FAST FIND : NN2218

Circ. Min. LL.PP. 25/02/1991, n. 34233

Legge 2 febbraio 1974, n. 64 - Art. 1 D.M. 4 maggio 1990 Istruzioni relative alla normativa tecnica dei ponti stradali.
Scarica il pdf completo
54371 5429932
PREAMBOLO

Con Decreto del Ministro dei Lavori Pubblici, di concerto con il Ministro dell’Interno, in data 4 maggio 1990 sono state approvate nuove norme tecniche riguardanti la progettazione, l&rsqu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54371 5429933
0. PREMESSA

Con decreto ministeriale 4 maggio 1990, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n 24 - Serie generale- del 29 gennaio 1991, sono stati approvati i criteri generali e prescrizioni tecniche per la progettaz

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54371 5429934
1. INTRODUZIONE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54371 5429935
1.2 Coordinamento con altre norme

Le presenti istruzioni, oltre ad essere coordinate con le norme tecniche emanate nell’ambito de

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54371 5429936
2. PRESCRIZIONI GENERALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54371 5429937
2.1 Geometria della sede stradale

La sede stradale deve essere progettata in accordo con quanto previsto dalle norme CNR di cui al punto 1.2.

Di regola sui ponti deve essere mantenuta la sezione stradale corrente, ivi comprese le pendenze trasversali, salvo quanto attiene ai marciapiedi, come appresso indicato.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54371 5429938
2.2 Altezza libera

Nel caso in cui le esigenze geometriche imposte da vincoli non eliminabili inducano ad adottare, per l’altezza utile tra il piano stradale e l’intradosso di un ponte a questo soprastante le riduzio

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54371 5429939
2.4 Problemi idraulici

Gli elementi del ponte, quali le opere di sostegno, di difesa ed accessorie quando interessino l’alveo di un corso d’acqua, specie se di qualche importanza, dovranno far parte di un progetto unitario. Nello studio andranno in particolare illustrati i seguenti aspetti:

- ricerca e raccolta presso gli Uffici ed Enti competenti delle notizie e dei rilievi esistenti, utili per lo studio idraulico da svolgere;

- giustificazione della soluzione proposta per: l’ubicazione del ponte, le sue dimensioni e le sue strutture in pianta, in elevazione ed in fondazione, tenuto conto del regime del corso d’acqua, dell’assetto morfologico attuale e della sua prevedibile evoluzione e della natura geologica della zona interessata;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54371 5429940
3. AZIONI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54371 5429941
3.1 Generalità

Secondo quanto indicato nelle "Norme di sicurezza e sui carichi", emanate ai sensi dell’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54371 5429942
3.2 Carichi permanenti

3.2.1 Per la valutazione dei pesi propri delle strutture (gl) si farà riferimento ai pesi unitari dei materiali indicati nelle istruzioni relative alle "Norme sulla sicurezza e sui carichi".

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54371 5429943
3.3 Distorsioni (azioni indirette)

3.3.2 Per opere di particolare importanza o di particolare situazione ambientale, le variazioni termiche andranno valutate caso per caso in relazione alle caratteristiche dell’opera e del sito, considerando comunque come valori minimi inderogabili quelli indicati dalle norme tecniche sui carichi e sicurezza.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54371 5429944
3.4 Carichi mobili

3.4.1 Per le strutture di svincolo, intersezione e diramazione, nonché nel caso di larg

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54371 5429945
3.9 Azioni sismiche

Ai fini dell’applicazione ai ponti delle Norme per le costruzioni in zona sismica, si forniscono le seguenti precisazioni:

a) Coefficiente di protezione sismica;

Il coefficiente di protezione sismica di cui alle vigenti norme tecniche relative alle costruzioni sismiche si assumerà di regola pari ad 1. Fanno eccezione quei manufatti la cui funzionalità sia strettamente ed intimamente connessa con quella di opere di primaria importanza ai fini della protezione civile (ad esempio per l’unicità di accesso ad una delle predette opere) e per le quali si sia assunto un valore del coefficiente sopradetto maggiore di 1. In tal caso questo stess

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54371 5429946
3.10 Resistenza di attrito agli appoggi

Va considerata l’eventualità, se del caso, che si abbiano coefficienti di attrito divers

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54371 5429947
3.13 Combinazioni di carico

Per le opere ricadenti in zona sismica che, per la loro particolare destinazione ed ubicazione, siano

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54371 5429948
4. VERIFICHE DI SICUREZZA
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54371 5429949
4.3 Verifiche allo stato limite di deformazione


