FAST FIND : NR39904

L. R. Basilicata 30/11/2018, n. 46

Disposizioni in materia di randagismo e tutela degli animali da compagnia o di affezione.
Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- Sent. Corte Cost. 20/12/2019, n. 277
- L.R. 13/03/2019, n. 4
- Avviso di rettifica in B.U. 18/12/2018, n. 54 Suppl. Ord.
Scarica il pdf completo
5108470 5987408
CAPO I - Disposizioni generali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987409
Articolo 1 - Oggetto e finalità

1. La Regione Basilicata, in conformità dell'articolo 8 dello Statuto regionale, dei principi fondamentali stabiliti dalla legge 14 agosto 1991, n. 281 (Legge quadro in materia di animali di a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987410
Articolo 2 - Definizioni

1. Ai fini della presente legge s'intendono per animali di affezione gli animali appartenenti a specie tenute per compagnia o diporto, senza fini produttivi o alimentari, compresi quelli che svolgono attività utili all'uomo.

2. Ai fini della presente legge si intende:

a) canile/gattile sanitario: è un presidio igienico sanitario per la:

- sorveglianza sanitaria;

- lotta al randagismo;

- profilassi delle malattie a carattere epizootico e zoonosico.

È una struttura destinata al ricovero temporaneo e singolo di:

- cani morsicatori, cani vaganti catturati o rinvenuti, (cani affidati dall'A.G. o dalla Forza Pubblica);

- gatti morsicatori, gatti che vivono in libertà catturati o consegnati ai fini della sterilizzazione, gatti affidati dall'A.G. o dalla Forza Pubblica;

- altri animali da affezione o comunque vaganti, rinvenuti incustoditi compatibilmente con le caratteristiche e la recettività della struttura.

b) canile/g

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987411
Articolo 3 - Possesso responsabile

1. Il proprietario o il detentore degli animali da compagnia o d'affezione, di seguito denominato responsabile degli animali, è tenuto ad assicurare condizioni di vita adeguate per l'animale di cui è responsabile, secondo le caratteristiche di specie e di razza e nel rispetto dei bisogni fisiologici ed etologici dell'animale stesso.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987412
CAPO II - Funzioni e compiti
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987413
Articolo 4 - Competenze della Regione

1. La Regione nell'ambito delle proprie competenze, provvede:

a) alla programmazione generale nell'ambito del piano sanitario regionale, in materia di tutela del benessere degli animali da compagnia o d'affezione, nonché di prevenzione e di controllo del randagismo;

b) all'adozione, nel rispetto del piano sanitario regionale, del piano operativo degli interventi di cui all'art. 34;

c) alla manutenzi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987414
Articolo 5 - Competenze dei Comuni

1. I Comuni, singoli o associati, ai sensi della vigente normativa in materia di esercizio associato delle funzioni, nell'ambito delle proprie competenze, provvedono:

a) alla costruzione di canili sanitari e canili rifugio di cui agli artt. 11 e 12 alla ristrutturazione delle strutture esistenti nel rispetto del piano operativo degli interventi di cui all'art. 34;

b) all'individuazione, in assenza delle strutture di cui alla lettera a), di strutture di ricovero, pubbliche o private accreditate, preposte alle funzioni di canile

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987415
Articolo 6 - Competenze delle aziende sanitarie locali

1. Le aziende sanitarie locali provvedono:

a) alla gestione dell'anagrafe degli animali da compagnia o d'affezione;

b) all'osservazione, per un tempo massimo di giorni 30, atto alla profilassi sanitaria sugli animali custoditi nei canili sanitari;

c) alla sterilizzazione della popolazione animale randagia, da effettuarsi prima dell'affidamento temporaneo o dell'adozione degli animali e comunque nel periodo di permanenza nel canile sanitario, prima del trasferimento degli stessi presso i canili rifugio. In accordo con i Comuni si possono programmare interventi straordinari per la sterilizzazione di gatti appartenenti alle colonie feline regolarmente registrate;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987416
Articolo 7 - Associazioni di volontariato animalista

