FAST FIND : NN8755

Provv. Ag. Entrate 27/07/2007

Disposizioni in materia di individuazione dei criteri utili per la determinazione del valore normale dei fabbricati, di cui all’articolo 1, comma 307, della legge 27 dicembre 2006, n. 296 (legge finanziaria 2007).
Scarica il pdf completo
60985 517069
[Premessa]



IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60985 517070
1. Determinazione del valore normale dei fabbricati

1.1 Ai fini della uniforme e corretta applicazione delle norme di cui all’art. 54, terzo comma, del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633, R all’art. 39, primo comma, del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600, R e all’art. 52 del testo unico delle disposizioni concernenti l’imposta di registro, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 26 aprile 1986, n. 131, R i criteri utili per la determinazione periodica del valore normale dei fabbricati ai sensi dell’art. 14 del citato decreto n. 633 del 1972, dell’art. 9, comma 3, del testo unico delle imposte sui redditi di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, R e dell’art. 51, comma 3, del citato decreto n. 131 del 1986, sono stabiliti sulla base dei valori dell’osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia del territorio e di coefficienti di merito relativi alle caratteristiche che influenzano il valore dell’immobile, integrati dalle altre informazioni in possesso dell’ufficio.

1.2 Ai fini del punto precedente, il valore normale dell’immobile è determinato dal prodotto fra la superficie in metri quadri risultante dal certificato catastale ovvero, in mancanza, calcolata ai sensi dell’allegato C al decreto del Presidente della Repubblica 23 marzo 1998, n. 138 R ed il valore unitario determinato sulla base delle quotazioni immobiliari dell’osservatorio del mercato immobiliare e dei coefficienti di merito relativi alle caratteristiche dell’immobile. Le quotazioni dell’osservatorio del mercato immobiliare sono riferite alla relativa zona omogenea ovvero, in mancanza, a quella limitrofa o analo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60985 517071
ALLEGATO - ALLEGATO AL PROVVEDIMENTO DEL DIRETTORE DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE

«Disposizioni in materia di individuazione dei criteri utili per la determinazione del valore n

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60985 517072
1. Determinazione del valore normale degli immobili residenziali

Il valore normale degli immobili residenziali è dato dal prodotto tra il valore normale unitario e la superficie espressa in metri quadrati.

Valore normale = Valore normale unitario x superficie (mq)

Il valore normale unitario degli immobili residenziali di cui al punto 1.2 del provvedimento è determinato dall’applicazione della seguente formula:


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60985 517073
2. Coefficienti di adeguamento della categoria catastale

Conversione da categoria catastale a tipologia edilizia OMI

Le categorie catastali delle unità immobiliari (Tab. 1, col. 1) trovano corrispondenza nelle tipologie edi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60985 517074
Tabella 1 - (Conversione da categoria catastale a tipologia edilizia OMI)


1

2

3

Categoria catastale delle unità immobiliari

Descrizione

Tipologia edilizia OMI corrispondente

I coefficiente correttivo

A/1

Abitazioni di tipo signorile

Abitazioni signorili

A/2

Abitazioni di tipo civile

Abitazioni civili

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60985 517075
Tabella 2 - (Conversione della tipologia edilizia OMI, in caso di quotazione mancante)

1

2

3

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60985 517076
3. Esempi di determinazione del valore normale


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60985 517077
1. TIPO RESIDENZIALE NON NUOVO

Ipotesi: Cessione di unità immobiliare di tipo residenziale, non nuova, di superficie di mq 120, categoria catastale A/4 (abitazione di tipo popolare), piano attico.

Tipologia edilizia OMI corrispondente = Abitazioni economiche —> quotazione assente

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60985 517078
2. TIPO RESIDENZIALE NUOVO

Ipotesi: Cessione di unità immobiliare di tipo residenziale, ultimata da un anno, di superficie di mq 50, categoria catastale A/2 (abitazione di tipo civile), piano primo.

Tipologia edilizia OMI corrispondente = Abitazioni civili —> q

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60985 517079
3. TIPO DIVERSO DA ABITAZIONE

Ipotesi: Cessione di unità immobiliare con destinazione ufficio, ultimata da un anno, di superficie di mq 75, categoria catastale A/10 (uffici e studi privati).

