FAST FIND : NR39546

L. R. Abruzzo 31/07/2018, n. 23

Testo unico in materia di commercio.
Scarica il pdf completo
4884143 8537055
TITOLO I - Disposizioni generali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537056
Capo I - Principi e funzioni
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537057
Art. 1 - Oggetto

1. Ai sensi dell'articolo 40 dello Statuto regionale e in conformità con quanto stabilito dalla

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537058
Art. 2 - Principi e finalità

1. L'attività commerciale si fonda sul principio della libertà di iniziativa economica privata.

2. La Regione disciplina il settore delle attività commerciali in attuazione dei principi europei, costituzionali e delle leggi statali in materia di tutela della concorrenza e liberalizzazione.

3. La Regione persegue con il concorso degli Enti locali, delle Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura (di seguito denominate Camere di commercio), delle associazioni di categoria del settore commercio maggiormente rappresentative a livello nazionale e di quelle dei consumatori il raggiungimento delle finalità di cui al presente articolo nel rispetto dei principi di sussidiarietà, differenziazione e adeguatezza.

4. La disciplina del presente testo unico persegue le seguenti finalità:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537059
Art. 3 - Funzioni della Regione

1. Sono riservate alla Regione le funzioni di programmazione, indirizzo e coordinamento in materia di commercio, ed in particolare:

a. il concorso all'elaborazione ed all'attuazione delle politiche di sostegno e promozione nell'ambito delle politiche europee e nazionali di settore, ivi compreso il sostegno alla realizzazione degli interventi previsti dai programmi europei;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537060
Art. 4 - Funzioni dei Comuni

1. I Comuni esercitano le funzioni amministrative in materia di commercio non attribuite dal presente testo unico alla Regione o ad altri enti.

2. I Comuni:

a. definiscono i criteri per il rilascio delle autorizzazioni per le medie e le grandi strutture di vendita;

b. stabiliscono le direttive e gli

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537061
Art. 5 - Funzioni delle Camere di commercio

1. Per l'esercizio delle funzioni previste dal presente testo unico, la Regione e i Comuni, nel rispetto di quanto previsto dalla

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537062
Art. 6 - Attività commerciali

1. Ai fini del presente testo unico si intendono per attività commerciali:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537063
Art. 7 - Ambito di esclusione

1. Il presente testo unico non si applica:

a. ai titolari di farmacie e ai direttori di farmacie delle quali i Comuni assumono l'impianto e l'esercizio ai sensi della legge 2 aprile 1968, n. 475 (Norme concernenti il servizio farmaceutico) che vendono esclusivamente prodotti farmaceutici, specialità medicinali, dispositivi medici e presidi medico-chirurgici;

b. ai titolari di rivendite di generi di monopolio, che vendono esclusivamente generi di monopolio ai sensi della legge 22 dicembre 1957, n. 1293 (Organizzazione dei servizi di distribuzione e vendita dei generi di monopolio);

c. agli imprenditori agricoli che esercitano la vendita dei prodotti ai sensi dell'articolo 4 del decreto legislativo 18 maggio

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537064
Art. 7-bis - Prodotti ingombranti

N1

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537065
Art. 7-ter - Ampliamento ed accorpamento

N1

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537066
Capo II - Requisiti per l'esercizio delle attività commerciali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537067
Art. 8 - Requisiti di accesso e di esercizio delle attività commerciali

1. Le attività commerciali di cui al presente testo unico sono subordinate al rispetto dei requisiti di accesso e di esercizio previsti dall'

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537068
Art. 9 - Formazione professionale

1. Il requisito professionale di cui all'articolo 71, comma 6, lettera a) del D.Lgs. n. 59/2010 è conseguito al termine della frequentazione di un corso professionale per il commercio, la preparazione o la somministrazione degli alimenti, istituito o riconosciuto e regolamentato dalla Regione.

2. La Giunta regionale, sulla base delle indicazioni fornite dal Di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537069
Capo III - Programmazione distributiva
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537070
Art. 10 - Programmazione distributiva regionale

1. La programmazione commerciale ed urbanistica della rete distributiva regionale è attuata attraverso il Piano regionale di programmazione della rete distributiva del commercio adottato dalla Giunta regionale nel rispetto di quanto previsto dall'articolo 31,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537071
Art. 11 - Obiettivi del Piano regionale di programmazione della rete distributiva del commercio

1. Al fine di assicurare la trasparenza del mercato, la concorrenza, la libertà di impresa e la libera circolazione delle merci e dei servizi, il Piano di cui all'articolo 10 persegue i seguenti obiettivi:

a. favorire la realizzazione di una rete distributiva che assicuri la qualità dei servizi da rendere ai consumatori e la qualità della vita della popolazione, nonché la migliore produttività del sistema;

b. assicurare il rispetto del principio della libera concorrenza, favorendo l'equilibrato sviluppo delle diverse tipologie distributive, con particolare attenzione alla tutela e alla val

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537072
Art. 12 - Programmazione distributiva comunale

1. I Comuni, al fine di migliorare la funzionalità e la produttività del sistema dei servizi concernenti le attività commerciali, valutate le caratteristiche e le tendenze della distribuzione commerciale e nel rispetto di quanto disposto dal Piano

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537073
Art. 13 - Progetti integrati di rivitalizzazione dei centri storici e urbani e delle realtà minori

1. I Comuni ai sensi dell'articolo 10, comma 1, lettera a) del decreto legislativo 31 marzo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537074
Capo IV - Strumenti operativi
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537075
Art. 14 - Concertazione

1. La Regione e i Comuni, ai fini del presente testo unico, attuano la concertazione intesa come esame preliminare degli atti di indirizzo, programmazi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537076
Art. 15 - Forme particolari di concertazione

1. La Regione assicura forme particolari di concertazione intese alla:

a. realizzazione di un sistema coordinato di monito

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537077
Art. 16 - Centri di assistenza tecnica

1. Per sviluppare i processi di ammodernamento della rete distributiva possono essere istituiti centri di assistenza tecnica alle imprese (di seguito CAT) costituiti

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537078
Art. 17 - Accreditamento dei CAT

1. I CAT, per ottenere l'accreditamento, devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

a. specifica previsione nello statuto, relativa alla prestazione di servizi a favore delle imprese commerciali richiedenti;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537079
Art. 18 - Agenzie per le imprese

1. La Regione promuove e valorizza il ruolo e le funzioni delle Agenzie per le imprese di cui all'articolo 38 del d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537080
Art. 19 - Sportello unico per le attività produttive

1. Lo sportello unico per le attività produttive (di seguito SUAP) di cui all'articolo 38 del D.L. n. 112/2008 e di cui all'articolo 25 del

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537081
Art. 20 - Istituzioni e compiti dell'Osservatorio

1. È istituito presso il Dipartimento della Giunta regionale competente in materia di commercio l'Osservatorio regionale del sistema distributivo. L'Osservatorio rimane in carica per la durata della legislatura; è nominato con decreto del Presidente della Giunta regionale ed è composto come segue:

a. l'Assessore competente in materia di commercio o suo delegato con funzioni di Presidente;

b. il Presidente della Commissione consiliare competente in materia di commercio o suo delegato;

c. un membro effettivo ed uno supplente in rappresentanza dell'Unioncamere;

d. un membro effettivo ed uno supplente in rappresentanza

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537082
TITOLO II - Attività commerciale in sede fissa su aree private
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537083
Capo I - Commercio in sede fissa
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537084
Art. 21 - Definizioni

