FAST FIND : FL4793

Flash news del
14/01/2019

Canoni aggiornati 2019 per le concessioni demaniali marittime

Con il decreto prot. n. 177 del 7 dicembre 2018 è stata fissata la misura di +3,00% l’adeguamento delle misure unitarie (indice ISTAT) dei canoni per le concessioni demaniali marittime per l’anno 2019.

Si riportano di seguito tabelle dei valori riferiti al 2019 scaturenti dall’aggiornamento contenuto nel D.M. 07/12/2018, n. 177, mentre per le tabelle complete con i valori storici si consulti il file allegato.

 

Misura minima del canone

Euro 364,63347

 

 

Canoni relativi a concessioni demaniali marittime con finalità turistico-ricreative e per le strutture destinate alla nautica da diporto

Area scoperta

cat. A

Euro 2,64327

cat. B

Euro 1,32163

Aree e specchi acquei occupati con impianti di facile rimozione

cat. A

Euro 4,40543

cat. B

Euro 2,20272

Aree e specchi acquei occupati con impianti di difficile rimozione nonché dalle pertinenze demaniali marittime non destinate ad attività commerciali, terziario-direzionali e di produzione di beni e servizi

cat. A

Euro 5,86918

cat. B

Euro 3,76594

Mare territoriale per specchi acquei o delimitati da opere che riguardano i porti così come definite dall’art. 5 del R.D. 3095/1885, e comunque entro 100 metri dalla costa

Euro 1,02319

Specchi acquei compresi tra 100 e 300 metri dalla battigia

Euro 0,73898

Specchi acquei compresi oltre i 300 metri dalla battigia

Euro 0,58265

Specchi acquei utilizzati per il posizionamento di campi boa per l’ancoraggio delle navi al di fuori degli specchi acquei di cui al numero 1.3)

Euro 0,29843

 

 

Canoni relativi a concessioni demaniali marittime per tutte le finalità diverse da turistico-ricreative, cantieristica navale e nautica da diporto

Area scoperta

Euro 1,77848

Area sedime impianti di facile rimozione

Euro 3,33462

Area sedime impianti di difficile rimozione, area sedime pertinenze

Euro 4,00156

Volumetria eccedente la quota +/- 2,70 mt

Euro 3,55693

Tetto massimo volumetria eccedente la quota +/- 2,70 mt

Euro 11,11456

Volumetria eccedente la quota +/- 2,70 mt per le pertinenze del p.d.m.

Euro 6,66926

Tetto massimo volumetria eccedente la quota +/- 2,70 mt per le pertinenze del p.d.m.

Euro 22,23087

 

 

Canoni relativi a concessioni demaniali marittime per la pesca ed acquicoltura, cantieri navali ed attività concernenti la costruzione, manutenzione, riparazione o demolizione di mezzi aeronavali

Manufatti ed impianti ubicati a terra sul demanio marittimo

Euro 0,01692

Manufatti ed impianti ubicati nel mare territoriale

Euro 0,00423

Aree, specchi acquei, manufatti e pertinenze adibiti a cantieri navali nonché ad attività comunque concernenti attività di costruzione, manutenzione, riparazione e demolizione di mezzi di trasporto aeronavali

Euro 1,35395

 

 

INTERVENTI DELLA LEGGE DI BILANCIO 2019 IN TEMA DI CONCESSIONI DEMANALI MARITTIME
Si segnala che la L. 145/2018 (Legge di bilancio 2019), in tema di concessioni demaniali marittime:
- per quanto riguarda le concessioni demaniali in essere alla data del 01/01/2019 ne ha stabilito la durata per legge di 15 anni, con decorrenza dal 01/01/2019 (commi 682, 683 e 684 dell’art. 1), nelle more di un complessivo riordino della materia;
- consente ai titolari di concessioni demaniali marittime e punti di approdo con finalità turistico ricreative di mantenere installati i manufatti amovibili fino al 31/12/2020 data di scadenza della sopra illustrata proroga delle concessioni in essere nelle more del riordino della materia;
- ha sospeso (comma 685 dell’art. 1), quale anticipazione risarcitoria in favore delle imprese balneari, il canone demaniale, fino all’avvenuta erogazione del risarcimento o comunque nel limite massimo di 5 anni, quale misura straordinaria di tutela delle attività turistiche che hanno subito danni conseguenti agli eventi atmosferici verificatisi nei mesi di ottobre e novembre 2018, ubicate nelle regioni per le quali è stato dichiarato lo stato di emergenza con Deliberazione del Consiglio dei Ministri 08/11/2018 (G.U. n. 266 del 15/11/2018).

Dalla redazione