FAST FIND : NR41050

Delib. G.R. Lombardia 14/10/2019, n. XI/2266

Adeguamento della disciplina della banca dati regionale degli occupanti senza titolo di unità abitative pubbliche di cui alla d.g.r. n. 6073 del 29 dicembre 2016 (l.r. 16/2016 - r.r. n. 3/2019).
Scarica il pdf completo
5860554 5865553
Testo del provvedimento


LA GIUNTA REGIONALE


Vista la l.r. 8 luglio 2016, n. 16 «Disciplina regionale dei servizi abitativi» e, in particolare, l’articolo 22, comma 1, lettera f), ai sensi del quale i beneficiari dei servizi abitativi pubblici devono avere, fra gli altri, il requisito di «assenza di eventi di occupazione abusiva di alloggio o di unità immobiliare ad uso non residenziale o di spazi pubblici e/o privati negli ultimi cinque anni»;

Visto il comma 3 dell’articolo 22 della l.r. 16/2016 che dispone «Al fine di consentire ai comuni ed alle ALER la verifica del requisito di cui al comma 1, lettera f), la Giunta regionale istituisce una banca dati degli occupanti senza titolo di unità abitative pubbliche, disciplinando criteri e modalità per l’accesso e l’aggiornamento periodico. I dati e le informazioni per l’aggiornamento della banca dati regionale sono forniti da comuni, ALER ed operatori accreditati e costituiscono debito informativo nei confronti della Regione.»;

Visto il regolamento regionale n. 4 del 4 agosto 2017 «Disciplina della programmazione dell’offerta abitativa pubblica e sociale e dell’accesso e della permanenza nei servizi abitativi pubb

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5860554 5865554
Allegato 1 - Adeguamento della disciplina delle modalità di funzionamento della banca dati regionale degli occupanti senza titolo di unità abitative pubbliche di cui alla dgr n. 6073 del 29 dicembre 2016

I. La Banca Dati regionale degli occupanti senza titolo di unità abitative pubbliche, istituita presso la Giunta regionale, ai sensi dell’art. 22, comma 3 della legge regionale 16/2016, è disciplinata dalle seguenti disposizioni

II. I dati in essa contenuti sono di proprietà di Regione Lombardia e sono fruibili ai soggetti pubblici titolari delle funzioni amministrative relative alla selezione dei beneficiari e all’assegnazione dei servizi abitativi pubblici e sociali. La banca dati ha lo scopo di consentire ai soggetti titolari delle funzioni amministrative relative alla selezione dei beneficiari e all’assegnazione dei servizi abitativi pubblici e sociali la verifica del requisito di cui all’art. 22, comma 1, lettera f) della legge regionale 16/2016 relativo all’assenza di eventi di occupazione abusiva negli ultimi cinque anni

III. L’inserimento, la gestione, la conservazione ed il trattamento dei dati avverranno in conformità alle disposizioni del Regolamento UE 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio del 27 aprile 2016 “Regolamento generale sulla protezione dei dati”, secondo le disposizioni specifiche declinate da Regione Lombardia, titolare del trattamento. A seguito dell’accertamento dell’occupazione senza titolo, l’ente proprietario o l’ente da questo delegato per il trattamento dovrà fornire informativa all’interessato in merito all’inserimento del suo nominativo nella banca dati ed ai conseguenti effetti preclusivi

IV. Ai soggetti registrati in banca dati quali occupanti senza titolo è inibito l’accesso ai servizi abitativi pubblici e sociali. Ai sensi dell’art. 22 comma 1 lettera f) della legge regionale 16/2016 gli effetti inibenti dell’occupazione abusiva permangono per 5 anni a decorrere dalla data di rilascio dell’immobile ovvero dalla da

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Edilizia residenziale
  • Efficienza e risparmio energetico

Veneto: 10 mln per l'efficientamento energetico del patrimonio immobiliare a destinazione residenziale