N6

1. Le associazioni di volontaria

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987417
Articolo 8 - Guardie zoofile e operatori zoofili volontari

N6

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987418
Articolo 9 - Comitato tecnico regionale per la tutela degli animali

1. Con deliberazione della Giunta regionale è istituito, con funzioni consultive, il Comitato tecnico regionale per la tutela degli animali, composto da:

a) il Presidente della Giunta o un suo delegato, in qualità di Presidente;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987419
Articolo 10 - Controllo del randagismo

1. I cani vaganti, rinvenuti regolarmente microchippati ritrovati ed ospitati presso i canili comunali o convenzionati, devono essere restituiti al proprietario o detentore.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987420
CAPO III - Strutture
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987421
Articolo 11 - Canile sanitario

1. Il canile sanitario è la struttura, sia pubblica che privata, ubicata nel territorio di competenza del Comune che intende avvalersene, accreditata dal servizio sanitario regionale che, nel rispetto dei requisiti di localizzazione, di accessibilità, di adeguatezza dell'organizzazione del servizio e di formazione degli operatori, svolge i seguenti compiti:

a) ricovero e custodia temporanea di cani vaganti e randagi per il tempo necessario alla loro restituzione ai proprietari o al loro affidamento ad eventuali richiedenti per il termine massimo di 30 g

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987422
Articolo 12 - Canile rifugio

1. Il rifugio permanente per cani è la struttura, sia pubblica che privata, che accoglie e custodisce i cani non reimmessi sul territorio provenienti dai canili sanitari al termine del periodo di osservazione, previo parere favorevole del veterinario ufficiale.

2. Accoglie, se previsto uno spazio dedicato (gattile) al ricovero di gatti non reimmessi sul territorio provenienti dal sanitario.

3. Il

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987423
Articolo 13 - Pronto Soccorso ed Emergenza Veterinaria

1. Il servizio di primo soccorso, di pronto soccorso ed emergenza veterinaria, atto alla stabilizzazione di cani e gatti r

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987424
Articolo 14 - Procedure per l'avvio di attività economiche con animali da compagnia o d'affezione

1. L'avvio delle attività economiche riguardanti gli animali da compagnia è subordinato alla presentazione anche per via telematica o su supporto informatico al Comune territorialmente competente della segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) di cui all'

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987425
CAPO IV - Strumenti, interventi e misure di prevenzione e tutela
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987426
Articolo 15 - Anagrafe degli animali da compagnia o d'affezione

1. È istituita l'anagrafe degli animali da compagnia o d'affezione, di seguito denominata anagrafe degli animali, consistente in una banca dati informatizzata degli identificativi elettronici, unitamente ai dati anagrafici dell'animale e a quelli del suo responsabile.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987427
Articolo 16 - Sistema di identificazione

1. Il sistema per l'identificazione degli animali è il microchip, che deve essere applicato con metodologia indolore.

2. Presso le strutture operative territoriali, a cura del Servizio Veterinar

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987428
Articolo 17 - Controllo delle nascite

N2

1. Il controllo della popolazione di cani e gatti randagi avviene mediante la limitazione delle nascit

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987429
Articolo 18 - Cani aggressivi

1. Le aggressioni dei cani, fatta salva l'applicazione delle disposizioni di cui all'art. 86 del Decreto del Presidente della Repubblica 8 febbraio 1954, n. 320 (Regolamento

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987430
Articolo 19 - Cani smarriti e rinvenuti

1. Il responsabile degli animali da compagnia o d'affezione è tenuto a denunciare lo smarrimento o la sottrazione dell'animale, entro cinque giorni,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987431
Articolo 20 - Cane di quartiere

1. Laddove si accerti la non sussistenza di condizioni di pericolosità per uomini, animali e cose, il Comune può riconoscere al cane il diritto di vivere libero in quartiere. Il Comune o il responsabile della custodia dell'animale deve provvedere alla sua alimentazione, igiene e cure veterinarie.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987432
Articolo 21 - Colonie feline

1. I gatti appartenenti alle colonie feline, come definite all'art. 2, comma 1, lettera c), sono protetti ed è vietato a chiunque maltrattarli o allontanarli dal loro habitat.

2. Il Comune, d'intesa con il servizio veterinario ufficiale, può determinare l'allontanamento dei gatti dalla colonia felina ove si renda necessario per la loro tutela o per motivazioni sanitarie, individuando altra idonea collocazione, nel rispetto delle norme igieniche.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987433
Articolo 22 - Misure di tutela

1. I cani, i gatti e gli altri animali da compagnia o d'affezione ricoverati nelle strutture di cui agli artt. 11 e 12, possono essere soppressi solo se gravemente malati e incurabili.

2. La soppressione deve essere operata dai medici veterinari esclusivamente con me

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987434
Articolo 23 - Cessione e affido

1. I cani ricoverati presso le strutture di cui agli artt. 11 e 12 devono essere identificati ed iscritti all'anagrafe degli animali.

2. I cani ed i gatti ricoverati presso le strutture di cui agli artt. 11 e 12 di età non inferiore ai 60 giorni e gli altri animali da

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987435
Articolo 24 - Trasporto degli animali da compagnia e di affezione

1. Fatte salve le disposizioni di cui al regolamento (CE) n. 1/2005 del Consiglio del 22 dicembre 2004 e s.m.i. "sulla protezione degli animali durante il trasporto e le operazioni correlate che modifica la direttiva 64/432/CEE e la direttiva 93/119/CE

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987436
Articolo 25 - Libero accesso ai giardini, parchi, spiagge, luoghi pubblici ed aree riservate agli animali d'affezione

1. Agli animali d'affezione, accompagnati dal proprietario o da altro detentore, è consentito il libero accesso a tutti i luoghi pubblici e di uso pubblico, compresi i giardini, i parchi e le spiagge, con l'obbligo di usare il guinzaglio e di essere munito della museruola.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987437
Articolo 26 - Libero accesso degli animali da affezione negli esercizi pubblici, commerciali, manifestazioni fieristiche e nei locali aperti al pubblico

1. Gli animali d'affezione, accompagnati dal detentore, hanno libero accesso a tutti gli esercizi pubblici e commerciali, manifestazioni fieristiche nonché ai locali e uffici aperti al pubblico presenti sul territorio regionale.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987438
Articolo 27 - Libero accesso degli animali d'affezione sui mezzi di trasporto pubblico

1. È consentito il libero accesso degli animali d'affezione su tutti i mezzi di trasporto pubblico operanti nel territorio regionale.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987439
Articolo 28 - Libero accesso degli animali d'affezione in strutture ospedaliere, residenziali, semiresidenziali

1. È consentito il libero accesso di animali d'affezione, al seguito del proprietario o detentore, nelle strutture

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987440
Articolo 29 - Educazione

1. L'attività di educazione di animali è sottoposta a vigilanza veterinaria permanente.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987441
Articolo 30 - Mostre, fiere e spettacoli

1. È consentita la realizzazione di mostre, fiere e spettacoli, con l'utilizzo degli animali, nel rispetto della lo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987442
Articolo 31 - Terapie e attività assistite con animali

N2

1. Le terapie e le attività assistite con animali sono interventi di tipo educativo o ricreativo finalizza

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987443
Articolo 32 - Adozione

N3

1. Regioni, Province e Comuni possono v

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987444
CAPO V - Programmazione
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987445
Articolo 33 - Programma per la tutela degli animali da compagnia o d'affezione

