FAST FIND : NN1177

Circ.Min. Finanze 29/07/1985, n. 15

Integrazioni Circ.2/84 e 5/85 e Lett.Circ.3/2223 di cui LL.47/85 52/83.
Scarica il pdf completo
53302 468416
[Premessa]



I condizionamenti imposti dalla pressione degli imprevedibili afflussi in attuazione della legge n. 47/1985, unitamente all' approssimarsi del termine previsto per l' entrata in vigore della legge n. 52/1985 R--con particolare riferimento all' art.13 che modifica l' art. 2826 del codice civile, con effetti per rinvio anche sull' art. 2659--, inducono a rivedere, seppure marginalmente, talune delle norme dettate con la circolare n. 2/1984, già temporaneamente modificate dalla circolare n. 5/1985 e disciplinate altresì dalla avvertenza metodologica contenuta nella lettera-circolare prot. n. 3/2223 del 20 luglio 1985.


I mutamenti che si ritiene opportuno introdurre sono mirati principalmente a non perdere l' obiettivo di consent

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53302 468417
A) ACCATASTAMENTO DI NUOVE COSTRUZIONI URBANE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53302 468418
1--Estratto di mappa per la redazione del tipo mappale

L' estratto (Mod. 51 modif.) deve essere richiesto all' Ufficio con Mod. R.C.. Il professionista può predisporsi direttamente il Mod. 51, desumendolo da un foglio di mappa in suo possesso o da analogo estratto precedentemente acquisito e, utilizzando la procedura prevista (cod. 14 del Mod. R.C.), farlo convalidare. Esso, é ovvio, deve corrispondere a quanto attualmente indicato nei fogli di visura.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53302 468419
2--Tipo mappale (Mod. 51 modif. - originale e 1 copia)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53302 468420
3--Denuncia di cambiamento (Mod. 3 SPC - originale e 1 copia)

In attesa di una nuova ristampa del Mod. 3 SPC, alla presente circolare si allega un prototipo, formalmente più idoneo a contenere le informazioni richieste per l' accatastamento. Si invitano gli Uffici e gli Ordini professionali a farne copie per la massima divulgazione e per la immediata utilizzazione.


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53302 468421
4--Elaborato planimetrico (originale)

L' elaborato va compilato solo per le dichiarazioni di nuova costruzione o di ristrutturazione totale e costituisce la chiave di lettura della subalternazione delle u.i.u. eseguita dal professionista. Esso non é necessario e quindi non richiesto, quando l' immobile é costituito da una sola unità immobiliare, anche se articolata in più corpi di fabbrica.


La regola da osservare nella subalterna

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53302 468422
5--Planimetrie (Mod. A e B)

Ogni planimetria deve definire compiutamente la rappresentazione grafica dell' unità immobiliare urbana e pertanto vanno compilate tante schede quante sono le unità dichiarate. La scala di rappresentazione deve essere uguale per tutto il fabbricato e scelta dal professionista tra le scale 1:100 o 1:200 per unità censibili nei gruppi A - B - C e non inferiore a 1

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53302 468423
6--Mod. 1N Parte I e Parte II

I modelli, compilati in ogni loro parte e sottoscritti dal professionista, vanno utilizzati per le sole unità immobiliari ricadenti nei gruppi A, B e C, mentre resta valido il Mod. 2 per qu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53302 468424
7--Mod. 55-autoallestito (originale e 2 copie)

Il modello deve essere compilato con macchina da scrivere o a stampatello ed in modo chiaro con inchiostro in china.


