FAST FIND : CM1348

Nuova vita alla tradizione per la casa sul lago di Mergozzo

Il progetto di ristrutturazione di una casa prefabbricata in legno degli anni '60, a Verbania sul lago di Mergozzo, a cura dall’architetto Elena Bertinotti, ha portato alla realizzazione di una nuova volumetria capace di relazionarsi con il contesto edilizio e paesaggistico e di mantenere alcuni caratteri e atmosfere della casa preesistente.
PREFA Italia Srl

Progetto: CASA SUL LAGO a Mergozzo VB
Intervento: ristrutturazione
Progettista: architetto Elena Bertinotti - Mergozzo VB
Fotografo: Fabio Oggero
Installatore rivestimento tetto e facciata: Lattoneria Trapani
Prodotto: Prefalz PREFA P.10 marrone
 

Leggere il passato pensando al futuro

Il progetto di ristrutturazione di una casa prefabbricata in legno degli anni '60, a Verbania sul lago di Mergozzo, a cura dall’architetto Elena Bertinotti, ha portato alla realizzazione di una nuova volumetria capace di relazionarsi con il contesto edilizio e paesaggistico e di mantenere alcuni caratteri e atmosfere della casa preesistente.

Nelle foto da sinistra: l’architetto Elena Bertinotti e due viste della villa (Credit Photo © Fabio Oggero)

Intreccio e interazione con l’intorno, con il passato, con la tradizione del luogo, con la natura, in maniera decisa, ma anche con carattere, con originalità e volontà di innovare. Il nuovo involucro esprime un’architettura equilibrata e rispettosa dell’ambiente che, attraverso un’interpretazione empatica del senso dei luoghi, contribuisce a definire l’abitare, come spazio dove vivere pienamente la natura e non dove apparire.

La casa vista dal bosco: prima e dopo l’intervento

Alcuni elementi della tradizione costruttiva locale quali il tetto a falda, le facciate in legno, i muri in pietra, sono stati rivisitati, infatti, in chiave contemporanea. La scelta di rispettare il naturale pendio del terreno, ha creato un forte radicamento della casa al suolo, gli stimoli ambientali hanno guidato l’inserimento paesaggistico, in cui l’architettura si rapporta al paesaggio con una matericità espressiva derivante dall’uso dei materiali: alluminio, pietra e legno.

La casa vista dal lago: prima e dopo l’intervento

Un guscio protettivo per i sogni
La casa si adagia su un pendio collinare boscato e, arrivando da nord, si presenta come una “capanna nel bosco”, con un fronte compatto e chiuso, costituito da una facciata rivestita in alluminio PREFA colore marrone P.10. La particolare colorazione scura che sembra cambiare tonalità ad ogni ora del giorno passando dal nero del mattino, al grigio, al marrone della sera, si pone in una voluta continuità cromatica con il colore dei tronchi degli alberi che circondano la casa, mentre la continuità materica della facciata con il tetto crea un effetto avvolgente e compatto. Essa si interrompe in corrispondenza dell’ingresso e la “piegatura” di un angolo della copertura genera un terrazzino coperto al primo piano.

Il nastro in alluminio Prefalz scelto nel colore marrone P.10, con le sue diverse larghezze disegna una texture originale sulle ampie superfici e richiama in maniera speculare le doghe in legno che rivestono la facciata che si affaccia sul lago. E mentre sul lato del bosco, l’edificio presenta una connotazione chiusa, ermetica, con una sola finestra, sul lato del lago si spalanca alla natura, alla vista sullo specchio d’acqua, sul cielo e sui monti, con vetrate a tutt’altezza che abbattono il confine fra interno ed esterno, rendendo il grande terrazzo un ambiente da vivere, naturale prolungamento degli spazi domestici, dove la natura è assoluta protagonista e complemento dell’abitare.

La casa si protende verso il lago con il terrazzo in legno, rivestito su entrambi i lati con doghe di Ipè e con una gronda in aggetto, studiata con i principi della bioclimatica per bloccare il passaggio dei raggi solari nei mesi estivi e consentire il guadagno solare nei mesi più freddi. La superficie ondeggiante del lago si rispecchia sulla facciata sud in legno dove i listelli di larice locale, posati con diverse larghezze e profondità, generano vibrazioni e sfaccettature con giochi di luce e ombre che mutano con il variare dell’illuminazione alle diverse ore del giorno. Il lago e suoi colori, che variano dal verde al blu, entrano nella casa attraverso il parapetto vetrato e le grandi aperture dei serramenti in alluminio dello stesso colore del legno e dell’alluminio.


