FAST FIND : NN16776

Interp. Ag. Entrate 14/11/2018, n. 67

Articolo 1, comma 88, legge n. 205/2017. Atti preordinati alla trasformazione del territorio; agevolazioni ai fini delle imposte di registro, ipotecaria e catastale.
Scarica il pdf completo
5090978 5108465
Quesito

L’interpellante X è stato incaricato della stipula di un atto di compravendita avente ad oggetto un complesso immobiliare con destinazione artigianale.

Tale immobile è stato già aggiudicato, tramite asta pubblica, alla Società Y per il prezzo di euro...

All’aggiudicazione deve seguire la stipula dell’atto di vendita; come previsto nell’avviso d’asta, nel periodo che intercorre tra l’aggiudicazione definitiva e la stipula dell’atto di vendita, l’agg

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5090978 5108466
Soluzione interpretativa prospettata

L’interpellante ritiene che all’atto di trasferimento prospettato, con cui il Comune Z intende trasferire alla società Y la proprietà di un complesso immobiliare, oggetto di un piano di rec

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5090978 5108467
Parere della Direzione Centrale

Nell’istanza prospettata, l’interpellante dichiara che la società aggiudicataria Y ha presentato al Comune Z un piano di recupero, riconducibile alla disciplina recata dagli articoli 27 e seguenti della legge 5 agosto 1978, n. 457.

I piani di recupero, individuati dall’articolo 28 della legge n. 457 del 1978, “prevedono la disciplina per il recupero degli immobili, dei complessi edilizi, degli isolati e delle aree anche attraverso interventi di ristrutturazioni urbanistiche”.

Tali piani inoltre hanno, come destinazione, in base a quanto previsto dall’articolo 27 della legge n. 457 del 1978, “le zone ove, per le condizioni di degrado, si rende opportuno il recupero del patrimonio edilizio ed urbanistico esistente mediante interventi rivolti alla conservazione, al risanamento, alla ricostruzione e alla migliore utilizzazione del patrimonio stesso”.

Si tratta, dunque, di uno strumento attuativo che nasce per adattare il tessuto edilizio e urbanistico esistente a finalità specifiche, costituendo uno strumento complesso avente come fine l’eliminazione di particolari situazioni di degrado e quindi la previsione di interventi su edifici da recuperare o risanare, valutando la compatibilità del tessuto preesistente con le nuove esigenze urbanistiche (cfr. in tal senso risoluzione 11 dicembre 2002, n. 383).

L’articolo 5 della legge 22 aprile 1982, n. 168 stabiliva che “Nell’ambito dei piani di recupero di iniziativa pubblica, o di iniziativa privata purché convenzionati, di cui agli artt. 27 e seguenti della legge 5 agosto 1978, n. 457, ai trasferimenti di immobili nei confronti dei soggetti che attuano il recupero, si applicano le imposte di registro, catastali e ipotecarie in misura fissa”.

Tuttavia, con l’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Fisco e Previdenza
  • Compravendite e locazioni immobiliari

Trattamento fiscale delle convenzioni urbanistiche e degli atti conseguenti

AGEVOLAZIONI FISCALI PER EDILIZIA POPOLARE E CONVENZIONATA (Agevolazioni per edilizia economica e popolare e Piani degli insediamenti produttivi; Estensione all’edilizia convenzionata in genere ad opera della L. 10/1977; Ampliamento dell’agevolazione per l’edilizia convenzionata dal 2018; Permanenza in vigore delle agevolazioni; Approfondimenti sulle convenzioni urbanistiche) - TIPOLOGIE DI ATTI RIENTRANTI NELL’AGEVOLAZIONE E REQUISITI (Tipologie di atti in generale; Dettagli e interpretazioni nella prassi e nella giurisprudenza; Ulteriori requisiti soggettivi ed oggettivi) - ALTRE AGEVOLAZIONI SOPPRESSE DAL 01/01/2014 (Agevolazioni per trasferimenti di immobili compresi in piani urbanistici particolareggiati; Agevolazioni per trasferimenti di immobili compresi in piani di recupero).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Compravendita e locazione
  • Imposte sul reddito
  • Edilizia e immobili
  • Fisco e Previdenza
  • Compravendite e locazioni immobiliari

