FAST FIND : NN2971

D.L. 05/10/1993, n. 400

Disposizioni per la determinazione dei canoni relativi a concessioni demaniali marittime.
Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- L. 04/12/1993, n. 494 (legge di conversione)
- D.L. 21/10/1996, n. 535 (L. 23/12/1996, n. 647)
- L. 16/03/2001, n. 88
- L. 08/07/2003, n. 172
- L. 27/12/2006, n. 296
- L. 15/12/2011, n. 217
- L. 28/12/2015, n. 208
Scarica il pdf completo
55128 5221359
Art. 01

1. La concessione dei beni demaniali marittimi può essere rilasciata, oltre che per servizi pubblici e per servizi e attività portuali e produttive, per l'esercizio delle seguenti attività:

a) gestione di stabilimenti balneari;

b) esercizi di rist

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55128 5221360
Art. 02

1. Il secondo e il terzo comma dell'articolo 37 del codice della navigazione sono sostituiti dai seguenti:

"Al

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55128 5221361
Art. 03

1. I canoni annui per concessioni rilasciate o rinnovate con finalità turistico-ricreative di aree, pertinenze demaniali marittime e specchi acquei per i quali si applicano le disposizioni relative alle utilizzazioni del demanio marittimo sono determinati nel rispetto dei seguenti criteri:

a) classificazione, a decorrere dal 1° gennaio 2007, delle aree, manufatti, pertinenze e specchi acquei nelle seguenti categorie:

1) categoria A: aree, manufatti, pertinenze e specchi acquei, o parti di essi, concessi per utilizzazioni ad uso pubblico ad alta valenza turistica;

2) categoria B: aree, manufatti, pertinenze e specchi acquei, o parti di essi, concessi per utilizzazione ad uso pubblico a normale valenza turistica. L'accertamento dei requisiti di alta e normale valenza turistica è riservato alle regioni competenti per territorio con proprio provvedimento. Nelle more dell'emanazione di detto provvedimento la categoria di riferimento e' da intendersi la B. Una quota pari al 10 per cento delle maggiori entrate annue rispetto alle previsioni di bilancio derivanti dall'utilizzo delle aree, pertinenze e specchi acquei inseriti nella categoria A è devoluta alle regioni competenti per territorio;

b) misura del canone annuo determinata come segue:

1) per le concessioni demaniali marittime aventi ad oggetto aree e specchi acquei, per gli anni 2004, 2005 e 2006 si applicano le misure unitarie vigenti alla data di entrata in vigore della presente legge e non operano lo disposizioni maggiorative di cui ai commi 21, 22 e 23 dell'

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55128 5221362
Art. 04

1. I canoni annui relativi alle concessioni demaniali marittime sono aggiornati annua

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55128 5221363
Art. 1

1. I canoni annui relativi alle concessioni di beni demaniali marittimi, specchi acquei e pertinenze demaniali marittime, regolarmente assentite ai sensi degli articoli 36 e 38 del

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55128 5221364
Art. 2

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55128 5221365
Art. 3

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55128 5221366
Art. 4

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55128 5221367
Art. 5

1. Le somme per canoni demaniali eventualmente versate in eccedenza rispetto a quelle dovute per gli anni 1990

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55128 5221368
Art. 6

1. Ove, entro un anno dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, il Governo non abbia provveduto agli adempimenti necessari a rendere effettiva la delega delle funzioni amministrative alle regioni, ai sensi dell'

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55128 5221369
Art. 7

1. Gli enti portuali potranno adottare, per concessioni demaniali marittime rientranti nel proprio ambito territoriale, criteri diversi da quelli indicati nel presente decreto, che comunque non comportino l'applicazione d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55128 5221370
Art. 8

1. A decorrere dal 1990, gli indennizzi dovuti per le utilizzazioni senza titolo dei

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55128 5221371
Art. 9

1. Ferma restando la norma di cui all'articolo 23, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, laddove esistano obiettive difficoltà strutturali e ambientali, accertate dall'autorità mari

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55128 5221372
Art. 10

1. Il comma 6 dell'

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55128 5221373
Art. 11

1. Il presente decreto entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana e sarà presentato alle Camere per la conversione in legge.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Acque
  • Demanio
  • Demanio idrico
  • Pubblica Amministrazione

