FAST FIND : AR1601

Ultimo aggiornamento
29/05/2020

Contributi ai comuni per incentivare la mobilità urbana sostenibile

Il programma è destinato ai comuni con popolazione residente non inferiore a 50.000 abitanti ed è finalizzato al cofinanziamento di progetti di mobilità urbana sostenibile alternativi all'uso di autovetture private, quali la realizzazione di nuove piste ciclabili, nonché lo sviluppo del trasporto condiviso e del mobility management. La dotazione finanziaria complessiva è pari a 15 milioni di euro.
A cura di:
  • Emanuela Greco
5392176 6400838
ULTIMI AGGIORNAMENTI

- 21/05/2020 - Pubblicazione nella G.U. n. 130/2020 dell’avviso relativo al D. Min. Ambiente e Tutela Terr. e Mare 19/02/2020, n. 4, il quale modifica il D. Min. Ambiente e Tutela Terr. e Mare 417/2018 e riapre i termini per la presentazione dei progetti per la realizzazione di nuove piste ciclabili.


5392176 6400839
INFORMAZIONI GENERALI

CONTESTO GEOGRAFICO

Nazionale

TIPOLOGIA

PROCEDURA VALUTATIVA A SPORTELLO

NORMATIVA E PRASSI DI RIFERIMENTO

- D. Min. Ambiente e Tutela Terr. e Mare 417/2018

DOCUMENTI ALLEGATI

- Testo D. Min. Ambiente e Tutela Terr. e Mare 417/2018 Visualizza PDF

- Azioni, progetti operativi di dettaglio e interventi (All. 2 al D.M.) Visualizza PDF

- Testo D. Min. Ambiente e Tutela Terr. e Mare 4/2020 Visualizza PDF

SITO WEB

Pagina dedicata: https://www.minambiente.it/pagina/primus

SCADENZE ADEMPIMENTI

- 08/06/2019: termine finale per la presentazione dei progetti

- 18/09/2020: termine finale per la presentazione dei progetti per la realizzazione di nuove piste ciclabili.



5392176 6400840
BENEFICIARI e interventi ammissibili
5392176 6400841
Beneficiari

I soggetti destinatari del Programma di Incentivazione della Mobilità Urbana Sostenibile (PrIMUS) sono i comuni con popolazione superiore o uguale a 50.000 abitanti.


5392176 6400842
Interventi ammissibili

Sono cofinanziabili i Progetti Operativi di Dettaglio (P.O.D.) relativi ai seguenti interventi:

a) realizzazione di nuove piste ciclabili in grado di rispondere alla domanda di spostamenti urbani casa-scuola e casa-lavoro;

b) sviluppo della sharing mobility in ambito urbano:

- aree di sosta riservate alla sharing mobility,

- bike sharing,

- scooter sharing e

- car sharing;

c) sviluppo delle attività di mobility management presso le sedi delle amministrazioni dello Stato (sedi centrali e periferiche), delle amministrazioni territoriali, delle scuole e delle università:

- pedibus e bicibus,

- scuolabus,

- car pooling,

- servizi aziendali di bike sharing e/o scooter sharing e/o car sharing,

- opere a supporto della mobilità ciclistica,

- formazione.

L’Allegato 2 al D.M. 417/2018 specifica le azioni, i progetti operativi di dettaglio e gli interventi.



5392176 6400843
spese AMMISSIBILI e ENTITÀ DELLE AGEVOLAZIONI

Le spese ammissibili sono le seguenti:

a) per la realizzazione di nuove piste ciclabili

- le spese documentate di progettazione e spese tecniche risultanti dal livello di progettazione approvato;

- le spese documentate per lavori e forniture risultanti dal livello di progettazione approvato;

- le spese documentate per istruttoria e gestione amministrativa degli incentivi e/o dei buoni mobilità per l’acquisto di biciclette a pedalata assistita, nel limite massimo di 7.500 euro;

- l’importo complessivo degli incentivi e/o dei buoni mobilità per l’acquisto di biciclette a pedalata assistita, da corrispondere ai cittadini residenti nel comune istante. Gli incentivi e/o i buoni mobilità per l’acquisto di biciclette a pedalata assistita potranno essere concessi nel limite massimo pari al 15% del costo complessivo del P.O.D e per un importo pro capite, una tantum, non superiore a 400 euro;

- le spese documentate di promozione degli interventi previsti nel P.O.D. nel limite massimo di 10.000 euro;