In esso deve essere indicato:

col. 1 - "1" per tutti gli intestati componenti la ditta catastale; col. 2 - gli intestatari della ditta esposta nel frontespizio del Mod. 3 SPC, con i rispettivi titoli e quote, oppure quelli esposti nel quadro D di pag. 3 del Mod. 3 SPC cointestandoli nel titolo "ciascuno per i propri diritti";

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53302 468425
B) VARIAZIONI DI U.I.U.
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53302 468426
B.1

Tutti i cambiamenti che si riferiscono a unità immobiliari urbane già riportate a Mod. 55, di cui pertanto si conosce l' indicativo catastale, nonché quelle dichiarate ma non ancora in atti, di cui si conosce solamente la data ed il numero di protocollo, devono essere denunciati con Mod. 44 in duplice copia e separatamente per ciascuna u.i.u., allegando--quando previsto--nuove planimetrie. Le variazioni per fusioni di u.i.u. e quelle per demolizione totale del fabbricato, devono essere contenute nello stesso modello.


Nel modello 44 del quale, in attesa di una nuova ristampa si allega un prototipo più idoneo a contenere le informazioni richieste, deve indicarsi:

a) il nome del denunciante o del professionista incaricato;

b) a seconda dei casi, uno dei motivi elencati ai punti l°, 2° e 3° e, per quelli non compresi nell' elenco, al punto 4°;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53302 468427
C) FABBRICATI RURALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53302 468428
1--Nuovo accatastamento

Per l' accatastamento dei fabbricati rurali di nuova costruzione si osserva che nulla é sostanzialmente innovato.


In ogni caso si ribadisce che la richiesta di accatastamento va presentata con Mod. 26, con allegata una dichiarazione--di cui si unisce un prototipo per la divulgazione --dal quale risultino, ai fini del

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53302 468429
2--Suddivisione di fabbricati già accertati rurali o di porzioni di essi

La richiesta va presentata con Mod. 6 in duplice copia, compilando la prima parte con i dati di identificazione e di subalternazione e la seconda parte, raffigurando in scala non maggiore di 1:200 le porzioni suddivise.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53302 468430
3--Passaggio da rurale ad urbano

Si possono avere i seguenti casi:

a) passaggio all' urbano di intero fabbricato: la procedura da seguire é ugu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Edilizia e immobili
  • Abusi e reati edilizi - Condono e sanatoria
  • Professioni
  • Attività in cantiere (direzione lavori, collaudo, coordinamento sicurezza, ecc.)

Responsabilità del direttore dei lavori negli appalti privati

PREMESSA - NORMATIVA DI RIFERIMENTO Le disposizioni del Codice civile; Il Testo unico edilizia - D.P.R. 380/2001 - RESPONSABILITÀ CIVILE DEL DIRETTORE DEI LAVORI Obbligo di controllare la regolarità dell’esecuzione dell’opera; Il DL non è obbligato a vigilare sulle attività di semplice esecuzione; Responsabilità solidale del DL e dell’impresa per vizi dell'immobile; Responsabilità di DL e progettista; Responsabilità extracontrattuale del DL ex art. 1669 c.c. - RESPONSABILITÀ PENALE DEL DIRETTORE DEI LAVORI Responsabilità per mancata osservanza a permesso di costruire e leggi urbanistiche; Presupposti per l’esonero della responsabilità del DL; Responsabilità del DL per omessa vigilanza anche in caso di assenza dal cantiere; Responsabilità del DL anche per opere non rientranti nell'incarico.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Appalti di lavori privati
  • Abusi e reati edilizi - Condono e sanatoria
  • Edilizia e immobili
  • Edilizia privata e titoli abilitativi

Il reato di abuso d'ufficio in materia edilizia

Contesto normativo - Elementi costitutivi del reato: la condotta dell’agente (violazione di specifiche regole di condotta, omissione di astensione in caso di conflitto di interessi), l’evento del reato (procurare un ingiusto vantaggio patrimoniale, arrecare un ingiusto danno) e la configurazione del dolo (dolo intenzionale come volontà di cagionare l’evento in via primaria, gli elementi sintomatici del dolo) - Concorso del privato nel reato.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Edilizia e immobili
  • Abusi e reati edilizi - Condono e sanatoria

