FAST FIND : NN8675

D. Leg.vo 06/02/2007, n. 52

Attuazione della direttiva 2003/122/CE Euratom sul controllo delle sorgenti radioattive sigillate ad alta attività e delle sorgenti orfane.
(In vigore dal 9.5.2007)
Con le modifiche introdotte da:
- L. 23/07/2009, n. 99
- D. Leg.vo 15/03/2010, n. 66
Scarica il pdf completo
60905 928402
[Premessa]


IL PRESIDENTE DELLE REPUBBLICA


Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione;

Vista la legge 18 aprile 2005, n. 62, ed in particolare l’articolo 1, commi 1 e 2, e l’allegato A;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60905 928403
Art. 1. - Campo di applicazione

1. Il presente decreto disciplina le sorgenti sigillate ad alta attività, come definite dall’articolo 2 ed elencate nell’allegato I, al fine di garantire che ognuna di tali sorgenti sia tenuta sotto controllo in tutte le fasi del suo ciclo di vita fino alla restituzione al fabbricante o allo smaltimento, nonché le sorgenti orfane come

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60905 928404
Art. 2. - Definizioni

1. Fermo restando le definizioni di cui al citato decreto legislativo n. 230 del 1995, ai fini del presente decreto valgono le seguenti definizioni:

a) «sorgente ad alta attivita», di seguito denominata come sorgente: sorgente sigillata contenente un radionuclide la cui attività al momento della fabbricazione o, se questa non è nota, al momento della prima immissione sul mercato è uguale o superiore all’attività indicata nell’allegato I al presente decreto;

b) «sorgente sigillata»: sorgente formata da materie radioattive solidamente incorporate in materie solide e di fatto inattive, o sigillate in un involucro inattivo che presenti una resistenza sufficiente per evitare, in condizioni normali di impiego, dispersione di materie radioattive superiore ai

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60905 928405
CAPO I - PRATICHE CON SORGENTI


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60905 928406
Art. 3. - Autorizzazioni

1. Ogni pratica concernente una sorgente è comunque soggetta ai provvedimenti autorizzativi di cui agli articoli 4 e 5 della citata legge n. 1860 del 1962, all’articolo 21, comma 1, e agli articoli da 27 a 31 del citato decreto legislativo n. 230 del 1995, indipendentemente dalle specifiche condizioni di applicazione ivi previste. Non trova in ogni caso applicazione l’istituto del silenzio assenso previsto nell’articolo 4 della citata legge n. 1860 del 1962.

2. Ferme restando le disposizioni previste dalla citata legge n. 1860 del 1962, e dal citato decreto legislativo n. 230 del 1995, il richiedente il nulla osta all’impiego, di una nuova sorgente e ove possibile, delle sorgenti immesse sul mercato anteriormente alla data di entrata in vigore del presente decreto, deve documentare che:

a) la sorgente è stata prodotta da un soggetto autorizzato, se la fabbricazione è effettuata in uno Stato appartenente all’Unione europea, oppure da un soggetto che si è conformato alle disposizioni vigenti nello Stato, non appartenente all’Unione stessa, nel quale avviene la produzione della sorgente;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60905 928407
Art. 4. - Trasferimenti di sorgenti nel territorio italiano e di Stati membri dell’Unione europea

1. Il soggetto che cede, a qualsiasi titolo, la detenzione di una sorgente ad altro soggetto nel territorio dello Stato italiano è tenuto ad accertarsi che quest’ultimo sia munito di un provvedimento autorizzativo, adeguato al tipo di radionuclide ed all’attività della sorgente, sec

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60905 928408
Art. 5. - Esportazioni ed importazioni di sorgenti con Stati non appartenenti all’Unione europea

1. Il soggetto che intende effettuare un’operazione di esportazione di una sorgente avente attività uguale o superiore a quella indicata per la Categoria 2 di cui all’allegato II, trasferendo la detenzione della stessa sorgente a soggetto stabilito in uno Stato non appartenente all’Unione europea, deve ottenere una preventiva autorizzazione per ciascuna operazione da compiere rilasciata dal Ministero dello sviluppo economico, di concerto con il Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, sentita l’APAT.

