FAST FIND : GP8085

Sent.C. Cass. 06/03/2007, n. 5136

51279 51279
1. Geometra - Limiti di competenza - Inosservanza - Nullità dell’incarico professionale per direzione e vigilanza cantieri e lavori - Azione risarcitoria del committente contro il geometra - Esclusione
1. In tema di prestazione d’opera, con riferimento alla professione dei geometri, il chiaro ed unico tenore delle disposizioni dell’art. 16, lett. l) e m) R.D. 11 febbraio 1929 n. 274, espressamente limitanti l’esercizio dell’attività di geometra a «progetto, direzione, sorveglianza e liquidazione» - nel caso della lett. m) a «progetto, direzione e vigilanza» - rispettivamente, di costruzioni rurali nonché di edifici per uso d’industrie agricole di limitata importanza, e di modeste costruzioni civili, comporta, per esclusione, la nullità degli incarichi conferiti a tali professionisti per direzione e vigilanza del cantiere e dei lavori - o comunque comportanti obbligo della relativa sorveglianza - eccedenti dai limiti indicati. La eventuale inosservanza di tali obblighi non può essere, dunque, posta a base di azioni contrattuali, come quella risarcitoria, per inesatto adempimento da parte del committente, il quale, in quanto partecipe, per effetto del volontario conferimento dell’incarico, della violazione delle norme di ordine pubblico in questione, non può dolersi delle conseguenze dannose derivanti dal compimento di attività illecite, cui scientemente, o quanto meno incautamente, ha dato causa.

1. Ved. Cass. 15 febbraio 2005 n. 3021; R16 settembre 2004 n. 18657;R 25 marzo 2004 n. 5961;R 29 novembre 2000 n. 15327;R 9 maggio 2000 n. 5873;R 7 marzo 1997 n. 2067;[R=W7M972067] 4 gennaio 1995 n. 125 R 1a. Ved. Cass. 6 marzo 2007 n. 5137 [R=W6M075137] [Sono nulli gli incarichi conferiti ai geometri per la direzione e vigilanza del cantiere e dei lavori, eccedenti i limiti stabiliti dall’art. 16, lett. l) ed m) R.D. 11 febbraio 1929 n. 274]; C. Stato II, par. 13 dicembre 2006 n. 3441/05 R (È consentita anche ad un geometra la progettazione di un fabbricato di civile abitazione a 2 piani con 10 semplici appartamenti con tipologia ripetuta ed isolati elementi in cemento armato); 21 dicembre 2006 n. 27441 [R=WCS21D0627441] e 26 luglio 2006 n. 17028 [R=WCS26L0617028] (È esclusa la competenza dei geometri per la progettazione e la direzione dei lavori per opere in cemento armato); C. Stato VI 13 giugno 2005 n. 3085 R (La competenza dei geometri per la progettazione di opere in cemento armato può essere ammessa, ricorrendo certe condizioni); Cass. 22 aprile 2005 n. 8545 in GIU 1/06, 183 (È esclusa la competenza dei geometri per la progettazione di opere in cemento armato, anche per manufatti «isostatici»); 14 aprile 2005 n. 7778 in GIU 1/06, 182 (È esclusa la competenza dei geometri per la progettazione di opere in cemento armato); 30 marzo 2005 n. 6649 in GIU 1/06, 180 (È esclusa la competenza dei geometri per la progettazione e la direzione dei lavori di opere in cemento armato). Ved. anche Cass. 14 giugno 2007 n. 13968, i.q.f. e «Competenza professionale dei geometri per le costruzioni civili» in GIU 2/05, 295.
[Cod. civ. art. 2043; L. 24 giugno 1923 n. 1395; R R.D. 11 febbraio 1929 n. 274, art. 16, lett. l) ed m);R R.D. 16 novembre 1939 n. 2229;[R=RD222933] L. 2 marzo 1949 n. 144; R L. 5 novembre 1971 n. 1086; R L. 2 febbraio 1974 n. 64]R

Dalla redazione

  • Finanza pubblica
  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • Provvidenze
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Lombardia: contributi per la rimozione di coperture e altri manufatti in cemento-amianto da edifici privati - ed. 2020

I manufatti contenenti amianto (coperture ed altri manufatti, sia di amianto in matrice compatta che friabile) sono ancora molto diffusi sul territorio regionale anche presso gli edifici di proprietà privata. Per tale motivo, come previsto dall'art. 1-ter della L.R. Lombardia 17/2003, si prevede un nuovo incentivo dedicato alla rimozione ed allo smaltimento in sicurezza di tali materiali da parte dei privati cittadini. La dotazione finanziaria del bando ammonta a 1 milione di euro.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Marchi, brevetti e proprietà industriale

Promozione all'estero di marchi collettivi e di certificazione

L’agevolazione è diretta a sostenere la promozione all’estero di marchi collettivi o di certificazione volontari italiani. Le risorse stanziate ammontano a 1 milione di euro l’anno a partire dal 2019.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Agevolazioni
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Edilizia residenziale
  • Provvidenze

Finanziamenti per la rigenerazione urbana e la qualità dell'abitare

Con Decreto del Ministero delle infrastrutture e trasporti vengono stabiliti termini, contenuti e modalità di presentazione delle proposte per accedere ai finanziamenti finalizzati a riqualificare e incrementare il patrimonio destinato all'edilizia residenziale sociale, a rigenerare il tessuto socio-economico, a incrementare l'accessibilità, la sicurezza dei luoghi e la rifunzionalizzazione di spazi e immobili pubblici. Le risorse stanziate ammontano a 853,81 milioni di euro (dal 2020 al 2033).
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Edilizia scolastica
  • Amianto - Dismissione e bonifica

Lombardia: 16 milioni per rimuovere l'amianto dalle scuole

Ammonta a 16 milioni la dotazione finanziaria del bando della Regione Lombardia per gli interventi di bonifica dell'amianto e ripristino negli edifici scolastici di proprietà degli enti locali. Gli interventi finalizzati alla rimozione dell'amianto dalle scuole e relative pertinenze devono avere un valore minimo di 50.000,00 euro e un valore massimo di 3.000.000 euro. Gli interventi saranno finanziati al 100% delle spese ammesse.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Impiantistica
  • Sicurezza
  • Barriere architettoniche
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Locali di pubblico spettacolo
  • Provvidenze

Sicilia: contributi per il miglioramento e la riqualificazione delle sale cinematografiche

L'Avviso pubblico disciplina la concessione di contributi a sostegno della realizzazione di progetti volti al miglioramento e alla qualificazione delle sale cinematografiche in Sicilia. La misura prevede 5 milioni di euro per la concessione di contributi a fondo perduto in una percentuale che varia dal 70 a 100% delle spese ritenute ammissibili.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Accesso al Fondo per l'aggregazione degli acquisti di beni e servizi per l'anno 2020

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Tutela ambientale

Bando Horizon 2020 sul Green deal europeo

  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico

Impianti di riscaldamento e condizionamento - Sistemi di automazione e controllo

  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico

Punti di ricarica edifici non residenziali