1. Ai fini dell'applicazione delle disposizioni contenute nel presente Titolo si intende:

a. per commercio all'ingrosso: l'attività svolta da chiunque professionalmente acquista merci in nome e per conto proprio e le rivende ad altri commercianti, all'ingrosso o al dettaglio, o ad utilizzatori professionali, o ad altri utilizzatori in grande;

b. per commercio al dettaglio: l'attività svolta da chiunque professionalmente acquista merci in nome e per conto proprio e le rivende, su aree private in sede fissa o mediante altre forme di distribuzione, direttamente al consumatore finale;

c. per superficie di vendita di un esercizio commerciale: l'area destinata alla vendita, compresa quella occupata da banchi, scaffalature, vetrine e quelle dei locali frequentabili dai clienti adibite all'esposizione delle merci e collegate direttamente all'esercizio di vendita. Non costituisce superficie di vendita quella dei locali destinati a magazzini, depositi, lavorazioni, uffici, servizi igienici, gli spazi collocati davanti alle casse e ad altri servizi nei quali non è previsto l'ingresso dei clienti;

d. per esercizi di vicinato: gli esercizi aventi superficie di vendita non superiore a 150 mq. nei Comuni con popolazione residente inferiore a 10.000 abitanti e a 250 mq. nei Comuni con popolazione residente superiore a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537085
Art. 22 - Settori merceologici

1. Ai sensi del presente testo unico l'attività commerciale al dettaglio e all'ingrosso in sede fissa può essere esercitata, singolarmente o cumulati

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537086
Art. 23 - Commercio al dettaglio negli esercizi di vicinato

1. I regimi amministrativi applicabili per l'apertura, il trasferimento di sede, l'ampliamento della superficie di vendita, il subingresso e la cessazione degli esercizi di vicinato nel settore alimentare e non alimentare, sono quelli di cui alla tabella A allegata al decreto legislativo 25 novembre 2016,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537087
Art. 24 - Commercio al dettaglio nelle medie strutture di vendita

1. I regimi amministrativi applicabili per l'apertura, il trasferimento di sede, l'ampliamento della superficie di vendita, il subingresso e la cessazione delle medie strutture di vendita nel settore alimentare e non alimentare, sono quelli di cui alla tabella A allegata al D.Lgs. n. 222/2016.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537088
Art. 25 - Commercio al dettaglio nelle grandi strutture di vendita

1. I regimi amministrativi applicabili per l'apertura, il trasferimento di sede, l'ampliamento della superficie di vendita, il subingresso e la cessazione delle grandi strutture di vendita nel settore alimentare e non alimentare

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537089
Art. 26 - Procedimento autorizzativo per le grandi strutture di vendita

1. L'esame e l'istruttoria delle pratiche relative ai regimi amministrativi di cui all'articolo 25 sono effettuate dai Comuni interessati entro trenta giorni dal ricevimento della domanda, salvo quanto previsto dall'articolo 28, comma 1.

2. Entro trenta giorni dalla conclusione dell'istruttoria di cui al comma 1, il Comune indice la conferenza di servizi di cui agli articoli 14 e seguenti della legge 7 agosto 1990, n. 241 (Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi), in conformità con quanto previsto nella tabella A allegata al D.Lgs. n. 222/2016.

3. Contestualmente all'indizione della conferenza di servizi il

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537090
Art. 27 - Autorizzazione comunale

1. Il Comune, nel caso di determinazione positiva della conferenza di cui all'articolo 26, provvede al rilascio dell'autorizzazione entro trenta giorni dalla conclusione dei lavori della conferenza stessa; entro lo stesso termine, in caso di deter

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537091
Art. 28 - Disposizioni particolari

1. In caso di progetti che richiedono la valutazione di impatto ambientale (VIA) e questa non sia allegata alla domanda, il Comune deve acquisirla entro il termine di novanta giorni di cui al comma 7 dell'articolo 26. La mancata acquisizione della VIA secondo le modalità sopra indicate determina il rigetto della domanda.

2. Nel caso di grandi strutture di vendita previste in piani attuativi o in strumenti di programmazione negoziata è prevista la correlazione tra il procedimento di natura urbanistica e quello autorizzativo commerciale disciplinato nei termini e secondo le modalità di cui al Capo I del prese

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537092
Art. 29 - Attivazione commerciale

1. Gli esercizi commerciali delle medie strutture di vendita di cui all'articolo 21, comma 1, lettera e) soggetti ad autorizzazione amministrativa sono attivati entro dodici mesi dalla data di rilascio del

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537093
Art. 30 - Priorità delle domande concorrenti

1. In caso di domande concorrenti per aperture di nuovi esercizi delle medie e delle grandi strutture di vendita i Comuni per il rilascio della prescritta

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537094
Art. 31 - Procedimento per il trasferimento delle grandi strutture di vendita

1. Il trasferimento di sede di una grande struttura di vendita può essere effettuato solo all'interno del territorio comunale.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537095
Art. 32 - Parametri di insediabilità urbanistica delle medie e grandi strutture di vendita

1. Le strutture degli esercizi delle medie e delle grandi strutture di vendita di cui all'articolo 21, comma 1, lettere e) ed f) devono rispondere a condizioni di compatibilità con le norme urbanistiche che regolano l'insediabilità sul territorio, secondo i successivi parametri.

2. Per le aree destinate a nuovi insediamenti commerciali è obbligatoria la specifica destinazione d'uso commerciale delle aree stesse.

3. Per i nuovi insediamenti commerciali si applicano i seguenti parametri urbanistici:

a) rapporto di copertura del lotto inferiore al quaranta per cento di superficie fondiaria;

b) per i nuovi insediamenti commerciali ed artigianali le distanze minime dai confini sono previste dagli strumenti urbanistici comunali, nel rispetto dei limiti sanciti dalla normativa statale e regionale;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537096
Art. 33 - Localizzazione degli esercizi commerciali delle medie e grandi strutture di vendita nell'ambito delle diverse zone del territorio comunale

1. I Comuni nella predisposizione degli indirizzi programmatici e nell'adeguamento degli strumenti urbanistici ai parametri di cui all'articolo 32, individuano le zone del proprio territor

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537097
Art. 34 - Razionalizzazione della rete distributiva

1. Al fine di assicurare un processo di riqualificazione e di ristrutturazione della rete distributiva esistente, è consentita l'apertura di grandi st

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537098
Art. 35 - Centri commerciali

1. L'apertura, il trasferimento di sede, l'ampliamento e la modifica, quantitativa o qualitativa, di settore merceologico di un centro commerciale di cui all'articolo 21, comma 1, lettera g) sono soggetti ad auto

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537099
Art. 36 - Commercio all'ingrosso

1. L'esercizio dell'attività di commercio all'ingrosso, ivi compreso quello relativo ai prodotti alimentari e, in particolare, ai prodotti ortoflorofr