Armonia di materiali, forme e colori
Sul fronte sud, il muro in pietra a vista, che è stato realizzato con materiali provenienti dagli scavi della roccia di cantiere e dalla demolizione di vecchie cascine, si collega visivamente e materialmente ai muri di terrazzamento esistenti sull’area. L’altro materiale che caratterizza la casa è l’intonaco di colore chiaro, elemento di finitura del cappotto di isolamento termico realizzato con pannelli ai silicati di calcio, un materiale naturale, traspirante, riciclabile. Negli interni, il colore chiaro del pavimento in legno e degli intonaci a calce, fanno da sottofondo alla boiserie in listelli di rovere, una morbida finitura in legno naturale che propone una domesticità legata a memorie e ricordi d’infanzia vissuti nella precedente casa in legno. Atmosfere, forme e materiali riaprono la possibilità di avvicinamento al ricordo.


La sostenibilità come scelta
La casa, costruita sui principi della bioclimatica e con materiali ecosostenibili è in classe energetica A4, con un impianto con sistema di pompa di calore collegata a un circuito radiante a pavimento. L’impianto fotovoltaico di 6 kw, inizialmente previsto sul lato sud della copertura, poi spostato su un pergolato sul retro della casa su richiesta della Soprintendenza è collegato a un accumulatore e consente di avere una casa a consumo e inquinamento quasi a zero. Il rivestimento per facciata e copertura PREFALZ di PREFA si inserisce perfettamente in questa visione, poiché l’alluminio di cui è fatto è un materiale ecologico, prodotto con alluminio secondario proveniente da riciclato e a sua volta è riciclabile al 100%. Inoltre grazie alla sua leggerezza, durante il trasporto in cantiere si risparmia energia e si riducono le emissioni di CO₂. L’alluminio è duraturo e resistente, praticamente esente da manutenzione, incredibilmente leggero: con l'alluminio il bilancio ecologico è estremamente migliore rispetto ai tetti tradizionali.
 

 

 

PREFA Italia Srl

Via Negrelli, 23 – 39100 BOLZANO

T. +39 0471 068680 - F: +39 0471 068690

office.it@prefa.com - www.prefa.it

 

Dalla redazione

  • Edilizia e immobili
  • Costi di costruzione
  • Indici, tassi e costi di costruzione
  • Catasto e registri immobiliari

La valutazione delle aree edificabili

Un’area fabbricabile rappresenta un fondo connotato da suscettività edificatoria impressa da un apparato normativo e non una naturale vocazione. L’area fabbricabile è, quindi, profondamente diversa da un terreno rurale, giacché rappresenta uno spazio dove il valore reale deriva dalla capacità (derivante da innumerevoli fattori) di accogliere spazi artificiali e da destinare ad attività antropiche. Per procedere con la stima delle aree e dei terreni è opportuno, quindi, operare una precisa distinzione delle due tipologie di superficie estimativa. Da una parte abbiamo, dunque, i terreni (o fondi rurali) destinati solo alla produzione agricola e dove anche i fabbricati eventuali sono destinati a servizio del fondo medesimo Dall’altra parte abbiamo le aree edificabili nelle quali in base alla normativa e alle specifiche caratteristiche della stessa area è possibile edificare superfici essenzialmente antropiche.
A cura di:
  • Graziano Castello

Clima, ambiente, salute. Quali misure di prevenzione e adattamento in edilizia e in urbanistica?

I cambiamenti climatici non costituiscono, ormai, solo argomento di dibattiti teorici, ma si manifestano con una evidenza le cui conseguenze, che si sommano a quelle derivate dalla crisi pandemica, producono effetti negativi sia nei confronti della salute umana sia nella gestione del territorio. Si rende quindi necessario affrontare il problema, non solo con politiche di contrasto ma anche con il ricorso a politiche di prevenzione delle conseguenze negative sulla salute umana (dovute, in particolare, alle ondate di calore) e di adattamento agli effetti sul territorio (siccità, inondazioni, incendi). L’articolo si occupa degli aspetti di prevenzione e adattamento, cercando di analiz-zare le misure che possono essere adottate in edilizia e in urbanistica.
A cura di:
  • Roberto Gallia

Le indagini documentali nella Due Diligence immobiliare

L’indagine rappresenta il “verbo” della Due Diligence immobiliare. Saper condurre un’indagine è un’attività, infatti, assolutamente basilare, che può essere esiziale se condotta superficialmente. L’indagine serve a svelare gli aspetti non immediatamente percepibili a un primo approccio con il bene immobiliare oggetto di un eventuale investimento, ma non solo, serve anche a prevedere conseguenze economiche rispetto ad alcune potenziali “scelte”. L’indagine nella Due Diligence immobiliare, e la capacità di condurla correttamente, costituiscono l’impalcato fondamentale della prestazione professionale.
A cura di:
  • Graziano Castello

Il comfort indoor, strumenti legislativi: panorama legislativo internazionale e nazionale