1. La Giunta regionale adotta il programma per la tutela degli animali da compagnia o d'affezione, stabilendo, in particolare:

a) gli obiettivi da raggiungere in materia di tutela del benessere degli animali da compagnia o d'affezione nonché di prevenzione e di controllo del randagismo;

b) i criteri per l'analisi del fenomeno del

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987446
Articolo 34 - Piano operativo degli interventi

1. La Giunta regionale, nel rispetto del piano sanitario regionale e del programma di cui all'art. 32, approva il piano operativo degli interventi per la tutela del benessere degli animali da compagnia o d'affezione e la prevenzione del randagismo.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987447
CAPO VI - Disciplina delle sanzioni amministrative
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987448
Articolo 35 - Sanzioni amministrative

1. Il responsabile degli animali che detiene l'animale senza assicurare le condizioni di cui all'art. 3, comma 1, è soggetto ad una sanzione amministrativa da euro 300,00 a euro l.800,00.

2. Coloro che, in violazione dell'obbligo previsto dall'art. 3, comma 2, detengono animali da compagnia o d'affezione in numero o in condizioni tali da costituire pericolo per la salute umana e per il benessere animale, senza adottare misure volte a garantire le condizioni igienico-ambientali, sono soggetti ad una sanzione amministrativa da euro l.500,00 a euro 6.000,00.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987449
Articolo 36 - Sanzioni in materia di esercizio di attività

1. Il canile rifugio o il canile sanitario che non possiede i requisiti previsti è soggetto alla revoca dell'accreditamento. Nel caso in cui la struttura risulti priva dei locali indicati rispettivamente dagli artt. 11 e 12, viene disposta la sospensione dell'attività per un periodo minimo di 3 mesi e massimo di 9 mesi. Nel caso in cui i locali non sono conformi ai requisiti strutturali e alle caratteristiche costruttive previste, si applica una sanzione amministrativa da euro 5.000,00 a euro 10.000,00.

2. Coloro che effettuano l'identificazione dei cani prevista da

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987450
Articolo 37 - Indennizzo dei danni causati al patrimonio zootecnico

1. Al fine di tutelare il patrimonio zootecnico, in materia di indennizzo dei danni e delle perdite di capi dovute alle aggressioni di cani r

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987451
Articolo 38 - Vigilanza e Controllo

1. Alla vigilanza e al controllo in materia di tutela degli animali da compagnia o d'affezione provvedono, nell'ambito del

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987452
Articolo 39 - Clausola valutativa

1. Entro un anno dall'entrata in vigore della presente legge, e con successiva cadenza annuale, la Giunta regionale è tenuta a presentare al Consiglio regionale una relazione di natura informativa in ordine allo stato di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987453
Articolo 40 - Disposizioni finanziarie

1. Per gli oneri derivanti dall'applicazione della presente legge è autorizzata la spesa per l'anno 2018 di euro 5.000,00, per l'anno 2019 di euro 40.000,00 e per l'a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987454
Articolo 41 - Abrogazioni

1. È abrogata la legge regionale 25 gennaio 1993, n. 6.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5108470 5987455
Articolo 42 - Pubblicazione ed entrata in vigore

1. La presente legge regionale è pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione.

2. È fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge della Regione Basili

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Edilizia residenziale
  • Provvidenze
  • Compravendita e locazione

Lombardia: interventi volti alla realizzazione di nuova edilizia residenziale sociale

La Regione Lombardia sostiene gli interventi volti a soddisfare il fabbisogno abitativo pubblico, tramite il recupero del patrimonio immobiliare sfitto a rischio di degrado, e a rendere disponibili nuovi alloggi a canoni sostenibili per i cittadini che non possono sostenere i costi di locazione del libero mercato. Il bando è rivolto a soggetti privati (persone giuridiche) e soggetti pubblici (ad eccezione di Comuni e Aler) proprietari o che abbiano la piena disponibilità di immobili da recuperare e da destinare a servizi abitativi sociali (SAS).
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Impianti sportivi