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537100
Art. 37 - Vendita al pubblico di alcune tipologie di farmaci

1. Gli esercizi commerciali di cui agli articoli 23, 24, 25 e 35, possono effettuare attività di vendita al pubblico dei farmaci da banco o di automed

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537101
Capo II - Forme speciali di vendita al dettaglio
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537102
Art. 38 - Spacci interni

1. I regimi amministrativi applicabili per l'apertura, il trasferimento di sede, l'ampliamento della superficie, il subingresso e la cessazione dell'attività di vendita di prodotti a favore di dipendenti da enti o imprese, pubblici o privati, di militar

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537103
Art. 39 - Apparecchi automatici

1. I regimi amministrativi applicabili per l'apertura, il trasferimento di sede, l'ampliamento della superficie, il subingresso e la cessazione dell'attività di vendita, nel settore alimentare e non alimentare, effettuata in apposito locale ad esso adi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537104
Art. 40 - Vendita per corrispondenza, televisione o altri sistemi di comunicazione

1. I regimi amministrativi applicabili per l'avvio, il subingresso e la cessazione dell'attività di vendita per corrispondenza, televisione o altri si

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537105
Art. 41 - Vendite effettuate presso il domicilio dei consumatori

1. I regimi amministrativi applicabili per l'avvio, il subingresso e la cessazione nell'attività di vendita al dettaglio o raccolta di ordinativi di ac

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537106
Capo III - Vendite straordinarie
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537107
Art. 42 - Definizione di vendita straordinaria

1. Sono considerate vendite straordinarie le vendite di liquidazione, le vendite promozionali e le vendite di fine stagione o saldi effettuate dall'ese

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537108
Art. 43 - Vendite di liquidazione

1. Le vendite di liquidazione sono effettuate dall'esercente al fine di eliminare in breve tempo le proprie merci a seguito di cessazione definitiva dell'attività commerciale, cessazione di locazione di durata annuale, di azienda o ramo di azienda, cessione in proprietà dell'azienda, trasferimento dell'azienda in altro locale, trasformazione o rinnovo locali.

2. Le vendite di liquidazione possono essere effettuate in qualunque momento dell'anno

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537109
Art. 44 - Vendite promozionali

1. Le vendite promozionali sono effettuate dall'esercente al fine di promuovere gli acquisti di alcuni prodotti merceologici, praticando sconti reali ed effettivi sui prezzi normali di vendita.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537110
Art. 45 - Vendite di fine stagione o saldi

1. Le vendite di fine stagione o saldi riguardano i prodotti, di carattere stagionale o di moda, suscettibili di notevole deprezzamento se non vengono venduti entro un certo periodo di tempo.

2. Le vendite di cui al comma

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537111
Art. 46 - Disposizioni comuni alle vendite straordinarie

1. L'esercente che intende effettuare una vendita straordinaria è tenuto ad indicare su un cartello ben visibile:

a. il tipo di vendita che intende effettuare ai sensi degli articoli 43, 44 e 45;

b. l'ubicazione dei locali in cui deve essere effettuata la vendita;

c. la dat

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537112
Capo IV - Pubblicità dei prezzi e orari delle attività commerciali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537113
Art. 47 - Pubblicità dei prezzi

1. I prodotti esposti per la vendita al dettaglio, ovunque collocati, devono indicare in modo chiaro e ben leggibile il prezzo di vendita al pubblico m

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537114
Art. 48 - Orari degli esercizi di commercio al dettaglio in sede fissa

1. La regolamentazione degli orari di apertura e di chiusura al pubblico di tutte le attività di vendita al dettaglio è contenuta nelle disposizioni

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537115
Capo V - Disposizioni sanzionatorie
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537116
Art. 49 - Sanzioni per l'attività commerciale in sede fissa su aree private

1. Chiunque viola le disposizioni di cui agli articoli 8, 9, 23, 24, 25, 38, 39, 40, 41 e 48, comma 2, è punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro cinquecento ad euro ventimila.

2. In caso di particolare gravità o di recidiva

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537117
TITOLO III - Somministrazione di alimenti e bevande
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537118
Capo I - Disposizioni generali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537119
Art. 50 - Tipologia dell'attività

1. Gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande sono costituiti da una unica tipologia che comprende anche la somministrazione di bevande alc

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537120
Art. 51 - Definizioni

1. Ai fini dell'applicazione delle disposizioni contenute nel presente Titolo si intende:

a. per somministrazione di alimenti e bevande: la vendita per il consumo sul posto, effettuata nei confronti di chiunque ne faccia richiesta oppure riservata a cerchie determinate di persone, che comprende tutti i casi in cui gli acquirenti consumano i prodotti nei locali dell'esercizio o in una superficie aperta al pubblico, all'uopo attrezzati; non costitu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537121
Art. 52 - Ambito di applicazione

1. Il presente Capo si applica all'attività di somministrazione al pubblico di alimenti e di bevande così come definita all'articolo 51 e altresì all'attività di somministrazione di alimenti e bevande effettuata:

a. mediante distributori automatici

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537122
Art. 53 - Apertura, ampliamento e trasferimento degli esercizi

1. I regimi amministrativi applicabili per l'apertura, il trasferimento di sede, l'ampliamento della superficie di vendita ed il subingresso degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, sono quelli di cui alla tabella A allegata al D.Lgs. n. 222/2016.

2. I Comuni, nell'ambito dell'esercizio delle funzioni di cui all'articolo 4, individuano le aree in cui l'apertura, il trasferimento di sede e l'ampliamento della superficie degli eser

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537123
Art. 54 - Attività di somministrazione stagionale e temporanea

1. I Comuni stabiliscono le condizioni per l'esercizio dell'attività di somministrazione in forma stagionale, considerandosi tale l'attività svolta p

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537124
Art. 55 - Esercizio di attività accessorie

1. Fermo restando il rispetto delle disposizioni previste dalle leggi di settore, i regimi amministrativi di cui all'articolo 53 abilitano all'installazione e all'uso di apparecchi radiote

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537125
Art. 56 - Disposizioni per i distributori automatici

1. L'installazione di distributori automatici per la somministrazione di alimenti e bevande in locali esclusivamente adibiti a tale attività ed all'uopo attrezzati è soggetta ai re

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537126
Art. 57 - Attività di somministrazione in aree esterne aperte al pubblico

1. I Comuni predispongono nel rispetto della normativa vigente i criteri per disciplinare l'attività di somministrazione di alimenti e bevande svolta

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537127
Art. 58 - Durata dei titoli abilitativi

1. L'esercizio dell'attività di somministrazione di alimenti e bevande a tempo indeterminato può essere svolta esclusivamente nei locali e nelle aree

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537128
Capo II - Disposizioni particolari
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537129
Art. 59 - Pubblicità dei prezzi

1. Gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande espongono all'esterno, mediante cartello o altre idonee modalità, il prezzo delle consumazioni con l'indicazione del servizio offerto, al banco o al tavolo, in modo chiaro e visibile al pubblico durante l'orario di apertura.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537130
Art. 60 - Orari degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande

