FAST FIND : NN12328

D. Min. Sviluppo Econ. 06/03/2013

Istituzione di un regime di aiuto finalizzato a promuovere la nascita di nuove imprese nelle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia.
Scarica il pdf completo
957762 959182
[Premessa]



IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO


Visto l’art. 1, comma 845, della legge 27 dicembre 2006, n. 296 R e successive modificazioni e integrazioni, che prevede che il Ministro dello sviluppo economico può istituire, con proprio decreto, specifici regimi di aiuto in conformità alla normativa comunitaria;

Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico 23 luglio 2009, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 278 del 28 novembre 2009, che prevede, in applicazione del predetto art. 1, comma 845, della legge n. 296 del 2006, l’istituzione di un regime di aiuto volto a sostenere i programmi d’investimento delle imprese e, in particolare, delle piccole imprese di nuova costituzione;

Ritenuto opportuno integrare le predette disposizioni, prevedendo un autonomo regime di aiuto al fine di sostenere, tramite la nascita e lo sviluppo di piccole imprese, la crescita di attività economiche e di occupazione qualificata nelle regioni meridion

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
957762 959183
TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
957762 959184
Art. 1. - Definizioni

1. Ai fini del presente decreto, sono adottate le seguenti definizioni:

a) «Ministero»: il Ministero dello sviluppo economico;

b) «Regolamento GBER»: il Regolamento (CE) n. 800/2008 della Commissione del 6 agosto 2008, pubblicato nella G.U.U.E. L 214 del 9 agosto 2008, che dichiara alcune categorie di aiuti compatibili con il mercato comune in applicazione degli articoli 87 e 88 del Trattato CE (regolamento generale di esenzione per cate

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
957762 959185
Art. 2. - Ambito di applicazione e finalità dell’intervento

1. Al fine di creare le condizioni per la nascita di nuova imprenditorialità, di rafforzare la competitivit&a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
957762 959186
Art. 3. - Risorse finanziarie disponibili

1. In fase di prima applicazione, le risorse finanziarie disponibili per la concessione degli aiuti di cui al presente decreto ammonta

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
957762 959187
Art. 4. - Soggetto gestore

1. Gli adempimenti tecnici e amministrativi riguardanti l’istruttoria delle domande, la concessione, l’erogazione delle agevolazioni e dei servizi connessi, l’esecuzione di monitoraggi, di ispezioni e controlli di cui al presente decreto, sono affidati al Sogg

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
957762 959188
Art. 5. - Soggetti beneficiari

1. Possono beneficiare delle agevolazioni di cui al presente decreto, fatto salvo quanto previsto ai commi 5, 6 e 7, le imprese, ivi incluse le start-up innovative:

a) costituite da non più di sei mesi dalla data di presentazione della domanda di agevolazione;

b) di piccola dimensione, ai sensi di quanto previsto all’allegato 1 del Regolamento GBER;

c) con sede legale e operativa ubicata nei territori delle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia, nelle aree ammesse a norma dell’art. 107.3.a) e 107.3.c) del TFUE, così come individuate nella Carta degli aiuti di Stato a finalità regionale, relativamente alle agevolazioni di cui al Titolo II del presente decreto, ovvero con sede legale e operativa ubicata nei territori delle regioni dell’Obiettivo Convergenza, relativamente alle agevolazioni di cui al Titolo III;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
957762 959189
TITOLO II - AIUTI IN FAVORE DELLE PICCOLE IMPRESE DI NUOVA COSTITUZIONE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
957762 959190
Art. 6. - Aiuto per l’avvio di nuove imprese

1. Ai soggetti beneficiari di cui all’art. 5 con sede legale e operativa ubicata nei territori delle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia, nelle aree ammesse a norma dell’art. 107.3.a) e 107.3.c) del TFUE, così come individuate nella Carta degli aiuti di Stato a finalità regionale, fatto salvo quanto previsto al comma 2, è concesso un contributo in relazione ai costi sostenuti nei primi quattro anni a decorrere dalla data di presentazione della domanda. Sono ammissibili alle agevolazioni i piani di impresa che prevedono l’introduzione di nuove soluzioni organizzative o produttive e/o che sono orientati a nuovi mercati.

