FAST FIND : NN350

Circ.Min. LL.PP. 21/12/1967, n. 39646

Limiti dell'attività professionale dei geometri.
Scarica il pdf completo
52464 518726
[Premessa]

Viene segnalato da parte di numerosi uffici del Genio Civile che nella determinazione dei limiti dell' attività professionale dei geometri si verificano notevoli divergenze di interpretazione.


Si rileva che nell' esame delle questioni relative a tale argomento occorre tenere presenti sia le disposizioni legislative e regolamentari che disciplinano direttamente, la materia, sia quella che, riferendosi al regolamento della professione di ingegnere ed architetto o dettando norme per l' esecuzione di opere in conglomerato cementizio semplice o armato, vengono indirettamente a regolare anche la competenza dei geometri.


La professione del geometra é attualmente regolata dal regio decreto 11 febbraio 1929, n. 274. R Inoltre la legge 2 marzo 1949, numero 144R relativa all' approvazione della tariffa degli onorari per le prestazioni professionali dei geometri fissa all' art. 57 le categorie di opere che rientrano nella competenza dei suddetti tecnici.


Dall' esame delle norme predette si rileva che la competenza dei geometri é circoscritta, tra l' altro, alla progettazione, direzione, sorveglianza, liquidazione di costruzioni rurali e di edifici per uso d' industrie agricole di limitata importanza (lettera 1 - art. 16- R.D. 11-2-1929, n. 274) R o di modeste costruzioni civili (lettera m) ed n) R.D. sopracitato). Viene, inoltre, specificato (lettera 1 - art. 16 - R.D. 112-1929, n. 274) che l' uso del cemento armato può essere consentito ai geometri soltanto per le piccole costruzioni accessorie e che non richiedono particolari operazioni di calcolo e che per la loro destinazione non possano comunque implicare pericolo per l' incolumità delle persone.


L' uso del cemento armato viene cioé consentito in via eccezionale e sempre che lo consenta quanto disposto dal R.D. 23 ottobre 1925, n. 2437 che regola la professione degli Ingegneri e degli Architetti.


Altra limitazione della competenza professionale dei geometri (R.D. 11-2-1929, n. 274

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Professioni
  • Provvidenze
  • Finanza pubblica
  • Imprese

Lazio: 1 milione di euro per l'Innovazione Sostantivo Femminile - Anno 2019

L'avviso sostiene la nascita e lo sviluppo di idee e progetti imprenditoriali innovativi da parte delle donne, promuovendo la creatività e la valorizzazione del capitale umano femminile. Destinatarie degli aiuti sono le libere professioniste con Partita Iva attiva, le imprese "al femminile", già costituite o da costituire. Il contributo concesso a fondo perduto nella misura dell'intensità di aiuto richiesta deve essere compresa fra il 50% e il 80% dell'importo complessivo del progetto. Sono finanziabili i progetti che includano la realizzazione di nuovi prodotti o servizi tramite l’utilizzo delle nuove tecnologie e che siano coerenti con le aree di specializzazione della Smart Specialization Strategy (S3) regionale (ossia Scienze della vita e benessere, Energia e ambiente, Agroalimentare, Mobilità sostenibile, Fabbricazione digitale, Domotica ed edilizia sostenibile, Beni culturali e tecnologie della cultura, Industrie creative digitali, Aerospazio, Sicurezza e protezione).
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Energia e risparmio energetico
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Certificazione energetica
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Professioni

Certificazione energetica degli edifici (APE - Attestato di Prestazione Energetica)

CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI, APE E AQE (Generalità; Normativa di riferimento; Durata temporale dell’APE; Forma di rilascio dell’APE e deposito in regione; APE per singola unità immobiliare o per singolo edificio; Esclusioni) - L’APE E L’AQE NEGLI INTERVENTI EDILIZI E NEGLI EDIFICI PUBBLICI (Interventi edilizi; Edifici pubblici ed aperti al pubblico; L’APE NEI TRASFERIMENTI E NELLE LOCAZIONI IMMOBILIARI (Obbligo di produrre e mettere a disposizione l’APE; Obbligo di allegare l’APE ai contratti e clausola da inserire; Obbligo di indicare la prestazione energetica negli annunci commerciali; Riepilogo degli obblighi e degli atti/contratti cui si applicano) - SOGGETTI ABILITATI ALLA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI (Premessa; Tecnici abilitati senza necessità di frequentare corsi di formazione; Tecnici abilitati tramite la frequenza di corsi di formazione; Casistica esemplificativa; Corsi di formazione; Requisiti di imparzialità e indipendenza dei certificatori energetici; MONITORAGGIO E CONTROLLI, SANZIONI (Monitoraggio e controlli, banche dati; Sanzioni per il certificatore energetico; Sanzioni per il direttore dei lavori; Sanzioni per il costruttore o il proprietario ; Sanzioni per le parti nei contratti di trasferimento o locazione) - CONTENUTI E MODALITÀ DI REDAZIONE DELL’APE (Contenuti dell’Attestato di prestazione energetica e informazioni presenti; Classi energetiche degli edifici; Procedure e metodi per determinare la prestazione energetica - Software applicativi) - PROCEDURA OPERATIVA PER COMMITTENTE E CERTIFICATORE ENERGETICO (Nomina del certificatore energetico; Informativa da parte del certificatore; Modalità di svolgimento della prestazione da parte del certificatore; Servizi del certificatore energetico: compiti, obblighi e responsabilità del professionista).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Professioni
  • Attività in cantiere (direzione lavori, collaudo, coordinamento sicurezza, ecc.)
  • Edilizia e immobili
  • Abusi e reati edilizi - Condono e sanatoria

Responsabilità del direttore dei lavori negli appalti privati

PREMESSA - NORMATIVA DI RIFERIMENTO Le disposizioni del Codice civile; Il Testo unico edilizia - D.P.R. 380/2001 - RESPONSABILITÀ CIVILE DEL DIRETTORE DEI LAVORI Obbligo di controllare la regolarità dell’esecuzione dell’opera; Il DL non è obbligato a vigilare sulle attività di semplice esecuzione; Responsabilità solidale del DL e dell’impresa per vizi dell'immobile; Responsabilità di DL e progettista; Responsabilità extracontrattuale del DL ex art. 1669 c.c. - RESPONSABILITÀ PENALE DEL DIRETTORE DEI LAVORI Responsabilità per mancata osservanza a permesso di costruire e leggi urbanistiche; Presupposti per l’esonero della responsabilità del DL; Responsabilità del DL per omessa vigilanza anche in caso di assenza dal cantiere; Responsabilità del DL anche per opere non rientranti nell'incarico.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Professioni
  • Appalti e contratti pubblici
  • Attività in cantiere (direzione lavori, collaudo, coordinamento sicurezza, ecc.)
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Requisiti di partecipazione alle gare

Affidamento contratti pubblici per servizi di Ingegneria e di Architettura (SIA)

GENERALITÀ (Definizione e normativa applicabile; Procedure di affidamento; Criteri di aggiudicazione; Esclusione per incarichi concernenti immobili vincolati; Incarico di coordinatore per la sicurezza in fase di esecuzione; Direzione dei lavori e somma di incarichi sopra soglia) - OPERATORI ECONOMICI ABILITATI E REQUISITI (Affidamento delle attività all’esterno; Requisiti degli operatori; Obblighi di comunicazione all’ANAC e indicazioni operative) - AFFIDAMENTO SIA CON PROCEDURA DIRETTA - AFFIDAMENTO SIA CON PROCEDURA NEGOZIATA (Generalità; Disciplina dell’elenco di operatori economici ; Disciplina delle indagini di mercato; Requisiti di partecipazione e valutazione delle offerte) - AFFIDAMENTO SIA CON PROCEDURE APERTE O RISTRETTE (Generalità ; Bando e disciplinare tipo per servizi di ingegneria e architettura; Classi e categorie di opere; Determinazione del corrispettivo da porre a base di gara; Requisiti di carattere speciale e criteri di selezione; Raggruppamenti e consorzi stabili; Valutazione di attività svolte per opere analoghe; Elementi di valutazione; Criteri premiali per giovani professionisti; Punteggi e fattori ponderali; Criteri motivazionali).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Studio Groenlandia
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Informatica
  • Professioni
  • Calamità
  • Imprese

Umbria: Bridge to Digital 2020

Bridge to digital", un ponte per il digitale: tre milioni di euro messi a disposizione dalla Regione Umbria per favorire la trasformazione digitale delle micro e piccole imprese e dei liberi professionisti per renderli più competitivi nei mercati nazionali ed interazionali ed aumentarne la capacità di reazione alla congiuntura negativa dovuta al COVID-19.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Fonti alternative
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Professioni
  • Impiantistica
  • Energia e risparmio energetico

Toscana, formazione installatori impianti alimentati da FER: avvio e proroga termine