1. La regolamentazione degli orari di apertura e di chiusura degli esercizi di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande è contenuta nelle di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537131
Art. 61 - Cessazione dell'attività

1. Il titolare dell'esercizio dell'attività di somministrazione di alimenti e bevande, che cessa di esercitare l'attività, trasmette al SUAP del Comu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537132
Art. 62 - Decadenza, sospensione e revoca

1. I titoli abilitativi di cui all'articolo 53, comma 1, decadono nei casi stabiliti dall'arti

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537133
Capo III - Disposizioni sanzionatorie
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537134
Art. 63 - Sanzioni per l'attività di somministrazione di alimenti e bevande

1. Chiunque eserciti l'attività di somministrazione di alimenti e bevande senza la prescritta autorizzazione o segnalazione certificata d'inizio attività (SCIA), quando questa sia stata re

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537135
TITOLO IV - Sospensione volontaria e gestione di reparto per l'attività di commercio in sede fissa e di somministrazione di alimenti e bevande
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537136
Capo I - Sospensione volontaria e gestione di reparto
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537137
Art. 64 - Sospensione volontaria dell'attività di commercio in sede fissa e di somministrazione di alimenti e bevande

1. L'attività di commercio in sede fissa e di somministrazione di alimenti e bevande può essere sospesa per un periodo massimo di dodici mesi consecu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537138
Art. 65 - Gestione di reparto

1. Il titolare di un esercizio commerciale o di un pubblico esercizio organizzato in più reparti, ferma restando l'applicazione del contratto nazional

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537139
TITOLO V - Negozi storici abruzzesi
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537140
Capo I - Riconoscimento dei negozi storici
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537141
Art. 66 - Negozi storici

1. La Regione promuove la conoscenza e la valorizzazione delle attività commerciali che costituiscono testimonianza della storia, dell'arte, della cultura e della tradizione imprenditoriale locale e che si svolgono in locali o aree aventi valore storico, artistico, architettonico ed ambientale.

2. Le attività commerciali di cui al comma 1 sono definite, agli effetti del presente testo unico, negozi storici.

3. Gli esercizi commercial

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537142
Art. 67 - Elenco dei negozi storici

1. Il Servizio regionale competente, sulla base delle segnalazioni effettuate dai Comuni, redige un elenco ricognitivo dei negozi storici abruzzesi, ch

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537143
TITOLO VI - Mercati all'ingrosso e centri agroalimentari
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537144
Capo I - Disposizioni generali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537145
Art. 68 - Oggetto

1. Il presente Titolo, nell'ambito dei principi posti dalla vigente normativa sulla gestione dei servizi pubblici locali, disciplina il commercio all'i

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537146
Art. 69 - Definizioni

1. Ai fini del presente Titolo si intende per mercato all'ingrosso, un'area attrezzata costituita da un insieme di immobili, strutture, attrezzature ed aree adiacenti, gestita in modo unitario, dove si svolge il commercio all'ingrosso dei prodotti agroalimentari, delle carni, dei prodotti floricoli, delle piante, delle sementi e dei prodotti della pesca, sia freschi, sia comunque trasformati o conservati, operato da una pluralità di venditori o di compratori. Nel mercato all'ingrosso si ha la libera formazion

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537147
Art. 70 - Indicazioni programmatiche regionali

1. La Giunta regionale, entro ventiquattro mesi dalla data di entrata in vigore del presente testo unico, trasmette al Consiglio regionale per l'approvazione le indicazioni programmatiche, prevedendone, altresì, modalità di aggiornamento

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537148
Art. 71 - Soggetti istitutori

1. L'iniziativa per l'istituzione, il trasferimento e l'ampliamento dei mercati all'ingrosso e dei centri agroalimentari, attraverso forme di consultazione e di confronto con le categorie interessa

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537149
Art. 72 - Gestione

1. I mercati all'ingrosso e i centri agroalimentari sono gestiti dai soggetti istitutori o affidati in gestione, con convenzione, ad uno dei soggetti dell'articolo 71.

2. La convenzione di cui al comma 1 stabilisce anche l'importo del canone annuo da corrispondere da parte del soggetto gestore. Nei casi in cui il soggetto gestore sia uno dei soggetti istitutori del mercato, il canone è ridotto proporzionalmente alla quota di partecipazione.

3. Il soggetto istitutore fornisce al gestore la struttura immobiliare ed il compendio delle attrezzature di mercato. La struttura

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537150
Art. 73 - Direttore di mercato

1. Ad ogni mercato è preposto un direttore che provvede al regolare funzionamento del mercato e dei relativi servizi secondo le norme di legge e del r

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537151
Art. 74 - Commissione di mercato

1. I Comuni presso ogni mercato all'ingrosso o centro agroalimentare possono istituire una commissione di mercato, con funzioni consultive e propositiv

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537152
Art. 75 - Regolamento

1. L'ente gestore del mercato all'ingrosso o del centro agroalimentare, nel rispetto delle modalità convenute con l'ente istitutore e previo assenso dello stesso nei casi in cui l'ente gestore e l'ente istitutore siano due soggetti distinti, adotta il regolamento per il funzionamento del mercato, sentite le associazioni delle categorie interessate.

2. Nel

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537153
Art. 76 - Vendita all'asta

1. La vendita dei prodotti può effettuarsi anche mediante asta pubblica, secondo le norme previste nel regolamento di cui all'articolo 75.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537154
Art. 77 - Sale contrattazione e borse merci

1. Nell'ambito dei mercati all'ingrosso e dei centri agroalimentari possono essere istituite sale di contrattazione e borse merci per la compravendita

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537155
Art. 78 - Vigilanza

1. La vigilanza sull'applicazione delle disposizioni di cui al presente Titolo è effettuata dal Comune competente per territorio.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537156
TITOLO VII - Commercio su aree pubbliche
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537157
Capo I - Disposizioni generali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537158
Art. 79 - Finalità e oggetto

1. Il presente Titolo disciplina il commercio su aree pubbliche quale attività di servizio per il cittadino, favorendo, con la collaborazione degli En

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537159
Art. 80 - Ambito di applicazione

1. Le disposizioni di cui al presente Titolo si applicano agli operatori di commercio operanti in Abruzzo su aree pubbliche nonché, limitatamente all'

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537160
Art. 81 - Definizioni

1. Ai fini del presente Titolo si intende per:

a. commercio su aree pubbliche, l'attività di vendita di merci al dettaglio e la somministrazione di alimenti e bevande effettuate sulle aree pubbliche, attrezzate o meno, coperte o scoperte, comprese quelle del demanio marittimo o sulle aree private delle quali il Comune abbia la disponibilità;

b. aree pubbliche, le strade, le piazze, i canali, comprese quelle di proprietà privata gravate da servitù di pubblico passaggio e ogni altra area di qualunque natura destinata a uso pubblico;

c. posteggio, la parte di area pubblica o di area privata della quale il Comune abbia la disponibilità, data in concessione all'operatore autorizzato all'esercizio dell'attività commerciale;

d. concessione di posteggio, l'atto comunale che consente l'utilizzo di un po

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537161
Art. 81-bis - Riconoscimento dei mercati e delle fiere di valenza storica o di particolare pregio su aree pubbliche

N1

1. La Regione Abruzzo riconosce i mercati e le fie

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537162
Art. 81-ter - Requisiti e modalità per il riconoscimento dei mercati di valenza storica o di particolare pregio su aree pubbliche

N1

1. La Regione Abruzzo definisce i requisiti e le modalità per il riconoscimento dei mercati di valenza storica o di particolare pregio su aree pubbliche.

