FAST FIND : NN11338

L.G. Cons. Sup. LL.PP. 20/02/2012

Procedura per il rilascio, da parte del servizio tecnico centrale, del certificato di idoneità tecnica all’impiego, di cui punto 11.1., lettera c), delle nuove norme tecniche per le costruzioni, emanate con DM 14/01/2008, relativamente agli ancoraggi in fune impiegati per le fondazioni di opere di difesa di versanti.
Scarica il pdf completo
649402 684527
[Premessa]



IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
649402 684528
1) PREMESSE

Le indicazioni di seguito riportate riguardano la procedura per il rilascio, da parte del Servizio tecnico centrale (nel seguito Servizio), del certific

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
649402 684529
2) RIFERIMENTI NORMATIVI

‐ “Nuove Norme tecniche per le costruzioni”, approvate con DM 14.1.2008 (di seguito NTC2008).

‐ Circolare 2 febbraio 2009, n. 617, recante “Istruzioni per l’applicazione delle nuo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
649402 684530
3) PROCEDURA PER IL RILASCIO DEL CERTIFICATO DI IDONEITA’ TECNICA


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
649402 684531
3.1) Istanza del Produttore

Il Produttore interessato al conseguimento del certificato di idoneità tecnica deve trasmettere al Servizio una apposita istanza nella quale:

- indica l’elenco dettagliato delle tipologie di prodotti per i quali chiede la qualificazione, con la loro denominazione commerciale e le loro caratteristiche tecniche e prestazionali principali (dimensionali e prestazionali);

- indica il/i laboratorio/i, ex art. 59 del DPR 380/2001, R dove intende svolgere le prove di identificazione dei materiali e dei componenti impiegati per la realizzazione dei prodotti oggetto dell’istanza; tale/i laboratorio/i sarà/saranno incaricato/i dal Produttore previo nulla-osta del Servizio, il quale rilascerà il suddetto nulla-osta a seguito della verifica dell’adeguatezza delle attrezzature (idonee all’esecuzione delle prove richieste e correttamente tarate e manutenute), delle competenze (valutazione degli sperimentatori e del personale tecnico) e dell’organizzazione (regolata mediante l’adozione di un idoneo sistema di gestione per la qualità) del laboratorio stesso. Pertanto, il Produttore deve accompagnare l’istanza con la documentazione relativa al/ai laboratorio/i prescelto/i; il Servizio potrà effettuare una visita ispettiva per verificarne i requisiti documentati. Detta visita potrà essere effettuata contestualmente all’esecuzione delle prove di qualificazione nell’ambito della sorveglianza sulle attività di prova;

- allega un fascicolo contenente le schede dei materiali e componenti impiegati;

- allega le eventuali attestazioni di conformità CE relative ai materiali impiegati e/

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
649402 684532
3.2) Istruttoria del Servizio

Al ricevimento della documentazione il Servizio effettua il preliminare esame documentale per verificare la completezza dell’istanza e della documentazione allegata.

Effettuato l’esame documentale, il Servizio comunica al Produttore l’avvio del procedimento o, se necessario, chiede integrazioni e/o ulteriori informazioni.

Altresì, programma la visita iniziale in fabbrica. Tale visita, che ha lo scopo di verificare

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
ANCORAGGI A DOPPIA FUNE

Dalla redazione

  • Norme tecniche
  • Materiali e prodotti da costruzione
  • Norme armonizzate

Norme armonizzate e Valutazione tecnica europea per i prodotti da costruzione

Premessa - Le norme armonizzate nel Reg. (UE) 305/2011 - Pubblicazione delle norme armonizzate - Valutazione tecnica europea (ETA) per i prodotti che non rientrano nell’ambito di applicazione di una norma armonizzata - Certificati di valutazione tecnica (CVT).
A cura di:
  • Angela Perazzolo
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Urbanistica
  • Norme tecniche
  • Pianificazione del territorio
  • Strade
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti

L’installazione di impianti pubblicitari stradali

Pianificazione delle attività, dimensioni, caratteristiche, ubicazione e distanze da rispettare dentro e fuori dai centri abitati, autorizzazioni (enti competenti, documentazione da produrre, tempistica per il rilascio o il diniego, durata, rinnovo e decadenza, sanzioni, obblighi del titolare, rapporto con le autorizzazioni edilizie), sanzioni.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Costruzioni
  • Norme tecniche
  • Materiali e prodotti da costruzione

Indagini geotecniche, geognostiche e prove "in situ": le competenze di Geologi liberi professionisti e laboratori autorizzati

Quadro normativo di riferimento; Le censure della giustizia amministrativa; Intervento legislativo con il D.L. 83/2012; Posizione del consiglio superiore dei lavori pubblici.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Imposte sul reddito
  • Norme tecniche
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Fisco e Previdenza
  • Costruzioni in zone sismiche

Sismabonus, classificazione del rischio sismico delle costruzioni e relativa attestazione

IL C.D. “SISMABONUS”, NORME FISCALI (Le agevolazioni per gli interventi di messa in sicurezza statica, Le agevolazioni maggiorate in presenza di una diminuzione del rischio sismico certificata da professionista abilitato, Il Sismabonus e gli interventi di demolizione e ricostruzione, Il Sismabonus e gli immobili merce delle imprese, Acquisto direttamente dall’impresa di unità immobiliari oggetto di demolizione e ricostruzione con miglioramento della classificazione sismica, Altre modalità e condizioni per usufruire del Sismabonus, Interventi finalizzati congiuntamente alla riduzione del rischio sismico ed alla riqualificazione energetica; Cumulo con contributi per la ricostruzione post-sisma; Cessione del credito o sconto dai fornitori) - L’ATTESTAZIONE DI RISCHIO SISMICO DEGLI EDIFICI (Il decreto ministeriale sulla classificazione e attestazione del rischio sismico, Professionisti abilitati alla classificazione e attestazione del rischio sismico, Classificazione del rischio sismico, metodo convenzionale e metodo semplificato; Adempimenti burocratici; Inammissibilità dell’attestazione tardiva).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Norme tecniche
  • Costruzioni in zone sismiche

La classificazione sismica di tutti i comuni italiani dal 1927 a oggi

Riepilogo della classificazione sismica (zone sismiche) dei Comuni italiani, con tutti i provvedimenti di classificazione storici a partire dal 1927 e la situazione aggiornata sulla base dei provvedimenti delle Regioni, cui è stata demandata la competenza all’individuazione delle zone sismiche a partire dal 1998. Distinzione tra la classificazione sismica ai fini degli adempimenti tecnico-amministrativi e per la vigilanza, e quella da adottarsi dal 2009 per la definizione delle azioni sismiche ai fini progettuali.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Strade
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Norme tecniche

Gestione della sicurezza delle infrastrutture stradali nazionali

  • Norme tecniche
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico
  • Macchine e prodotti industriali

Ecodesign display elettronici

  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Macchine e prodotti industriali
  • Norme tecniche

Ecodesign apparecchi di refrigerazione con funzione di vendita diretta

  • Macchine e prodotti industriali
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Norme tecniche
  • Energia e risparmio energetico

Ecodesign sorgenti luminose e unità di alimentazione separate