FAST FIND : GP6560

Sent. C. Cass. pen. 28/01/2003, n. 9538

49754 49754
1. Direttore dei lavori - Responsabilità - Per inosservanza legge urbanistica.
1. Il direttore dei lavori è responsabile dell’inosservanza della legge urbanistica indipendentemente dall’epoca in cui la violazione è stata commessa; infatti solo l’attivazione della procedura di comunicazione e rinuncia all’incarico prevista dall’art. 6 della L. 28 febbraio 1985 n. 47 può determinare un’esenzione da responsabilità.

1. Di questa sentenza vi è anche una massima sulla attività edilizia. 1a. (PGDL.4) - Sulla responsabilità del direttore dei lavori negli appalti di opere pubbliche ved. Cass. pen. III 4 febbraio 2003 n. 5149 [Il D.L. è responsabile per inosservanza delle prescrizioni contenute nella concessione edilizia o nel regolamento edilizio locale (nella specie non era stato esposto in cantiere il cartello con le prescritte indicazioni: estremi della concessione edilizia ecc.)]; Cass. S.U. 13 gennaio 2003 n. 340 R e C. Conti, Campania 28 novembre 2002 n. 142 R e C. Conti, Sicilia 7 agosto 2002 n. 1543 R (Il D.L. - responsabile per danni a terzi causati nell’esecuzione dell’incarico ricevuto - è soggetto alla giurisdizione della Corte dei conti); C. Conti, Lazio 26 settembre 2002 n. 2576 R (Non sussiste responsabilità del D.L. per danni conseguenti ad una sua istruzione impartita all’appaltatore con ordine di servizio anziché con l’adozione di una perizia di variante) ; Cass. 30 gennaio 2003 n. 1513 R (Diritto di rivalsa del committente verso il progettista direttore dei lavori per violazione di distanze legali conseguente ad errore di progetto); 29 gennaio 2003 n. 1294 R (Obbligazione di risultato e di mezzi, rispettivamente per il progettista ed il direttore dei lavori - Termini di decadenza e prescrizione ex art. 2226 Cod. civ. applicabili solo all’incarico di progetto); C. Conti, Centr. II 21 gennaio 2003 n. 13 R (Colpa grave del D.L. per i danni derivati alla P.A. dalla esecuzione e contabilizzazione di opere difformi dal progetto); C. Conti, Sicilia 7 agosto 2002 n. 1543 R (Decorrenza per la prescrizione dell’azione contro il D.L. relativa ai danni derivanti da inutilizzabilità di opera pubblica).
(L. 28 febbraio 1985 n. 47, art. 6) R

Dalla redazione

  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Impianti sportivi

Finanziamento per impianti sportivi nelle periferie urbane e aree svantaggiate

La misura prevede il finanziamento di interventi per la realizzazione e rigenerazione di impianti sportivi per l’attività agonistica localizzati nelle aree svantaggiate del Paese e nelle periferie urbane; l’obiettivo è di ridurre i fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale anche attraverso la promozione di attività sportiva. La dotazione finanziaria complessiva è pari a 140 milioni di euro.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Imprese
  • Mezzogiorno e aree depresse
  • Provvidenze
  • Finanza pubblica

Agevolazioni alle PMI per investimenti innovativi nelle regioni meno sviluppate

Il nuovo bando Macchinari innovativi sostiene la realizzazione di programmi di investimento finalizzati alla trasformazione tecnologica e digitale dell’impresa nei territori delle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia. La dotazione finanziaria complessiva dello strumento è pari a 265 milioni di euro.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Aree rurali
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Urbanistica

Emilia Romagna: Bando Montagna 2020

Contributi prima casa in montagna e lo scopo è quello di rivitalizzare le aree montane e recuperare il il patrimonio edilizio esistente. Il Bando Montagna 2020 concede contributi fino a 30.000 euro ai nuclei familiari già residenti in montagna o che desiderano trasferirvisi acquistando la prima casa, limitatamente a immobili già esistenti o recuperando il patrimonio edilizio esistente (o un mix delle due modalità).
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Sicurezza

Toscana: Bando per la sicurezza stradale 2020

Azioni Regionali per la Sicurezza Stradale. Approvazione del Bando regionale per la presentazione delle domande da parte di Città Metropolitana, Province e Comuni della Toscana in attuazione del PRIIM. Il bando regionale mette a disposizione 5 milioni di euro per mettere in atto tutte le misure necessarie al fine di contrastare il fenomeno dell'incidentalità stradale.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Informatica
  • Professioni
  • Calamità
  • Imprese

Umbria: Bridge to Digital 2020

Bridge to digital", un ponte per il digitale: tre milioni di euro messi a disposizione dalla Regione Umbria per favorire la trasformazione digitale delle micro e piccole imprese e dei liberi professionisti per renderli più competitivi nei mercati nazionali ed interazionali ed aumentarne la capacità di reazione alla congiuntura negativa dovuta al COVID-19.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico

Impianti di riscaldamento e condizionamento - Sistemi di automazione e controllo

  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico

Punti di ricarica edifici non residenziali

  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Macchine e prodotti industriali
  • Norme tecniche

Ecodesign apparecchi di refrigerazione con funzione di vendita diretta