FAST FIND : NN10378

Circ. Min. Infrastrutture e Trasp. 08/09/2010, n. 7618

Criteri per il rilascio dell'autorizzazione ai Laboratori per l'esecuzione e certificazione di prove su terre e rocce di cui all'articolo 59 del decreto del Presidente della Repubblica n. 380/2001.
Scarica il pdf completo
62619 524051
[Premessa]


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62619 524052
Premesse

Nel testo delle Norme Tecniche sulle Costruzioni di cui al decreto ministeriale 14 gennaio 2008, R come nella successiva Circolare esplicativa, si prescrive che sia le prove sui materiali da costruzione che le prove geotecniche, devono essere effettuate e certificate da uno dei laboratori di prova di cui all'art. 59 del decreto del Presidente della Repubblica n. 380/2001.R

Il decreto del Presidente della Repubblica n. 380 del 6 giugno 2001 testo unico delle disposizioni legislative e

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62619 524053
1. Disposizioni generali


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62619 524054
1.1 Campo di applicazione

Con riferimento al disposto del comma 2 dell'art. 59 del decreto del Presidente della Repubblica n. 3

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62619 524055
SETTORE A

Comprendente le prove sulle terre

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62619 524056
SETTORE B

Comprendente le prove sulle rocce

La

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62619 524057
1.2 Soggetto gestore

Il soggetto gestore del laboratorio può essere una ditta individuale, una società o un

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62619 524058
1.3 Garanzia di Qualità

Il laboratorio deve operare in regime di garanzia di qualità dotandosi di un Sistema di Gestione della Qualità (SGQ) che sovraintenda all'attività del laboratorio, coerente con la norma UNI EN ISO 9001 in corso di validi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62619 524059
2. Direttore del laboratorio


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62619 524060
2.1 Requisiti

Il Direttore del laboratorio deve essere in possesso di laurea in ingegneria, architettura o geologia, quinquennale ovvero magistrale, o di altro equipollente titolo di studio.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62619 524061
2.2 Compiti, mansioni e limitazioni

Il Direttore del laboratorio:

— sovrintende al funzionamento del laboratorio ed all'esecuzione delle prove;

— adotta le corrette procedure operative sperimentali;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62619 524062
3. Personale

La funzionalità del laboratorio deve essere assicurata da personale qualificato, in numero congruo ed adeguato alle d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62619 524063
3.1 Requisiti ed oneri

Il personale addetto alla sperimentazione deve avere una perfetta conoscenza delle procedure di prova e delle modalità di funzionamento delle apparecchiature e dei sistemi di acquisizione dei dati.

La qualificazione degli sperimentatori dovr&agrav

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62619 524064
3.2 Riservatezza e sicurezza

Tutto il personale del laboratorio è tenuto al rispetto del segreto professionale nei riguardi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62619 524065
3.3 Imparzialità, indipendenza e integrità

Il laboratorio ed il suo personale devono essere liberi da qualsiasi pressione commerciale, finanziaria o di altro genere, che possa influenzare la conduz

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62619 524066
4. Locali

I locali del laboratorio devono essere in regola con le vigenti disposizioni in tema di regolamenti urbanistici, di igiene e sicurezza del lavoro e devono avere una superficie utile, costituita da spazi operativi, uffici, depositi ed altri servizi, adeguata a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62619 524067
5. Prove

I laboratori autorizzati devono essere in grado di effettuare con proprie attrezzature, elaborare e c

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62619 524068
SETTORE A
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62619 524069
1. Prove di laboratorio sulle terre

Contenuto d'acqua allo stato naturale

Peso dell'unità di volume

Peso dell'unità di volume dei granuli solidi

Analisi granulometrica per sedimentazione (aerometria) e per stacciatura

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62619 524070
SETTORE B
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62619 524071
2. Prove di laboratorio sulle rocce

Determinazione della massa volumica apparente

Determinazione della massa volumica reale

Descrizione petrografica semplificata

Contenuto d'acqua

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62619 524072
1. Prove di laboratorio sulle terre

Prove in colonna risonante (RC) (basse e medie deformazioni)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62619 524073
2. Prove di laboratorio sulle rocce

Prova di resistenza all'usura

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62619 524074
3. Prove di laboratorio su aggregati