2. Unitamente alla richiesta di autorizzazione di cui al comma 1 l’esportatore fornisce le seguenti informazioni:

a) estremi di identificazione del soggetto cessionario;

b) copia del contratto di trasferimento a qualsiasi titolo della sorgente;

c) Stato di destinazione, ubicazione ed indirizzo del soggetto cessionario;

d) radionuclide ed attività della sorgente nonché i dati di cui all’articolo 3, comma 2, lettere a) e b);

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60905 928409
Art. 6. - Conferimento di sorgenti dismesse ad impianti riconosciuti

1. In caso di conferimento di sorgenti dismesse ad un gestore di impianto riconosciuto questi:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60905 928410
Art. 7. - Libretto di sorgente

1. Ogni sorgente di cui all’allegato I deve essere corredata di apposito libretto di sorgente.

Il detentore custodisce il libretto di sorgente e annota i dati di cui all&rs

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60905 928411
Art. 8. - Registro delle sorgenti detenute

1. Il detentore tiene un registro di tutte le sorgenti di cui ha la disponibilità, anche a titolo di pratiche comportanti l’effettuazione di commercio senza detenzione, nel quale sono riportate le informazioni, relative ad ogni sorgente, indicate nell’allegato III, integrate con il numero di catalogo IAEA, ove a sua conoscenza. Il registro può essere tenuto sotto forma di archivio informatico oppure può constare di schede di registrazione conformi all’allegato III; in entrambi i casi il registro riporta le informazioni previste nell’allegato III.

2. Il detentore deve:

a) istituire il registro delle sorgenti detenute entro trenta giorni dal momento in cui ha la disponibilità della prima sorgente;

b) tenere aggiornato il registro, riportando su di esso tutte le variazioni inerenti alla situazione delle sorgenti delle quali ha la disponibilità, entro trenta g

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60905 928412
Art. 9. - Registro nazionale delle sorgenti radioattive e dei detentori

1. È istituito il Registro nazionale delle sorgenti e dei relativi detentori. Il Registro è formato ed aggiornato sulla base delle informazioni inviate dai detentori delle sorgenti a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60905 928413
Art. 10. - Altri obblighi dei detentori

1. Il detentore della sorgente deve altresì:

a) verificare, ad intervalli di tempo indicati dall’esperto qualificato, la presenza e le buone condizioni apparenti della sorgente e, ove ritenuto necessario, degli impianti e delle apparecchiature che contengono la sorgen

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60905 928414
Art. 11. - Identificazione e apposizione di un contrassegno

1. Il fabbricante o, in caso di sorgente importata da un Paese diverso da quello del fabbricante, il fornitore provvede affinché la sorgente sia identificata con un numero di serie univoco. Tale numero è apposto, ove fattibile, mediante incisione o stampigliatura sulla sorgente.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60905 928415
CAPO II - SORGENTI ORFANE


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60905 928416
Art. 12. - Formazione e informazione sulle sorgenti orfane

1. L’ENEA, senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica, provvede ad organizzare appositi corsi di formazione per la direzione e per il personale degli impianti in cui è più pro

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60905 928417
Art. 13. Emersione di sorgenti orfane

1. Ai detentori di sorgente orfana per la quale non sono state osservate le disposizioni di cui agli articoli 22, 27, 28 e 29 del citato decreto legislativo n. 230 del 1995, che, nei successivi centottanta giorni dalla data di entrata in vigore del presente decreto, ottemperino agli obblighi di cui ai commi 3 e

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60905 928418
Art. 14. - Rinvenimento di sorgenti orfane ed interventi

