FAST FIND : AR1579

Ultimo aggiornamento
18/12/2019

Sostegno alle PMI per investimenti innovativi nelle regioni meno sviluppate

La misura si rivolge alle micro, piccole e medie imprese ed ai liberi professionisti che intendono realizzare investimenti innovativi in coerenza con il piano nazionale “Impresa 4.0” e la “Strategia nazionale di specializzazione intelligente”. La dotazione finanziaria complessiva dello strumento è pari a 341.494.000 euro.
A cura di:
  • Emanuela Greco
5082400 5970826
ULTIMI AGGIORNAMENTI

- 17/12/2019 - Pubblicazione del D. Min. Sviluppo Econ. 28/11/2019 nella G.U. 295/2019.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5082400 5970827
INFORMAZIONI GENERALI

CONTESTO GEOGRAFICO

Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia

TIPOLOGIA

PROCEDURA VALUTATIVA A SPORTELLO

NORMATIVA E PRASSI DI RIFERIMENTO

-

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5082400 5970828
BENEFICIARI e interventi ammissibili
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5082400 5970829
Beneficiari

Possono beneficiare delle agevolazioni le PMI e i liberi professionisti che, alla data di presentazione dell

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5082400 5970830
Interventi ammissibili

I programmi ammissibili alle agevolazioni devono prevedere la realizzazione di investimenti innovativi che consentano l’interconnessione tra componenti fisiche e digitali del processo produttivo.

I programmi di investimento devono essere finalizzati allo svolgimento delle attività manifatturiere di cui alla sezione C della classificazione delle attività economiche AT

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5082400 5970831
spese AMMISSIBILI e ENTITÀ DELLE AGEVOLAZIONI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5082400 5970832
Spese ammissibili

Le spese ammissibili sono quelle relative all’acquisto di nuove immobilizzazioni materiali e immateriali, che riguardino macchinari, impianti e attrezzature strettamente funzionali alla realizzazione dei programmi di investimento innovativi, nonché programmi informatici e licen

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5082400 5970833
Entità delle agevolazioni

Le agevolazioni sono concesse, nei limiti delle intensità massime di aiuto stabilite dalla Carta degli aiuti di Stato a finalità regionale, nella forma del contributo in conto impianti e del finanziamento agevolato, sulla base di una percentuale nominale delle spese ammissibili pari al 75%, ripartita come di seguito indicato:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Imprese
  • Finanza pubblica
  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Provvidenze

Veneto: bando efficientamento energetico PMI 2020

La Regione Veneto ha pubblicato il terzo bando per l'erogazione di contributi relativi ad interventi di efficientamento energetico delle PMI. Il finanziamento complessivo supera i 13 milioni di euro. L’agevolazione, nella forma del contributo a fondo perduto, è pari al 30% della spesa rendicontata ammissibile.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Energia e risparmio energetico
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Imprese

Lombardia: bando diagnosi energetiche PMI

La Regione Lombardia ha stanziato oltre 2 milioni di euro per incentivare nelle piccole e medie imprese la realizzazione di diagnosi energetiche o l'adozione di un sistema di gestione dell'energia conforme alla norma ISO 50001. L'agevolazione si configura come contributo a fondo perduto e viene coperto il 50% delle spese ammissibili, al netto dell’Iva, in ognuna delle sedi operative in cui l'azienda svolge la propria attività, fino a un massimo di dieci sedi, per importi complessivi sostenuti dall'impresa di 8 mila euro per la diagnosi energetica e di 16 mila euro per l'adozione del sistema di gestione ISO 50001.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Informatica
  • Finanza pubblica
  • Imprese
  • Professioni
  • Provvidenze

Lazio: 5 milioni per l’innovazione digitale delle imprese

La Regione Lazio ha destinato 5 milioni di euro alle micro, piccole e medie imprese o ai liberi professionisti che introducono tecnologie digitali e soluzioni ICT a sostegno dell’innovazione di processo e di prodotto. Chi partecipa al bando dovrà proporre l’adozione di una o più soluzioni tecnologiche o sistemi digitali, che introducano innovazioni nei processi produttivi, logistici, organizzativi e commerciali. L’agevolazione è un contributo a fondo perduto, con un massimo concedibile di 200 mila euro, nella misura del 40% dell’importo complessivo del progetto ammesso.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Edilizia scolastica
  • Imprese

Campania: contributi per la creazione o ammodernamento di asili nido e micro-nidi aziendali

Ammonta a 5 milioni il finanziamento della Regione Campania rivolto a nidi o micronidi al servizio di imprese o reti di imprese. Possono presentare domanda di agevolazione per la realizzazione, riqualificazione o il potenziamento delle strutture le imprese, singole o associate, indipendentemente dalla loro forma giuridica. Le agevolazioni «de minimis» sono concesse nella forma di un contributo in conto capitale nella misura massima del 70% delle spese ammissibili, nei seguenti limiti massimi: 200.000 euro in caso di interventi di realizzazione di nuovi asili nido o micronidi aziendali; 100.000 euro in caso di interventi di ampliamento, ristrutturazione e/o ammodernamento di strutture già esistenti destinate ad asili nido o micronidi aziendali.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Imprese
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze

Piemonte: sostegno alle Start up innovative - Bando SC-UP

Dal 25/09/2019 è aperto lo sportello del Bando SC-UP, del valore di 10 milioni di euro, che sostiene la realizzazione di programmi di investimento e sviluppo (business plan) da parte di start up innovative di piccola dimensione che abbiano superato la fase di esplorazione iniziale/primo avvio e possiedano il potenziale per effettuare una rapida e significativa penetrazione del mercato. Il contributo è a fondo perduto e compreso tra 150 e 500 mila euro, fino al 100% dei costi ammissibili. Le attività devono concludersi entro il 31/12/2022.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Imprese
  • Calamità
  • Calamità/Terremoti
  • Finanza pubblica
  • Protezione civile
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Provvidenze

Termini di pagamento utenze e fatture varie comuni colpiti dal sisma di agosto 2016 (soggetti con fabbricato inagibile)

  • Protezione civile
  • Imprese
  • Provvidenze
  • Finanza pubblica
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Calamità
  • Calamità/Terremoti

Esenzione Imposta di bollo istanze verso la P.A. comuni colpiti dal sisma 2016

  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Compravendita e locazione
  • Imprese
  • Calamità/Terremoti
  • Calamità
  • Protezione civile
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Provvidenze

Sisma centro Italia 2016: termine sospensione versamenti mutui e canoni di locazione finanziaria (attività economiche e privati con prima casa distrutta o inagibile)

  • Finanza pubblica
  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Provvidenze

Campania: incentivi per interventi di bonifica di materiali contenenti amianto triennio 2018-2020 - Anno 2020

  • Finanza pubblica
  • Impiantistica
  • Edilizia e immobili
  • Provvidenze
  • Impianti sportivi
  • Impianti di sollevamento e a fune
  • Impianti di sollevamento e a fune
  • Norme tecniche

Lombardia, impianti di risalita e piste da sci: contributi per l'adeguamento e la sicurezza - Bando 2015