FAST FIND : GP5942

Sent. C. Cass. pen. 15/02/2002, n. 11149

49136 49136
1. Edilizia ed urbanistica - Concessione edilizia - In sanatoria - Condizioni - Doppia conformità. 2. Edilizia ed urbanistica - Attività edilizia - Vincolo artistico e storico - Reato ex art. 118 D.Lgs. 99/490 - Estinzione - Condizioni.
1. In materia edilizia, ai fini del rilascio della concessione in sanatoria di cui all'art. 13 della L. 28 febbraio 1985 n. 47 è richiesto che l'opera eseguita originariamente in assenza di concessione o autorizzazione presenti la cosiddetta «doppia conformità», ovvero che sia conforme agli strumenti urbanistici vigenti al momento del rilascio del provvedimento e che risultasse tale anche al momento della sua realizzazione. 2. Il reato previsto e punito dall'art. 118 del D.Lgs. 29 ottobre 1999 n. 490 (esecuzione di opere su beni culturali in assenza di autorizzazione) non si estingue in conseguenza del rilascio della concessione in sanatoria di cui all'art. 13 della L. 28 febbraio 1985 n. 47, come avviene ai sensi dell'art. 22 stessa legge per il reato urbanistico, atteso che il rilascio della concessione in sanatoria estingue soltanto i reati previsti dalle norme urbanistiche e non anche quelli previsti da altre disposizioni di legge.

Sul vincolo artistico e storico all'attività edilizia ved. C. Stato VI 12 marzo 2002 n. 1453 (Il provvedimento con cui viene imposto un vincolo artistico e storico indiretto ai sensi dell'art. 21 L. 1° giugno 1939 n. 1089 R comportante l'inedificabilità assoluta deve essere adeguatamente motivato); C. Stato VI 5 ottobre 2001 n. 5247 R (1. Il vincolo artistico e storico può essere imposto anche solo se la P.A. ritiene che esistano reperti archeologici, anche se non ancora materialmente trovati, in base ad un giudizio tecnico discrezionale - 2. Il vincolo artistico e storico può essere imposto su complessi archeologici con ruderi disseminati su un'estesa zona); VI 3 settembre 2001 n. 4621 R (Sul vincolo indiretto ex art. 21 L. 1° giugno 1939 n. 1089 a tutela delle cose di notevole interesse artistico e storico); VI 3 settembre 2001 n. 4591 R (Il vincolo artistico e storico è ammissibile anche per manufatto in condizioni di degrado); VI 27 marzo 2001 n. 1766 R (1. È discrezionale il giudizio della P.A. che dichiarava di interesse storico e artistico un immobile - 2. Il vincolo storico e artistico è previsto a tutela di un immobile e anche del decoro e conservazione dell'ambiente circostante); VI 12 febbraio 2001 n. 661 R (Il vincolo artistico, ricorrendo certe condizioni, può essere imposto su un edificio in cui ha lavorato a lungo un artista); VI 2 febbraio 2001 n. 435 R (Una congrua motivazione è necessaria per l'imposizione di un vincolo indiretto ex art. 21 L. 1° giugno 1939 n. 1089); Cass. pen. III 7 marzo 2000 n. 2733 (1. L'art. 18 L 1° giugno 1939 n. 1089 sulla preventiva approvazione dei progetti delle opere da eseguire sulle cose tutelate dalla legge in quanto di interesse artistico o storico, si riferisce alle opere di qualunque genere - 2. La normativa a tutela delle cose di interesse artistico e storico può essere violata anche da una struttura provvisoria); C. Stato VI 3 gennaio 2000 n. 27 R; Cass. pen. V 7 luglio 1999 n. 10514; Cass. pen. III 20 ottobre 1999 n. 11965 [Sul reato che si commette con attività edilizia senza l'osservanza di un esistente vincolo storico, artistico e archeologico].
(L. 28 febbraio 1985 n. 47, art. 13) R (L. 28 febbraio 1985 n. 47, artt. 13 e 22; D.Lgs. 29 ottobre 1999 n. 490, art. 118) R

Dalla redazione

  • Finanza pubblica
  • Demanio
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali
  • Provvidenze
  • Pubblica Amministrazione
  • Infrastrutture e opere pubbliche

Sardegna: contributi per la rimozione di posidonia dai litorali

La Regione Sardegna ha messo a disposizione dei Comuni costieri contributi destinati alle attività di gestione della posidonia depositata sui litorali finalizzata alla fruizione sostenibile del litorale ed al contrasto all’erosione costiera.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Fisco e Previdenza
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Imposte sul reddito

Asseverazioni Ecobonus 110%, indicazioni per il Tecnico redattore

In questa scheda si riporta il modello di asseverazione a fine lavori - contenuto nel D.M. 06/08/2020, c.d. "Decreto Asseverazioni" - da compilare in relazione agli interventi di efficientamento energetico ammessi a usufruire del Super-Ecobonus 110%, corredato da note e indicazioni redazionali.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Impiantistica
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Impianti di sollevamento e a fune

Veneto: bando di finanziamento impianti di risalita per l’anno 2020

La Regione Veneto ha approvato il bando relativo all'anno 2020 per il finanziamento di interventi sui nuovi impianti di risalita, o per l’ammodernamento di quelli esistenti, finalizzati allo sviluppo delle aree sciistiche interessate dagli eventi sportivi internazionali, con particolare riferimento alle Olimpiadi invernali Cortina-Milano 2026. I finanziamenti, che saranno erogati in conto capitale, ammontano a 11,7 milioni di euro, con un massimo di 4 milioni per ogni nuovo impianto e 500.000 euro per gli ammodernamenti.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Impianti sportivi

Abruzzo: contributi per interventi di impiantistica sportiva

Il bando della Regione Abruzzo, riservato ai Comuni, è finalizzato alla concessione di contributi in conto capitale per l’attuazione di interventi di impiantistica sportiva, ai sensi della L.R. 12/01/2018 n. 2. La dotazione finanziaria ammonta complessivamente a 3.950.000,00 euro da ripartire per il triennio 2020/2022. La scadenza delle domande, da far pervenire esclusivamente tramite P.E.C, è fissata al 02/11/2020.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Titoli abilitativi
  • Provvidenze
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica

Piemonte: 26 milioni per i costi dei titoli edilizi

Per favorire la ripartenza dell'attività edilizia a causa dell'emergenza da COVID-19, la Regione Piemonte ha stanziato per l'anno 2020 euro 26.000.000,00 in favore dei Comuni a copertura parziale o totale del contributo del costo di costruzione relativo al rilascio dei titoli abilitativi in edilizia, di cui all'articolo 16 del Testo Unico edilizia (D.P.R. 380/2001). Si tratta di contributi e fondo perduto e le relative domande dovranno essere presentate da professionisti abilitati per la presentazione di istanze edilizie, a nome e per conto di privati e imprese.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Tutela ambientale

Bando Horizon 2020 sul Green deal europeo

  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico

Impianti di riscaldamento e condizionamento - Sistemi di automazione e controllo

  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico

Punti di ricarica edifici non residenziali