Il laboratorio, qualora richieda l'autorizzazione all'esecuzione delle prove facoltative sugli aggregati, deve essere in grado di svolgere e certificare tutte le seguenti prove:

Descrizione petrografica semplificata

Determinazione della distribuzi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62619 524075
4. Altre prove esterne

Prova di densità in sito

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62619 524076
6. Attrezzature

All'atto dell'istanza il laboratorio deve disporre di tutte le attrezzature necessarie allo svolgimen

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62619 524077
1. Prove di laboratorio sulle terre

1.01 estrusore dei campioni attrezzato per campioni fino ad un diametro non inferiore a 120 mm;

1.02 serie unificata di setacci;

1.05 vasca termostatica per l'analisi granulometrica per sedimentazione;

1.09 attrezzatura per la determinazione dei limiti di liquidità e di plasticità;

1.10 attrezzatura per la determinazione del limite di ritiro;

1.12 volumometro;

1.13 picnometri;

1.15 bilance di varia portata e precisione, di cui almeno

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62619 524078
2. Prove di laboratorio sulle rocce

2.01 carotatrice da laboratorio per rocce con velocità di rotazione variabile completa di almeno 3 carotieri di lunghezza non inferiore a 25 cm, conforme alle norme di sicurezza e rumorosità;

2.02 frantoio da laboratorio per rocce;

2.05 pressa idraulica motorizzata per prova a compressione con portata non inferiore a 1.5 MN, dotata di sistema di controllo per l'applicazione del carico;

2.06 serie unificata di setacci;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62619 524079
7. Metodi di prova e procedure

Il laboratorio deve disporre di istruzioni dettagliate, documentate e chiaramente rappresentate sull'utilizzazione e il funzionamento di tutte le apparecchiature, sulla manipolazione e la preparazione dei materiali da sottoporre a prova e sulle tecniche di prova normalizzate.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62619 524080
8. Iter amministrativo e procedura di certificazione

L'iter amministrativo interno finalizzato al rilascio della certificazione deve comprendere la redazione del verbale di accettazione e della minuta di prova, la tenuta del registro di carico e scarico, l'archiviazione della documentazione di prova e di certificazione. In particolare:

Il verbale di accettazione è costituito da un blocco, prenumerato e bollato, contenente tre copie del verbale di accettazione di cui due staccabili. La prima viene consegnata sul momento al committente, la seconda accompagna i campioni nell'iter di prova e deve essere conservata nel fascicolo di prova da archiviare successivamente, la terza resta

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62619 524081
9. Certificati di prova

I risultati della prova di laboratorio, unitamente alle informazioni fornite dal richiedente, formano oggetto del Certificato di prova che espone con esattezza, chiarezza e senza ambiguità i risultati della prova, le metodologie seguite e tutte le ulteriori informazioni utili.

In generale ciascun Certificato deve far riferimento all'intera commessa o almeno a ciascuno dei punti di sondaggio previsti nell'area e deve contenere almeno:

a) l'identificazione de

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62619 524082
10. Manipolazione dei campioni e dei materiali sottoposti a prove

Al fine di attuare un sistema di identificazione dei campioni che devono essere sottoposti a prove, ed allo scopo di evitare

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62619 524083
11. Documentazione da allegare all'istanza

L'istanza di autorizzazione deve contenere la documentazione riportata nell'elenco seguente:

1) Documentazione relativa alla gestione del laboratorio, costituita, in caso di società, da copia dell'Atto Costitutivo e Copia dello Statuto con eventuali successive variazioni.

2) Dichiarazione della composizione societaria a firma del Legale Rappresentante.

3) Copia conforme del Certificato della Camera di Commercio, comprensivo della certificazione antimafia.

4) Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà di non incompatibilità resa dal Legale Rappresentante.

5) Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà resa dal Legale Rappresentante circa l'assenza, nella compagine sociale e tra gli amministratori, di soggetti coinvolti nelle attività ritenute incompatibili, come precisato nella Circolare.

6) Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà di impegno sull'osservanza delle regole comportamentali resa dal Legale Rappresentante (o Titolare per le Ditte individuali).

7) Planimetria dei locali in scala adeguata, timbrata e siglata dal Legale Rappresentante.

8) Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà del Legale Rappresentante con la qu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62619 524084
12. Istruttoria e controlli

La documentazione inerente l'istanza di autorizzazione, sopra richiamata, deve essere trasmessa al Servizio Tecnico Centr

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62619 524085
13. Durata e rinnovo dell'autorizzazione

L'autorizzazione, rilasciata dal Servizio Tecnico Centrale su conforme parere del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, ha validit&

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62619 524086
14. Diffida al laboratorio e sospensione dell'autorizzazione

Quando il Servizio Tecnico Centrale, nell'ambito delle proprie attività di controllo o visite ispettive, riscontra difformità, inadempienze o sopravvenute carenze rispetto ai requisiti richiesti, di entità tali da non compromettere nel complesso la funzi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62619 524087
15. Revoca dell'autorizzazione

Quando il laboratorio non ottemperi alle prescrizioni riportate nel provvedimento di sospensione di cui sopra, il Servizio Tecnico Centrale lo diffida a mettersi in regola, assegnando un termine non inferiore a trenta giorni. Decorso tale termine senza che il laboratorio abbia provveduto efficacemente, propone al Presidente del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici il provvediment

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62619 524088
16. Procedure transitorie per i laboratori già autorizzati

I laboratori già titolari di autorizzazione ministeriale a svolgere e certificare prove geotec

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Costruzioni
  • Norme tecniche
  • Materiali e prodotti da costruzione

Indagini geotecniche, geognostiche e prove "in situ": le competenze di Geologi liberi professionisti e laboratori autorizzati

Quadro normativo di riferimento; Le censure della giustizia amministrativa; Intervento legislativo con il D.L. 83/2012; Posizione del consiglio superiore dei lavori pubblici.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Edilizia e immobili
  • Norme tecniche
  • Costruzioni
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Attività in cantiere (direzione lavori, collaudo, coordinamento sicurezza, ecc.)

Opere strutturali: progetto, denuncia, direzione dei lavori e collaudo

PREMESSA - OPERE INTERESSATE, OBBLIGHI, ABILITAZIONI E RESPONSABILITÀ (Opere strutturali soggette agli obblighi - Abilitazioni e responsabilità) - PROGETTO ESECUTIVO DELLE STRUTTURE (Generalità e normativa di riferimento; Contenuti del progetto delle strutture e relazioni specialistiche; Validazione output del software di calcolo strutturale; Valutazione indipendente dei calcoli strutturali) - DENUNCIA OBBLIGATORIA DELLE OPERE STRUTTURALI (Cosa debba intendersi per “inizio dei lavori”; Presentazione della denuncia e ufficio competente; Contenuti della denuncia; Casi particolari) - DIREZIONE DEI LAVORI DELLE OPERE STRUTTURALI (Documentazione da conservare a cura del direttore dei lavori; Rilievi del direttore dei lavori sul progetto strutturale, come operare; Gli assistenti del direttore dei lavori e le altre figure di cantiere; Verifiche periodiche e controlli eseguiti dal direttore dei lavori; La relazione del direttore dei lavori a strutture ultimate; Cessazione dell’incarico del direttore dei lavori durante la realizzazione) - COLLAUDO STATICO (COLLAUDO DELLE OPERE STRUTTURALI) (Nomina del collaudatore statico, eventuale terna da richiedere all’Ordine; Oggetto del collaudo statico; Accettazione e svolgimento del collaudo statico, compiti del collaudatore) - SCHEMA RIEPILOGATIVO DEGLI ADEMPIMENTI - VIGILANZA E SANZIONI (Vigilanza; Sanzioni).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Norme tecniche
  • Costruzioni

