FAST FIND : GP475

Sent. C. Stato 24/02/1996, n. 246

43669 43669
1. Edilizia ed urbanistica - Bellezze naturali - Costruzioni edilizie - Nulla osta regionale - Annullamento ministeriale - Termine - Dies a quo - Individuazione. 2. Edilizia ed urbanistica - Bellezze naturali - Costruzioni edilizie - Nulla osta regionale - Annullamento ministeriale - Poteri del Ministro - Limiti. 3. Edilizia ed urbanistica - Bellezze naturali - Costruzioni edilizie - Nulla osta regionale - Motivazione - Necessità - Contenuto.
1. Il termine perentorio di sessanta giorni previsto dalla L. 8 agosto 1985 n. 431 per annullare l'autorizzazione regionale alla realizzazione di interventi edilizi ai sensi dell'art. 7 L. 29 giugno 1939 n. 1497 decorre dalla data di ricezione della relativa autorizzazione da parte del Ministro competente. 2. Il potere di annullamento d'ufficio del nulla osta paesaggistico regionale per la costruzione di un edificio, devoluto al Ministro dei beni culturali e ambientali, non comporta da parte di quest'ultimo un riesame complessivo delle valutazioni tecnico-discrezionali compiute dalla Regione, tale da consentire la sovrapposizione o sostituzione di una propria valutazione di merito a quella compiuta in sede di rilascio dell'autorizzazione, ma si estrinseca in un controllo di mera legittimità sull'operato delle Amministrazioni delegate, peraltro inclusivo di eventuali vizi funzionali suscettibili di ascrizione alle diverse figure sintomatiche di eccesso di potere. 3. Nel caso di autorizzazione ad interventi edilizi in zone paesisticamente protette, è necessario che l'atto autorizzativo sia congruamente motivato, con l'indicazione dell'iter logico seguito, in ordine alle ragioni di compatibilità effettive che - in riferimento agli specifici valori paesistici dei luoghi - possano, ove sussistenti, consentire i progettati lavori, considerati soprattutto nella loro globalità e non esclusivamente in semplici episodi di dettaglio.

1. Ved. C. Stato VI 9 novembre 1994 n. 1594.[R=WCS9N941594] 2. Ved. C. Stato VI 12 novembre 1993 n. 849.[R=WCS12N93849] 3. Ved. C. Stato VI 15 dicembre 1981 n. 751.[R=WCS15D81751] 1a., 2a. e 3a. Come nota 1a. e 2a. a C. Stato V 9 gennaio 1996 n. 29.R
[L. 29 giugno 1939 n. 1497, art. 7 R; L. 8 agosto 1985 n. 431 R

Dalla redazione

  • Fisco e Previdenza

Scadenzario fiscale termini rinviati o sospesi per l’emergenza Coronavirus

TABELLA RIEPILOGATIVA - SOSPENSIONE TERMINI DAL 21/02/2020 NELLE PRIME “ZONE ROSSE” - SOSPENSIONE DAL 02/03/2020 PER LE CATEGORIE DI SOGGETTI PIÙ COLPITE - SOSPENSIONE ADEMPIMENTI PER TUTTI I CONTRIBUENTI DAL 08/03/2020.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Imprese
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze

Abruzzo: sostegno alle mPMI per investimenti in macchinari e impianti

Rilancio della propensione agli investimenti del sistema produttivo abruzzese attraverso un consolidamento delle realtà esistenti e ad un rinnovamento della base produttiva, garantendo aiuti per investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili e per processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale per quasi tutti i codici Ateco. È l'obiettivo dell'Avviso emanato in attuazione dell’Asse Prioritario III "Competitività del sistema produttivo”, al fine di promuovere la competitività delle piccole e medie imprese, Azione 3.1.1 del POR FESR 2014 - 2020 della Regione Abruzzo".
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Calamità/Terremoti
  • Protezione civile

Coronavirus (Covid-19) - Tutti i provvedimenti

Tutti i provvedimenti emanati per fronteggiare l’emergenza sanitaria (Coronavirus Covid-19): STATO DI EMERGENZA - DECRETI LEGGE - DECRETI E DELIBERE DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO - ORDINANZE DI PROTEZIONE CIVILE - ORDINANZE DEL MINISTERO DELLA SALUTE - PROVVEDIMENTI DEL MINISTERO DELL’ECONOMIA E FINANZE - PROVVEDIMENTI DEL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - PROVVEDIMENTI DELL’ANAC.
  • Provvidenze
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Appalti e contratti pubblici
  • Finanza pubblica
  • Edilizia e immobili
  • Beni culturali e paesaggio

Finanziamento per la valorizzazione di borghi e centri storici nel sud d’Italia

Vengono finanziati interventi per il rafforzamento dell’attrattività dei borghi e dei centri storici di piccola e media dimensione nei comuni delle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, attraverso il restauro e recupero di spazi urbani, edifici storici o culturali. La dotazione finanziaria complessiva è di 30 milioni di euro.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Prevenzione Incendi
  • Uffici e luoghi di lavoro

Prevenzione incendi nei luoghi di lavoro

OBBLIGHI DI CARATTERE GENERALE - VALUTAZIONE DEL RISCHIO INCENDIO (Revisione della valutazione dei rischi di incendio) - MISURE DI CARATTERE ORGANIZZATIVO E TECNICO (Designazione e formazione degli addetti; Misure di carattere generale; Vie e uscite di emergenza; Misure per la rivelazione e l'allarme in caso di incendio; Mezzi per l’estinzione dell’incendio - Manutenzione e controllo; Controlli e manutenzione sulle misure di protezione antincendio; Informazione e formazione dei lavoratori) - PIANO E MISURE DI EMERGENZA (Contenuti e criteri di redazione del piano di emergenza; Assistenza alle persone disabili in caso di incendio) - RAPPORTO CON LA NORMATIVA ANTINCENDIO - SANZIONI - PREVENZIONE INCENDI PER LA PROGETTAZIONE, COSTRUZIONE E L’ESERCIZIO DI EDIFICI E/O LOCALI DESTINATI AD UFFICI.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica