FAST FIND : GP7733

Sent. CGAR. Sicilia 27/10/2006, n. 619

50927 50927
1. Edilizia ed urbanistica - Concessione edilizia - Contributo di urbanizzazione - Esonero ex L. 77/10, art. 9, c. 1, lett. f) - Finalità. 2. Edilizia ed urbanistica - Concessione edilizia - Contributi - Conteggi - Loro motivazione - Non necessaria.
1. L’art. 9, comma 1, lett. f) L. n. 77/10 prevede l’esonero dal pagamento degli oneri di urbanizzazione «per gli impianti, le attrezzature, le opere pubbliche o di interesse generale realizzati dagli enti istituzionalmente competenti». (La gratuità della concessione è quindi subordinata a due condizioni, l’una di carattere oggettivo e l’altra di natura soggettiva). La ratio dell’esenzione dal pagamento degli oneri è finalizzata da un lato ad agevolare l’esecuzione di opere dalle quali la collettività possa trarre utilità e dall’altro ad evitare che il soggetto che interviene per l’istituzionale attuazione del pubblico interesse, corrisponda un contributo che verrebbe a gravare, sia pure indirettamente, sulla stessa comunità che dovrebbe avvantaggiarsi dal loro pagamento. 2. I conteggi degli oneri concessori non necessitano di particolare motivazione, ai sensi dell’art. 3 della L. n. 90/241, in quanto la determinazione del contributo di concessione e degli altri oneri costituisce il risultato di un mero calcolo materiale. Infatti, la misura concreta degli oneri è desumibile dai parametri stabiliti dalla legge e dalla disciplina regolamentare, senza alcun margine di discrezionalità in capo all’Amministrazione.

Ved. C. Stato IV 12 luglio 2005 n. 3744 [R=WCS12L053744] e 10 maggio 2005 n. 2226 R; V 20 ottobre 2004 n. 6818 R; 17 ottobre 2000 n. 5558 R e 10 luglio 2000 n. 3860 R; Csi 12 febbraio 2004 n. 26 R Ved. C. Stato V 9 febbraio 2001 n. 584.[R=WCS9F01584]
[L. 28 gennaio 1977 n. 10, art. 9, c. 1, lett. f)]R (L. 7 agosto 1990 n. 241, art. 3)R

Dalla redazione

  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Edilizia residenziale
  • Provvidenze
  • Compravendita e locazione

Lombardia: interventi volti alla realizzazione di nuova edilizia residenziale sociale

La Regione Lombardia sostiene gli interventi volti a soddisfare il fabbisogno abitativo pubblico, tramite il recupero del patrimonio immobiliare sfitto a rischio di degrado, e a rendere disponibili nuovi alloggi a canoni sostenibili per i cittadini che non possono sostenere i costi di locazione del libero mercato. Il bando è rivolto a soggetti privati (persone giuridiche) e soggetti pubblici (ad eccezione di Comuni e Aler) proprietari o che abbiano la piena disponibilità di immobili da recuperare e da destinare a servizi abitativi sociali (SAS).
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Provvidenze
  • Edilizia scolastica
  • Finanza pubblica
  • Edilizia e immobili

Friuli Venezia Giulia: contributi a sostegno di interventi edilizi per i servizi di prima infanzia

Contributi per interventi edilizi di costruzione, ampliamento, ristrutturazione edilizia, manutenzione straordinaria, restauro, risanamento conservativo di immobili destinati a nidi d'infanzia, centri per bambini e genitori, spazi gioco. Il contributo copre il 100% della spesa ammissibile che non può essere inferiore a 25.000,00 euro né superiore a 200.000,00.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Soglie normativa comunitaria
  • Esecuzione dei lavori pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Requisiti di partecipazione alle gare
  • Partenariato pubblico privato
  • Appalti e contratti pubblici
  • Avvisi e bandi di gara

Impatto del Decreto Semplificazioni (D.L. 76/2020) sul Codice dei contratti pubblici

Analisi delle disposizioni in materia di appalti pubblici previste dal D.L. 76/2020 (c.d. Decreto Semplificazioni) dopo la sua conversione in legge, avvenuta con L. 11/09/2020, n. 120. Testo a fronte delle parti modificate del Codice appalti (modifiche in giallo).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Emanuela Greco
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Avvisi e bandi di gara
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Appalti e contratti pubblici
  • Esecuzione dei lavori pubblici
  • Edilizia e immobili
  • Pubblica Amministrazione
  • Tutela ambientale

D.L. 76/2020: semplificazioni e altre misure in materia edilizia

Analisi puntuale delle disposizioni in materia di edilizia introdotte dal D.L. 76/2020 (c.d. Decreto Semplificazioni) dopo la sua conversione in legge, avvenuta con L. 11/09/2020, n. 120. Testo a fronte delle parti modificate del Testo unico edilizia (modifiche in giallo).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Fisco e Previdenza
  • Imposte sul reddito

Detrazioni fiscali per interventi di recupero delle facciate di edifici (c.d. “Bonus facciate”)

NORMATIVA E PRASSI DI RIFERIMENTO SUL BONUS FACCIATE - INTERVENTI AMMESSI (Categorie di interventi ammessi al Bonus facciate e indicazioni generali; Interventi influenti dal punti di vista termico; Interventi su balconi, ornamenti e fregi; Spese accessorie; Individuazione delle zone urbanistiche ammesse al Bonus facciate; Cumulabilità) - SOGGETTI BENEFICIARI, ADEMPIMENTI E PROCEDURE (Soggetti beneficiari; Importo della detrazione e periodo di fruizione; Modalità pratiche e procedure).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico

Impianti di riscaldamento e condizionamento - Sistemi di automazione e controllo

  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico

Punti di ricarica edifici non residenziali

  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Macchine e prodotti industriali
  • Norme tecniche

Ecodesign apparecchi di refrigerazione con funzione di vendita diretta