Già da qualche decennio si parla di IEQ (Indoor Environmental Quality) con particolare attenzione sulla salubrità dell’ambiente costruito e alla sua possibile influenza sulla sostenibilità ambientale. Tale interesse si è riversato per lo più sulla qualità dei prodotti e delle tecnologie dell’edilizia, incentrando la questione sulle prestazioni di essi e sugli effetti ambientali che essi generano.
A cura di:
  • Elvira Nicolini
  • Resistenza al fuoco
  • Prevenzione Incendi
  • Edilizia e immobili

Sicurezza antincendio delle facciate: soluzioni progettuali per sistemi a cappotto

In Gazzetta Ufficiale, l’8 aprile 2022 è stato pubblicato il Decreto del Ministero dell’Interno 30 marzo 2022, che approva e rende obbligatoria la Regola Tecnica Verticale (RTV) sulle Chiusure d'ambito degli edifici civili (Capitolo V.13) con lo scopo di limitare gli incendi generati all’esterno e la propagazione all’interno degli edifici civili ad uso residenziale. La nuova norma è in vigore dal 7 luglio 2022.
A cura di:
  • Antonio Caligiuri

Dalle Aziende

  • Alberghi e strutture ricettive
  • Edilizia e immobili
  • Impianti sportivi
  • Locali di pubblico spettacolo
  • Musei, biblioteche e archivi
  • Edilizia scolastica
  • Abusi e reati edilizi - Condono e sanatoria
  • Edifici di culto
  • Edilizia penitenziaria
  • Edilizia residenziale

Nuova porta d'ingresso Thermo65 Hörmann: per spazi abitativi più caldi e sicuri

Risultato dell’assidua attività di ricerca condotta da Hörmann, leader europeo nel mercato delle chiusure, la porta d'ingresso Thermo65 isola e protegge le abitazioni, valorizzandole anche dal punto di vista del design.
  • Informatica

Bonus edilizi: le novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2023

Il 29 dicembre 2022 è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale n. 303 la nuova Legge di Bilancio (L. 197/2022 – “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2023 e bilancio pluriennale per il triennio 2023-2025”), introducente novità sui bonus edilizi.
  • Edilizia e immobili

I bonus edilizi per la ristrutturazione: massimizzare i risultati con le soluzioni Ytong e Multipor

Ristrutturare con i sistemi costruttivi di Xella incentivati dai BONUS edilizi 2023.
  • Edilizia e immobili
  • Informatica

Natale in Digi Corp: Promo Software Edilizia

In occasione del Natale, Digi Corp propone la formazione gratuita di 6 mesi su SUITE MOSAICO, il software integrato per l’edilizia. La promo è valida fino al 31/12/2022.
  • Informatica

WiseBIM entra a far parte del gruppo ACCA per portare il valore dell’intelligenza artificiale al mondo dell’openBIM®

12 dicembre 2022: Guido Cianciulli, fondatore di ACCA software, Tristan Garcia e Frédéric Suard, co-fondatori di WiseBIM, hanno annunciato l’ingresso della società WiseBIM nel gruppo ACCA grazie ad un significativo investimento azionario di ACCA software in WiseBIM accompagnato da un condiviso piano strategico di sviluppo.
  • Edilizia e immobili

Entrano in vigore i nuovi C.A.M. Edilizia 2022: il contributo delle soluzioni sostenibili firmate Xella

Il 4 dicembre 2022 è entrato in vigore il D.M. 23/06/2022 che ha aggiornato la norma in materia di Criteri Ambientali Minimi per l’affidamento della progettazione e dei lavori edilizi, in risposta alle sempre più urgenti politiche di mitigazione dei cambiamenti climatici.
  • Alberghi e strutture ricettive
  • Agevolazioni
  • Materiali e prodotti da costruzione
  • Norme tecniche
  • Edilizia e immobili

Isolamento interno, non sempre l’umidità è un pericolo

Al contrario delle soluzioni isolanti che necessitano di barriera al vapore, B/ISOLA permette di isolare termicamente gli edifici dall’interno mantenendo la traspirabilità delle pareti e agendo da regolatore dell’umidità interna, con notevoli benefici sulla salubrità interna e sulla durata delle performance isolanti.
  • Edilizia e immobili
  • Locali di pubblico spettacolo
  • Musei, biblioteche e archivi
  • Edilizia residenziale
  • Edilizia scolastica
  • Impianti sportivi
  • Abusi e reati edilizi - Condono e sanatoria
  • Edifici di culto
  • Edilizia penitenziaria
  • Alberghi e strutture ricettive

Il riflesso della natura

Al limitare di un lussureggiante bosco sudtirolese, il design contemporaneo di un elegante chalet è valorizzato da un eccezionale portone Hörmann.