Dieci milioni di euro per l'assegnazione di contributi in conto capitale a favore delle ATER per l'efficientamento energetico del patrimonio edilizio pubblico residenziale. L'aliquota massima di sostegno è pari al 90% della spesa ammissibile e l’intervento deve comportare una spesa non inferiore a € 200.000,00 e non superiore a € 2.000.000,00. I progetti devono riguardare un edificio, o un complesso edilizio, della superficie utile minima di 500 mq dotato, all'atto della presentazione della domanda, di attestato di prestazione energetica (APE) redatto e registrato nell'archivio regionale online successivamente al 01/10/2015.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Edilizia residenziale
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Fonti alternative
  • Energia e risparmio energetico
  • Impiantistica
  • Edilizia e immobili
  • Efficienza e risparmio energetico

Bolzano: misure per il risparmio energetico e l’utilizzo di fonti rinnovabili negli edifici pubblici residenziali

Il bando promuove l’ecoefficienza e la riduzione di consumi di energia primaria negli edifici pubblici residenziali, al fine di raggiungere l'obiettivo specifico degli indicatori stabiliti nel programma FESR 2014-2020: interventi di ristrutturazione di singoli edifici o complessi di edifici, installazione di sistemi intelligenti di telecontrollo, regolazione, gestione, monitoraggio e ottimizzazione dei consumi energetici (smart buildings) e delle emissioni inquinanti anche attraverso l’utilizzo di mix tecnologici.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Provvidenze
  • Edilizia residenziale
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Compravendita e locazione

Emilia Romagna: bando Housing sociale 2019

Bando da 5 milioni di euro per sperimentare soluzioni abitative innovative e agevolare l'accesso alla proprietà e alla locazione per la prima casa. La misura è rivolta a cooperative e imprese costruttrici per completare nuovi appartamenti e recuperare quelli più vecchi. Con il progetto si affronta il tema dell'emergenza abitativa e si promuovono interventi di riqualificazione attraverso il recupero di vecchi edifici, anche sul piano dell'efficienza energetica e sismica.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Edilizia e immobili
  • Edilizia residenziale

Convenzioni urbanistiche, tipologie e contenuti

PREMESSA E TIPOLOGIE DI CONVENZIONI URBANISTICHE (L’edilizia residenziale convenzionata; Natura delle convenzioni urbanistiche, conseguenze, giurisdizione) - LA “CONVENZIONE PEEP” (Caratteristiche generali della convenzione PEEP; Divieti e vincoli alla circolazione degli alloggi) - LA “CONVENZIONE BUCALOSSI” - CONVENZIONE PER LA CESSIONE IN PROPRIETÀ DI AREE IN DIRITTO DI SUPERFICIE- (TRASFORMAZIONE DELLA CONVENZIONE PEEP IN CONVENZIONE BUCALOSSI (La convenzione sostitutiva; Durata minima della convenzione sostitutiva) - RIMOZIONE DEI VINCOLI SU PREZZO E CANONE DI LOCAZIONE (Giurisprudenza della Cassazione sulla permanenza dei vincoli di prezzo; L’intervento legislativo del 2011; Rimozione dei vincoli sul prezzo e sul canone di locazione fino al 18/12/2018; Rimozione dei vincoli sul prezzo e sul canone di locazione a partire dal 19/12/2018).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Edilizia residenziale
  • Edilizia e immobili

Il programma di edilizia residenziale per i dipendenti pubblici impegnati nella lotta alla criminalità organizzata (D.L. 152/1991)

Questo articolo riepiloga tutto quello che c’è da sapere sul programma per la costruzione di alloggi da concedere in locazione od in godimento a dipendenti delle amministrazioni dello Stato impegnati nella lotta alla criminalità organizzata previsto dall’art. 18 del D.L. 13/05/1991, n. 152 (convertito in legge dalla L. 203/1991), alla luce delle continue modifiche apportate negli anni alla relativa disciplina (da ultimo, con la Legge di bilancio 2018 che ha prorogato al 31/12/2018 il termine per la ratifica degli accordi di programma ai fini della possibile rilocalizzazione degli interventi).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Edilizia e immobili
  • Edilizia residenziale
  • Mutui e finanziamenti immobiliari

Valle D'Aosta, politiche abitative: domanda di mutuo

  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Impiantistica
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Professioni
  • Certificazione energetica
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Esercizio, ordinamento e deontologia

Puglia: obbligo di formazione dei certificatori energetici

  • Edilizia e immobili
  • Urbanistica
  • Pianificazione del territorio
  • Standards

Veneto, i regolamenti edilizi comunali devono adeguarsi al Regolamento edilizio tipo