2. Ai fini del presente articolo si definiscono:

a) "Mercati a vale

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537163
Art. 81-quater - Promozione e valorizzazione dei mercati

N1

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537164
Capo II - Norme sull'esercizio dell'attività di commercio su aree pubbliche
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537165
Art. 82 - Modalità di esercizio dell'attività

1. L'attività di commercio su aree pubbliche può essere esercitata da persone fisiche o da imprese regolarmente costituite, in possesso dei requisiti di cui all'articolo 8.

2. L'esercizio dell'attività di commercio su aree pubbliche può essere svolto:

a. su posteggi dati in concessione;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537166
Art. 83 - Esercizio dell'attività

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537167
Art. 84 - Autorizzazione all'esercizio dell'attività mediante posteggio

1. Il titolo abilitativo di cui alla tabella A allegata al D.Lgs. n. 222/2016 e la concessione di posteggio sono rilasciate contestualmente dal SUAP del Comune in cui ha sede il posteggio, secondo le procedure e i criteri previsti dall'Intesa di cui all'

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537168
Art. 85 - Concessione di posteggio

1. I Comuni, previo bando pubblico, provvedono al rilascio del titolo abilitativo di cui alla tabella A allegata al D.Lgs. n. 222/2016 per l'esercizio del commercio su aree pubbliche nonché alla contestuale assegnazione delle concessioni dei posteggi definendone, per questi ultimi, la relativa durata nel rispetto di quanto previsto al comma 2. I Comuni,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537169
Art. 86 - Utilizzazione dei posteggi

1. L'operatore, nel rispetto delle disposizioni in materia igienico-sanitaria, delle prescrizioni previste per l'occupazione di suolo pubblico nonché dei limiti di carattere merceologico disposti dai Comuni, può utilizzare il posteggio per la vendita di tutti i prodotti oggetto della relativa autorizzazione.

2. In relazione al numero di posteggi disponibili nel mercato e nella fiera, all'operatore si applicano le norme europee e statali relative ai limiti massimi di assegnazione di posteggi pe

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537170
Art. 87 - Posteggi riservati

1. Nelle aree destinate all’esercizio del commercio su aree pubbliche con posteggio, il Comune riserva una quota di posteggi, fino ad un massimo del dieci per cento del totale degli stessi, da destinare ai produttori agricoli d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537171
Art. 88 - Esercizio dell'attività commerciale con posteggio nelle fiere

1. I Comuni, salvo diversa determinazione, applicano alle fiere con cadenza annuale la stessa disciplina prevista dall'articolo 85 in materia di rilasc

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537172
Art. 89 - Subingresso nei titoli abilitativi su posteggi dati in concessione

1. Ferma restando la durata massima della concessione, nell'ipotesi di cessione della proprietà o della gestione per atto tra vivi dell'attività commerciale, il cessionario subentra nel titolo abilitativo di cui all'articolo 84.

2. Nel caso di trasferimento per causa di morte, gli

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537173
Art. 90 - Esercizio dell'attività in forma itinerante

1. L'esercizio dell'attività in forma itinerante è consentito su qualsiasi area pubblica non interdetta dal Comune, secondo le modalità stabilite dal Comune stesso.

2. L'attività di vendita di prodotti alimentari è soggetta al rispetto delle disposizioni previste dall'articolo 71, commi 6 e 6-bis, del D.Lgs. n. 59/2010, nonché alle vigenti disposizioni in materia igienico-sanitaria.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537174
Art. 91 - Vendita su aree pubbliche di prodotti alimentari

1. Il titolo abilitativo all'esercizio dell'attività di vendita su aree pubbliche dei prodotti alimentari è idoneo anche alla somministrazione, qualora il titolare sia in possesso

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537175
Art. 92 - Hobbisti

1. Ai fini del presente Titolo, sono di seguito denominati hobbisti i soggetti che vendono, barattano, propongono o espongono, in modo saltuario ed occasionale, merci di modico valore. Essi possono operare solo nei mercatini aperti alla partecipazione degli hobbisti di cui all'articolo 81, comma 1, lettera i), senza i regimi amministrativi di cui all'articolo 83, comma 2. Non rientrano nella definizione di hobbisti i soggetti di cui all'articolo 7, comma 1, lettera i). Per l'esposizione dei prezzi si applica quanto previsto dalla normativa dettata in materia. Il Comune, nel regolamento di cui all'articolo 101, comma 4, può riservare posteggi agli hobbisti in altre fiere o mercati.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537176
Art. 93 - Carta di esercizio e Attestazione annuale

1. L'esercizio dell'attività di commercio su aree pubbliche e su aree private ad uso pubblico, compresi mercati, fiere, fiere promozionali, manifestazioni straordinarie e gli operatori cosiddetti "alla spunta", è subordinato al possesso della Carta di esercizio e dell'Attestazione annuale di cui al presente articolo.

2. La Carta di esercizio è un documento identificativo dell'operatore che esercita l'attività di commercio su aree pubbliche contenente i dati dell'impresa con relativa iscrizione alla Camera di commercio, industria e artigianato, l'iscrizione all'Istituto Nazionale della Previdenza Sociale (INPS) e gli estremi dei titoli abilitativi in possesso dell'operatore.

3. La Carta di esercizio è compilata, in forma di autocertificazione, dall'operatore che esercita l'attività di commercio su aree pubbliche, direttamente o tramite le organizzazioni di categoria maggiormente rappresentative di cui all'articolo 81, comma 1, lettera q), ovvero tramite i Centri di assistenza tecnica di c

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537177
Art. 94 - Decadenza, sospensione dei titoli abilitativi

1. N7 Il titolo abilitativo di cui alla tabella A allegata al D.Lgs. n. 222/2016 è dichiarato decaduto:

a. nel caso in cui l'operatore non risulti in possesso di uno o più requisit

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537178
Art. 95 - Occupazione abusiva del suolo pubblico per le attività commerciali non autorizzate

1. Le occupazioni con l'esposizione e la vendita o lo scambio delle merci in spazi e aree pubbliche e private di cui il Comune abbia la disponibilità,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537179
Capo III - Disposizioni sanzionatorie
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537180
Art. 96 - Sanzioni per l'attività di commercio sulle aree pubbliche

1. Per le violazioni delle disposizioni di cui al presente Titolo si applicano le sanzioni previste al Titolo X del D.Lgs. n. 114/1998.

2. La mancanza del tesserino di cui all'articolo 92, comma 2, o della vidimazione relativa al mercatino in corso di svolgimento comporta l'applicazione della sanzione del pagamento di una somma da euro duecentocinquanta ad euro millecinquecento, al sequestro cautelare delle attrezzature e del

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537181
Capo IV - Programmazione del commercio su aree pubbliche
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537182
Art. 97 - Criteri per l'istituzione di nuovi mercati e fiere

1. I Comuni non possono procedere all'istituzione di nuovi mercati e fiere se non previo riordino, riqualificazione, potenziamento o ammodernamento di quelli già esistenti, compreso il loro ampliamento dimensionale, in presenza di idonee aree.

