FAST FIND : NN14619

Par. Aut. Vigilanza Contratti Pubbl. 06/06/2014, n. 117

2618286 2618286
Istanza di parere per la soluzione delle controversie ex articolo 6, comma 7, lettera n) del D.Lgs. n. 163/2006 presentata dalla ARTIGIANA COSTRUZIONI di Norelli Geom. Giuseppe – “Procedura aperta di appalto per l’esecuzione dei lavori di completamento della palestra comunale” – Data di pubblicazione del bando: 11.2.2013 – Termine ultimo per la presentazione delle offerte: 11.3.2013 – Criterio di aggiudicazione: offerta economicamente più vantaggiosa – Importo a base d’asta: euro 261.677,05 – S.A.: Comune di San Salvatore Telesino (BN).

Segretezza delle offerte e idonea sigillatura; artt. 76, comma 5 e 77 del D.P.R. n. 207/2010 - Attestazione SOA e verifica triennale

1. Non è ammissibile l'offerta pervenuta integra e sigillata al protocollo della stazione appaltante, che abbia poi subìto accidentalmente il distacco dei sigilli durante il suo spostamento. Tale ipotesi costituisce violazione del principio di segretezza dell'offerta, data la mera possibilità o probabilità della manomissione del suo contenuto, ben potendo la

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
Scarica il pdf completo
2618286 2618376
[Premessa]


I

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2618286 2618377
Ritenuto in fatto

In data 19 dicembre 2013 è pervenuta l’istanza di parere indicata in epigrafe, successivamente integrata con nota del 17 gennaio 2014, con la quale l’impresa istante, risultata terza nella graduatoria, chiede un pronunciamento circa la legittimità della procedura di gara svolta dalla S.A., deducendo quanto segue, con particolare riferimento alla mancata esclusione delle imprese LIDERO srl, prima classificata, e ITAL BILDING srl, seconda classificata.

1. Nella seduta del 26.3.2013 si attestava che “la Commissione di gara prende atto che la busta n. 9 della ditta LIDERO srl perveniva chiusa e sigillata al protocollo del Comune e che durante lo spostamento della stessa i sigilli hanno subito il distacco. L

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2618286 2618378
Considerato in diritto

1. Quanto al quesito sub 1., occorre soffermarsi sulla circostanza evidenziata dalla Commissione di gara, nel verbale del 26.03.2013, circa le modalità di presentazione della busta n.9 della ditta LIDERO S.r.l. pervenuta con il distacco dei sigilli subito durante lo spostamento.

La Commissione prendeva atto di ciò e ammetteva comunque alla gara l’impresa in questione ritenendo: “in quanto la busta è pervenuta idoneamente sigillata e solo accidentalmente si presenta con i sigilli scollati”.

Nel caso di specie appare inequivocabile che il plico contenente le quattro buste, sia pervenuto aperto in seduta di gara, con il distacco dei sigilli. Ciò è sufficiente a ritenere violato comunque il principio di segretezza dell’offerta in quanto esiste la mera possibilità o probabilità che possa essere stato manomesso il suo contenuto. Proprio la circostanza del distacco dei sigilli al contrario dimostra che la busta poteva essere facilmente aperta senza danneggiamento alcuno e senza lasciare traccia. Secondo, infatti, consolidata giurisprudenza in subiecta materia, si ritiene che non assuma rilevanza la circostanza che la busta sia pervenuta integra chiusa e sigillata, né che sia possibile determinare in che momento e luogo sia avvenuto il distacco dei sigilli e se sia un caso fortuito o volontario (Cfr. Cons. St., Sez. V, sent. del 13.03.2012, n. 2340).

Inoltre, si ritiene che laddove l'amministrazione disponga in modo puntuale ed analitico le formalità e le modalità cui le imprese devono conformarsi per la presentazione dei plichi, con la previsione della sanzione, in caso della loro inosservanza, dell'esclusione dalla gara, non sussistono margini di interpretazione da parte della Commissione giudicatrice. Quanto sopra rileva anche ai fini dell'impossibilità di far ricorso al criterio della massima partecipazione, che comunque non consente di eludere l'applicazione delle prescrizioni di gara espresse in modo chiaro e preciso (Deliberazione AVCP n. 121/2006).

