FAST FIND : GP4827

Sent. C. Stato 31/07/2000, n. 4217

48021 48021
1. Edilizia ed urbanistica - Concessione edilizia - Contributi - Determinazione - Criteri generali di Regioni e Comuni - Atti del Sindaco, di quantificazione del contributo dovuto - Natura di atti paritetici - Relative giurisdizioni. 2. Edilizia ed urbanistica - Concessione edilizia - Contributi - Quantificazione - Eventuale impugnazione per violazione di legge ma non per eccesso di potere.
1. I provvedimenti di Regioni e Comuni - di cui all'art. 5, comma 1 ed all'art. 6 della L. 28 gennaio 1977 n. 10 - con i quali vengono stabiliti i criteri generali circa la determinazione del contributo dovuto per il rilascio della concessione edilizia, hanno natura regolamentare. Mentre gli atti con i quali il Sindaco quantifica (in applicazione dei criteri legislativi e regolamentari stabiliti) il contributo suddetto hanno natura di atti paritetici. Pertanto tutte le controversie - ad esclusione di quelle riguardanti i criteri generali esposti negli atti regolamentari - relative all'an e al quantum del contributo ricadono nella giurisdizione del giudice amministrativo. 2. L'atto di quantificazione del contributo può essere impugnato per violazione di legge ma non per eccesso di potere (come il difetto di motivazione); infatti una volta stabiliti i criteri di calcolo (che non vengano impugnati), la quantificazione del contributo consiste in semplici operazioni, per cui se queste sono sbagliate si può configurare la violazione di legge per violazione dei criteri di calcolo (p.e., per meri errori materiali o per errati presupposti di fatto o giuridici) ma non per carenza di motivazione giacché l'interessato può sempre ricostruire i passaggi logici con i quali si è ottenuto l'importo del contributo, sulla base dei prefissati criteri generali.

1a. Sul contributo di costruzione dovuto per il rilascio della concessione edilizia ved. C. Stato V 10 dicembre 1999 n. 2072R [La P.A. può rivolgersi al garante del pagamento dei contributi dovuti per la concessione edilizia solo dopo il loro omesso pagamento oltre i termini stabiliti dall'art. 3, lett. c) della L. 28 febbraio 1985 n. 47R]; V 6 dicembre 1999 n. 2056R (Sull'importo dei contributi di costruzione ex art. 1 L. 28 gennaio 1977 n. 10R, che va determinato in base alla norma vigente alla data di rilascio della concessione; V 9 novembre 1999 n. 1862R (Giurisdizione del giudice amministrativo per le controversie su an e quantum dei contributi di costruzione); V 21 ottobre 1998 n. 1512R (Come V 99/2056); V 30 ottobre 1997 n. 1207R (Obbligo del Comune di restituire le somme indebitamente pagate per contributo di costruzione, più interessi ma senza rivalutazione); V 6 maggio 1997 n. 462R (Calcolo del contributo di costruzione in base al carico urbanistico accertato, senza bisogno di motivazione); V 6 maggio 1997 n. 458R (Possibile rideterminazione da parte P.A. dell'importo del contributo di costruzione); V 26 giugno 1996 n. 799[R=W26G96799] (Criterio di calcolo del contributo ex art. 13 L. 28 febbraio 1985 n. 47 per il rilascio della concessione in sanatoria); V 24 maggio 1996 n. 590R (Facoltà del Comune - ex art. 11, 2° comma, L. 1977 n. 10 - di fissare modalità e tempi di riscossione del contributo di costruzione); V 3 luglio 1995 n. 1001R (Sul ritardato versamento del contributo edilizio e caso in cui è illegittima l'applicazione delle sanzioni ex art. 3 L. 1985 n. 47); V 12 giugno 1995 n. 894R (Contributo di edificazione ex art. 3 L. 1977 n. 10 non dovuto in caso di rinuncia o non utilizzo della concessione edilizia); V 14 dicembre 1994 n. 1471R (Nei casi in cui ai fini del rilascio della concessione edilizia in sanatoria è dovuto, ex art. 13 L. 1985 n. 47, il pagamento del doppio del contributo ordinario dovuto, la P.A. non può richiedere in aggiunta anche il contributo ordinario); V 25 ottobre 1993 n. 1071R (Come C. Stato V 1999 n. 2056); V 24 luglio 1993 n. 799R (Autorizzazione gratuita, ex art. 7, 1° comma, L. 25 marzo 1982 n. 94R, per gli interventi edilizi di risanamento conservativo); V 21 dicembre 1992 n. 1549R (Contributo edilizio ex art. 3 L. 1977 n. 10 per l'esecuzione diretta di opere di urbanizzazione ex art. 11, 1° c., stessa legge); V 21 dicembre 1992 n. 1547R [Sulla differenza fra concessione e concessione gratuita (art. 9, lett. , L. 1977 n. 10) e fra regime di concessione e regime di autorizzazione (artt. 31, lett. e , L. 5 agosto 1978 n. 457 e art. 7 L. 25 marzo 1982 n. 94)]; V 31 ottobre 1992 n. 1145R (Come C. Stato V 1997 n. 1207); V 3 febbraio 1992 n. 96R (Contributo di concessione dovuto per seminterrati destinati a posti macchina).
(L. 28 gennaio 1977 n. 10, art. 5, comma 1 e art. 6)R