Finanziamento per impianti sportivi nelle periferie urbane e aree svantaggiate

La misura prevede il finanziamento di interventi per la realizzazione e rigenerazione di impianti sportivi per l’attività agonistica localizzati nelle aree svantaggiate del Paese e nelle periferie urbane; l’obiettivo è di ridurre i fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale anche attraverso la promozione di attività sportiva. La dotazione finanziaria complessiva è pari a 140 milioni di euro.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Provvidenze
  • Edilizia scolastica
  • Finanza pubblica
  • Edilizia e immobili

Friuli Venezia Giulia: contributi a sostegno di interventi edilizi per i servizi di prima infanzia

Contributi per interventi edilizi di costruzione, ampliamento, ristrutturazione edilizia, manutenzione straordinaria, restauro, risanamento conservativo di immobili destinati a nidi d'infanzia, centri per bambini e genitori, spazi gioco. Il contributo copre il 100% della spesa ammissibile che non può essere inferiore a 25.000,00 euro né superiore a 200.000,00.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Avvisi e bandi di gara
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Appalti e contratti pubblici
  • Esecuzione dei lavori pubblici
  • Edilizia e immobili
  • Pubblica Amministrazione
  • Tutela ambientale

D.L. 76/2020: semplificazioni e altre misure in materia edilizia

Analisi puntuale delle disposizioni in materia di edilizia introdotte dal D.L. 76/2020 (c.d. Decreto Semplificazioni) dopo la sua conversione in legge, avvenuta con L. 11/09/2020, n. 120. Testo a fronte delle parti modificate del Testo unico edilizia (modifiche in giallo).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Edilizia e immobili
  • Abusi e reati edilizi - Condono e sanatoria

La sanatoria degli abusi edilizi

ABUSO EDILIZIO SOSTANZIALE E FORMALE - PERMESSO DI COSTRUIRE IN SANATORIA, ACCERTAMENTO DI CONFORMITÀ (Prima condizione - Tempestività della richiesta di sanatoria; Seconda condizione - Conformità alla normativa; Terza condizione - Pagamento della somma per oblazione; Schema grafico su presupposti ed effetti della sanatoria; Interventi realizzati in assenza di SCIA alternativa al permesso di costruire ed ex super DIA; Interventi realizzati a seguito di SCIA che invece necessitavano un permesso di costruire; Sanatoria parziale; Sanatoria condizionata) - CONTENUTO ED EFFETTI DELL’ISTANZA DI SANATORIA (Necessità di istanza dell’interessato; Legittimazione a presentare l’istanza di sanatoria; Contenuti dell’istanza di sanatoria; Effetti della presentazione dell’istanza di sanatoria; Inerzia dell’amministrazione nella risposta alla domanda di sanatoria - Silenzio-rigetto; Provvedimento di sanatoria con prescrizioni) - EFFETTI DELLA SANATORIA (Effetti sulle violazioni previste dalle norme edilizie; Effetti sulle violazioni previste da altre normative) - EFFETTI TRIBUTARI DELLA SANATORIA E RECUPERO DELLE AGEVOLAZIONI - SCIA TARDIVA E SCIA IN SANATORIA (Inapplicabilità agli interventi realizzati tramite SCIA alternativa al permesso di costruire) - TOLLERANZE COSTRUTTIVE E TOLLERANZE ESECUTIVE (Tolleranze costruttive; Tolleranze esecutive o “di cantiere”; Tolleranze, stato legittimo e circolazione degli immobili) - SANATORIA DI OPERE REALIZZATE IN BASE AL TITOLO EDILIZIO ANNULLATO (Orientamenti giurisprudenziali; Rimessione all’Adunanza Plenaria).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Studio Groenlandia
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Calamità/Terremoti
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Edilizia e immobili
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Protezione civile
  • Norme tecniche

Contributi per la ripresa delle attività economiche e produttive nei territori colpiti dal sisma a far data dal 24/08/2016