2. I Comuni, anche su richiesta da parte di almeno il sessanta per cento degli operatori titolari di posteggio sul medesimo mercato, possono prevedere l'allungamento della durata del mercato protratta per l'intera giornata e, anche su richiesta di almeno l'ottanta per cento degli operatori titolari di posteggio, l'istituzione di edizioni straordinarie del mercato medesimo nel numero massimo di dodici all'anno.

3. Ai fini dell'individuazione delle aree da destinare a nuovi mercati o a nuove fiere, i Comuni, sentite

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537183
Art. 98 - Soppressione, riconversione e riqualificazione dei mercati

1. La soppressione di mercati o fiere può essere disposta dai Comuni in presenza delle seguenti condizioni:

a. caduta sistematica della domanda;

b. numero troppo esiguo di operatori o comunque persistente scarsa funzionalità ed attrattività;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537184
Art. 99 - Trasferimento dei mercati

1. Il trasferimento del mercato o della fiera, la modifica della dislocazione dei posteggi, la diminuzione o l'aumento del numero dei posteggi e lo spostamento della data di svolgimento del mercato o della fiera sono disposti dal Comune, sentite le associazioni dei consumatori e le associazioni di cui all'articolo 81, comma 1, lettera q).

2. Il trasferimento del mercato o

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537185
Art. 100 - Provvedimenti comunali per il commercio sulle aree pubbliche

1. I Comuni, entro centottanta giorni dalla data di entrata in vigore del presente testo unico, sentite le associazioni di cui all'articolo 81, comma 1, lettera q) e quelle dei consumatori, procedono al riordino del settore del commercio ed in particolare provvedono:

a. alla ricognizione delle fiere, mercati e posteggi fuori mercato esistenti o da istituire, trasferire di luogo, modificare o razionalizzare, con relative date ed aree di svolgimento;

b. alle determinazioni in materia di ampiezza delle aree e numero ed ampiezza dei posteggi;

c. alle eventuali determinazioni di carattere merceologico, previa approfondita indagine delle esig

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537186
Art. 101 - Mercatini dell'usato, dell'antiquariato e del collezionismo

1. I Comuni, sentite le associazioni di cui all'articolo 81, comma 1, lettera q), possono istituire mercatini dell'usato, dell'antiquariato e del collezionismo come definiti dall'articolo 81, comma 1, lettera i).

2. Ai mercatini di cui al comma 1, partecipano:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537187
Art. 102 - Dati relativi al commercio su aree pubbliche

1. I Comuni, al fine di permettere una puntuale valutazione delle problematiche del commercio su aree pubbliche, nonché al fine di consentire una adeguata divulgaz

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537188
Art. 103 - Calendario regionale delle manifestazioni su aree pubbliche

1. La Giunta regionale predispone, nell'ambito della banca dati di cui all'articolo 3, comma 3, il calendario regionale dei mercati e delle fiere con i

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537189
Art. 104 - Computo delle presenze

1. Il computo delle presenze nei mercati e nelle fiere è effettuato con riferimento all'autorizzazione con la quale l'operatore partecipa ovvero ha richiesto

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537190
Art. 105 - Aree private messe a disposizione

1. Qualora uno o più soggetti mettano gratuitamente a disposizione del Comune un'area privata, attrezzata o meno, coperta o scoperta, per l'esercizio

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537191
Art. 106 - Affidamento per la gestione dei servizi mercatali

1. I Comuni possono affidare alle associazioni di cui all'articolo 81, comma 1, lettera q) e a loro consorzi, nonché a società ed enti a loro collegati o da loro controllati, o

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537192
Art. 107 - Indirizzi in materia di orari per il commercio su aree pubbliche

1. Il Comune stabilisce gli orari per il commercio su aree pubbliche nel rispetto dei seguenti criteri:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537193
TITOLO VIII - Sistema fieristico regionale e internazionalizzazione
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537194
Capo I - Disciplina del sistema fieristico regionale
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537195
Art. 108 - Principi generali e finalità

1. La Regione, nell'ambito delle proprie competenze, nel rispetto della normativa europea e dell'articolo 117 della Costituzione, promuove lo sviluppo e la valorizzazione dell'attività fieristica e di quelle ad essa strumentali, per la realizzazione di un sistema fieristico regionale integrato e coordinato quale strumento fondamentale della politica regionale di sviluppo economico e di internazionalizzazione delle attività produttive.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537196
Art. 109 - Definizioni

1. Ai fini del presente Titolo si intende per:

a. manifestazioni fieristiche: le attività limitate nel tempo e svolte in regime di libera concorrenza in idonee strutture espositive per la presentazione, la promozione o la commer

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537197
Art. 110 - Tipologie manifestazioni fieristiche

1. Rientrano tra le manifestazioni fieristiche disciplinate dal presente Titolo le seguenti tipologie:

a. fiere generali, senza limitazioni merceologiche, aperte al pubblico, dirette alla presentazione ed all'eventuale vendita, anche con consegna immediata, dei beni e dei servizi esposti;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537198
Art. 111 - Ambito di esclusione

1. Sono escluse dalla disciplina del presente Titolo:

a. le esposizioni permanenti di beni e servizi organizzate per esclusive finalità promozionali;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537199
Art. 112 - Qualifica delle manifestazioni fieristiche

1. Ai fini del presente Capo, il riconoscimento della qualifica di fiera internazionale, nazionale e regionale è effettuato dal Servizio regionale com

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537200
Art. 113 - Sistemi di rilevazione

1. Gli organizzatori delle manifestazioni fieristiche predispongono sistemi oggettivi di rilevazione e certificazione dei dati attinenti agli espositori e visitatori, al fine della verifica dei requisiti per l'attribuzione o il mantenimento

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537201
Art. 114 - Svolgimento manifestazioni fieristiche

1. L'organizzatore che intende svolgere manifestazioni fieristiche, almeno sessanta giorni prima del suo svolgimento ne dà comunicazione:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537202
Art. 115 - Calendario fieristico

1. Il calendario regionale delle manifestazioni fieristiche è adottato con atto del dirigente del Servizio regionale competente entro il 30 dicembre d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537203
Art. 116 - Incentivazione alla commercializzazione

1. Allo scopo di perseguire gli obiettivi indicati nell'articolo 108 la Giunta regionale può:

a. organizzare, partecipare autonomamente alle manifestazioni fieristiche, organizzare e partecipare alle manifestazioni fieristiche tramite società o a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537204
Art. 117 - Contributi per la partecipazione alle fiere

1. I contributi per la partecipazione a manifestazioni fieristiche previsti dall'articolo 116, comma 1, lettera c), possono essere concessi nei limiti

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537205
Capo II - Disciplina delle attività regionali in materia di commercio estero, promozione economica ed internazionalizzazione delle imprese
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537206
Art. 118 - Finalità

