FAST FIND : NN3326

Circ.Min. Finanze 13/01/1992, n. 2

Ulteriori disposizioni inerenti il trattamento degli atti geometrici di aggiornamento.
Scarica il pdf completo
55487 531565
[Premessa]


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55487 531566
Premessa

La presente circolare si inserisce nel contesto della normativa afferente il trattamento degli atti geometrici di aggiornamento ed ha lo scopo di aggiungere ulteriori anelli alla catena rappresentativa della nuova metodologia di aggiornamento degli atti geometrici del Catasto.

Si è voluta basare tale metodologia, quasi a precorrere la legge 241/1990,R sull'implementazione

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55487 531567
Attivazione del sistema informativo territoriale catastale

Per quanto riguarda l'attivazione di tale sistema vengono di seguito riportate le attività prioritarie connesse al trattamento degli atti di aggiornamento ed alla seguente integrazione di normativa:

-- è in corso il collegamento in rete di tutti i personal computer per la gestione del PREGEO (versione 6.53) con il sistema eIaborativo dell'Ufficio, attualmente basato su architettura hardware Digital;

-- a collegamento realizzato, gli archivi relativi agli atti di aggiornamento approvati (conservati su supporti magnetici compatibili p.c.) vengono riversati sulle memorie di massa del calcolatore Digital; vantaggi: sia l'archivio dei punti fiduciali, sia quello relativo ai tipi di aggiornamento geometrico approvati possono essere consultati attraverso qualunque terminale di sistema per cui i personal computer sono utilizzati, esclusivamente, per il trattamento di elab

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55487 531568
Integrazione della procedura Pregeo: trattamento dei dati amministrativo-censuari

La versione PREGEO 7 00 sarà integrata, fra l'altro, con un modulo elaborativo che consentirà di precompilare un modello meccanizzato che riunirà e sintetizzerà i già noti modello 51 FTP (per la dimostrazione del frazionamento), 3 SPC (per l'individuazione del lotto edificatorio) ed una tabella di variazione semplificata.

Tale versione sarà disponibile anche per i tecnici professionisti esterni, in un formato che risulterà sostanzialmente uguale alla versione Uffici.

Premesso che

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55487 531569
Integrazione della procedura PREGEO: rivisitazione di alcune problematiche geometriche e numeriche

Definizione di un nuovo tipo riga (codice 9):

-- necessaria per affinare il processo di standardizzazione dei dati, per migliorare la leggibilità dei risultati e velocizzare la fase di calcolo delle superfici;

-- avrà la funzione di codificare univocamente la quota media del rilievo, il tipo di strumentazione utilizzata e fornire a priori la Est media della zona oggetto del rilievo, al fine di permettere il calcolo del modulo di deformazione necessario nella determinazione della superficie senza passare attraverso la fase di rototraslazione;

-- la riga è obbligatoria e dovrà essere posta in posizione immediatamente successiva alla riga di tipo 0;

-- i campi presenti nella riga 9 conterranno le seguenti informazioni:



-- quota è quella media, in metri, sul livello medio del mare;

-- precisione lineare è quella strumentale, espressa in millimetri, scelta tra questi valori: 100 per la stadia e 10 per distanziometri elettro ottici;

-- precisione angolare è quella strumentale, in secondi centesimali, scelta tra questi valori: 100 per tacheometro e 20 per teodolite;

-- Est media è la coordinata media (est o y), in metri, della zona rilevata;

-- nota è un campo commento di 40 caratteri nel quale può essere indicata la tipologia di strumentazione usata.

Quanto richiesto dalla circolare n. 2/1988, sull'indicazione della strumentazione di rilievo con righe tipo 6, viene ad essere superato da quanto sopra espresso.

Integrazione della riga tipo 4:

-- necessaria per consentire una rapida individuazione di eventuali errori grossolani, monitorati dai valori degli scarti quadratici medi delle coordinate dei punti interessati dal processo di compensazione, senza dover intervenire sulle procedure di calcolo in forma sostanziale: anche in questo caso la risoluzione ottimale del problema viene rimandato ad una successiva versione di PREGEO;

--si raccomanda l'utilizzo di un particolare codice da porre nel campo note della riga di tipo 4, atto a precisare la "qualità" dell'allineamento. Il codice sarà di tipo

*V* o *v* per indicare allineamenti eseguiti a vista;

*S* o *s* per indicare allineamenti eseguiti con strumentazione ottico-meccanica o di particolare affidabilità;

esempio:

punto 1 a 42.25 metri sull'allineamento 101-102, eseguito a vista:

come sopra, ma eseguito con strumentazione ottico-meccanica:


I casi di allineamento eseguiti per il rilievo di particolari manufatti, quali ad esempio i fabbricati, potranno essere equiparati a quelli eseguiti con strumentazione ottico-meccanica.

Nel caso di assenza di uno dei due codici, l'allineamento si intenderà eseguito a vista.