Normativa tecnica per le costruzioni

QUADRO LEGISLATIVO E NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI (NTC) VIGENTI (Norme legislative sulle costruzioni e sulle strutture; Norme tecniche per le costruzioni (NTC) vigenti; Appendici nazionali agli Eurocodici strutturali) - ULTERIORI RIFERIMENTI TECNICI “DI COMPROVATA VALIDITÀ” (Generalità; Documenti Consiglio superiore dei lavori pubblici e CNR) - EUROCODICI STRUTTURALI (Che cosa sono gli Eurocodici strutturali; Elenco degli Eurocodici; Formato e impostazione degli Eurocodici; Applicabilità degli Eurocodici e rapporti con le NTC nazionali, Appendici nazionali) - ADEMPIMENTI TECNICO-AMMINISTRATIVI PER LE OPERE STRUTTURALI - NORMATIVA TECNICA PER LE COSTRUZIONI DAL 1907 A OGGI (Normativa tecnica per le costruzioni del Regno d’Italia; Normativa tecnica per le costruzioni in cemento armato e a struttura metallica; Normativa tecnica per le costruzioni in zone sismiche; Normativa tecnica per altre costruzioni e strutture; Testo unitario delle Norme tecniche per le costruzioni (NTC, a partire dal 2005).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali
  • Costruzioni
  • Dighe
  • Norme tecniche
  • Infrastrutture e opere pubbliche

Norme tecniche e amministrative per le dighe e gli sbarramenti di ritenuta

RIPARTO DI COMPETENZE IN TEMA DI DIGHE E SBARRAMENTI DI RITENUTA (Dighe e altre opere di competenza dello Stato ; Altre competenze delle strutture dello Stato; Dighe e altre opere di competenza delle Regioni e Province autonome; Competenza su altre opere idrauliche varie) - FUNZIONI TECNICO AMMINISTRATIVE DI VIGILANZA E CONTROLLO (Strutture tecnico amministrative statali di riferimento; Compiti e funzioni della DG dighe e infrastrutture idriche ed elettriche del MIT; Contributo per il funzionamento della DGD e diritti di istruttoria sui progetti) - PERMESSI E AUTORIZZAZIONI PER I PROGETTI (Approvazione tecnica dei progetti di grandi dighe; Valutazione di impatto ambientale) - NORMATIVA VIGENTE E STORICA IN MATERIA DI DIGHE E TRAVERSE (Normativa tecnica vigente; Norme generali per il progetto, la costruzione e l’esercizio; Altre disposizioni varie e di protezione civile; Normativa regionale vigente; Normativa tecnica sulle dighe non più vigente) - VERIFICHE SISMICHE E ALTRI ADEMPIMENTI SULLE DIGHE ESISTENTI (Verifiche sismiche e idrauliche conseguenti alla nuova classificazione sismica dei Comuni; Adempimenti vari per la sicurezza delle grandi dighe esistenti).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Norme tecniche
  • Costruzioni
  • Costruzioni in zone sismiche

Interventi su edifici esistenti in base alle norme tecniche per le costruzioni (NTC 2018)

CLASSIFICAZIONE DEGLI INTERVENTI STRUTTURALI SU EDIFICI ESISTENTI (Edifici esistenti ai fini delle NTC 2018; Interventi strutturali volontari o necessari; Interventi strutturali e non strutturali; Categorie di interventi strutturali su edifici esistenti, criteri e modalità di intervento) - VALUTAZIONE DELLA SICUREZZA E INTERVENTI SU EDIFICI ESISTENTI (Che cos’è la valutazione della sicurezza di una costruzione; Quando è obbligatorio procedere alla valutazione della sicurezza; Scopo e oggetto della valutazione della sicurezza; Verifiche da eseguire in caso di interventi non dichiaratamente strutturali; Elementi e criteri generali per l’esecuzione della valutazione della sicurezza; Esito della valutazione della sicurezza) - CLASSI D’USO DELLE COSTRUZIONI ED INTERVENTI SULL’ESISTENTE (Mutamento della classe d’uso dell’edificio ed eventualità di intervento strutturale; Individuazione della corretta classe d’uso; Specifica sulle classi d’uso III e IV; Patrimonio storico, artistico e culturale; Cambio di classe d’uso in aumento e intervento strutturale; Classificazione degli ambienti ai fini dei sovraccarichi) - SCHEMA GRAFICO RIEPILOGATIVO.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Norme tecniche
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico
  • Macchine e prodotti industriali

Ecodesign display elettronici

  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Macchine e prodotti industriali
  • Norme tecniche

Ecodesign apparecchi di refrigerazione con funzione di vendita diretta

  • Macchine e prodotti industriali
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Norme tecniche
  • Energia e risparmio energetico

Ecodesign sorgenti luminose e unità di alimentazione separate

  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Macchine e prodotti industriali
  • Norme tecniche

Ecodesign apparecchi di refrigerazione