FAST FIND : NN12335

D. Min. Sviluppo Econ. 19/04/2013

Contributi per i costi ambientali di ripristino dei luoghi a valere sul Fondo per la razionalizzazione della rete di distribuzione dei carburanti e suo rifinanziamento.
Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- D. Min. Sviluppo Econ. 03/12/2014
- D. Min. Sviluppo Econ. 21/04/2015
- D. Min. Sviluppo Econ. 07/12/2016
Scarica il pdf completo
960901 3578312
[Premessa]



IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO


Visto il decreto legislativo 26 gennaio 1948, n. 98, sulla disciplina delle casse conguaglio prezzi;

Visto il provvedimento del Comitato Interministeriale Prezzi (di seguito denominato CIP) n. 44/1977 del 28 ottobre 1977 concernente l'istituzione della Cassa conguaglio G.P.L.;

Visto il provvedimento n. 18/1989 emanato dalla giunta del CIP prezzi in data 12 settembre 1989 con il quale, tra l'altro, è stato istituito, presso la Cassa conguaglio G.P.L. (di seguito denominata Cassa), un conto economico denominato "Fondo per la razionalizzazione della rete di distribuzione carburanti" e il presidente del CIP è stato delegato ad istituire, presso la Direzione generale delle fonti di energia del Ministero dell'industria

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
960901 3578313
Art. 1 - Finalità

1. Il presente decreto integra le disposizioni di cui al decreto ministeriale 7 agosto 2003 R di "Rifinanziamento del Fondo per la razionalizzazione della rete di distribuzione dei carburanti", costituito presso la Cassa, di seguito denominato Fondo.

2. I titolari di autorizzazione o concessione degli impianti stradali di distribuzione di carburanti della rete ordinaria, di seguito denominati titolari di impianti, che chiudano gli stessi impianti dal 1° gennaio 2012 fino al 31

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
960901 3578314
Art. 2 - Domanda di contributi per i costi ambientali di ripristino dei luoghi a seguito di chiusura di impianti di distribuzione dei carburanti

1. I titolari di impianti possono presentare domanda di contributo per i costi ambientali entro e non oltre sei mesi dalla data di chiusura dell'impianto, come definita all'art. 1.

2. La domanda di contributo, redatta secondo il modello di cui all'Allegato I del presente decreto, deve essere presentata in bollo al Ministero dello sviluppo economico - Dipartimento per l'energia - Direzione generale per la sicurezza dell'approvvigionamento e le infrastrutture energetiche, unitamente a:

a) copia del decreto di autorizzazione o concessione relativo all'impianto per il quale viene richiesto il contributo ovvero copia della comunicazione di proseguimento dell'attività di cui all'art. 1, comma 5, del decreto legislativo 32/1998;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
960901 3578315
Art. 3 - Istruttoria delle domande di contributo per i costi ambientali di ripristino dei luoghi a seguito di chiusura di impianti di distribuzione dei carburanti

1. Le istruttorie tecniche sulle domande di contributo sono effettuate dall'Ufficio di segreteria del Comitato tecnico per la ristrutturazione della rete distributiva dei carburanti, in base ai criteri di determinazione dei contributi di cui all'art. 4.

2. Sulle domande di contributo di cui all'art. 2, comma 2, il Comitato tecnico per la ristrutturazione della rete distributiva dei carburanti esprime motivato parere di conformità agli obiettivi di razionalizzazione della rete di cui all'art

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
960901 3578316
Art. 4 - Determinazione dei contributi per i costi ambientali di ripristino dei luoghi a seguito di chiusura di impianti di distribuzione dei carburanti

1. Ai fini della determinazione dei contributi in relazione ai costi ambientali di ripristino dei luoghi sostenuti dai titolari di imp

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
960901 3578317
Art. 5 - Sanzioni in caso di riapertura degli impianti

1. L'eventuale riapertura dell'impianto per il quale sono stati concessi i contributi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
960901 3578318
Art. 6 - Rifinanziamento del Fondo per la razionalizzazione della rete di distribuzione dei carburanti

1. Il Fondo è integrato attraverso un contributo a carico dei titolari di autorizzazione e dei gestori degli impianti di distribuzione carburanti della rete ordinaria, articolato in una componente fissa ed in una componente variabile, della seguente misura:

- componente fissa a carico dei soggetti titolari di impianti pari a 100 euro e pari a 2.000 euro per gli impianti dichiarati incompatibili;