2. Ferme restando le esclusioni di cui all’art. 5, commi 5, 6 e 7, nella circolare di cui all’art. 5, comma 9, sono riportate le attività economiche per le quali, relativamente ai settori della siderurgia, della costruzione navale e della produzione di fibre sintetiche, sono previste dalla vigente normativa comunitaria specifiche esclusioni o limitazioni per l’accesso alle agevolazioni.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
957762 959191
Art. 7. - Costi ammissibili

1. Sono ammissibili all’aiuto di cui al presente Titolo i seguenti costi, sostenuti dall’impresa a decorrere dalla data di presentazione della domanda e non oltre quattro anni dalla stessa data:

a) intere

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
957762 959192
Art. 8. - Presentazione delle domande e dei piani di impresa

1. L’agevolazione di cui al presente Titolo è concessa sulla base di procedura valutativa con procedimento a sportello, secondo quanto stabilito dall’art. 5 del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 123 e successive modificazioni e integrazioni.

2. Le domande di agevolazione, corredate dai pian

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
957762 959193
Art. 9. - Istruttoria delle domande e criteri di valutazione

1. Le domande di agevolazione sono presentate al Soggetto gestore che procede, nel rispetto dell’ordine cronologico di presentazione, all’istruttoria delle stesse, sulla base dei seguenti criteri di valutazione:

a) adeguatezza e coerenza delle competenze possedute dai soci, per grado di istruzione e/o pregressa esperienza lavorativa, rispetto alla specifica attività svolta dall’impresa e al piano di impresa;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
957762 959194
Art. 10. - Concessione ed erogazione delle agevolazioni

1. Le agevolazioni di cui al presente Titolo sono concesse dal Soggetto gestore ed erogate sulla base di un provvedimento di concessione che ne regolamenta i tempi e le modalità di erogazione, in coerenza con quanto previsto dal presente decreto e dalle successive indicazioni al riguardo fornite dal Ministero con la circolare di cui all’art. 5, comma 9.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
957762 959195
Art. 11. - Cumulo delle agevolazioni

1. Le agevolazioni di cui al presente Titolo non sono cumulabili con altri aiuti concessi, anche a ti

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
957762 959196
Art. 12. - Revoca delle agevolazioni

1. Le agevolazioni di cui al presente Titolo sono revocate, in misura totale o parziale, nei seguenti casi:

a) l’impresa beneficiaria perda i requisiti di cui ai commi 1, lettera c), e 5 dell’art. 5 prima di quattro anni dalla data del provvedimento di concessione delle agevolazioni;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
957762 959197
TITOLO III - SOSTEGNO AI PROGRAMMI DI INVESTIMENTO EFFETTUATI DA NUOVE IMPRESE DIGITALI E/O A CONTENUTO TECNOLOGICO
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
957762 959198
Art. 13. - Soggetti beneficiari e programmi ammissibili

1. Ai soggetti che presentano i requisiti di cui all’art. 5, aventi sede legale e operativa nelle sole regioni dell’Obiettivo Convergenza, che operano nell’economia digitale è riconosciuta un’agevolazione a fronte della realizzazione dei programmi di investimento direttamente connessi al

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
957762 959199
Art. 14. - Forma e intensità dell’agevolazione

1. Ai soggetti di cui all’art. 13 sono riconosciute, ai sensi e nei limiti di quanto previsto dal Regolamento de minimis, le seguenti agevolazioni:

a) contributo in conto impianti per la realizzazione dei programmi di investimento di cui all’art. 13, comma 1;

b) servizi di tutoring tec

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
957762 959200
Art. 15. - Spese ammissibili

1. Sono ammissibili le seguenti spese:

a) impianti, macchinari e attrezzature tecnologici, ovvero tecnico-scientifici, funzionali alla realizzazione del p

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
957762 959201
Art. 16. - Presentazione della domanda e piano di impresa

1. La presentazione della domanda di agevolazione, corredata dal piano di impresa, è disciplin

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
957762 959202
Art. 17. - Istruttoria delle domande e criteri di valutazione

1. Le domande di agevolazione sono presentate al Soggetto gestore che procede, nel rispetto dell’ordine cronologico di presentazione e in aderenza ai «Criteri di selezione delle operazioni» del PON Ricerca e Competitività 2007-2013, approvati dal Comitato di Sorveglianza in relazione all’Obiettivo operativo «4.2.1.3: Azioni integrate per lo sviluppo sostenibile e la diffusione della società dell’informazione - Azioni integrate per la società dell’informazione, all’istruttoria delle stesse, sulla base dei segue

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
957762 959203
Art. 18. - Modalità di concessione ed erogazione dell’agevolazione

1. Le agevolazioni sono concesse dal Soggetto gestore ed erogate sulla base di un provvedimento di concessione che ne regolamenta i tempi e le modalità di erogazione

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
957762 959204
Art. 19. - Cumulo delle agevolazioni

1. Le agevolazioni di cui al presente Titolo non sono cumulabili con altre agevolazioni, ivi incluse

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
957762 959205
Art. 20. - Revoca delle agevolazioni

1. Le agevolazioni di cui al presente Titolo sono revocate, in misura totale o parziale, nei seguenti casi:

a) l’impresa beneficiaria perda i requisiti di cui ai commi 1, lettera c), e 5 dell’art. 5 e all’art. 14, comma 3, prima che siano trascorsi tre anni dalla data di ultimazione del programma di investimento;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
957762 959206
TITOLO IV - MONITORAGGIO E CONTROLLO DEGLI INTERVENTI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
957762 959207
Art. 21. - Monitoraggio, ispezioni e controlli

1. In ogni fase del procedimento il Soggetto gestore e il Ministero possono effettuare controlli e ispezioni, anche a campione, sulle iniziative agevolate, al fine di verificare le condizioni per la fruizione e il mantenimento delle agevolazioni, nonché l’attuazione degli interventi finanziati.

2. Le imprese beneficiarie delle agevolazioni trasmettono al Soggetto gestore la documentazione utile al monitoraggio delle iniziative, con le forme e modalità definite con la circolare del Ministero di cui all’art. 5, comma 9.

3. Il Ministero presenta alla Commissione europea relazioni annuali relative alle agevolazion

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Provvidenze
  • Impresa, mercato e concorrenza
  • Informatica
  • Finanza pubblica
  • Imprese

Lazio: 5 milioni per la digitalizzazione delle imprese

Pubblicato il primo bando del piano "Digital Impresa Lazio". Prevista una dotazione di 5 milioni di euro per aiutare le Pmi ad adottare interventi di digitalizzazione dei processi aziendali. Al finanziamento, che può riguardare progetti di importo fra i 7 mila e i 25 mila euro con un contributo fino al 70% a fondo perduto, possono accedere anche Pmi e liberi professionisti che non hanno sede operativa nella Regione al momento della presentazione della domanda, purché si impegnino localizzarsi nel Lazio entro la data dell'erogazione.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Provvidenze
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Fonti alternative
  • Imprese
  • Finanza pubblica
  • Energia e risparmio energetico
  • Impiantistica
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impresa, mercato e concorrenza

Campania: contributi alle imprese per i piani di investimento nell’efficienza energetica

