FAST FIND : NE231

Regolam. UE 16/12/2008, n. 1272

REGOLAMENTO (CE) N. 1272/2008 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 16 dicembre 2008 relativo alla classificazione, all'etichettatura e all'imballaggio delle sostanze e delle miscele che modifica e abroga le direttive 67/548/CEE e 1999/45/CE e che reca modifica al regolamento (CE) n. 1907/2006.

Testo aggiornato con le modifiche introdotte da:
- Regolamento (CE) n. 790/2009 della Commissione del 10 agosto 2009
- Regolamento (UE) n. 286/2011 della Commissione del 10 marzo 2011
- Regolamento (UE) n. 618/2012 della Commissione del 10 luglio 2012
- Regolamento (UE) n. 487/2013 della Commissione dell’8 maggio 2013
- Regolamento (UE) n. 517/2013 del Consiglio del 13 maggio 2013
- Regolamento (UE) n. 758/2013 della Commissione del 7 agosto 2013
- Regolamento (UE) n. 944/2013 della Commissione del 2 ottobre 2013
- Regolamento (UE) n. 605/2014 della Commissione del 5 giugno 2014
- Regolamento (UE) n. 1297/2014 della Commissione del 5 dicembre 2014
- Regolamento (UE) 2015/491 della Commissione del 23 marzo 2015
- Regolamento (UE) 2015/1221 della Commissione del 24 luglio 2015
- Regolamento (UE) 2016/918 della Commissione del 19 maggio 2016
- Regolamento (UE) 2016/1179 della Commissione del 19 luglio 2016
- Regolamento (UE) 2017/542 della Commissione del 22 marzo 2017
- Regolamento (UE) 2017/776 della Commissione del 4 maggio 2017
- Regolamento (UE) 2018/669 della Commissione del 16 aprile 2018
- Regolamento (UE) 2018/1480 della Commissione del 4 ottobre 2018
- Regolamento (UE) 2019/521 della Commissione del 27 marzo 2019
- Regolamento (UE) 2019/1243 del Parlamento europeo e del Consiglio del 20 giugno 2019
- Regolamento delegato (UE) 2020/11 della Commissione del 29 ottobre 2019
- Regolamento delegato (UE) 2020/217 della Commissione del 4 ottobre 2019
- Regolamento delegato (UE) 2020/1182 della Commissione del 19 maggio 2020
- Regolamento delegato (UE) 2020/1413 della Commisisone del 29 giugno 2020
- Regolamento delegato (UE) 2020/1676 della Commissione del 31 agosto 2020
- Regolamento delegato (UE) 2020/1677 della Commissione del 31 agosto 2020
- Regolamento delegato (UE) 2021/643 della Commisisone del 3 febbraio 2021
- Regolamento delegato (UE) 2021/797 della Commissione dell’8 marzo 2021
- Regolamento delegato (UE) 2021/1962 della Commissione del 12 agosto 2021
- Rettifica, GU L 16 del 20.1.2011
- Rettifica, GU L 138 del 26.5.2011
- Rettifica, GU L 246 del 23.9.2011
- Rettifica, GU L 153 del 10.6.2016
- Rettifica, GU L 349 del 21.12.2016
- Rettifica, GU L 166 del 29.6.2017
- Rettifica, GU L 90 del 6.4.2018
- Rettifica, GU L 117 del 3.5.2019
- Rettifica, GU L 214 del 17.06.2021.
Il Tribunale dell'Unione europea ha annullato parzialmente il Regolamento UE n. 944/2013, di modifica del presente Regolamento, laddove classifica la sostanza «pece, catrame di carbone, alta temperatura» (numero CE 266-028-2) tra le sostanze a tossicità acquatica acuta di categoria 1 e a tossicità acquatica cronica di categoria 1. Pertanto la sostanza «pece, catrame di carbone, alta temperatura» (numero CE 266-028-2) non è più classificata tra le sostanze a tossicità acquatica acuta di categoria 1 e a tossicità acquatica cronica di categoria 1. Resta invariata la classificazione di detta sostanza tra le sostanze cancerogene di categoria 1 A, mutagene di categoria 1B e tossiche per la riproduzione di categoria 1B. 