Vettorizzazione dei contorni:

-- occorre rivisitare i criteri definiti per la vettorizzazione degli elementi geometrici continui, rilevati attraverso una sequenza discreta di punti, per tener conto della esigenza di riversare tali informazioni direttamente nelle stazioni di lavoro grafiche, per l'aggiornamento della geometria dei file DST, attraverso procedure che siano il più possibile automatizzabili

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Edilizia e immobili
  • Fisco e Previdenza
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Catasto e registri immobiliari
  • Fiscalità immobiliare locale (IMU-TARI-TASI)
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Imposte sul reddito
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico

Fabbricati “collabenti” (ruderi): disciplina catastale, edilizia e fiscale

DISCIPLINA CATASTALE SUI FABBRICATI COLLABENTI (Riferimenti normativi; Presupposti per l’iscrizione in catasto; Modalità per l’accatastamento; Compravendita e dichiarazioni catastali) - INTERVENTI EDILIZI SUI FABBRICATI COLLABENTI (Nuova costruzione o ristrutturazione; Prove della consistenza preesistente del rudere; Demolizione di rudere) - ASPETTI FISCALI SUI FABBRICATI COLLABENTI (Agevolazioni per ristrutturazioni e risparmio energetico; Imposta municipale propria (IMU); Agevolazioni prima casa).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Catasto e registri immobiliari
  • Edilizia e immobili

Le categorie catastali, definizione e attribuzione

LE CATEGORIE CATASTALI PER L’ATTRIBUZIONE DELLA RENDITA (Categorie catastali, classi e tariffe; Tabella delle categorie catastali) - ELEMENTI E CRITERI PER PER ATTRIBUIRE CATEGORIA E CLASSE CATASTALE (GRUPPO A - Abitazioni, uffici, studi privati; GRUPPO B - Uso collettivo; GRUPPO C - Attività commerciali/artigiane, pertinenze; GRUPPO D - Immobili a destinazione speciale; GRUPPO E - Immobili a destinazione particolare; GRUPPO F - Entità urbane; Ulteriori elementi e criteri integrativi; Classe (immobili appartenenti alle categorie A, B, C)) - RAPPORTO TRA CATEGORIE CATASTALI E CATEGORIE URBANISTICHE.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Studio Groenlandia
  • Agricoltura e Foreste
  • Catasto e registri immobiliari
  • Edilizia e immobili

Reddito dominicale: definizione, variazioni e relativa denuncia, esenzione

IL REDDITO DOMINICALE NELL’AMBITO DEL REDDITO FONDIARIO - LE VARIAZIONI DEL REDDITO DOMINICALE (Fattispecie che danno luogo a variazioni; Revisione del classamento catastale) - ESENZIONE DALL’OBBLIGO DI DENUNCIA DELLE VARIAZIONI (Casistica; Aggiornamento d’ufficio della banca dati catastale; Elenchi dei comuni per i quali è stato completato l’aggiornamento).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Fonti alternative
  • Catasto e registri immobiliari
  • Fisco e Previdenza
  • Energia e risparmio energetico
  • Edilizia e immobili
  • Leasing immobiliare
  • Compravendite e locazioni immobiliari

Profili catastali e fiscali degli impianti fotovoltaici

ACCATASTAMENTO IMPIANTI FOTOVOLTAICI E LORO COMPONENTI (Profili generali e inquadramento normativo; Quando sussiste e quando non sussiste l’obbligo di accatastare l’impianto; Qualificazione degli impianti come beni mobili o immobili) - PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA NELL’AMBITO DI ATTIVITÀ AGRICOLA (Connessione tra attività agricola e produzione di energia elettrica da fonte fotovoltaica; Immobili ospitanti gli impianti fotovoltaici realizzati su fondi agricoli) - CESSIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI, TRATTAMENTO FISCALE (Cessione di impianto fotovoltaico che costituisce un bene immobile ; Cessione di lastrico solare comprendente impianto fotovoltaico ; Cessione di impianto fotovoltaico che costituisce pertinenza) - REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI, TRATTAMENTO FISCALE (Cessione di parti destinate alla realizzazione di impianti fotovoltaici; Prestazioni di servizi per la realizzazione di impianti fotovoltaici) - LOCAZIONE O LEASING DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI, TRATTAMENTO FISCALE (Locazione o leasing di impianti fotovoltaici ; Locazione di terreni destinati a ospitare impianti fotovoltaici) - COSTITUZIONE O CESSIONE DEL DIRITTO DI SUPERFICIE (Diritto di superficie e impianti fotovoltaici; Trattamento fiscale cessione o costituzione del diritto di superficie).
A cura di:
  • Stefano Baruzzi
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Catasto e registri immobiliari
  • Edilizia e immobili

Le commissioni censuarie, composizione, funzionamento e compiti

PREMESSA E NORMATIVA DI RIFERIMENTO - LE COMMISSIONI CENSUARIE LOCALI (Articolazione e composizione; Schema grafico; Attribuzioni) - LA COMMISSIONE CENSUARIA CENTRALE (Articolazione e composizione; Schema grafico; Attribuzioni) - ATTIVITÀ E FUNZIONI DELLE COMMISSIONI CENSUARIE (Durata degli incarichi; Incompatibilità; Insediamento, poteri e deliberazioni delle commissioni censuarie ; Differenza di competenze fra commissioni censuarie e commissioni tributarie; Le “funzioni statistiche” nella riforma del Catasto dei fabbricati).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Calamità/Terremoti
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Edilizia e immobili
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Protezione civile
  • Norme tecniche

Contributi per la ripresa delle attività economiche e produttive nei territori colpiti dal sisma a far data dal 24/08/2016