FAST FIND : NN6534

L. 29/07/2003, n. 229

Interventi in materia di qualità della regolazione, riassetto normativo e codificazione. - Legge di semplificazione 2001.
Stralcio - In vigore dal 9.9.2003. Con le modifiche introdotte dalle LL. del 27/07/2004 n.186, del 27/12/2004 n.306, del 17/08/2005 n.168, del 28/11/2005 n.246, dal D.Leg.vo del 7/03/2005 n. 82
Scarica il pdf completo
58760 666133
[Premessa]


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58760 666134
Capo I - Nuova disciplina in materia di semplificazione e riassetto normativo


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58760 666135
Art. 1. - (Riassetto normativo e codificazione)

1. L'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, R e successive modificazioni, è sostituito dal seguente:

«Art. 20. - 1. Il Governo, sulla base di un programma di priorità di interventi, definito, con deliberazione del Consiglio dei ministri, in relazione alle proposte formulate dai Ministri competenti, sentita la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, entro la data del 30 aprile, presenta al Parlamento, entro il 31 maggio di ogni anno, un disegno di legge per la semplificazione e il riassetto normativo, volto a definire, per l'anno successivo, gli indirizzi, i criteri, le modalità e le materie di intervento, anche ai fini della ridefinizione dell'area di incidenza delle pubbliche funzioni con particolare riguardo all'assetto delle competenze dello Stato, delle regioni e degli enti locali. In allegato al disegno di legge è presentata una relazione sullo stato di attuazione della semplificazione e del riassetto.

2. Il disegno di legge di cui al comma 1 prevede l'emanazione di decreti legislativi, relativamente alle norme legislative sostanziali e procedimentali, nonché di regolamenti ai sensi dell'articolo 17, commi 1 e 2, della legge 23 agosto 1988, n. 400, e successive modificazioni, per le norme regolamentari di competenza dello Stato.

3. Salvi i principi e i criteri direttivi specifici per le singole materie, stabiliti con la legge annuale di semplificazione e riassetto normativo, l'esercizio delle deleghe legislative di cui ai commi 1 e 2 si attiene ai seguenti principi e criteri direttivi:

a) definizione del riassetto normativo e codificazione della normativa primaria regolante la materia, previa acquisizione del parere del Consiglio di Stato, reso nel termine di novanta giorni dal ricevimento della richiesta, con determinazione dei principi fondamentali nelle materie di legislazione concorrente;

b) indicazione esplicita delle norme abrogate, fatta salva l'applicazione dell'articolo 15 delle disposizioni sulla legge in generale premesse al codice civile;

c) indicazione dei principi generali, in particolare per quanto attiene alla informazione, alla partecipazione, al contraddittorio, alla trasparenza e pubblicità che regolano i procedimenti amministrativi ai quali si attengono i regolamenti previsti dal comma 2 del presente articolo, nell'ambito dei principi stabiliti dalla legge 7 agosto 1990, n. 241, e successive modificazioni;

d) eliminazione degli interventi amministrativi autorizzatori e delle misure di condizionamento della libertà contrattuale, ove non vi contrastino gli interessi pubblici alla difesa nazionale, all'ordine e alla sic

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58760 666136
Art. 2. - (Riassetto normativo in materia di produzione normativa, di semplificazione e di qualità della regolazione)

1. Il Governo è delegato ad adottare, entro "due anni" N2 dalla data di entrata in vigore della presente legge, un decreto legislativo, su proposta del Presidente del Consiglio dei ministri, sentita la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano, per il riassetto delle disposizioni statali di natura legislativa vigenti in materia di produzione normativa, semplificazione e qualità della regolazione, ai sensi e secondo i principi e criteri direttivi di cui all'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, R come sostituito dall'articolo 1 della presente legge, e nel rispetto dei seguenti principi e criteri d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58760 666137
Art. 3. - (Riassetto normativo in materia di sicurezza del lavoro)

1. Il Governo è delegato ad adottare, "entro il 30 giugno 2005" N4 , uno o più decreti legislativi per il riassetto delle disposizioni vigenti in materia di sicurezza e tutela della salute dei lavoratori, ai sensi e secondo i principi e criteri direttivi di cui all'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, come sostituito dall'articolo 1 della presente legge, e nel rispetto dei seguenti principi e criteri direttivi:

a) riordino, coordinamento, armonizzazione e semplificazione delle disposizioni vigenti per l'adeguamento alle normative comunitarie e alle convenzioni internazionali in materia;

b) determinazione di misure tecniche ed amministrative di prevenzione compatibili con le car

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58760 666138
Art. 5. - (Riassetto in materia di incentivi alle attività produttive)

1. Il Governo è delegato ad adottare, entro "due anni" N2un anno dalla data di entrata in vigore della presente legge, un decreto legislativo per il riassetto delle disposizioni vigenti in materia di interventi di sostegno pubblico per lo sviluppo delle attività produttive, ai sensi e secondo i principi e criteri direttivi di cui all'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, come sostituito dall'articolo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58760 666139
Art. 8. - (Riassetto in materia di metrologia legale)