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54371 5429950
4.4 Verifica alle azioni sismiche

Il riferimento di cui al primo capoverso delle norme deve intendersi al

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54371 5429951
4.5 Verifiche in fase di costruzione

Quando del caso si devono valutare, in relazione alle modalità costruttive previste, le ridist

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54371 5429952
5. STRUTTURE PORTANTI

La progettazione strutturale e le verifiche statiche di un ponte vanno condotte in rigorosa congruenza con le tecniche di realizzazione previste per l’opera, in quanto esse ne condizionano il comportamento ed il regime statico sia istantaneo che differito. Parimenti, in sede di progetto, occorre far preciso riferimento alle previste tecnologie di produzione ed ai tempi di costruzione degli elementi str

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54371 5429953
5.1 Impalcati

In prossimità di interruzioni strutturali della continuità longitudinale della soletta, quest’ultima dovrà essere preferibilmente solidale al traverso di testata e dovrà essere adeguatamente rinforzata in relazione anche al notevole cimento dinamico cui è sottoposta.

In mancanza di una valutazione più rigorosa che tenga conto anche degli effetti d’urto, le parti di soletta a sbalzo dal traverso di testata verso il giunto debbono essere verificate applicando ai valori delle caratteristiche della sollecitazione un coefficiente dinamico uguale a 3.

La pendenza trasversale degli impalcati non può essere ottenuta di regola variando lo spessore della soletta o della pavimentazione e mantenendo le travi a quota costante, salvo una correzione sino all’1% da realizzarsi con la pavimentazione.

L’impiego di elementi di solette prefabbricate a tutto spessore e con collegamenti discreti con le travi principali è consentito solo nel caso in cui venga garantito il contatto su tutta la superficie di estradosso della struttura principale e l’impiego di calcestruzzi a ritiro compensato per i getti di collegamento.

Nei ponti in

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54371 5429954
5.2 Pile

Nelle pile di calcestruzzo armato a sezione cava le pareti devono avere uno spessore non inferiore a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54371 5429955
5.3 Spalle

É consigliabile l’adozione di accorgimenti che garantiscano un graduale raccordo del pia

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54371 5429956
6. VINCOLI

Particolare attenzione va rivolta alla scelta degli appoggi ed alla loro corretta disposizione tale da consentire le previste libertà di movimento con riferimento al complesso di sollecitazioni e azioni che interessano l’opera.

a) Apparecchi di appoggio fissi e mobili di acciaio.

Gli apparecchi di appoggio fissi saranno preferenzialmente realizzati con accoppiamento di piastra piana con piastra a superficie cilindrica in modo da ottenere un contatto lineare.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54371 5429957
6.1 Protezione dei vincoli

Tutte le superfici metalliche non inossidabili che non siano conglobate nel getto di calcestruzzo, devono e

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54371 5429958
6.2 Vincoli in zona sismica

Al fine di ridurre gli effetti delle azioni sismiche, si possono adottare particolari dispositivi att

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54371 5429959
7. OPERE ACCESSORIE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54371 5429960
7.1 Giunti

I giunti da adottare nei ponti devono soddisfare le seguenti esigenze:

- gli spostamenti previsti fra le strutture adiacenti devono verificarsi senza creare apprezzabili discontinuità, risalti ed avvallamenti del piano viabile, al fine di limitare le sollecitazioni di urto alle strutture e disturbi al traffico;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54371 5429961
7.2 Pavimentazione stradale

Di norma la pavimentazione stradale sul ponte deve esser tale da non introdurre apprezzabili variazioni di continuità rispetto alla strada nella quale il

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54371 5429962
7.3 Impermeabilizzazione

a) Caratteristiche

Gli strati impermeabilizzanti, oltre che possedere permeabilità all’acqua praticamente nulla, devono essere progettati ed eseguiti in modo da avere:

- elevata resistenza meccanica, specie alla perforazione in relazione sia al traffico di cantiere che alle lavorazioni che seguiranno alla stesa dello strato impermeabilizzante;

- deformabilità, nel senso che il materiale dovrà seguire le deformazioni della struttura senza fessurarsi o distaccarsi dal sup

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54371 5429963
7.4 Smaltimento delle acque piovane

I sistema di smaltimento delle acque meteoriche deve essere tale da evitare ristagni sulla sede stradale.