1. Il prefetto, nel rispetto del piano nazionale di emergenza di cui all’articolo 121 del decreto legislativo n. 230 del 1995, predispone schemi di piano d’intervento tipo per la messa in sicurezza in caso di rinvenimento o di sospetto di presenza di sorgenti orfane nel territorio della provincia, avvalendosi oltre che del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, delle Agenzie regionali per la protezione dell’ambiente, degli organi del Servizio sanitario nazionale e pe

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60905 928419
Art. 15. - Introduzione di sistemi diretti alla localizzazione e valutazione di sorgenti orfane

1. Il Ministero dell’interno, Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60905 928420
Art. 16. - Campagna di recupero delle sorgenti orfane

1. Al fine di individuare eventuali sorgenti orfane che sono state tramandate da attività del passato, entro i dodici mesi successivi alla scadenza del termine di cui al comma 1 dell’articolo 13, l’ENEA e le Agenzie regionali per la protezione dell’ambiente portano a ter

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60905 928421
Art. 17. - Operatore nazionale e Gestore del servizio integrato

1. L’Operatore nazionale deve:

a) garantire la messa in sicurezza di lungo periodo delle sorgenti radioattive dismesse ai fini del loro futuro smaltimento, assicurando un immagazzinam

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60905 928422
Art. 18. - Cooperazione internazionale e scambio di informazioni

1. Il Ministero degli affari esteri, unitamente al Ministero dell’interno, scambia tempestivame

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60905 928423
Art. 19. - Competenze ispettive e in materia di protezione civile

1. Restano ferme le competenze ispettive stabilite dal citato decreto legislativo n. 230 del 1995.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60905 928424
Art. 20. - Coordinamento delle Autorità competenti

1. Il Ministero dello sviluppo economico e il Gestore del registro nazionale per quanto attiene ai pr

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60905 928425
Art. 21. - Relazioni sull’esperienza acquisita

1. Sulla base dei dati forniti dall’APAT e dall’ENEA, entro il 31 dicembre 2010, il Minis

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60905 928426
Art. 22. - Sanzioni penali

1. Ferme restando le sanzioni previste dalla legge n. 1860 del 1962 e dal decreto legislativo n. 230 del 1995 e salvo che il fatto non costituisca più grave reato:

a) il titolare del nulla osta di cui all’articolo 3, comma 1, che non ottemperi agli obblighi di cui all’articolo 3, comma 3, lettere b), c), d), e) ed f), è punito con l’arresto da uno a tre mesi o con l’ammenda da cinquemila a ventimila euro;

b) il detentore cedente ai sensi dell’articolo 4, che non ottemperi agli obblighi di cui all’articolo 4, comma 1, è punito con l’arresto fino a tre mesi o con l’ammenda da cinquemila a ventimila euro;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60905 928427
Art. 23. - Sanzioni amministrative

1. Salvo che il fatto non costituisca reato, alle sotto elencate violazioni delle norme del presente decreto si applicano le sanzioni amministrative che seguono:

a) il titolare del nulla osta di cui all’articolo 3, comma 1, che non ottemperi agli obblighi di cui all’articolo 3, comma 3, lettera a), è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da tremila a quindicimila euro;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60905 928428
Art. 24. - Norme transitorie e finali

1. All’articolo 4, comma 3, del decreto legislativo n. 230 del 1995, la lettera t) è sostituita dalla seguente: «t) sorgente sigillata: sorgente formata da materie radioattive solidamente incorporate in materie solide e di fatto inattive, o sigillate in un involucro inattivo che presenti una resistenza sufficiente per evitare, in condizioni normali di impiego, dispersione di materie radioattive superiore ai valori stabiliti dalle norme di buona tecnica applicabili; la definizione comprende, se del caso, la capsula che racchiude il materiale radioattivo come parte integrante della sorgente;».