Dalla redazione

  • Finanza pubblica
  • Leggi e manovre finanziarie

La Legge di bilancio 2020 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella Legge di bilancio 2020 (L. 27 dicembre 2019, n. 160), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Provvidenze
  • Edilizia residenziale
  • Energia e risparmio energetico
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Efficienza e risparmio energetico

Lombardia: 15 mln di euro per l’efficientamento energetico delle case popolari

Ammonta a 15 milioni di euro lo stanziamento previsto dalla Regione Lombardia per opere di efficientamento energetico su immobili destinati a servizi abitativi pubblici già oggetto di interventi di riqualificazione edilizia. Le opere finanziate sono mirate al raggiungimento di prestazioni energetiche ed emissive di standard più elevati. Saranno ammessi all'agevolazione progetti di importo minimo netto dei lavori di efficientamento energetico pari a € 100.000 risultante dal quadro economico allegato al progetto; opere di valore inferiore non saranno ammissibili.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Energia e risparmio energetico
  • Finanza pubblica
  • Impiantistica
  • Provvidenze
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Fonti alternative
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili

Friuli Venezia Giulia: contributi per acquisto e installazione di sistemi di accumulo di energia prodotta da impianti fotovoltaici

La Regione Friuli Venezia Giulia, al fine di promuovere l'uso razionale dell'energia e delle fonti energetiche rinnovabili, nonché il contenimento dei consumi energetici, concede contributi straordinari a fondo perduto per l'acquisto e l'installazione di sistemi di accumulo di energia elettrica prodotta da impianti fotovoltaici. Possono presentare domanda di contributo esclusivamente le persone fisiche, titolari o che saranno titolari, di un impianto fotovoltaico, per l’acquisto e l'installazione di un sistema di accumulo di energia elettrica prodotta dall'impianto fotovoltaico, a servizio dell'immobile di residenza. Il contributo massimo è pari a 3 mila euro per ogni intervento ammesso.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Provvidenze
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Agricoltura e Foreste
  • Finanza pubblica
  • Difesa suolo

Toscana: contributi per interventi di prevenzione del dissesto idrogeologico

Dalla Regione Toscana 5 milioni di euro destinati al sostegno di investimenti in azioni di prevenzione volte a ridurre le conseguenze di probabili calamità naturali, avversità atmosferiche ed eventi catastrofici. Il contributo concedibile è pari all'80% della spesa prevista a progetto per le aziende agricole e del 100% per gli enti pubblici o progetti collettivi. L’importo massimo di contributo erogabile è pari a 400 mila euro.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze

Emilia Romagna: contributi per interventi sulle strutture di ricovero per animali

La Regione Emilia Romagna ha approvato un bando da 900 mila euro per la concessione di contributi ai Comuni per la costruzione di nuovi canili e gattili e la sistemazione di quelli già esistenti. Agli interventi ammessi al finanziamento verrà riconosciuto il contributo del 50% del costo complessivo dell’intervento, salvo diversa richiesta del Comune proponente.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Macchine e prodotti industriali
  • Norme tecniche

Ecodesign apparecchi di refrigerazione con funzione di vendita diretta

  • Norme tecniche
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico
  • Macchine e prodotti industriali

Ecodesign display elettronici

  • Macchine e prodotti industriali
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Norme tecniche
  • Energia e risparmio energetico

Ecodesign sorgenti luminose e unità di alimentazione separate

  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Macchine e prodotti industriali
  • Norme tecniche

Ecodesign apparecchi di refrigerazione