Dalla redazione

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Tutela ambientale
  • Rifiuti

Classificazione dei rifiuti in base all'origine e in base alla pericolosità

A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure
  • Tutela ambientale

L’Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA)

COSA È L’ AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE (AIA) (Finalità dell’AIA e normativa di riferimento; Autorizzazioni e provvedimenti sostituiti dall’AIA; Rapporti tra AIA e Valutazione di impatto ambientale (VIA); Rapporti tra AIA e altre autorizzazioni non ambientali e/o edilizie) - INTERVENTI SOGGETTI AD AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE (AIA) (Campo di applicazione dell’AIA; Esclusioni; Competenza al rilascio dell’AIA; Tabella completa impianti soggetti ad Autorizzazione integrata ambientale) - DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE (Contenuti della domanda di AIA in sede statale; Modulistica per la domanda di AIA in sede statale; Domanda di AIA in sede regionale o delle Province autonome; La relazione di riferimento per le attività che utilizzano sostanze pericolose; Oneri istruttori e spese per rilievi, accertamenti e sopralluoghi) - PROCEDIMENTO DI AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE (Presentazione della domanda e verifica; Pubblicazione dei dati sulla domanda e osservazioni del pubblico; Istruttoria e acquisizione di atti e prescrizioni; Coordinamento autorizzazioni su parti diverse della stessa installazione; Conclusione del procedimento; Accordi tra gestore ed enti pubblici per impianti di preminente interesse nazionale; Direttiva per la conduzione dei procedimenti di AIA) - PROVVEDIMENTO DI AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE (Condizioni per il rilascio dell’AIA; Contenuto dell’AIA) - RINNOVO O RIESAME DELL’AIA, MODIFICHE AGLI IMPIANTI (Rinnovo o riesame dell’AIA; Modifiche degli impianti sottoposti ad Autorizzazione integrata ambientale) - SANZIONI (Diffida, sospensione attività e chiusura installazione; Sanzioni penali e amministrative.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Studio Groenlandia
  • Sicurezza
  • Uffici e luoghi di lavoro

Protezione dei lavoratori da sostanze pericolose (agenti chimici, cancerogeni e amianto)

A cura di:
  • Angela Perazzolo
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Avvisi e bandi di gara
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Appalti e contratti pubblici
  • Edilizia e immobili
  • Tutela ambientale
  • Esecuzione dei lavori pubblici
  • Pubblica Amministrazione

D.L. 76/2020: semplificazioni e altre misure in materia edilizia

Analisi puntuale delle disposizioni in materia di edilizia introdotte dal D.L. 76/2020 (c.d. Decreto Semplificazioni) dopo la sua conversione in legge, avvenuta con L. 11/09/2020, n. 120. Testo a fronte delle parti modificate del Testo unico edilizia (modifiche in giallo).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Uffici e luoghi di lavoro
  • Sicurezza
  • Agenti fisici

Protezione dei lavoratori dai rischi di esposizione a campi elettromagnetici

PREMESSA E NORMATIVA DI RIFERIMENTO - AMBITO DI APPLICAZIONE - MISURE DI PREVENZIONE GENERALI (Dimostrazione del rispetto dei valori limite; Superamento dei valori limite) - VALORI LIMITE (Grandezze; Effetti non termici; Effetti termici; Deroghe ai valori limite; Deroghe ministeriali) - VALUTAZIONE DEI RISCHI E VERIFICA DEL SUPERAMENTO DEI VALORI LIMITE (Precisazione delle misure adottate; Luoghi accessibili al pubblico già oggetto di valutazione; Accesso al documento elaborato da datori di lavoro privati; Accesso al documento elaborato da datori di lavoro pubblici; Aggiornamento della valutazione dei rischi) - INFORMAZIONE E FORMAZIONE DEI LAVORATORI - MISURE SPECIFICHE ALLA LUCE DEGLI ESITI DELLA VALUTAZIONE DEI RISCHI (Superamento dei VA; Superamento dei VLE; Misure specifiche in caso di superamento di VLE relativi agli effetti sanitari; Personalizzazione delle misure di sicurezza; Segnaletica) - SORVEGLIANZA SANITARIA (Lavoratori che segnalano effetti indesiderati; Superamento dei VLE) - SANZIONI (Sanzioni a carico del datore di lavoro; Sanzioni a carico del datore di lavoro e/o del dirigente; Sanzioni a carico del medico competente) - RAPPORTO CON LA DISCIPLINA SUGLI AGENTI FISICI.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Studio Groenlandia