2. Sono altresì soggette alle disposizioni del presente decreto le sorgenti sigillate delle quali non sia nota l’attività al momento della fabbricazione o al momento della prima immissione sul mercato purché l’attività sia maggiore o uguale al valore indic

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60905 928429
Art. 25. - Aggiornamento degli allegati

1. Con decreto del Ministro dello sviluppo economico e del Ministro dell’ambiente e della tutel

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60905 928430
Art. 26. - Invarianza degli oneri

1. Le Amministrazioni e i soggetti pubblici provvedono all’attuazione del presente decreto nell

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60905 928431
ALLEGATO I – Valore della quantità di radioattività per radionuclide (previsto dall’articolo 1, comma 1)


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60905 928432
Tabella I-1

Radionuclide

Quantità di radioattività (Bq)

H-3

4 × 1011

Be-7

2 × 1011

C-14

4 × 1011

O-15

1 × 109

F-18

1 × 1010

Na-22

5 × 109

Na-24

2 × 109

Si-31

6 × 109

P-32

5 × 109

P-33

4 × 1011

S-35

4 × 1011

Cl-36

1 × 1011

Cl-38

2 × 109

Ar-37

4 × 1011

Ar-41

3 × 109

K-40

9 × 109

K-42

2 × 109

K-43

7 × 109

Ca-45

4 × 1011

Ca-47

3 × 1010

Sc-46

5 × 109

Sc-47

1 × 1011

Sc-48

3 × 109

V-48

4 × 109

Cr-51

3 × 1011

Mn-51

1 × 109

Mn-52

3 × 109

Mn-52m

1 × 109

Mn-54

1 × 1010

Mn-56

3 × 109

Fe-52

3 × 109

Fe-55

4 × 1011

Fe-59

9 × 109

Co-55

5 × 109

Co-56

3 × 109

Co-57

1 × 1011

Co-58

1 × 1011

Co-58m

4 × 1011

Co-60

4 × 109

Co-60m

1 × 109

Co-61

1 × 109

Co-62m

1 × 109

Ni-63

4 × 1011

Ni-65

4 × 109

Cu-64

6 × 1010

Zn-65

2 × 1010

Zn-69

3 × 1010

Zn-69m

3 × 1010

Ga-72

4 × 109

Ge-71

4 × 1011

As-73

4 × 1011

As-74

1 × 1010

As-76

3 × 109

As-77

2 × 1011

Se-75

3 × 1010

Br-82

4 × 109

Kr-74

1 × 109

Kr-76

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60905 928433
ALLEGATO II – Valore della quantità di radioattività di Categoria 1 e di Categoria 2 riportati nel “Code of Conduct on the Safety and Security of Radioactive Sources”, allegato alla INFCIRC/663 del 29 dicembre 2005 della Agenzia internazionale per l’energia atomica (IAEA) (previsto dall’articolo 5, comma 1)


Radionuclide

Categoria 1 (TBq)

Categoria 2 (TBq)

Am-241

6 × 101

6 × 10-1

Am-241/Be

6 × 101

6 × 10-1

Au-198

2 × 102

2

Cd-109

2 × 104

2

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60905 928434
ALLEGATO III
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60905 928435
Scheda di registrazione delle sorgenti sigillate ad alta attività (High Activity Seales Sources – HASS) (previsto dall’articolo 7, comma 1)


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Beni culturali e paesaggio
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Edilizia e immobili
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Manufatti leggeri, anche prefabbricati, temporanei e contingenti

MANUFATTI LEGGERI E/O PREFABBRICATI (Interventi soggetti alla richiesta di Permesso di costruire; Interventi nell’ambito di strutture ricettive all’aperto) - MANUFATTI TEMPORANEI, CONTINGENTI O PRECARI (Distinzione tra manufatti realizzabili liberamente e richiedenti Permesso di costruire; Caratteristiche dalle quali desumere la precarietà e temporaneità del manufatto; Strutture destinate all’esercizio di attività di somministrazione) - TABELLA RIASSUNTIVA - RASSEGNA DI CASI GIURISPRUDENZIALI.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure
  • Tutela ambientale

L’Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA)