1. Il Governo è delegato ad adottare, entro "ventiquattro mesi" N1sei mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, uno o più decreti legislativi, per il riassetto delle disposizioni vigenti in materia

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58760 666140
Art. 10. - (Riassetto in materia di società dell'informazione)

1. Il Governo è delegato ad adottare, entro diciotto mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, uno o più decreti legislativi, su proposta del Ministro per l'innovazione e le tecnologie e dei Ministri competenti per materia, per il coordinamento e il riassetto delle disposizioni vigenti in materia di società dell'informazione, ai sensi e secondo i principi e i criteri direttivi di cui all'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, come sostituito dall'articolo 1 della presente legge, e nel rispetto dei seguenti principi e criteri direttivi:

a) graduare la rilevanza giuridica e l'efficacia probatoria dei diversi tipi di firma elettronica in relazi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58760 666141
Art. 11. - (Riassetto delle disposizioni relative al Corpo nazionale dei vigili del fuoco).

1. Il Governo è delegato ad adottare, "entro trenta mesi" N3 dalla data di entrata in vigore della presente legge, uno o più decreti legislativi per il riassetto delle disposizioni vigenti concernenti il Corpo nazionale dei vigili del fuoco, ai sensi e secondo i principi e i criteri direttivi di cui all'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, come sostituito dall'articolo 1 della presente legge, e nel rispetto d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58760 666142
Capo II - Disposizioni in materia di analisi di impatto della regolamentazione e di atti normativi governativi. Disposizioni in materia di pubblico impiego

(Omissis)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58760 666143
Capo III - Misure telematiche
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58760 666144
Art. 16 - 17 - 18 - 19

N8

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58760 666145
Capo IV - Disposizioni transitorie e finali


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58760 666146
Art. 20. - (Norme transitorie)

1. Per la legge per la semplificazione e il riassetto normativo dell'anno 2003 i termini di cui al co

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58760 666147
“Art. 20-bis - (Decreti legislativi correttivi e integrativi)

N6 1. Entro un anno

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58760 666148
Art. 22. - (Modifiche alla legge 24 novembre 2000, n. 340)

1. L'articolo 35 della legge 24 novembre 2000, n. 340, R è sostituito dal seguente:

«Art. 35. (Controversie in materia di masi chiusi). - 1. In tutte le controversie in materia di masi chiusi concernenti la determinazione dell'assuntore del maso chiuso e la determinazione del prezzo di assunzione si osservano le disposizioni dettate dal capo I del titolo IV del libro secondo del codice di procedura civile. Il tentativo di conciliazione previsto dall'articolo 410 del codice di procedura civile è esperito dinanzi alla Ripartizione agricoltura della provincia autonoma di Bolzano.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58760 666149
Art. 23. - (Abrogazioni)

1. A decorrere dalla data di entrata in vigore della presente legge, la legge 10 marzo 1969, n. 116, è abrogata.

2. A decorrere dalla data di entrata in vigore della presente legge sono abrogati i commi 13-ter, 13-quater e 13-quinquies dell'articolo 3 del decreto-legge 27 aprile 1990, n. 90, convertito, con modificazioni, dalla legge 26 giugno 1990, n. 165. Gli atti privi della dichiarazione ivi prevista sono sanati con efficacia retroattiva fermo il diritto maturato da terzi in base ad atto trascritto anteriormente alla data di entr

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Procedimenti amministrativi
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Pubblica Amministrazione
  • Impiantistica

Impianti alimentati da fonti rinnovabili: regime e procedure autorizzative

INDICAZIONI GENERALI SUGLI IMPIANTI ALIMENTATI DA FONTI RINNOVABILI (Normativa di riferimento sugli impianti alimentati da fonti rinnovabili; Definizione di impianto per la produzione di energia da fonti rinnovabili; Libertà di installazione degli impianti alimentati da fonti rinnovabili; Incentivi; Prerogative regionali per gli impianti alimentati da fonti rinnovabili) - PROCEDURE AUTORIZZATIVE PER GLI IMPIANTI ALIMENTATI DA FONTI RINNOVABILI (Procedure a disposizione; L’autorizzazione unica (AU); La procedura abilitativa semplificata (PAS); Impianti alimentati da fonti rinnovabili in regime libero o previa comunicazione) - CASI PARTICOLARI (Impianti “ibridi”, alimentati solo parzialmente da fonti rinnovabili; Impianti off shore) - RIEPILOGO REGIME AUTORIZZATIVO IMPIANTI A FONTI RINNOVABILI (Premessa e avvertenza; Fonte solare fotovoltaica; Fonte solare termica; Fonte eolica e torri anemometriche; Fonte da biomasse, gas di discarica, gas residuati dai processi di depurazione e biogas; Fonte idraulica e geotermica; Pompe di calore, microcogenerazione, altre fattispecie residuali; Impianti per la produzione di biometano) - COLLEGAMENTO DEGLI IMPIANTI ALLA RETE ELETTRICA - SANZIONI.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Studio Groenlandia
  • Procedimenti amministrativi
  • Pubblica Amministrazione

Accesso civico generalizzato (FOIA), disciplina e indicazioni operative per enti e P.A.

