FAST FIND : NR39882

D. Pres.P. Bolzano 22/11/2018, n. 31

Criteri applicativi per il contenimento del consumo di suolo.
Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- D. Pres. P. 19/12/2019, n. 36
Scarica il pdf completo
5081462 6121771
Articolo 1 - Ambito di applicazione.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5081462 6121772
Articolo 2 - Definizione

1. L'area insediabile comprende zone con le destinazioni urbanistiche di cui all'articolo 22, comma 1 della legge, inclusi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5081462 6121773
Articolo 3 - Finalità

1. L'obiettivo della delimitazione dell'area insediabile è la separazione strutturale delle aree abitate e del paes

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5081462 6121774
Articolo 4 - Criteri di delimitazione

1. L'area insediabile è delimitata sulla base dei seguenti criteri:

a) area urbanizzata;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5081462 6121775
Articolo 5 - Modalità di delimitazione delle aree

1. La delimitazione delle aree insediabili avviene mediante:

a) il rilievo dell'esistente;

b) la determinazione del fabbisogno;

c) l'identificazione delle aree non edificabili.

2. Il rilievo dell'esistente di cui al comma 1, lettera a), è finalizzato alla identificazione delle aree già urbanizzate, inclusi gli spazi verdi urbani ad esse connessi. La base per l

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5081462 6121776
Articolo 6 - Coordinamento con le strutture organizzative provinciali

1. Nel processo di delimitazione dell'area insediabile i Comuni devono in ogni caso coinvolgere le seguenti strutture organizzative provinciali secondo le rispettive competenze:

a) Agenzia provinciale per

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5081462 6121777
Articolo 7 - Aree verdi e superfici libere nell'area insediabile

1. Nel programma di sviluppo comunale il Comune definisce le strategie per la conservazione, il miglioramento della qualità, l'integrazione e il collegamento delle aree verdi e delle superfici libere all'interno dell'area insediabile.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5081462 6121778
Articolo 8 - Documenti

1. Ai fini della determinazione dell'area insediabile vanno elaborati i seguenti documenti:

a) relazione illustrativa con i seguenti contenuti minimi:

1) rilievo dell'esistente con analisi dello sviluppo storico, di particolari fattori per

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5081462 6121779
Articolo 9 - Contingente massimo di consumo di suolo

1. Nel programma di sviluppo comunale, il Comune definisce il contingente massimo di consumo di suolo ammesso nel periodo di pianificazione per le future aree insediabili e le infrastrutture

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5081462 6121780
Articolo 10 - Rilevazione e monitoraggio del consumo di suolo

1. La rilevazione e il monitoraggio del consumo del suolo sono effettuati dal Comune.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5081462 6121781
Articolo 11 - Capacità insediativa residuale

1. La capacità insediativa residuale rilevata autonomamente dal Comune, compresa quella risultante dall'indagine sulle sugli edifici non utilizzati, dev'ess

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5081462 6121782
Articolo 12 - Entrata in vigore

1. Il presente decreto entra in vigore il 1° luglio 2020.N1

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Distanze tra le costruzioni
  • Pianificazione del territorio
  • Urbanistica

Distanze legali tra le costruzioni, fasce di rispetto e vincoli di inedificabilità

AMBITO APPLICATIVO DELLE NORME SULLE DISTANZE (Valenza delle norme sulle distanze legali; Concetto di “costruzione” o “edificio” ai fini delle norme sulle distanze legali) - DISTANZE TRA EDIFICI NEI RAPPORTI TRA VICINI (Distanze tra costruzioni; Muro sul confine; Muro di cinta; Particolari manufatti edilizi (pozzi, cisterne, tubi, ecc.); Alberi e siepi; Luci e vedute; Patti in deroga tra privati; Violazione delle norme sulle distanze e tutela dei diritti dei vicini) - DISTANZE TRA EDIFICI AI FINI DEI TITOLI ABILITATIVI EDILIZI (Distanze nelle nuove costruzioni; Distanze negli interventi di demolizione e ricostruzione; Costruzioni in confine con le piazze e le vie pubbliche; Distanze tra edifici e deroghe del Piano Casa; Deroghe a distanze e altezze per interventi finalizzati al risparmio energetico) - MODALITÀ DI CALCOLO DELLE DISTANZE TRA EDIFICI (In genere; Modalità di misurazione; Rilevanza delle sporgenze ai fini del calcolo; Cosa debba intendersi per “parete finestrata”; Computo dei balconi aggettanti) - FASCE DI RISPETTO E VINCOLI DI INEDIFICABILITÀ (Cimiteri; Strade pubbliche; Ferrovie; Aeroporti; Suoli boschivi interessati da incendi; Corsi d’acqua pubblici; Linee elettriche).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Studio Groenlandia
  • Appalti e contratti pubblici
  • Urbanistica
  • Pianificazione del territorio