La sanatoria degli abusi edilizi

ABUSO EDILIZIO SOSTANZIALE E FORMALE - PERMESSO DI COSTRUIRE IN SANATORIA, ACCERTAMENTO DI CONFORMITÀ (Prima condizione - Tempestività della richiesta di sanatoria; Seconda condizione - Conformità alla normativa; Terza condizione - Pagamento della somma per oblazione; Schema grafico su presupposti ed effetti della sanatoria; Interventi realizzati in assenza di SCIA alternativa al permesso di costruire ed ex super DIA; Interventi realizzati a seguito di SCIA che invece necessitavano un permesso di costruire; Sanatoria parziale; Sanatoria condizionata) - CONTENUTO ED EFFETTI DELL’ISTANZA DI SANATORIA (Necessità di istanza dell’interessato; Legittimazione a presentare l’istanza di sanatoria; Contenuti dell’istanza di sanatoria; Effetti della presentazione dell’istanza di sanatoria; Inerzia dell’amministrazione nella risposta alla domanda di sanatoria - Silenzio-rigetto; Provvedimento di sanatoria con prescrizioni) - EFFETTI DELLA SANATORIA (Effetti sulle violazioni previste dalle norme edilizie; Effetti sulle violazioni previste da altre normative) - EFFETTI TRIBUTARI DELLA SANATORIA E RECUPERO DELLE AGEVOLAZIONI - SCIA TARDIVA E SCIA IN SANATORIA (Inapplicabilità agli interventi realizzati tramite SCIA alternativa al permesso di costruire) - TOLLERANZE COSTRUTTIVE E TOLLERANZE ESECUTIVE (Tolleranze costruttive; Tolleranze esecutive o “di cantiere”; Tolleranze, stato legittimo e circolazione degli immobili) - SANATORIA DI OPERE REALIZZATE IN BASE AL TITOLO EDILIZIO ANNULLATO (Orientamenti giurisprudenziali; Rimessione all’Adunanza Plenaria).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Studio Groenlandia
  • Edilizia e immobili
  • Fisco e Previdenza
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Catasto e registri immobiliari
  • Fiscalità immobiliare locale (IMU-TARI-TASI)
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Imposte sul reddito
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico

Fabbricati “collabenti” (ruderi): disciplina catastale, edilizia e fiscale

DISCIPLINA CATASTALE SUI FABBRICATI COLLABENTI (Riferimenti normativi; Presupposti per l’iscrizione in catasto; Modalità per l’accatastamento; Compravendita e dichiarazioni catastali) - INTERVENTI EDILIZI SUI FABBRICATI COLLABENTI (Nuova costruzione o ristrutturazione; Prove della consistenza preesistente del rudere; Demolizione di rudere) - ASPETTI FISCALI SUI FABBRICATI COLLABENTI (Agevolazioni per ristrutturazioni e risparmio energetico; Imposta municipale propria (IMU); Agevolazioni prima casa).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Catasto e registri immobiliari
  • Edilizia e immobili

Le categorie catastali, definizione e attribuzione

LE CATEGORIE CATASTALI PER L’ATTRIBUZIONE DELLA RENDITA (Categorie catastali, classi e tariffe; Tabella delle categorie catastali) - ELEMENTI E CRITERI PER PER ATTRIBUIRE CATEGORIA E CLASSE CATASTALE (GRUPPO A - Abitazioni, uffici, studi privati; GRUPPO B - Uso collettivo; GRUPPO C - Attività commerciali/artigiane, pertinenze; GRUPPO D - Immobili a destinazione speciale; GRUPPO E - Immobili a destinazione particolare; GRUPPO F - Entità urbane; Ulteriori elementi e criteri integrativi; Classe (immobili appartenenti alle categorie A, B, C)) - RAPPORTO TRA CATEGORIE CATASTALI E CATEGORIE URBANISTICHE.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Studio Groenlandia
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Calamità/Terremoti
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Edilizia e immobili
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Protezione civile
  • Norme tecniche

Contributi per la ripresa delle attività economiche e produttive nei territori colpiti dal sisma a far data dal 24/08/2016