FAST FIND : GP8220

Sent. C. Cass. 30/05/2008, n. 14617

51414 51414
1. Edilizia ed urbanistica - Concessione edilizia - Parcheggio - Disciplina ex art. 41 sexies, L. 42/1150 - Installazione di autorimessa negli spazi relativi - Conseguenze
1. Il vincolo pubblicistico - imposto dall’art. 41 sexies della L. 42/1150, come modificato prima dall’art. 18 della L. 67/765 e poi dall’art. 2 della L. 89/122 - secondo cui nelle aree di pertinenza delle nuove costruzioni devono essere riservati a parcheggio appositi spazi, non può vedersi realizzato ove su tali spazi venga installata un’autorimessa; ne consegue che, in un caso del genere, la domanda con la quale il privato proprietario titolare del diritto di uso del parcheggio abbia chiesto la declaratoria di nullità del contratto col quale l’originario costruttore aveva alienato ad un terzo l’area poi utilizzata per l’autorimessa non implica l’inammissibilità della domanda subordinata di riconoscimento del diritto d’uso sulla medesima area da adibire a parcheggio, non essendo quest’ultima in alcun modo dipendente da quella di nullità.

1. Ved. Cass. 16 gennaio 2008 n. 730;[R=W16GE08730] 23 marzo 2004 n. 5755 R 9 novembre 2001 n. 13857; [R=W9N0113857]19 aprile 1994 n. 3717 R 1a. PARCHEGGIO 1. Il parcheggio da destinare a pertinenza delle singole unità immobiliari: a) se all’interno del perimetro del fabbricato esistente, può realizzarsi nel sottosuolo degli immobili oppure nei locali di piano terra; b) se in aree pertinenziali esterne, può realizzarsi unicamente nel sottosuolo (Csi 27 ottobre 2006 n. 588).R 2. La realizzazione di autorimesse o parcheggi per autovetture su aree pertinenziali ad un fabbricato preesistente, ai sensi dell’art. 9 della L. 24 marzo 1989 n. 122 è soggetta ad autorizzazione gratuita solo se realizzata nel sottosuolo o nei locali del piano terreno del fabbricato stesso [Cass. Pen. III 15 ottobre 2001 n. 37013 [R=WP15O0137013] (Diversamente è necessario il preventivo rilascio della concessione edilizia)]; Cass. Pen. III 18 febbraio 1993 n. 2238[R=WP18F932238] La norma dell’art. 9, L. 89/122 non può applicarsi per la costruzione di nuovi edifici (C. Stato V 27 settembre 1999 n. 1185 R; V 3 giugno 1996 n. 621R) o per una costruzione nuova ed autonoma rispetto all’edificio esistente (Csi 26 giugno 2002 n. 299).[R=WCSI26G02299] La realizzazione suddetta è possibile anche in deroga ai vigenti regolamenti edilizi e piani urbanistici (C. Stato V 27 settembre 1999 n. 1185)R. La norma del citato art. 9 è violata dal costruttore che adibisca l’area stessa ad autorimessa a pagamento, pur mettendola anche a disposizione dei proprietari delle unità abitative (Cass. 19 aprile 1994 n. 3717)R. 3. Ai fini del rilascio della concessione edilizia le aree di parcheggio vanno realizzate tenendo conto anche dei volumi interrati utilizzabili per le previste attività produttive, esclusi solo i cd. Volumi tecnici e le aree interrate eventualmente destinate a parcheggio coperto (C. Stato V 15 febbraio 2001 n. 790).R 4. È vietata l’alienazione delle aree destinate a parcheggio separatamente dall’unità immobiliare di cui costituiscono pertinenza (Cass. 12 maggio 2000 n. 6086).R 5. La concessione edilizia per nuove costruzioni è condizionata alla previsione di aree per parcheggi (Cass. 3 luglio 1999 n. 6894).R Nelle nuove costruzioni ed anche nelle aree di pertinenza delle costruzioni stesse devono essere riservati appositi spazi per parcheggi, in misura di almeno 1 m2 per ogni 20 m3 di costruzione (Cass. 16 febbraio 1996 n. 1196 ;R 27 aprile 1993 n. 4934;R 21 aprile 1993 n. 4691;R C. Stato IV 3 febbraio 1992 n. 140).R 6. Il proprietario costruttore che abbia riservato, secondo legge, apposita area a finalità di parcheggio ha diritto al corrispettivo da parte dei proprietari delle unità abitative cui spetta il diritto reale di uso di tale area (Cass. 7 maggio 1994 n. 4465).[R=W7MA94465] 1n. L. 17 agosto 1942 n. 1150 - Art. 41 sexies: ved. Cass. 3 marzo 2008 n. 5741R
[L. 17 agosto 1942 n. 1150, art. 41 sexies (1n);R L. 6 agosto 1967 n. 765, art. 18; RL. 24 marzo 1989 n. 122, art. 2]R

Dalla redazione

  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Edilizia residenziale
  • Provvidenze
  • Compravendita e locazione

Lombardia: interventi volti alla realizzazione di nuova edilizia residenziale sociale

La Regione Lombardia sostiene gli interventi volti a soddisfare il fabbisogno abitativo pubblico, tramite il recupero del patrimonio immobiliare sfitto a rischio di degrado, e a rendere disponibili nuovi alloggi a canoni sostenibili per i cittadini che non possono sostenere i costi di locazione del libero mercato. Il bando è rivolto a soggetti privati (persone giuridiche) e soggetti pubblici (ad eccezione di Comuni e Aler) proprietari o che abbiano la piena disponibilità di immobili da recuperare e da destinare a servizi abitativi sociali (SAS).
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Provvidenze
  • Edilizia scolastica
  • Finanza pubblica
  • Edilizia e immobili

Friuli Venezia Giulia: contributi a sostegno di interventi edilizi per i servizi di prima infanzia

Contributi per interventi edilizi di costruzione, ampliamento, ristrutturazione edilizia, manutenzione straordinaria, restauro, risanamento conservativo di immobili destinati a nidi d'infanzia, centri per bambini e genitori, spazi gioco. Il contributo copre il 100% della spesa ammissibile che non può essere inferiore a 25.000,00 euro né superiore a 200.000,00.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Soglie normativa comunitaria
  • Esecuzione dei lavori pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Requisiti di partecipazione alle gare
  • Partenariato pubblico privato
  • Appalti e contratti pubblici
  • Avvisi e bandi di gara

Impatto del Decreto Semplificazioni (D.L. 76/2020) sul Codice dei contratti pubblici

Analisi delle disposizioni in materia di appalti pubblici previste dal D.L. 76/2020 (c.d. Decreto Semplificazioni) dopo la sua conversione in legge, avvenuta con L. 11/09/2020, n. 120. Testo a fronte delle parti modificate del Codice appalti (modifiche in giallo).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Emanuela Greco
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Avvisi e bandi di gara
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Appalti e contratti pubblici
  • Esecuzione dei lavori pubblici
  • Edilizia e immobili
  • Pubblica Amministrazione
  • Tutela ambientale

D.L. 76/2020: semplificazioni e altre misure in materia edilizia

Analisi puntuale delle disposizioni in materia di edilizia introdotte dal D.L. 76/2020 (c.d. Decreto Semplificazioni) dopo la sua conversione in legge, avvenuta con L. 11/09/2020, n. 120. Testo a fronte delle parti modificate del Testo unico edilizia (modifiche in giallo).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Fisco e Previdenza
  • Imposte sul reddito

Detrazioni fiscali per interventi di recupero delle facciate di edifici (c.d. “Bonus facciate”)

NORMATIVA E PRASSI DI RIFERIMENTO SUL BONUS FACCIATE - INTERVENTI AMMESSI (Categorie di interventi ammessi al Bonus facciate e indicazioni generali; Interventi influenti dal punti di vista termico; Interventi su balconi, ornamenti e fregi; Spese accessorie; Individuazione delle zone urbanistiche ammesse al Bonus facciate; Cumulabilità) - SOGGETTI BENEFICIARI, ADEMPIMENTI E PROCEDURE (Soggetti beneficiari; Importo della detrazione e periodo di fruizione; Modalità pratiche e procedure).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico

Impianti di riscaldamento e condizionamento - Sistemi di automazione e controllo

  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico

Punti di ricarica edifici non residenziali

  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Macchine e prodotti industriali
  • Norme tecniche

Ecodesign apparecchi di refrigerazione con funzione di vendita diretta