ACCESSO AGLI ATTI E ACCESSO CIVICO (Normativa di riferimento; Differenze) - INDICAZIONI PROCEDURALI PER ENTI E P.A. (Indicazioni generali; Modalità di presentazione della richiesta; Uffici competenti; Tempi e termini della decisione; Controinteressati; Gestione delle richieste di accesso - Dinieghi; Richieste massive o manifestamente irragionevoli; Soluzioni tecnico-organizzative) - IL FOIA NELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E NELL’ESECUZIONE DI CONTRATTI PUBBLICI.
A cura di:
  • Rosalisa Lancia
  • Procedimenti amministrativi
  • Precontenzioso, contenzioso e giurisdizione
  • Pubblica Amministrazione
  • Appalti e contratti pubblici

L’accesso civico (FOIA) e l'accesso agli atti nei procedimenti di appalti e contratti pubblici

ACCESSO AGLI ATTI E ACCESSO CIVICO (Normativa di riferimento; Differenze) - ACCESSO CIVICO E PROCEDURE DI APPALTI E CONTRATTI PUBBLICI (Disciplina specifica dell’art. 53 del Codice dei contratti pubblici; Orientamenti della giurisprudenza amministrativa e dell'ANAC) - ACCESSO AGLI ATTI E PROCEDURE DI APPALTI E CONTRATTI PUBBLICI (Indicazioni generali e finalità del diritto di accesso; Soggetti aventi diritto; Documenti oggetto dell’accesso e documenti esclusi; Tutela dei segreti industriali o commerciali; Provvedimenti o inerzia dell’amministrazione, opposizione, esecuzione differita; Termine per proporre ricorso al TAR, contenzioso).
A cura di:
  • Rosalisa Lancia
  • Pubblica Amministrazione
  • Procedimenti amministrativi

Scia: termini inizio attività, poteri inibitori dell’amministrazione e annullamento in autotutela

PREMESSA - LA SCIA: PRESENTAZIONE, TERMINI PER L’INIZIO DELL’ATTIVITÀ E POTERI INIBITORI DELL’AMMINISTRAZIONE - L’ANNULLAMENTO D’UFFICIO DI ATTI IN AUTOTUTELA - CONSOLIDAMENTO DELLA SCIA E TUTELA DEL TERZO - GIURISPRUDENZA SUI POTERI DI AUTOTUTELA DELLA P.A. E SUL TERMINE PER POTERLI ESERCITARE (Limiti ai poteri di autotutela; Poteri di autotutela e abusi edilizi; Annullamento parziale; Comunicazione di avvio del procedimento e rispetto del termine; Valenza del termine di 18 mesi; Decorrenza dei 18 mesi per i provvedimenti adottati prima della L. 124/2015).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Procedimenti amministrativi
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Pubblica Amministrazione
  • Edilizia e immobili

La certificazione di agibilità degli edifici

PREMESSA (Scopo e funzione della certificazione di agibilità o abitabilità; Schema dell’evoluzione storica della certificazione di agibilità o abitabilità) - SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI AGIBILITÀ DEGLI EDIFICI - OBBLIGO DI CONSEGUIRE L’AGIBILITÀ (Interventi edilizi soggetti all'onere di conseguire l’agibilità; Edifici soggetti all'onere di conseguire l’agibilità; Agibilità parziale; Agibilità degli edifici e regolarità urbanistico-edilizia, differenze) - CONSEGUENZE DELL’ASSENZA DELLA CERTIFICAZIONE DI AGIBILITÀ (Conseguenze sanzionatorie; Carenza della certificazione di agibilità ed ordinanza di sgombero; Conseguenze sugli atti di compravendita e locazione e sull'uso dell’immobile).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Studio Groenlandia
  • Pubblica Amministrazione
  • Urbanistica
  • Procedimenti amministrativi
  • Commercio e mercati

Emilia Romagna - Prosecuzione attività in locali privi di requisiti imprese con sede non agibile al 31/12/2018

  • Finanza pubblica
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Pubblica Amministrazione
  • Edilizia e immobili
  • Compravendita e locazione
  • Leggi e manovre finanziarie

Locazione immobili pubblici: blocco adeguamento ISTAT dei canoni

  • Pubblica Amministrazione
  • Tutela ambientale
  • Appalti e contratti pubblici
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Aumento progressivo dell'applicazione dei criteri ambientali minimi negli appalti pubblici di servizi e forniture

  • Demanio idrico
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Acque
  • Demanio
  • Pubblica Amministrazione

Scadenza concessioni demaniali per finalità turistico-ricreative e varie