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Compravendite e locazioni immobiliari
  • Fisco e Previdenza

Compravendite e locazioni immobiliari: prontuario operativo delle imposte indirette (IVA, registro, ipotecaria e catastale)

DEFINIZIONI UTILI (Distinzione tra fabbricati abitativi e strumentali; Determinazione della data di ultimazione della costruzione o dell’intervento; Terreni edificabili; Reverse charge (inversione contabile)) - OPERAZIONI IMMOBILIARI RILEVANTI E NON AI FINI IVA - REGIME DELLE COMPRAVENDITE IMMOBILIARI (Compravendite immobiliari imponibili IVA ed esenti; Compravendite immobiliari - Riepilogo della tassazione, delle aliquote e degli importi; Compravendite immobiliari Casi particolari; Compravendite immobiliari Determinazione della base imponibile) - REGIME DELLE LOCAZIONI IMMOBILIARI (Locazioni immobiliari imponibili IVA ed esenti; Locazioni immobiliari - Riepilogo della tassazione, delle aliquote e degli importi; Locazioni immobiliari - Casi particolari) - TRATTAMENTO FISCALE DELLE PERTINENZE - TRATTAMENTO FISCALE DELLE PERTINENZE - TRATTAMENTO FISCALE DELLE CONVENZIONI URBANISTICHE E DEGLI ATTI CONSEGUENTI.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Fisco e Previdenza
  • Compravendite e locazioni immobiliari

Trattamento fiscale delle convenzioni urbanistiche e degli atti conseguenti

BREVE QUADRO NORMATIVO (Agevolazioni per edilizia economica e popolare e Piani degli insediamenti produttivi; Estensione all’edilizia convenzionata in genere ad opera della L. 10/1977; Ampliamento dell’agevolazione per l’edilizia convenzionata; Permanenza in vigore delle agevolazioni; Approfondimenti sulle convenzioni urbanistiche) - TIPOLOGIE DI ATTI RIENTRANTI NELL’AGEVOLAZIONE (In generale; Piani di lottizzazione ad iniziativa privata; Applicazione dell’agevolazione anche in assenza di consorzio tra colottizzanti; Ammissibilità agevolazioni a prescindere dal titolo di acquisizione delle aree; Ammissibilità agevolazioni anche in assenza di esproprio; Atti di ridistribuzione immobiliare fra colottizzanti; Trasformazione del diritto di superficie in piena proprietà degli alloggi di edilizia economica e popolare; Cessione di opere di urbanizzazione al Comune; Cessione di diritti edificatori da parte del Comune; Asservimento di area a parcheggio ai sensi dell’art. 18 della L. 765/1967; Acquisizione di un complesso immobiliare di un privato da parte di un Comune; Cessione da Comune a privato per successiva esecuzione piano di recupero; Conferimento e redistribuzione di aree in un consorzio di urbanizzazione) - ULTERIORI REQUISITI SOGGETTIVI ED OGGETTIVI PER L’APPLICAZIONE DEL REGIME DI FAVORE - ALTRE AGEVOLAZIONI SOPPRESSE DAL 01/01/2014 (Agevolazioni per trasferimenti di immobili compresi in piani urbanistici particolareggiati; Agevolazioni per trasferimenti di immobili compresi in piani di recupero).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Imposte sul reddito
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Fisco e Previdenza

Detrazioni per riqualificazione energetica, ristrutturazione, misure antisismiche, acquisto mobili

INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA (Assetto aggiornato con le modifiche introdotte con la Legge di bilancio 2019; Cessione del credito o sconto dai fornitori; Tabelle riepilogative aggiornate; Documentazione da trasmettere. Portale ENEA per la trasmissione dei dati; Vademecum ENEA per i vari tipi di interventi e risposte a FAQ; Guida Agenzia entrate risparmio energetico; Guida ANCE ecobonus e sismabonus) - INTERVENTI DI RISTRUTTURAZIONE E PER L’ADOZIONE DI MISURE ANTISISMICHE (Assetto aggiornato con le modifiche introdotte con la Legge di bilancio 2019; Cessione del credito o sconto dai fornitori; Tabelle riepilogative aggiornate; Guida Agenzia entrate e approfondimento; Guida ANCE ecobonus e sismabonus) - ACQUISTO DI ABITAZIONI IN FABBRICATI INTERAMENTE RISTRUTTURATI - ACQUISTO DI MOBILI E GRANDI ELETTRODOMESTICI (Indicazioni generali; Guida Agenzia entrate bonus mobili) - INTERVENTI DI SISTEMAZIONE A VERDE - BONIFICI E PAGAMENTI - AUTOCOSTRUZIONE O ACQUISTO DI AUTORIMESSA O BOX PERTINENZIALE - TRASFERIMENTO DELLA TITOLARITÀ (COMPRAVENDITA, LOCAZIONE O COMODATO, SUCCESSIONE MORTIS CAUSA) (Compravendita; Successione mortis causa; Locazione o comodato; Intrasferibilità del bonus mobili ed elettrodomestici).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Agevolazioni per la prima casa
  • Compravendite e locazioni immobiliari
  • Fisco e Previdenza
  • Imposte indirette

Le agevolazioni prima casa sugli atti di trasferimento immobiliare

PREMESSA - TIPOLOGIA DI IMMOBILI CHE POSSONO ESSERE CONSIDERATI “PRIMA CASA” - UBICAZIONE DEGLI IMMOBILI - REQUISITI SOGGETTIVI DELL’ACQUIRENTE - TRASFERIMENTI PER SUCCESSIONE O DONAZIONE (Successione o donazione; Successione o donazione seguita da acquisto o viceversa; Successione di immobili precedentemente posseduti in comproprietà) - PERTINENZE - ALIQUOTE DI IMPOSTA APPLICABILI AL TRASFERIMENTO - CAUSE DI DECADENZA DALL’AGEVOLAZIONE - SANZIONI, REVOCA DELLE DICHIARAZIONI - TERMINI PER L’ACCERTAMENTO DA PARTE DELLE ENTRATE - CASI PARTICOLARI (Acquisto di unità immobiliare da accorpare ad altra (o altre) già in possesso).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Edilizia e immobili
  • Compravendita e locazione
  • Imposte sul reddito
  • Fisco e Previdenza
  • Compravendite e locazioni immobiliari

Guida alla "Cedolare secca" sulle locazioni

PREMESSA E QUADRO NORMATIVO; NATURA, PRESUPPOSTI E AMBITO DI APPLICAZIONE (Natura della Cedolare secca; Tributi sostituiti dalla Cedolare secca; Ambito soggettivo e oggettivo di applicazione; Applicazione in relazione ad uno solo dei comproprietari/contitolari; Precisazioni sulla figura del conduttore; Unità immobiliari di proprietà condominiale; Contratti di durata inferiore a 30 giorni nell’anno; Locazione di più immobili con lo stesso contratto; Locazione di solo una o più porzioni di unità abitative; Applicazione alle pertinenze; Sublocazioni, immobili all’estero e terreni) - LOCAZIONI CONCLUSE TRAMITE AGENZIE IMMOBILIARI - ALIQUOTE DELLA CEDOLARE SECCA (ORDINARIA E AGEVOLATA) - ESERCIZIO DELL’OPZIONE ED EVENTUALE REVOCA, CONSEGUENZE (Esercizio dell’opzione per la Cedolare secca ed eventuale revoca; Comunicazione preventiva al conduttore e rinuncia agli aggiornamenti del canone; Effetti dell’opzione ed ipotesi di pluralità di locatori) - CALCOLI DI CONVENIENZA (Variabili da considerare; Esempio pratico; Calcolo del reddito ai fini di benefici fiscali in caso di Cedolare secca; Cedolare secca e applicazione di altre detrazioni e deduzioni fiscali) - CASI PARTICOLARI CHIARITI DALL’AGENZIA DELLE ENTRATE (Trasferimento di immobile locato in ipotesi di successione, donazione o cessione; Comproprietario non risultante dal contratto di locazione).
A cura di:
  • Stefano Baruzzi
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto
  • Protezione civile
  • Fiscalità immobiliare locale (IMU-TARI-TASI)
  • Fisco e Previdenza
  • Calamità/Terremoti

Sisma maggio 2012: termine ultimo esenzione IMU per i fabbricati dichiarati inagibili