La Cedolare secca sui contratti di locazione

PREMESSA E QUADRO NORMATIVO; NATURA, PRESUPPOSTI E AMBITO DI APPLICAZIONE (Natura della Cedolare secca; Tributi sostituiti dalla Cedolare secca; Ambito soggettivo e oggettivo di applicazione; Applicazione in relazione ad uno solo dei comproprietari/contitolari; Precisazioni sulla figura del conduttore; Unità immobiliari di proprietà condominiale; Contratti di durata inferiore a 30 giorni nell’anno; Locazione di più immobili con lo stesso contratto; Locazione di solo una o più porzioni di unità abitative; Applicazione alle pertinenze; Sublocazioni, immobili all’estero e terreni; Locazioni concluse tramite agenzie immobiliari) - ALIQUOTE DELLA CEDOLARE SECCA (Aliquota ordinaria; Aliquota ridotta) - ESERCIZIO DELL’OPZIONE ED EVENTUALE REVOCA, CONSEGUENZE (Esercizio dell’opzione per la Cedolare secca ed eventuale revoca; Comunicazione preventiva al conduttore e rinuncia agli aggiornamenti del canone; Effetti dell’opzione ed ipotesi di pluralità di locatori) - CALCOLI DI CONVENIENZA (Variabili da considerare; Esempio pratico; Calcolo del reddito ai fini di benefici fiscali in caso di Cedolare secca; Cedolare secca e applicazione di altre detrazioni e deduzioni fiscali) - CASI PARTICOLARI CHIARITI DALL’AGENZIA DELLE ENTRATE (Trasferimento di immobile locato in ipotesi di successione, donazione o cessione; Comproprietario non risultante dal contratto di locazione).
A cura di:
  • Stefano Baruzzi
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Fisco e Previdenza
  • Imposte sul reddito

La cessione del credito per agevolazioni su interventi di risparmio energetico e antisismici

CESSIONE DEL CREDITO FISCALE DERIVANTE DALLE AGEVOLAZIONI - SOGGETTI CHE POSSONO USUFRUIRE DELLA CESSIONE (Credito per detrazioni su interventi di riqualificazione energetica; Credito per detrazioni su interventi condominiali di messa in sicurezza sismica) - MODALITÀ ATTUATIVE E OPERATIVE (Provvedimenti Agenzia Entrate di riferimento; Adempimenti e procedura per cedere il credito e per usufruire della cessione) - SCONTO DAI FORNITORI.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Imposte indirette
  • Fisco e Previdenza

Trattamento IVA lavori di costruzione e recupero di edifici, opere e impianti

PREMESSA - IVA AGEVOLATA SU NUOVE COSTRUZIONI, INTERVENTI DI RESTAURO E RISTRUTTURAZIONE E RELATIVE FORNITURE (IVA agevolata su nuove costruzioni di edifici, opere e impianti; IVA agevolata su interventi di restauro e ristrutturazione edilizia o urbanistica; Tipologie contrattuali ammissibili, ammissione dei subappalti; Trattamento delle prestazioni professionali; Cessioni di beni finiti agevolabili; Interventi per il superamento o l’eliminazione delle barriere architettoniche; Allacciamento a reti di teleriscaldamento; Gestione rifiuti e spurgo pozzi neri; Casi particolari e chiarimenti vari dell’Agenzia entrate) - IVA AGEVOLATA INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA SU FABBRICATI ABITATIVI (; Normativa di riferimento e condizioni generali; Quali sono i “beni significativi” e come vanno esclusi dall’IVA al 10%; Tipologie contrattuali ammissibili, esclusione dei subappalti; Prestazioni professionali (esclusione); Casi particolari e chiarimenti vari dell’Agenzia entrate; Interventi di manutenzione straordinaria su edifici di edilizia residenziale pubblica) - MODULISTICA DICHIARAZIONI PER IVA AGEVOLATA (Necessità; Facsimili di moduli per IVA agevolata in edilizia).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Imposte sul reddito
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Fisco e Previdenza
  • Norme tecniche

Sismabonus, classificazione del rischio sismico delle costruzioni e relativa attestazione

REGOLE FISCALI PER IL SISMABONUS (Differenza tra Sismabonus e Bonus ristrutturazioni; Agevolazioni applicabili dal 04/08/2013 al 31/12/2016; Agevolazioni applicabili dal 01/01/2017 al 31/12/2021; Sismabonus e interventi di demolizione e ricostruzione; Sismabonus e immobili merce delle imprese; Acquisto direttamente dall’impresa di case antisismiche; Interventi finalizzati congiuntamente alla riduzione del rischio sismico ed alla riqualificazione energetica; Cumulabilità con altre agevolazioni; Cessione del credito o sconto dai fornitori; Guida dell’Agenzia entrate sul Sismabonus) - CLASSIFICAZIONE E ATTESTAZIONE DI RISCHIO SISMICO DEGLI EDIFICI (Il decreto ministeriale con le linee guida; Professionisti abilitati ; Classificazione del rischio sismico).
A cura di:
  • Alfonso Mancini