La realizzazione delle opere di urbanizzazione nel D. Leg.vo 50/2016

PREMESSA (Gli oneri di urbanizzazione; I riferimenti nel T.U. dell’edilizia e nella Legge urbanistica; Quali sono le opere di urbanizzazione) - LA DISCIPLINA NEL “VECCHIO” D. LEG.VO 163/2006 (Procedure per l’affidamento; Livello di progettazione a base di gara; Opere non realizzate a scomputo ma in base a convenzione) - LA DISCIPLINA NEL NUOVO D. LEG.VO 50/2016 (Procedure per l’affidamento; Livello di progettazione a base di gara; Decorrenza della disciplina del D. Leg.vo 50/2016) - ALTRI CASI DI OPERE PUBBLICHE REALIZZATE A SPESE DEL PRIVATO - DETERMINAZIONE DEL VALORE DELLE OPERE (Criteri di determinazione; Variazione del valore stimato).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Provvidenze
  • Pianificazione del territorio
  • Urbanistica
  • Finanza pubblica

Emilia Romagna: contributi ai comuni per la redazione dei Piani urbanistici generali (PUG)

Il bando regionale mette a disposizione dei Comuni un milione 800 mila euro per la redazione dei Piani urbanistici generali comunali (PUG). I Comuni potranno avere un contributo fino al 70% della spesa e avranno tempo fino al 15/10/2018 per presentare la domanda, che dovrà contenere un cronoprogramma con le tempistiche e la programmazione finanziaria delle attività per la formazione del Piano.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Standards
  • Urbanistica
  • Edilizia e immobili
  • Pianificazione del territorio

Regolamento edilizio comunale tipo: contenuti, valenza, iter di approvazione

Intesa 20/10/2016 della Conferenza unificata che reca il Regolamento edilizio tipo ai sensi del D.L. “sblocca Italia” 133/2014. Nell'articolo sono fornite indicazioni su che cosa è il Regolamento edilizio comunale, i suoi contenuti ed il procedimento di approvazione, sui contenuti del Regolamento tipo, sull'iter della sua approvazione e del successivo recepimento da parte degli enti territoriali.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Pianificazione del territorio
  • Strade
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Urbanistica
  • Norme tecniche
  • Infrastrutture e opere pubbliche

L’installazione di impianti pubblicitari stradali

Pianificazione delle attività, dimensioni, caratteristiche, ubicazione e distanze da rispettare dentro e fuori dai centri abitati, autorizzazioni (enti competenti, documentazione da produrre, tempistica per il rilascio o il diniego, durata, rinnovo e decadenza, sanzioni, obblighi del titolare, rapporto con le autorizzazioni edilizie), sanzioni.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Edilizia e immobili
  • Standards
  • Pianificazione del territorio
  • Urbanistica

Veneto, i regolamenti edilizi comunali devono adeguarsi al Regolamento edilizio tipo

  • Edilizia e immobili
  • Pianificazione del territorio
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Titoli abilitativi
  • Piano Casa
  • Standards
  • Urbanistica

Marche: obbligo di adeguamento dei regolamenti edilizi comunali al Regolamento edilizio tipo (RET)

  • Commercio e mercati
  • Procedimenti amministrativi
  • Urbanistica
  • Pubblica Amministrazione

Emilia Romagna - Prosecuzione attività in locali privi di requisiti imprese con sede non agibile al 31/12/2018