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2618286 2618379
Il Consiglio

ritiene, nei limiti di cui in motivazione e stando a quanto dedotto dall’Impres

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Requisiti di partecipazione alle gare
  • Esecuzione dei lavori pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Il subappalto nei contratti pubblici: nozione, limiti e condizioni

A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Studio Groenlandia
  • Requisiti di partecipazione alle gare
  • Appalti e contratti pubblici

Garanzia provvisoria nelle gare pubbliche: prestazione, mancanza, incompletezza

DISCIPLINA DELLA GARANZIA PROVVISORIA NELLE GARE PUBBLICHE (Generalità e scopo; Raggruppamento temporaneo, avvalimento; Importo, maggiorazioni e riduzioni; Esclusioni; Forma e contenuti; Durata e svincolo; Applicazione nei settori speciali) - MANCANZA, IRREGOLARITÀ O INCOMPLETEZZA DELLA GARANZIA PROVVISORIA (Disciplina del soccorso istruttorio in relazione alla garanzia provvisoria; Costituzione al momento di presentazione dell’offerta; Mancata previsione nel bando di gara o nell’invito; Risarcimento del danno ulteriore in favore della stazione appaltante; Integrazione tardiva; Cauzione rilasciata da un operatore non abilitato; Mancata allegazione dell’autentica notarile) - IMPEGNO DI UN FIDEIUSSORE A RILASCIARE GARANZIA DEFINITIVA.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Appalti e contratti pubblici
  • Requisiti di partecipazione alle gare

Concordato preventivo e partecipazione ad affidamenti pubblici

PREMESSA E NORMATIVA DI RIFERIMENTO - CONCORDATO CON CONTINUITÀ AZIENDALE (Chiarimenti ANAC) - ORIENTAMENTI DELLA GIURISPRUDENZA (Stipula e prosecuzione dei contratti di appalto; Partecipazione alla gara nelle more dell’ammissione al concordato; Raggruppamenti temporanei di imprese) - DISPOSIZIONI DERIVANTI DAL D.L. 32/2019 E DAL CODICE DELLA CRISI D’IMPRESA.
A cura di:
  • Angela Perazzolo
  • Requisiti di partecipazione alle gare
  • Appalti e contratti pubblici

L'avvalimento nei contratti pubblici

L’AVVALIMENTO NEI CONTRATTI PUBBLICI IN GENERALE (Definizione e finalità dell’avvalimento; Normativa di riferimento sull’avvalimento; Responsabilità solidale dell’ausiliaria; Distinzione tra avvalimento e subappalto; Distinzione tra avvalimento ed RTI; Avvalimento e obblighi della stazione appaltante; Avvalimento e certificato di esecuzione) - ESCLUSIONI E LIMITI ALL’AVVALIMENTO (Avvalimento plurimo o frazionato; Avvalimento a cascata (o subavvalimento); Partecipazione dell’ausiliaria alla stessa gara; Lavori di notevole contenuto tecnologico o di rilevante complessità tecnica; Contratti che riguardano lavori su beni culturali; Compiti essenziali da svolgersi direttamente dall’offerente) - REQUISITI CHE POSSONO O MENO ESSERE OGGETTO DI AVVALIMENTO (Avvalimento di garanzia e avvalimento operativo; Avvalimento nei servizi di ingegneria e di architettura; Avvalimento in relazione agli elementi dell’offerta; Avvalimento dell’iscrizione all’Albo gestori ambientali; Avvalimento dell’iscrizione all’Albo professionale; Avvalimento dell’iscrizione al Registro imprese della Camera di commercio (CCIAA); Avvalimento dell’iscrizione all’Albo provinciale delle imprese artigiane; Avvalimento della certificazione di qualità; Avvalimento dell’attestazione SOA) - CONTENUTI DEL CONTRATTO DI AVVALIMENTO E DOCUMENTAZIONE (Documenti e dichiarazioni da allegare alla domanda; Contenuti del contratto di avvalimento).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Studio Groenlandia
  • Appalti e contratti pubblici
  • Beni culturali e paesaggio
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Requisiti di partecipazione alle gare

I lavori pubblici su beni culturali

NORMATIVA DI RIFERIMENTO (Ambito di applicazione e contenuti del D.M. 154/2017; Entrata in vigore del D.M. 154/2017 e abrogazioni, possibile vuoto normativo in tema di progettazione) - REQUISITI DI QUALIFICAZIONE DEI SOGGETTI ESECUTORI (Idoneità tecnica - Certificazione dei lavori eseguiti; Qualificazione per affidamenti di importo inferiore a 150.000 euro; Idoneità tecnica - Idonea direzione tecnica; Mantenimento dei requisiti di qualificazione) - PROGETTAZIONE E DIREZIONE LAVORI (Progettazione; Direzione lavori e supporto al RUP; Tecnici interni alle stazioni appaltanti; Elaborati progettuali; Verifica dei progetti) - AFFIDAMENTO (Modalità di affidamento, procedure e criteri di scelta del contraente; Somma urgenza) - ESECUZIONE E COLLAUDO DEI LAVORI (Varianti; Collaudo; Consuntivo scientifico al termine dei lavori) - SPONSORIZZAZIONE.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Obbligo BIM nei progetti di qualsiasi importo

  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Obbligo BIM nei progetti di importo pari o superiore a 1 milione di Euro

  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Obbligo BIM nei progetti di importo pari o superiore alla soglia comunitaria