1. La Regione, nell'ambito delle proprie competenze in materia di rapporti internazionali, con l'Unione Europea e di commercio con l'estero, favorisce e sostiene la promozione all'estero del sistema economico e del territorio dell'Abruzzo in tutti i suoi aspetti economico-produttivi, turistici, culturali, ambientali e territoriali, assicurando l'unitarietà dell'immagine e dell'attività regionale.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537207
Art. 119 - Internazionalizzazione e promozione all'estero

1. Per le finalità di cui all'articolo 118 la Regione:

a) svolge attività promozionale all'estero autonomamente ovvero tramite soggetti interamente pubblici, anche strutturati come società o altre forme di diritto privato aventi il carattere di struttura

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537208
Art. 120 - Sistema regionale per l'Internazionalizzazione e la promozione all'estero

1. Per le finalità di cui all'articolo 118, la Regione promuove la creazione di un sistema per le politiche di internazionalizzazione e per la promozione all'estero, collaborando, a seconda delle esigenze, con le Camere di Commercio, i Centri regionali per il Commercio Estero, ICE Agenzia, Unioncamere (Unione Italiana delle Camere di Commercio Industria, Artigianato e Agricoltura), SACE (Servizi Assicurativi del Commercio Estero) e SIMEST (S

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537209
Capo III - Disposizioni sanzionatorie
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537210
Art. 121 - Sanzioni in materia di fiere

1. Salvo che il fatto costituisca reato, in caso di organizzazione o svolgimento di manifestazioni fieristiche che non rispettano quanto stabilito nel presente Titolo ovvero in caso di svolgimento di manifestazioni fieristiche con modalità diverse da quelle comunicate, l'autorità competente a ricevere la comunic

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537211
TITOLO IX - Stampa quotidiana e periodica
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537212
Capo I - Disposizioni generali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537213
Art. 122 - Finalità

1. Il presente Titolo, nel rispetto dei principi dettati dal

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537214
Art. 123 - Definizioni

1. Ai fini del presente Titolo si intendono per:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537215
Art. 124 - Esercizio dell'attività

1. La rete di diffusione e di vendita della stampa quotidiana e periodica è articolata in:

a. punti vendita esclusivi;

b. punti vendita non esclusivi.

2. Fermo restando quanto previsto dall'

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537216
Art. 125 - Funzioni dei Comuni

1. I Comuni, in conformità con quanto stabilito dall'articolo 4-bis del D.Lgs. n. 170/2001 possono individuare le zone per l'apertura di nuovi punti vendita esclusivi e non esclusivi.

2. I Comuni, nella individuazione delle zone di cui al comma

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537217
Art. 126 - Modalità di vendita

1. La vendita della stampa quotidiana e periodica è effettuata con le modalità previste dall'

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537218
Art. 127 - Subingresso

1. Al trasferimento in gestione o in proprietà dell'azienda avente ad oggetto le attività previste dall'articolo 124, comma 1, lettere a) e b) si pro

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537219
Art. 128 - Esercizio abusivo dell'attività

1. L'esercizio abusivo dell'attività di vendita di giornali e riviste, nei punti vendita esclusivi e non esclusivi, è soggetto, in conformità a quan

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537220
TITOLO X - Rete distributiva di carburanti
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537221
Capo I - Disposizioni generali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537222
Art. 129 - Finalità

1. Il presente Titolo disciplina la rete distributiva dei carburanti per autotrazione, perseguendo le seguenti finalità:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537223
Art. 130 - Definizioni

1. Ai fini dell'applicazione del presente Titolo si intendono per:

a. rete distributiva di carburanti per autotrazione: l'insieme dei punti di vendita eroganti benzina, gasolio, gas naturale in forma gassosa denominato gas naturale compresso (GNC), gas naturale in forma liquefatta denominato gas naturale liquefatto (GNL), gas di petrolio liquefatto (GPL), nonché tutti i carburanti per autotrazione in commercio, ivi compresi gli impianti per l'alimentazione di veicoli elettrici, ad esclusione degli impianti di cui alle lettere i) e j);

b. carburanti: la benzina, il gasolio, anche miscelato con i biocarburanti secondo specifiche del CEN (Comitato europeo di normazione), il gas naturale compresso (GNC), il gas naturale liquefatto (GNL), il g

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537224
Art. 131 - Esercizio delle funzioni da parte dei Comuni

1. I comuni individuano i criteri, requisiti e caratteristiche delle aree sulle quali possono essere installati gli impianti carburante, nonché le norme per le modifiche o ristrutturazioni, così come previsto dall'

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537225
Art. 132 - Tipologie ed attività commerciali integrative

1. Tutti i nuovi impianti nonché quelli esistenti in caso di ristrutturazione totale devono essere dotati di infrastruttura per la ricarica elettrica. Per i nuovi impianti anche di infrastrutture di distribuzione di gas naturale compresso (GNC) o di gas naturale liquefatto (GNL), anche in esclusiva modalità self service, nel rispetto dei criteri e delle limitazioni previste dal decreto legislativo 16 dicembre 2016, n. 257 (Disciplina di attuazione della direttiva 2014/94/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 22 ottobre 2014, sulla realizzazione di una infrastruttura per i combustibili alternativi). Sono esclusi nuovi impianti GPL, GNC, GNL nella zona territoriale omogenea totalmente edificata, individuata come zona A nel piano regolatore generale o nel programma di fabbricazi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537226
Art. 133 - Modifica e ristrutturazione totale degli impianti

1. Costituisce modifica all'impianto:

a. la variazione del numero di colonnine;

b. la sostituzione di distributori con altri a erogazione doppia o multipla;

c. l'aggiunta di prodotti non erogati con installazione di nuove attrezzature;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537227
Capo II - Impianti autostradali, ad uso privato, per unità da diporto e di pubblica utilità
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537228
Art. 134 - Impianti autostradali

1. I Comuni esercitano le funzioni amministrative in materia di impianti di distribuzione carburanti lungo le autostrade ed i raccordi autostradali, nonché sui raccordi classificati come superstrade da

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537229
Art. 135 - Impianti di distribuzione ad uso privato

1. L'installazione e l'esercizio di impianti di distribuzione carburanti per uso autotrazione ad uso privato sono autorizzati, esclusivamente per il rifornimento di automezzi, mezzi da lavoro, di proprietà delle imprese produttive o di servizi, ad eccezione di quelli appartenenti ad amministrazioni dello Stato, ubicati all'interno di stabilimenti, cantieri, magazzini e simili, nel rispetto delle

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537230
Art. 136 - Impianti di distribuzione di carburante per unità da diporto

1. Gli impianti sono autorizzati dal Comune competente per territorio alle medesime condizioni e nel rispetto della disciplina applicabile agli impiant

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537231
Art. 137 - Autorizzazione al prelievo di carburanti

1. Gli operatori economici e gli altri utenti che hanno necessità di rifornire i propri mezzi direttamente sul posto di lavoro devono essere in posses

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537232
Art. 138 - Impianti di pubblica utilità in aree svantaggiate

1. Sono ritenuti di pubblica utilità:

a. l'i

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537233
Capo III - Sospensione
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537234
Art. 139 - Sospensione, decadenza e revoca

1. Il titolare dell'autorizzazione comunica al Comune competente la sospensione temporanea dell'attività degli impianti per un periodo non superiore a dodici mesi, eccezionalmente prorogabile per altri dodici mesi qualora non ostino le esigenze dell'utenza.