I vari bocchettoni, cui resta affidata la funzione di evacuazione di cui sopra, devono essere disposti in numero e

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54371 5429964
7.5 Ispezionabilità delle opere

Di regola le opere devono essere ispezionabili in tutte le loro parti e pertanto occorrerà predisporre gli opportuni accorgimenti che

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54371 5429965
8. NORME DI ESECUZIONE E COLLAUDO
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54371 5429966
8.2 Collaudo

Le norme tecniche oggetto delle presenti istruzioni vietano la messa in esercizio dei ponti prima dell’esecuzione del collaudo statico. Ne consegue pertanto l’esigenza che le operazioni di collaudo vengano espletate con tempestività adeguate alle necessità di apertura al traffico. Anche a tal fine si ritiene che- salvo il caso di modesti manufatti- il collaudo statico venga affidato "in corso d’opera".

Per quanto concerne inoltre gli accertamenti di collaudo, le medesime norme tecniche rinviano alle corrispondenti norme emanate ai sensi dell’art. 21 della Legge 5-11-1971, n. 1086 per le opere in c.a., in c.a.p. ed a str

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54371 5429967
9. LA GESTIONE DEI PONTI STRADALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54371 5429968
9. 1 Generalità

Le strutture da ponte inserite nella rete stradale nazionale devono presentarsi in permanente stato di agibilità tecnica, con riferimento, ovviamente, alle caratteristiche dei tronchi stradali cui esse sono a servizio.

Gli enti preposti alla gestione delle strade ai

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54371 5429969
9.2 Vigilanza

La vigilanza sullo stato di conservazione dei ponti deve essere permanente.

Il personale incaricato effettuerà con frequenza prestabilita visita ai manufatti anzitutto per il controllo del

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54371 5429970
9.3 Ispezione

Gli Uffici Tecnici delle Amministrazioni proprietarie delle strade, o alle quali la strade è affidata, devono predisporre un sistematico controllo delle condizioni statiche e di buona conservazione dei ponti. La frequenza delle ispezioni deve essere commisurata alle caratteristiche ed alla importanza de

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54371 5429971
9.4 Manutenzione

Per manutenzione deve intendersi il complesso di operazioni necessarie a mantenere l’opera nella sua piena efficienza, nel rispetto delle sue originarie caratteristiche.

Le operazioni di manutenzione possono essere ordinarie o straordinarie.


9.4.1 Manutenzione ordinaria

Le operazioni di manutenzione ordinaria di regola comprendono:

- puliz

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54371 5429972
9.5 Restauro statico, adeguamento, ristrutturazione

9.5.1 Definizioni

Per restauro statico si intende il complesso di interventi volti al ripristino della capacità portante originaria di un ponte deteriorato.

Per adeguamento si intende il complesso di interventi che, nel rispetto sostanziale della geometria e dello schema statico originario, pongano in grado la struttura di far fronte ad azioni maggiori o diverse da quelle del progetto originario.

Per ristrutturazione si intende infine il complesso di interventi volti al ripr

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Norme tecniche
  • Costruzioni

Normativa tecnica per le costruzioni

QUADRO LEGISLATIVO E NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI (NTC) VIGENTI (Norme legislative sulle costruzioni e sulle strutture; Norme tecniche per le costruzioni (NTC) vigenti; Appendici nazionali agli Eurocodici strutturali) - ULTERIORI RIFERIMENTI TECNICI “DI COMPROVATA VALIDITÀ” (Generalità; Documenti Consiglio superiore dei lavori pubblici e CNR) - EUROCODICI STRUTTURALI (Che cosa sono gli Eurocodici strutturali; Elenco degli Eurocodici; Formato e impostazione degli Eurocodici; Applicabilità degli Eurocodici e rapporti con le NTC nazionali, Appendici nazionali) - ADEMPIMENTI TECNICO-AMMINISTRATIVI PER LE OPERE STRUTTURALI - NORMATIVA TECNICA PER LE COSTRUZIONI DAL 1907 A OGGI (Normativa tecnica per le costruzioni del Regno d’Italia; Normativa tecnica per le costruzioni in cemento armato e a struttura metallica; Normativa tecnica per le costruzioni in zone sismiche; Normativa tecnica per altre costruzioni e strutture; Testo unitario delle Norme tecniche per le costruzioni (NTC, a partire dal 2005).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Pianificazione del territorio
  • Strade
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Urbanistica
  • Norme tecniche
  • Infrastrutture e opere pubbliche