Concessioni demaniali marittime, canoni aggiornati, proroghe e scadenze

QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO SUI CANONI CONCESSORI (Canone minimo e finalità diverse da turistico ricreative, pesca, cantieristica e diporto; Pesca, acquacoltura, cantieristica navale e attività su mezzi di trasporto aeronavali; Imprese di costruzione e di riparazione navale iscritte agli albi speciali; Nautica da diporto; Finalità turistico-ricreative e nautica da diporto; Tabella riepilogativa dei riferimenti normativi) - TABELLE CON LA MISURA AGGIORNATA DEI CANONI (Ultimo aggiornamento annuale valido per il 2019; Tabelle aggiornate 2019 e dati storici; Sospensione dei canoni per le imprese balneari danneggiate dal maltempo a ottobre 2018) - PROROGHE E SCADENZE DELLE CONCESSIONI (Proroga di 15 anni contenuta nella Legge di bilancio 2019; Normativa e giurisprudenza UE, affidamento dei titolari delle autorizzazioni; Sospensione procedimenti pendenti al 15/11/2015 relativi alle aree pertinenziali) - REVISIONE DELLA DISCIPLINA E DELLE ZONE DEMANIALI (Tentativi di revisione antecedenti al 2019; Nuovi criteri di revisione introdotti dalla Legge di bilancio 2019).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Provvidenze
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Acque
  • Finanza pubblica

Piemonte: contributi per la riqualificazione dei corpi idrici

Riqualificazione dei corpi idrici e soluzioni alle criticità prioritarie del reticolo idrografico piemontese individuate negli strumenti di pianificazione vigenti (Piano di gestione del distretto idrografico del Po, Piano di tutela delle acque). Questi sono gli obiettivi del bando della Regione Piemonte relativo all'anno 2020 della Regione Piemonte che ha una dotazione di 2.700.000 euro ed è indirizzato agli enti locali (Comuni in forma singola o associata, Province e Città metropolitana) e agli Enti gestori delle aree naturali protette e dei siti della Rete Natura 2000.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Provvidenze
  • Appalti e contratti pubblici
  • Finanza pubblica
  • Pubblica Amministrazione
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Bonifica amianto edifici pubblici: finanziamenti per la progettazione (bando 2017)

Scheda tecnica del bando per il finanziamento della progettazione preliminare e definitiva di interventi di bonifica di edifici pubblici contaminati da amianto, con riferimento all'annualità 2017 (6,018 mln di Euro). Caratteristiche, importi e dotazione finanziaria dell’agevolazione con tabella riepilogativa; Soggetti beneficiari, scadenza e contenuti tecnici delle domande; Interventi finanziabili ed esclusioni; Criteri di priorità; Erogazione dei finanziamenti e cause di revoca.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Enti locali
  • Provvidenze
  • Pubblica Amministrazione
  • Beni culturali e paesaggio
  • Finanza pubblica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Lazio: valorizzazione del patrimonio culturale dei piccoli comuni

Il Bando regionale prevede la concessione di 2.000.000 € di contributi nel triennio 2019-2021 destinati alla riqualificazione di spazi, strutture e beni di valore storico e simbolico per i piccoli comuni del Lazio. I comuni potranno presentare proposte di intervento per contributi in conto capitale fino a 40 mila euro da assegnare in base a specifici criteri di priorità.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Provvidenze
  • Finanza pubblica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Pubblica Amministrazione
  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • Enti locali

Piemonte: 2 milioni di euro per la rimozione dell’amianto dagli edifici pubblici

Il bando è aperto ai Comuni piemontesi, e prevede la disponibilità di oltre 2 milioni di euro. Le risorse saranno assegnate per contribuire alla bonifica, mediante rimozione, di edifici e strutture di proprietà comunale con manufatti contenenti amianto. Gli interventi dovranno essere realizzati dai Comuni beneficiari del contributo entro il 30/11/2020. Il finanziamento regionale coprirà il 100% dell'importo netto dei costi di bonifica e dei costi per il ripristino, strettamente conseguenti alla rimozione dei manufatti contenenti amianto, oltre all'importo netto degli oneri per la sicurezza.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Demanio idrico
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Acque
  • Demanio
  • Pubblica Amministrazione

Scadenza concessioni demaniali per finalità turistico-ricreative e varie

  • Procedimenti amministrativi
  • Informatica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure
  • Pubblica Amministrazione

Lombardia: avvio fase sperimentale app "Aua Point" per comunicazione scarichi ed emissioni

  • Pubblica Amministrazione
  • Informatica
  • Procedimenti amministrativi
  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Lombardia: fine fase sperimentale app "Aua Point" per comunicazione scarichi ed emissioni

  • Pubblica Amministrazione
  • Tutela ambientale
  • Appalti e contratti pubblici
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Aumento progressivo dell'applicazione dei criteri ambientali minimi negli appalti pubblici di servizi e forniture

  • Acque
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Scarichi ed acque reflue

Toscana, scarichi: conclusione degli interventi di realizzazione o adeguamento