2. Al termine del periodo di sospensione dell'attività dell'impianto il titolare deve rimettere in esercizio l'impianto. Trascorso inutilmente tale termine, il Comune diffida l'interessato a riattivare l'impianto entro il termine di trenta giorni, pena la decadenza dell'autorizzazione. Nel caso di documentata forza maggiore la sospensione si protrae per tutta la durata dell'impedimento, salvo accertata inattuabi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537235
Capo IV- Collaudo, stato di conservazione, vigilanza e controllo
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537236
Art. 140 - Collaudo ed esercizio provvisorio

1. Ad ultimazione dei lavori e prima della messa in esercizio, i nuovi impianti realizzati in conformità con la normativa nazionale, regionale ed europea vigente in materia nonché gli impianti sottoposti a ristrutturazione totale e quelli potenziati con i prodotti metano e GPL, per i quali è richiesta l'autorizzazione ai sensi della tabella A del D.Lgs. n. 222/2016 devono essere collaudati.

2. Gli impianti di cui al comma 1 sono sottoposti a collaudo, su richiesta del titolare dell'aut

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537237
Art. 141 - Termine per ultimazione lavori

1. I lavori per la realizzazione di nuovi impianti devono essere ultimati entro il termine massimo di tre anni dal rilascio dell'autorizzazione.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537238
Art. 142 - Stato di conservazione degli impianti

1. Per assicurare e garantire la continuità e regolarità del servizio di distribuzione automatica di carburanti per uso autotrazione, le attrezzature

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537239
Art. 143 - Vigilanza e controllo

1. La vigilanza sull'applicazione del presente Titolo è esercitata dai Comuni. I titolari delle autorizzazioni ed i gestori devono consentire ai Comun

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537240
Art. 144 - Orario di servizio

1. La regolamentazione degli orari di apertura e chiusura degli impianti di carburante, ivi compresi i servizi accessori e le attività commerciali e d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537241
Capo V - Disposizioni sanzionatorie
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537242
Art. 145 - Sanzioni in materia di distribuzione carburanti

1. È soggetto al pagamento della sanzione amministrativa pecuniaria da euro duemilacinquecento ad euro quindicimila il titolare che:

a. installa o mantiene in esercizio un impianto senza autorizzazione;

b. procede ad una modifica dell'impianto o ne modifica la composizione in mancanza di autorizzazione o di comunicazione;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537243
TITOLO XI - Disposizioni finali e transitorie
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537244
Art. 146 - Disposizioni transitorie in materia di procedimenti amministrativi per il rilascio di autorizzazioni commerciali per grandi superfici di vendita e parchi commerciali

1. Sino all'adozione del primo piano regionale di programmazione della rete distributiva del commercio di cui all'articolo 10, e comunque non oltre il 31 dicembre 2025  

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537245
Art. 147 - Abrogazioni

1. Sono o rimangono abrogate le seguenti disposizioni legislative:

a. articolo 47 della legge regionale 13 maggio 1982, n. 28 (Bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 1982);

b. legge regionale 1° dicembre 1987, n. 82 (Provvedimenti della Regione Abruzzo a sostegno dello sviluppo e qualificazione della fiera dell'agricoltura di Lanciano);

c. legge regionale 10 febbraio 1988, n. 21 (Norme per la disciplina dei mercati all'ingrosso);

d. legge regionale 13 febbraio 1990, n. 9 (Subdelega ai Comuni delle competenze regionali in base al decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 11 settembre 1989: "Nuove direttive alle Regioni a statuto ordinario in materia di distribuzione automatica di carburanti per uso di autotrazione");

e. legge regionale 18 dicembre 1990, n. 101 (Indirizzi programmatici per la razionalizzazione della rete delle vendite di giornali e riviste);

f. legge regionale 10 settembre 1993, n. 58 (Disciplina delle mostre, fiere ed esposizioni e delega delle relative funzioni amministrative);

g. legge regionale 10 agosto 1994, n. 49 (Modifiche ed integrazioni alla L.R. 10 settembre 1993, n. 58: "Disciplina delle mostre, fiere ed esposizioni e delega delle relative funzioni amministrative");

h. legge regionale 20 aprile 1995, n. 62 (Rifinanziamento e modifiche della L.R. 10 settembre 1993, n. 58 concernente: "Disciplina delle mostre, fiere ed esposizioni e delega delle relative funzioni amministrative");

i. legge regionale 25 luglio 1996, n. 58 (Modifiche ed integrazioni alla L.R. 10 settembre 1993, n. 58 modificata con L.R. 10 agosto 1994, n. 49 relativa a: "Disciplina delle mostre, fiere ed esposizioni e delega delle relative funzioni amministrative");

j. legge regionale 23 dicembre 1997, n. 151 (Modifiche ed integrazioni alla L.R. 10 settembre 1993, n. 58, alla L.R. 10 agosto 1994, n. 49 e alla L.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537246
Art. 148 - Norma finanziaria

1. Agli oneri derivanti dall'attuazione della presente legge si provvede nei limiti delle risorse finanziarie stanziate al Titolo 1 "Spese correnti", M

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4884143 8537247
Art. 149 - Entrata in vigore

1. La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Abruzzo in versione Telematica (BURAT).

 

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Urbanistica
  • Commercio e mercati

Lazio: incentivi per la riqualificazione dei mercati su aree pubbliche

A cura di:
  • Anna Petricca
  • Commercio e mercati
  • Finanza pubblica
  • Urbanistica
  • Provvidenze

Veneto: bando per il finanziamento di progetti dei distretti del commercio

La Regione Veneto promuove il consolidamento dei Distretti del Commercio mediante lo sviluppo di azioni strategiche che ne sostengano e strutturino l'evoluzione in sinergia con i temi dell'attrattività del territorio. Previsti contributi in conto capitale per: interventi strutturali e infrastrutturali su spazio pubblico, accessibilità, ristrutturazione dell’arredo urbano e del patrimonio edilizio pubblico destinato al commercio, misure di sostenibilità energetica ed ambientale, sistemi di sicurezza.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Aree urbane
  • Provvidenze
  • Urbanistica
  • Beni culturali e paesaggio
  • Finanza pubblica

Lombardia: interventi di riqualificazione dei borghi storici

A cura di:
  • Anna Petricca
  • Urbanistica
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Aree urbane

Lombardia: interventi finalizzati all’avvio di processi di rigenerazione urbana

A cura di:
  • Anna Petricca
  • Aree urbane
  • Urbanistica
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze

Umbria: 3,5 mln per interventi di riqualificazione dei paesaggi rurali

A cura di:
  • Anna Petricca
  • Edilizia e immobili
  • Piano Casa
  • Standards
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Pianificazione del territorio
  • Titoli abilitativi
  • Urbanistica

Marche: obbligo di adeguamento dei regolamenti edilizi comunali al Regolamento edilizio tipo (RET)