La Regione Campania concede contributi in conto capitale a fondo perduto a favore delle imprese per la realizzazione di investimenti finalizzati all'efficienza energetica e all'utilizzo delle fonti rinnovabili di energia. In particolare, saranno ammissibili al contributo attività finalizzate all'aumento dell'efficienza energetica nei processi produttivi, l'installazione di impianti di cogenerazione ad alto rendimento, attività finalizzate all'aumento dell'efficienza energetica degli edifici dove si svolge il ciclo produttivo e attività di installazione di impianti a fonti rinnovabili. Lo stanziamento previsto ammonta a 20 milioni di euro e per la partecipazione è prevista la propedeudicità della diagnosi energetica.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Impresa, mercato e concorrenza
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impiantistica
  • Energia e risparmio energetico
  • Finanza pubblica
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Imprese
  • Fonti alternative
  • Provvidenze

Liguria: contributi per l’efficienza energetica nelle imprese

Il bando è destinato alle micro, piccole e medie imprese che realizzino interventi di efficientamento energetico sugli impianti e sulle strutture produttive, e impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili per l'autoconsumo. Gli investimenti ammessi ad agevolazione devono essere realizzati nell'ambito di strutture operative dell’impresa ubicate nel territorio della regione e devono essere conclusi entro 12 mesi dal ricevimento del provvedimento di concessione. Le forme di sostegno previste sono rappresentate da uno strumento finanziario (finanziamento) combinato con una sovvenzione a fondo perduto.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Imprese
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Impresa, mercato e concorrenza

Bolzano: finanziamenti in favore di start up innovative

Il “Bando 2018 a favore della capitalizzazione di imprese innovative nuove o da costituire” mette a disposizione una dotazione finanziaria pari a 1.500.000 euro, allo scopo di rendere l’Alto Adige una destinazione interessante per imprese innovative nuove o da costituire e per coloro che hanno come obiettivo lo sviluppo di un’idea innovativa, che deve essere descritta dettagliatamente in un business plan triennale. Concessi contributi a fondo perduto compresi tra 40.000 euro e 200.000 euro. Le domande di aiuto devono pervenire entro le ore 12:00 del 28/02/2019.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Imprese
  • Finanza pubblica
  • Impresa, mercato e concorrenza
  • Provvidenze

Emilia Romagna: sostegno alle start up innovative per il 2018

Contributo in conto capitale fino al 60% delle spese, elevabile al 70% in caso di assunzione di dipendenti a tempo indeterminato entro la fine del progetto, per l’avvio e la crescita di start up innovative ad elevato contenuto tecnologico basate sulla valorizzazione economica dei risultati della ricerca e, comunque, di nuovi prodotti e servizi di alta tecnologia o ad alto contenuto innovativo. Richiesta la documentazione antimafia solo per progetti che superano i 150.000 euro di contributo. Domande dal 02/07/2018 al 30/11/2018.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Calamità
  • Calamità/Terremoti
  • Imprese
  • Finanza pubblica
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Provvidenze
  • Protezione civile

Termini di pagamento utenze e fatture varie comuni colpiti dal sisma di agosto 2016 (soggetti con fabbricato inagibile)

  • Provvidenze
  • Imprese
  • Finanza pubblica
  • Protezione civile
  • Calamità
  • Calamità/Terremoti
  • Terremoto Centro Italia 2016

Esenzione Imposta di bollo istanze verso la P.A. comuni colpiti dal sisma 2016

  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Imprese
  • Compravendita e locazione
  • Provvidenze
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Protezione civile
  • Calamità
  • Calamità/Terremoti

Sisma centro Italia 2016: termine sospensione versamenti mutui e canoni di locazione finanziaria (attività economiche e privati con prima casa distrutta o inagibile)

  • Provvidenze
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • Finanza pubblica

Campania: incentivi per interventi di bonifica di materiali contenenti amianto triennio 2018-2020 - Anno 2020

  • Provvidenze
  • Impianti sportivi
  • Norme tecniche
  • Finanza pubblica
  • Edilizia e immobili
  • Impiantistica
  • Impianti di sollevamento e a fune
  • Impianti di sollevamento e a fune

Lombardia, impianti di risalita e piste da sci: contributi per l'adeguamento e la sicurezza - Bando 2015