COSA È L’ AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE (AIA) (Finalità dell’AIA e normativa di riferimento; Autorizzazioni e provvedimenti sostituiti dall’AIA; Rapporti tra AIA e Valutazione di impatto ambientale (VIA); Rapporti tra AIA e altre autorizzazioni non ambientali e/o edilizie) - INTERVENTI SOGGETTI AD AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE (AIA) (Campo di applicazione dell’AIA; Esclusioni; Competenza al rilascio dell’AIA; Tabella completa impianti soggetti ad Autorizzazione integrata ambientale) - DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE (Contenuti della domanda di AIA in sede statale; Modulistica per la domanda di AIA in sede statale; Domanda di AIA in sede regionale o delle Province autonome; La relazione di riferimento per le attività che utilizzano sostanze pericolose; Oneri istruttori e spese per rilievi, accertamenti e sopralluoghi) - PROCEDIMENTO DI AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE (Presentazione della domanda e verifica; Pubblicazione dei dati sulla domanda e osservazioni del pubblico; Istruttoria e acquisizione di atti e prescrizioni; Coordinamento autorizzazioni su parti diverse della stessa installazione; Conclusione del procedimento; Accordi tra gestore ed enti pubblici per impianti di preminente interesse nazionale; Direttiva per la conduzione dei procedimenti di AIA) - PROVVEDIMENTO DI AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE (Condizioni per il rilascio dell’AIA; Contenuto dell’AIA) - RINNOVO O RIESAME DELL’AIA, MODIFICHE AGLI IMPIANTI (Rinnovo o riesame dell’AIA; Modifiche degli impianti sottoposti ad Autorizzazione integrata ambientale) - SANZIONI (Diffida, sospensione attività e chiusura installazione; Sanzioni penali e amministrative.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Studio Groenlandia
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Tutela ambientale
  • Inquinamento atmosferico

Finanziamento di interventi di riforestazione nelle città metropolitane

Con Decreto del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, vengono stabilite le modalità per la progettazione degli interventi e il riparto delle risorse per i finanziamenti del programma sperimentale per la creazione di foreste urbane e periurbane nelle città metropolitane. Le risorse stanziate ammontano a 15 milioni di euro per ciascuno degli anni 2020 e 2021.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Avvisi e bandi di gara
  • Appalti e contratti pubblici
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Esecuzione dei lavori pubblici
  • Edilizia e immobili
  • Pubblica Amministrazione
  • Tutela ambientale

D.L. 76/2020: semplificazioni e altre misure in materia edilizia

Analisi puntuale delle disposizioni in materia di edilizia introdotte dal D.L. 76/2020 (c.d. Decreto Semplificazioni) dopo la sua conversione in legge, avvenuta con L. 11/09/2020, n. 120. Testo a fronte delle parti modificate del Testo unico edilizia (modifiche in giallo).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Finanza pubblica
  • Tutela ambientale
  • Provvidenze
  • Imprese
  • Impresa, mercato e concorrenza

Marche: sostegno alle imprese che investono nell’economia circolare

La Regione Marche concede opportunità di finanziamento a fondo perduto per quelle imprese che investono secondo le logiche di miglioramento ambientale ed economia circolare basate cioè sulla re immissione in circolo di materiali, beni, energia per favorire la crescita economica e sociale della collettività attraverso un uso più efficiente e sostenibile delle risorse e il rispetto dell'ambiente.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Tutela ambientale

Bando Horizon 2020 sul Green deal europeo

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Inquinamento atmosferico

Dichiarazioni per l'immissione in commercio di idrofluorocarburi per il 2022

  • Inquinamento atmosferico
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Monitoraggio e comunicazione dei dati emissioni veicoli pesanti

  • Albo nazionale dei gestori ambientali
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Rifiuti

Regime transitorio responsabili tecnici imprese iscritte Albo gestori ambientali

  • Inquinamento atmosferico
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Autorizzazione impianti di combustione medi con potenza superiore a 5MW