L’installazione di impianti pubblicitari stradali

Pianificazione delle attività, dimensioni, caratteristiche, ubicazione e distanze da rispettare dentro e fuori dai centri abitati, autorizzazioni (enti competenti, documentazione da produrre, tempistica per il rilascio o il diniego, durata, rinnovo e decadenza, sanzioni, obblighi del titolare, rapporto con le autorizzazioni edilizie), sanzioni.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Norme tecniche
  • Materiali e prodotti da costruzione
  • Norme armonizzate

Norme armonizzate e Valutazione tecnica europea per i prodotti da costruzione

Premessa - Le norme armonizzate nel Reg. (UE) 305/2011 - Pubblicazione delle norme armonizzate - Valutazione tecnica europea (ETA) per i prodotti che non rientrano nell’ambito di applicazione di una norma armonizzata - Certificati di valutazione tecnica (CVT).
A cura di:
  • Angela Perazzolo
  • Edilizia e immobili
  • Attività in cantiere (direzione lavori, collaudo, coordinamento sicurezza, ecc.)
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Costruzioni
  • Norme tecniche

Opere strutturali: progetto, denuncia, direzione dei lavori e collaudo

PREMESSA - OPERE INTERESSATE, OBBLIGHI, ABILITAZIONI E RESPONSABILITÀ (Opere strutturali soggette agli obblighi - Abilitazioni e responsabilità) - PROGETTO ESECUTIVO DELLE STRUTTURE (Generalità e normativa di riferimento; Contenuti del progetto delle strutture e relazioni specialistiche; Validazione output del software di calcolo strutturale; Valutazione indipendente dei calcoli strutturali) - DENUNCIA OBBLIGATORIA DELLE OPERE STRUTTURALI (Cosa debba intendersi per “inizio dei lavori”; Presentazione della denuncia e ufficio competente; Contenuti della denuncia; Casi particolari) - DIREZIONE DEI LAVORI DELLE OPERE STRUTTURALI (Documentazione da conservare a cura del direttore dei lavori; Rilievi del direttore dei lavori sul progetto strutturale, come operare; Gli assistenti del direttore dei lavori e le altre figure di cantiere; Verifiche periodiche e controlli eseguiti dal direttore dei lavori; La relazione del direttore dei lavori a strutture ultimate; Cessazione dell’incarico del direttore dei lavori durante la realizzazione) - COLLAUDO STATICO (COLLAUDO DELLE OPERE STRUTTURALI) (Nomina del collaudatore statico, eventuale terna da richiedere all’Ordine; Oggetto del collaudo statico; Accettazione e svolgimento del collaudo statico, compiti del collaudatore) - SCHEMA RIEPILOGATIVO DEGLI ADEMPIMENTI - VIGILANZA E SANZIONI (Vigilanza; Sanzioni).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Impiantistica
  • Norme tecniche
  • Impianti di sollevamento e a fune
  • Impianti di sollevamento e a fune

Autorizzazioni, vita tecnica e revisioni degli impianti funicolari aerei e terrestri

OGGETTO; ASPETTI DI VALIDITÀ GENERALE (Regime generale di autorizzazione; Vita tecnica e revisioni; Normativa tecnica di riferimento; Varianti costruttive; Partecipazione del personale USTIF alle verifiche) - VITA TECNICA E REVISIONI IMPIANTI REALIZZATI PRIMA DEL 24/08/2003 (Revisione quinquennale; Revisione generale; Revisione straordinaria; Proseguimento dell’esercizio dopo la scadenza della vita tecnica) - VITA TECNICA E REVISIONI IMPIANTI REALIZZATI A PARTIRE DAL 24/08/2003 - DISPOSIZIONI PRECEDENTI E TRANSITORIE (Proroghe dei termini della vita tecnica e delle revisioni; Modalità per la concessione delle proroghe; Disapplicazione termini della vita tecnica impianti ricadenti nel campo di applicazione del D.M. 23/1985) - REGIONI ABRUZZO E MARCHE.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Calamità/Terremoti
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Edilizia e immobili
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Protezione civile
  • Norme tecniche

Contributi per la ripresa delle attività economiche e produttive nei territori colpiti dal sisma a far data dal 24/08/2016

  • Norme tecniche
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico
  • Macchine e prodotti industriali

Ecodesign display elettronici

  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Macchine e prodotti industriali
  • Norme tecniche

Ecodesign apparecchi di refrigerazione con funzione di vendita diretta

  • Macchine e prodotti industriali
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Norme tecniche
  • Energia e risparmio energetico

Ecodesign sorgenti luminose e unità di alimentazione separate