FAST FIND : GP6536

Sent. C. Cass. 07/11/2003, n. 16732

49730 49730
1. Edilizia ed urbanistica - Distanze - Sopraelevazione - Va considerata nuova costruzione.
1. La sopraelevazione anche se di ridotte dimensioni comporta sempre un aumento della volumetria e della superficie di ingombro e va, pertanto, considerata a tutti gli effetti e quindi anche per la disciplina delle distanze come nuova costruzione.

1. Conforme a Cass. 24 maggio 2000 n. 6809 R 1a. (DIST.14) - Sull’obbligo di osservanza delle norme sulle distanze legali anche in caso di sopraelevazione ved. C. Stato IV 25 settembre 2002 n. 4927 R (Per la soprelevazione costruita a distanza dal ciglio dell’autostrada - all’esterno di un centro abitato - inferiore a quella stabilita dal D.M. 1° aprile 1968 non può essere rilasciata concessione edilizia in sanatoria); Cass. 3 luglio 2001 n. 8989 R (La regola che vincola il proprietario che ha costruito per primo sul confine, secondo il principio della prevenzione, alla scelta compiuta, imponendogli, nel caso di sopraelevazione, di rispettare il filo della precedente fabbrica, non è applicabile nel caso in cui lo strumento urbanistico locale, successivamente intervenuto, abbia sancito l’obbligo inderogabile di osservare una determinata distanza dal confine); 8 gennaio 2001 n. 200 [R=W8GE01000](In caso di sopraelevazione anche il preveniente, al pari del prevenuto, deve osservare la sopravvenuta disciplina regolamentare integrativa del Codice civile); 24 maggio 2000 n. 6809 in GIU 2/00, 513 (La sopraelevazione va sempre considerata a tutti gli effetti, e quindi anche ai fini delle distanze, come nuova costruzione); C. Stato V 19 ottobre 1999 n. 1565 R(Le disposizioni dell’art. 9, 2° comma, D.M. 2 aprile 1968 n. 1444 R sull’obbligo di mantenere una distanza minima di 10 m. tra pareti finestrate e pareti di edifici antistanti si applicano anche alle sopraelevazioni); Cass. 22 febbraio 1999 n. 1474 R (L’obbligo di rispetto delle distanze anche per le soprelevazioni sussiste anche in caso di ridotta dimensione del manufatto); 22 ottobre 1998 n. 10482 R (Riguardo alle distanze, per le soprelevazioni sono applicabili i Regolamenti locali e non l’art. 885 Cod. civ.); 1° luglio 1997 n. 5839 R (Sui requisiti della soprelevazione); 11 giugno 1997 n. 5246 R(Le norme sulle distanze fra costruzioni sono applicabili anche per le soprelevazioni); 22 febbraio 1996 n. 1362 R; 26 maggio 1995 n. 5892 R (Norma regolamentare sopravvenuta sul principio della prevenzione, integrativa del Codice civile, applicabile anche alla sopraelevazione); 17 maggio 1994 n. 4803 R(Obbligo di rispetto, da parte del preveniente, della disciplina urbanistica più restrittiva, sopravvenuta, riguardante il principio della prevenzione); 27 settembre 1993 n. 9726 R (Principio della prevenzione applicabile alla sopraelevazione - Ammissibilità della sopraelevazione in aderenza sulla verticale della costruzione preesistente); 17 ottobre 1992 n. 11434 R (Osservanza, per la sopraelevazione, di distanza proporzionale alle altezze degli edifici); 22 aprile 1992 n. 4799 R [Nel caso di sopraelevazione la distanza tra edifici vicini, ai sensi dell’art. 17, 1° c., lett. c) L. 6 agosto 1967 n. 765,R non può essere inferiore all’altezza di ciascun fronte dell’edificio da costruire; dove l’altezza è riferita alla parte dell’edificio da realizzare e non all’intero corpo di fabbrica sopraelevato).
(Cod. civ. art. 873)

Dalla redazione

  • Fisco e Previdenza

Scadenzario fiscale termini rinviati o sospesi per l’emergenza Coronavirus

TABELLA RIEPILOGATIVA - SOSPENSIONE TERMINI DAL 21/02/2020 NELLE PRIME “ZONE ROSSE” - SOSPENSIONE DAL 02/03/2020 PER LE CATEGORIE DI SOGGETTI PIÙ COLPITE - SOSPENSIONE ADEMPIMENTI PER TUTTI I CONTRIBUENTI DAL 08/03/2020.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Imprese
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze

Abruzzo: sostegno alle mPMI per investimenti in macchinari e impianti

Rilancio della propensione agli investimenti del sistema produttivo abruzzese attraverso un consolidamento delle realtà esistenti e ad un rinnovamento della base produttiva, garantendo aiuti per investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili e per processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale per quasi tutti i codici Ateco. È l'obiettivo dell'Avviso emanato in attuazione dell’Asse Prioritario III "Competitività del sistema produttivo”, al fine di promuovere la competitività delle piccole e medie imprese, Azione 3.1.1 del POR FESR 2014 - 2020 della Regione Abruzzo".
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Calamità/Terremoti
  • Protezione civile

Coronavirus (Covid-19) - Tutti i provvedimenti

Tutti i provvedimenti emanati per fronteggiare l’emergenza sanitaria (Coronavirus Covid-19): STATO DI EMERGENZA - DECRETI LEGGE - DECRETI E DELIBERE DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO - ORDINANZE DI PROTEZIONE CIVILE - ORDINANZE DEL MINISTERO DELLA SALUTE - PROVVEDIMENTI DEL MINISTERO DELL’ECONOMIA E FINANZE - PROVVEDIMENTI DEL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - PROVVEDIMENTI DELL’ANAC.
  • Provvidenze
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Appalti e contratti pubblici
  • Finanza pubblica
  • Edilizia e immobili
  • Beni culturali e paesaggio

Finanziamento per la valorizzazione di borghi e centri storici nel sud d’Italia

Vengono finanziati interventi per il rafforzamento dell’attrattività dei borghi e dei centri storici di piccola e media dimensione nei comuni delle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, attraverso il restauro e recupero di spazi urbani, edifici storici o culturali. La dotazione finanziaria complessiva è di 30 milioni di euro.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Prevenzione Incendi
  • Uffici e luoghi di lavoro

Prevenzione incendi nei luoghi di lavoro

OBBLIGHI DI CARATTERE GENERALE - VALUTAZIONE DEL RISCHIO INCENDIO (Revisione della valutazione dei rischi di incendio) - MISURE DI CARATTERE ORGANIZZATIVO E TECNICO (Designazione e formazione degli addetti; Misure di carattere generale; Vie e uscite di emergenza; Misure per la rivelazione e l'allarme in caso di incendio; Mezzi per l’estinzione dell’incendio - Manutenzione e controllo; Controlli e manutenzione sulle misure di protezione antincendio; Informazione e formazione dei lavoratori) - PIANO E MISURE DI EMERGENZA (Contenuti e criteri di redazione del piano di emergenza; Assistenza alle persone disabili in caso di incendio) - RAPPORTO CON LA NORMATIVA ANTINCENDIO - SANZIONI - PREVENZIONE INCENDI PER LA PROGETTAZIONE, COSTRUZIONE E L’ESERCIZIO DI EDIFICI E/O LOCALI DESTINATI AD UFFICI.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica