO

1. Col provvedimento n. 1743 del 30 luglio 2003, il Comune di Silvano Pietra ha respinto la domanda di accertamento di conformità proposta dal signor Raffaele Talarico ai sensi dell’art. 13 della legge n. 47 del 1985 (trasfuso nell’art. 36 del testo unico n. 380 del 2001), avente per oggetto

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1412821 1414226
CONSIDERATO IN DIRITTO

1. Nel presente giudizio, è controversa la legittimità del provvedimento n. 1743 del 30 luglio 2003, con cui il Comune di Silvano Pietra ha respinto l’istanza di accertamento di conformità, formulata dall’odierno appellante ai sensi dell’art. 13 della legge n 47 del 1985 (trasfuso nell’art. 36 del testo unico n 380 del 2001).

Col gravame in esame, dopo aver ricostruito le vicende che hanno condotto alla presente fase del giudizio, l’appellante ha censurato la sentenza n. 1352 del 2006 del TAR per la Lombardia, che ha respinto le sue censure formulate in primo grado.

2. Col secondo motivo (da esaminare con priorità per il suo carattere logico preliminare), l’appellante ha lamentato la violazione dell’art. 13 della legge n. 47 del 1985, nonché vari profili di eccesso di potere e violazione dell’art. 97 della Costituzione, poiché sarebbero suscettibili di sanatoria tutte le opere conformi alla disciplina urbanistica vigente alla data di emanazione dell’atto di sanatoria.

Ad avviso dell’appellante, l’art. 13 dovrebbe essere interpretato nel senso che - per la cd sanatoria giurisprudenziale - è sufficiente la conformità delle opere con lo strumento urbanistico vigente alla data di emanazione del provvedimento di sanatoria, anche perché non sarebbe conforme ai principi di ragionevolezza e del buon andamento dell’azione amministrativa una normativa che disconosca i poteri di pianificazione del consiglio comunale e preveda la demolizione di manufatti conformi al medesimo strumento urbanistico.

3. La censura così sintetizzata va respinta.

Ritiene la Sezione che l’art. 13 della legge n. 47 del 1985 consente l’accoglimento di domande di accertamento di conformità solo in presenza della cd duplice conformità: le opere abusive possono essere oggetto di accoglimento dell’istanza solo quando esse risultino non solo conformi allo strumento urbanistico vigente alla data di emanazione dell’atto che esamina l’istanza, ma anche conformi allo strumento urbanistico vigente alla data in cui sono commessi gli abusi (cfr. Sez. IV, 26 aprile 2006, n. 2306).

L’art. 13 - in quanto norma derogatoria al principio per il quale i lavori realizzati sine titulo sono sottoposti alle prescritte misure ripristinatorie e sanzionatorie - non è suscettibile di applicazione analogica, né di una interpretazione riduttiva, secondo cui - in contrasto col suo tenore letterale - basterebbe la conformità delle opere col piano regolatore vigente al momento in cui sia definita l’istanza di sanatoria.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1412821 1414227
P.Q.M.

Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quarta) respinge l’appello n. 8392 del 2006.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Appalti di lavori privati
  • Abusi e reati edilizi - Condono e sanatoria
  • Edilizia e immobili
  • Edilizia privata e titoli abilitativi

Il reato di abuso d'ufficio in materia edilizia

Contesto normativo - Elementi costitutivi del reato: la condotta dell’agente (violazione di specifiche regole di condotta, omissione di astensione in caso di conflitto di interessi), l’evento del reato (procurare un ingiusto vantaggio patrimoniale, arrecare un ingiusto danno) e la configurazione del dolo (dolo intenzionale come volontà di cagionare l’evento in via primaria, gli elementi sintomatici del dolo) - Concorso del privato nel reato.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Edilizia e immobili
  • Titoli abilitativi
  • Edilizia privata e titoli abilitativi

La modulistica unica per l'edilizia e le attività produttive

Inquadramento normativo; Iter di adozione della modulistica a livello locale; Modulistica per l'edilizia; Modulistica per attività commerciali o assimilabili; Tutto quello che non può più essere richiesto a cittadini e imprese; Quadro riepilogativo regionale; Modulistica precedente.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Edilizia e immobili
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Titoli abilitativi
  • Attività in cantiere (direzione lavori, collaudo, coordinamento sicurezza, ecc.)

Il cartello di cantiere

CARTELLO DI CANTIERE, OBBLIGO E FONTI NORMATIVE (Obbligo di esporre il cartello di cantiere; Finalità dell’obbligo; Decorrenza del termine di impugnazione del titolo edilizio; Soggetti obbligati; Visibilità del cartello) - CONTENUTI DEL CARTELLO DI CANTIERE E INDICAZIONI PRATICHE (Contenuti obbligatori del cartello di cantiere; Modalità di affissione) - CONSEGUENZE DELLA VIOLAZIONE DELL’OBBLIGO - SANZIONI.
A cura di:
  • Angela Perazzolo
  • Edilizia e immobili
  • Titoli abilitativi
  • Edilizia privata e titoli abilitativi

Soppalco, titolo edilizio per la realizzazione

DEFINIZIONE DI SOPPALCO - QUALIFICAZIONE INTERVENTI PER LA REALIZZAZIONE DI UN SOPPALCO - REGIME EDILIZIO PER LA REALIZZAZIONE DI UN SOPPALCO (Regime successivo al D.L. 133/2014 ed al D. Leg.vo 222/2016; Regime precedente) - PARAMETRI DI VALUTAZIONE E RASSEGNA DI GIURISPRUDENZA.
A cura di:
  • Maria Francesca Mattei
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Titoli abilitativi
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Infrastrutture e reti di energia

Infrastrutturazione digitale e banda larga negli edifici

CONTESTO NORMATIVO - L’ETICHETTA “EDIFICIO PREDISPOSTO ALLA BANDA LARGA” - RIFERIMENTI TECNICI PER PROGETTISTI E INSTALLATORI - INFRASTRUTTURA FISICA E COLLEGAMENTO A “EDIFICI PREDISPOSTI” (Utilizzo condiviso delle infrastrutture fisiche; Coordinamento delle opere sulle infrastrutture fisiche; Semplificazioni procedurali per le richieste di utilizzazione di suolo pubblico; Infrastrutturazione fisica interna all’edificio ed accesso) - SISTEMA INFORMATIVO DELLE INFRASTRUTTURE DI COMUNICAZIONE (SINFI) (Finalità del SINFI; Dati catalogati nel SINFI; Obblighi e modalità operative ai fini del SINFI).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Edilizia e immobili
  • Pianificazione del territorio
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Titoli abilitativi
  • Piano Casa
  • Standards
  • Urbanistica

Marche: obbligo di adeguamento dei regolamenti edilizi comunali al Regolamento edilizio tipo (RET)

  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Calamità/Terremoti
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Edilizia e immobili
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Protezione civile
  • Norme tecniche

Contributi per la ripresa delle attività economiche e produttive nei territori colpiti dal sisma a far data dal 24/08/2016