- le spese documentate per attività di monitoraggio dei benefici ambientali nel limite massimo di 15.000 euro.

b) per lo sviluppo della sharing mobility in ambito urbano

- le spese documentate di progettazione e spese tecniche relative alla realizzazione di aree di sosta riservate alla sharing mobility risultanti dal livello di progettazione approvato;

- le spese documentate per lavori e forniture relative alla realizzazione di aree di sosta riservate alla sharing mobility risultanti dal livello di progettazione approvato;

- le spese documentate per istruttoria e gestione amministrativa degli incentivi e/o dei buoni mobilità per l’uso di servizi di sharing mobility nel limite massimo di 7.500 euro;

- l’importo complessivo degli incentivi e/o dei buoni mobilità per l’uso di servizi di sharing mobility, da corrispondere a cittadini iscritti per la prima volta ai suddetti servizi.

L’incentivo potrà essere concesso per un importo pro capite, una tantum:

- non superiore a 50 euro per l’uso di servizi di bike sharing;

- non superiore a 100 euro per l’uso di servizi di scooter sharing;

- non superiore a 200 euro per l’uso di servizi di car sharing;

- le spese documentate di promozione degli interventi previsti nel P.O.D. nel limite massimo di 10.000 euro;

- le spese documentate per attività di monitoraggio dei benefici ambientali nel limite massimo di 7.500 euro.

c) per lo sviluppo delle attività di mobility management

- le spese documentate per l’organizzazione di iniziative di pedibus e/o bicibus nella misura massima di 7.500 euro per linea di percorso e comunque nel limite massimo di 30.000 euro;

- la concessione di incentivi e/o buoni mobilità alle famiglie residenti nel comune istante finalizzati a sviluppare i servizi di trasporto scuolabus. L’incentivo potrà essere concesso per un importo pro capite, una tantum, non superiore a 150 euro;

- le spese documentate per applicazioni informatiche destinate alla implementazione e/o gestione di iniziative di car pooling a scala comunale nel limite massimo di 5.000 euro;

- le spese documentate per la fruizione di servizi di bike sharing e/o scooter sharing e/o car sharing da parte delle amministrazioni dello Stato, delle amministrazioni territoriali, nonché delle scuole e delle università;

- le spese documentate per la fornitura e messa in opera di punti di deposito/rastrelliere per biciclette, all’interno o in prossimità delle sedi delle amministrazioni dello Stato, delle amministrazioni territoriali, nonché delle scuole e delle università;

- le spese documentate, nel limite massimo di 30.000 euro, per la realizzazione di attività di formazione sulla mobilità sostenibile e sulla sicurezza stradale rivolte agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado:

- per un numero minimo di 6 ore di lezione per studente partecipante;

- nel limite massimo di 10 euro/ora per studente partecipante;

- le spese documentate di promozione degli interventi previsti nel P.O.D. nel limite massimo di 2.500 euro;

- le spese documentate per istruttoria e gestione amministrativa del P.O.D. nel limite massimo di 5.000 euro;

- le spese per attività di monitoraggio dei benefici ambientali nel limite massimo di 5.000 euro.



legislazionetecnica.it

Riproduzione riservata

Dalla redazione

  • Edilizia e immobili
  • Condominio

La manutenzione e l'utilizzo del tetto condominiale

A cura di:
  • Maurizio Tarantino
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

I concorsi di progettazione e di idee negli appalti pubblici

A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Partenariato pubblico privato
  • Appalti e contratti pubblici

I contratti di Partenariato Pubblico Privato (PPP)

A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Finanza pubblica
  • Provvedimenti di proroga termini

D.L. “Milleproroghe” 183/2020 (L. 21/2021), tutte le disposizioni di interesse tecnico

A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Leggi e manovre finanziarie
  • Finanza pubblica

La Legge di bilancio 2021 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella Legge di bilancio 2021 (L. 30 dicembre 2020, n. 178), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Energia e risparmio energetico
  • Mercato del gas e dell'energia

Certificazione dei gestori dei sistemi di stoccaggio del gas

  • Energia e risparmio energetico
  • Macchine e prodotti industriali
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Norme tecniche

Ecodesign apparecchi di refrigerazione

  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Accesso al Fondo per l'aggregazione degli acquisti di beni e servizi per l'anno 2022

  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico

Impianti di riscaldamento e condizionamento - Sistemi di automazione e controllo

  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico

Punti di ricarica edifici non residenziali