Articolo abrogato dal D. Leg.vo 14/09/2015, n. 147, così recitava:

“Art. 8 - (Ruling internazionale) — 1. Le imprese con attività internazionale hanno accesso ad una procedura di ruling di standard internazionale, con principale riferimento al regime dei prezzi di trasferimento, degli interessi, dei dividendi, delle royalties e alla valutazione preventiva della sussistenza o meno dei requisiti che configurano una stabile organizzazione situata nel territorio dello Stato, tenuti presenti i criteri previsti dall’articolo 162 del decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, nonché dalle vigenti Convenzioni contro le doppie imposizioni stipulate all’Italia.

2. La procedura si conclude con la stipulazione di un accordo, tra il competente ufficio dell'Agenzia delle entrate e il contribuente, e vincola per il periodo d'imposta nel corso del quale l'accordo è stipulato e per i quattro periodi d’imposta successivi, salvo che intervengano mutamenti nelle circostanze di fatto o di diritto rilevanti al fine delle predette metodologie e risultanti dall'accordo sottoscritto dai contribuenti.

3. In base alla normativa comunitaria, l'amministrazione finanziaria invia copia dell'accordo all'autorità fiscale competente degli Stati di residenza o di stabilimento delle imprese con i quali i contribuenti pongono in essere le relative operazioni.

4. Per i periodi d'imposta di cui al comma 2, l'Amministrazione finanziaria esercita i poteri di cui agli articoli 32 e seguenti del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600, soltanto in relazione a questioni diverse da quelle oggetto dell'accordo.

5. La richiesta di ruling è presentata al competente ufficio della Agenzia delle entrate, secondo quanto stabilito con provvedimento del direttore della medesima Agenzia.

6. Le disposizioni del presente articolo si applicano a decorrere dal periodo d'imposta successivo a quello in corso alla data di entrata in vigore del presente decreto.

7. Agli oneri derivanti dal presente articolo, ammontanti a 5 milioni di euro a decorrere dal 2004, si provvede a valere sulle maggiori entrate derivanti dal presente decreto.”

Il comma 3 dell’art. 1 del D. Leg.vo 14/09/2015, n. 147 dispone che la presente abrogazione si applica a decorrere dalla data fissata dal provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle entrate di cui all'articolo 31-ter, comma 6, del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600, da emanarsi, in sostituzione del provvedimento del 23 luglio 2004, entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore del D. Leg.vo 147/2015, e quindi dal 07/10/2015.

Dalla redazione

  • Fisco e Previdenza

Scadenzario fiscale termini rinviati o sospesi per l’emergenza Coronavirus

TABELLA RIEPILOGATIVA - SOSPENSIONE TERMINI DAL 21/02/2020 NELLE PRIME “ZONE ROSSE” - SOSPENSIONE DAL 02/03/2020 PER LE CATEGORIE DI SOGGETTI PIÙ COLPITE - SOSPENSIONE ADEMPIMENTI PER TUTTI I CONTRIBUENTI DAL 08/03/2020.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Imprese
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze

Abruzzo: sostegno alle mPMI per investimenti in macchinari e impianti

Rilancio della propensione agli investimenti del sistema produttivo abruzzese attraverso un consolidamento delle realtà esistenti e ad un rinnovamento della base produttiva, garantendo aiuti per investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili e per processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale per quasi tutti i codici Ateco. È l'obiettivo dell'Avviso emanato in attuazione dell’Asse Prioritario III "Competitività del sistema produttivo”, al fine di promuovere la competitività delle piccole e medie imprese, Azione 3.1.1 del POR FESR 2014 - 2020 della Regione Abruzzo".
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Calamità/Terremoti
  • Protezione civile

Coronavirus (Covid-19) - Tutti i provvedimenti

Tutti i provvedimenti emanati per fronteggiare l’emergenza sanitaria (Coronavirus Covid-19): STATO DI EMERGENZA - DECRETI LEGGE - DECRETI E DELIBERE DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO - ORDINANZE DI PROTEZIONE CIVILE - ORDINANZE DEL MINISTERO DELLA SALUTE - PROVVEDIMENTI DEL MINISTERO DELL’ECONOMIA E FINANZE - PROVVEDIMENTI DEL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - PROVVEDIMENTI DELL’ANAC.
  • Provvidenze
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Appalti e contratti pubblici
  • Finanza pubblica
  • Edilizia e immobili
  • Beni culturali e paesaggio

Finanziamento per la valorizzazione di borghi e centri storici nel sud d’Italia

Vengono finanziati interventi per il rafforzamento dell’attrattività dei borghi e dei centri storici di piccola e media dimensione nei comuni delle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, attraverso il restauro e recupero di spazi urbani, edifici storici o culturali. La dotazione finanziaria complessiva è di 30 milioni di euro.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Prevenzione Incendi
  • Uffici e luoghi di lavoro

Prevenzione incendi nei luoghi di lavoro

OBBLIGHI DI CARATTERE GENERALE - VALUTAZIONE DEL RISCHIO INCENDIO (Revisione della valutazione dei rischi di incendio) - MISURE DI CARATTERE ORGANIZZATIVO E TECNICO (Designazione e formazione degli addetti; Misure di carattere generale; Vie e uscite di emergenza; Misure per la rivelazione e l'allarme in caso di incendio; Mezzi per l’estinzione dell’incendio - Manutenzione e controllo; Controlli e manutenzione sulle misure di protezione antincendio; Informazione e formazione dei lavoratori) - PIANO E MISURE DI EMERGENZA (Contenuti e criteri di redazione del piano di emergenza; Assistenza alle persone disabili in caso di incendio) - RAPPORTO CON LA NORMATIVA ANTINCENDIO - SANZIONI - PREVENZIONE INCENDI PER LA PROGETTAZIONE, COSTRUZIONE E L’ESERCIZIO DI EDIFICI E/O LOCALI DESTINATI AD UFFICI.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica