FAST FIND : GP8083

Sent. C. Cass. pen. 21/01/2008, n. 3069

51277 51277
1. Edilizia ed urbanistica - Attività edilizia - Costruzioni in zone sismiche - Omissione di denuncia lavori e di avviso inizio lavori - Violazione delle norme ex artt. 17, 18 e 20 L. 1974/64 (trasfuse in artt. 93, 94 e 95 D.P.R. 01/380) - Reati permanenti
1. Secondo la Cassazione S.U. 99/18, i reati previsti dagli artt. 17, 18 e 20 della L. 2 febbraio 1974 n. 64, (provvedimenti per le costruzioni con particolari prescrizioni per le zone sismiche),- che sono stati poi trasfusi negli artt. 93, 94 e 95 del T.U., D.P.R. 6 giugno 2001 n. 380 - consistenti nella omissione della presentazione della denuncia dei lavori e dell’avviso dell’inizio dei lavori, hanno natura istantanea. Tuttavia, il reato di cui agli artt. 94 e 95 D.P.R. 2001/380, permane sino a quando chi intraprende un lavoro edile in zona sismica (che non sia di bassa sismicità) termina il lavoro ovvero ottiene la relativa autorizzazione. Sino a questo momento, persiste il carattere antigiuridico della condotta commissiva del contravventore, che prosegue lavori non autorizzati. In conclusione, atteso che sono istantanei solo quei reati in cui la condotta tipica esaurisce la lesione del bene tutelato, e sono permanenti quelli in cui la condotta volontaria del soggetto protrae nel tempo la lesione del bene, i reati di cui agli artt. 93, 94 e 95 D.P.R. 2001/380 devono ritenersi permanenti.

1. Cass. S.U. 14 luglio 1999 n. 18 (da cui dissente questa sentenza) la quale è conforme, da ultima, alla Cass. Pen. III 19 marzo 1999 n. 7873. 1a. Ved. Cass. 22 giugno 2007 n. 14606 R
(L. 2 febbraio 1974 n. 64, artt. 17, 18 e 20; RD.P.R. 6 giugno 2001 n. 380, artt. 93, 94 e 95)R

Dalla redazione

  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Edilizia residenziale
  • Provvidenze
  • Compravendita e locazione

Lombardia: interventi volti alla realizzazione di nuova edilizia residenziale sociale

La Regione Lombardia sostiene gli interventi volti a soddisfare il fabbisogno abitativo pubblico, tramite il recupero del patrimonio immobiliare sfitto a rischio di degrado, e a rendere disponibili nuovi alloggi a canoni sostenibili per i cittadini che non possono sostenere i costi di locazione del libero mercato. Il bando è rivolto a soggetti privati (persone giuridiche) e soggetti pubblici (ad eccezione di Comuni e Aler) proprietari o che abbiano la piena disponibilità di immobili da recuperare e da destinare a servizi abitativi sociali (SAS).
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Provvidenze
  • Edilizia scolastica
  • Finanza pubblica
  • Edilizia e immobili

Friuli Venezia Giulia: contributi a sostegno di interventi edilizi per i servizi di prima infanzia

Contributi per interventi edilizi di costruzione, ampliamento, ristrutturazione edilizia, manutenzione straordinaria, restauro, risanamento conservativo di immobili destinati a nidi d'infanzia, centri per bambini e genitori, spazi gioco. Il contributo copre il 100% della spesa ammissibile che non può essere inferiore a 25.000,00 euro né superiore a 200.000,00.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Soglie normativa comunitaria
  • Esecuzione dei lavori pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Requisiti di partecipazione alle gare
  • Partenariato pubblico privato
  • Appalti e contratti pubblici
  • Avvisi e bandi di gara

Impatto del Decreto Semplificazioni (D.L. 76/2020) sul Codice dei contratti pubblici

Analisi delle disposizioni in materia di appalti pubblici previste dal D.L. 76/2020 (c.d. Decreto Semplificazioni) dopo la sua conversione in legge, avvenuta con L. 11/09/2020, n. 120. Testo a fronte delle parti modificate del Codice appalti (modifiche in giallo).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Emanuela Greco
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Avvisi e bandi di gara
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Appalti e contratti pubblici
  • Esecuzione dei lavori pubblici
  • Edilizia e immobili
  • Pubblica Amministrazione
  • Tutela ambientale

D.L. 76/2020: semplificazioni e altre misure in materia edilizia

Analisi puntuale delle disposizioni in materia di edilizia introdotte dal D.L. 76/2020 (c.d. Decreto Semplificazioni) dopo la sua conversione in legge, avvenuta con L. 11/09/2020, n. 120. Testo a fronte delle parti modificate del Testo unico edilizia (modifiche in giallo).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Fisco e Previdenza
  • Imposte sul reddito

Detrazioni fiscali per interventi di recupero delle facciate di edifici (c.d. “Bonus facciate”)

NORMATIVA E PRASSI DI RIFERIMENTO SUL BONUS FACCIATE - INTERVENTI AMMESSI (Categorie di interventi ammessi al Bonus facciate e indicazioni generali; Interventi influenti dal punti di vista termico; Interventi su balconi, ornamenti e fregi; Spese accessorie; Individuazione delle zone urbanistiche ammesse al Bonus facciate; Cumulabilità) - SOGGETTI BENEFICIARI, ADEMPIMENTI E PROCEDURE (Soggetti beneficiari; Importo della detrazione e periodo di fruizione; Modalità pratiche e procedure).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico

Impianti di riscaldamento e condizionamento - Sistemi di automazione e controllo

  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico

Punti di ricarica edifici non residenziali

  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Macchine e prodotti industriali
  • Norme tecniche

Ecodesign apparecchi di refrigerazione con funzione di vendita diretta