- componente variabile per tutti gli impianti calcolata su ogni litro di carburante per autotrazione (benzina, gasolio e G.P.L.) venduto sulla rete ordinaria nell'anno 2013 nella misura di 0,0015 euro a carico dei soggetti titolari di impianti e di 0,0005 euro a carico dei gestori. Tali valori sono aumentati per i soggetti titolari di impianti a 0,002 euro per g

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
960901 3578319
Art. 7 - Disposizioni transitorie e finali

1. Nel caso di richiesta di indennizzi di cui all'art. 1, comma 2, lettera a) la documentazione richiesta ai sensi del decreto ministeriale 7 agosto 2003 deve essere integrata dalla dichiarazione riportato all'Allegato V.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
960901 3578320
Allegato I - Modello (da presentare entro sei mesi dalla chiusura)

Scarica il Modello in formato pdf editabile



Società


Luogo e data



Richiesta di accesso al contributo per i costi ambientali di ripristino dei luoghi a seguito di chiusura di impianto


Il sottoscritto nato a ……………..
il …………….e residente in Via ……........................…….. cap ………&hell

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
960901 3578321
Allegato II - Autocertificazione resa nella forma della dichiarazione dell’atto di notorietà (art. 47 DPR 445/2000)

N9


Scarica il Modello in formato pdf editabile



Il sottoscritto nato a …………………..………..
il …………………..………. e residente in …………………..…… Via
cap ………….. codice fiscale ( …………………………….. )


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
960901 3578322
Allegato III - Modello società - Autocertificazione resa nella forma della dichiarazione dell'atto di notorietà (articolo 47 DPR n. 445/2000)

Scarica il Modello in formato pdf editabile



Integrazione richiesta contributo per i costi ambientali di ripristino dei luoghi a seguito di chiusura di impianto


Il sottoscritto nato a …………………..………..
il …………………..………. e residente in …………………..…… Via
cap ………….. codice fiscale ( …………………………….. )


oppure in caso di società


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
960901 3578323
Allegato IV - Elenco attività da considerare nei costi ambientali di ripristino dei luoghi a seguito di chiusura impianti di distribuzione

1. Direzione Lavori, Sicurezza per l’esecuzione dei lavori, collaudi

2. Attività specifica di rimozione, smaltimento/recupero attrezzature fuori terra e successivo ripristino dei luoghi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
960901 3578324
Allegato V - Dichiarazione ai sensi dell’art. 28, comma 1, del decreto legge 6 giugno 2011 n. 98 convertito con la con la legge 15 luglio 2011, n. 111, recante disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria, così come modificato dal decreto legge 1 gennaio 2012 convertito con la legge 24 marzo 2012, n. 27

Scarica il Modello in formato pdf editabile



Il sottoscritto nato a …………………..………..
il ……&

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Impiantistica
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Fonti alternative
  • Distributori di carburanti
  • Provvidenze
  • Ospedali e strutture sanitarie
  • Finanza pubblica
  • Energia e risparmio energetico
  • Edilizia e immobili
  • Trasporti
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili

Emilia Romagna: 6,2 milioni di euro per sanità green e mobilità elettrica

Riqualificazione energetica degli edifici pubblici delle aziende sanitarie regionali e di infrastrutture di ricarica per la mobilità elettrica dei veicoli aziendali. La Regione Emilia-Romagna sostiene le Aziende sanitarie pubbliche regionali affinché vengano conseguiti obiettivi di risparmio energetico, uso razionale dell’energia, valorizzazione delle fonti rinnovabili, riduzione delle emissioni di gas serra, con particolare riferimento allo sviluppo di misure di miglioramento della efficienza energetica negli edifici pubblici e ad incentivare politiche di mobilità elettrica.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Distributori di carburanti
  • Provvidenze
  • Finanza pubblica

Lombardia: sviluppo della rete distributiva di impianti di erogazione di metano liquido (GNL)

L’iniziativa è diretta alle micro, piccole e medie imprese, operanti nel settore della distribuzione dei carburanti che intendano realizzare impianti ad uso pubblico di erogazione del metano in forma liquida (GNL). La finalità del bando è quella di creare una rete innovativa di distribuzione di carburante a basso impatto ambientale che al contempo risulti efficace per l’approvvigionamento dei mezzi di trasporto pesanti, in particolare per quelli che effettuano spostamenti a medio-lunga percorrenza.
A cura di:
  • Anna Petricca