FAST FIND : GP4671

Sent.C. Conti 17/04/2000, n. 25

47865 47865
1. Opere pubbliche - Espropriazioni - Occupazione temporanea d'urgenza - Non seguita da procedura d'esproprio tempestiva - Responsabilità del Sindaco per danni del Comune.
1. Il Sindaco è responsabile per i danni derivati al Comune da sentenza di condanna del Tribunale per il mancato tempestivo seguito della procedura di espropriazione alla occupazione temporanea di urgenza. Tale responsabilità sussiste anche se la sentenza non è definitiva essendosi contro essa ricorso alla Cassazione, o se il Sindaco cessa dalla carica prima del risarcimento del danno liquidato dal Comune a terzi, o se questo pagamento non è stato ancora effettuato per indisponibilità di cassa rimediabile con adeguate operazioni finanziarie o contabili, o se vi è incertezza sulla indennità di esproprio determinata da sentenze dalla Corte costituzionale a fronte di una completa inerzia.

1a. Sulle espropriazioni ved. C. Stato V 22 maggio 2000 n. 2940R (Obbligo P.A. di rendere edotto il proprietario della possibilità di assistere alla relativa operazione al fine di assicurare il contraddittorio in sede di compilazione dello stato di consistenza per occupazione temporanea di urgenza); C. Stato VI 15 maggio 2000 n. 2705R (che cita C. Stato Ap. 15 settembre 1999 n. 14)[R=WCS15S9914] e IV 28 gennaio 2000 n. 413R (Obbligo della P.A. di comunicare agli interessati, ai sensi dell'art. 7 L. 7 agosto 1990 n. 241R, l'avvio del procedimento relativo a progetto di opera pubblica anche se la dichiarazione di pubblica utilità è implicita nella sua approvazione); Cass. 29 marzo 2000 n. 3773R (Sul criterio di determinazione dell'indennità di asservimento per l'imposizione di servitù da elettrodotto); C. Stato IV 15 marzo 2000 n. 1408R (Illegittimità dei decreti rilasciati per consentire all'ENEL la costruzione di elettrodotto, se non indicano i termini per l'inizio dei lavori e delle espropriazioni); Cass. 25 febbraio 2000 n. 2148R (Non vi è contrasto fra l'istituto della occupazione appropriativa e la Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell'uomo); C. Stato IV 28 gennaio 2000 n. 413R (Obbligo del Comune - ai sensi dell'art. 1 L. 3 gennaio 1978 n. 1R - di dare avviso agli interessati dell'avvenuto deposito del progetto e di renderli edotti della loro possibilità di proporre osservazioni e controdeduzioni e di pronunziarsi motivatamente sulle medesime a conclusione di una vera e propria fase contraddittoria); Cass. 29 ottobre 1999 n. 12176R (Sulla determinazione dell'indennità di esproprio ex art. 5 bis L. 8 agosto 1992 n. 359R per effetto C. Cost. 16 giugno 1993 n. 283[R=WCC16G93283]); Cass. 17 giugno 1999 n. 5990R (Sui termini di inizio e compimento delle espropriazioni e dei lavori).

Dalla redazione

  • Finanza pubblica
  • Demanio
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali
  • Provvidenze
  • Pubblica Amministrazione
  • Infrastrutture e opere pubbliche

Sardegna: contributi per la rimozione di posidonia dai litorali

La Regione Sardegna ha messo a disposizione dei Comuni costieri contributi destinati alle attività di gestione della posidonia depositata sui litorali finalizzata alla fruizione sostenibile del litorale ed al contrasto all’erosione costiera.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Fisco e Previdenza
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Imposte sul reddito

Asseverazioni Ecobonus 110%, indicazioni per il Tecnico redattore

In questa scheda si riporta il modello di asseverazione a fine lavori - contenuto nel D.M. 06/08/2020, c.d. "Decreto Asseverazioni" - da compilare in relazione agli interventi di efficientamento energetico ammessi a usufruire del Super-Ecobonus 110%, corredato da note e indicazioni redazionali.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Impiantistica
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Impianti di sollevamento e a fune

Veneto: bando di finanziamento impianti di risalita per l’anno 2020

La Regione Veneto ha approvato il bando relativo all'anno 2020 per il finanziamento di interventi sui nuovi impianti di risalita, o per l’ammodernamento di quelli esistenti, finalizzati allo sviluppo delle aree sciistiche interessate dagli eventi sportivi internazionali, con particolare riferimento alle Olimpiadi invernali Cortina-Milano 2026. I finanziamenti, che saranno erogati in conto capitale, ammontano a 11,7 milioni di euro, con un massimo di 4 milioni per ogni nuovo impianto e 500.000 euro per gli ammodernamenti.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Impianti sportivi

Abruzzo: contributi per interventi di impiantistica sportiva

Il bando della Regione Abruzzo, riservato ai Comuni, è finalizzato alla concessione di contributi in conto capitale per l’attuazione di interventi di impiantistica sportiva, ai sensi della L.R. 12/01/2018 n. 2. La dotazione finanziaria ammonta complessivamente a 3.950.000,00 euro da ripartire per il triennio 2020/2022. La scadenza delle domande, da far pervenire esclusivamente tramite P.E.C, è fissata al 02/11/2020.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Titoli abilitativi
  • Provvidenze
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica

Piemonte: 26 milioni per i costi dei titoli edilizi

Per favorire la ripartenza dell'attività edilizia a causa dell'emergenza da COVID-19, la Regione Piemonte ha stanziato per l'anno 2020 euro 26.000.000,00 in favore dei Comuni a copertura parziale o totale del contributo del costo di costruzione relativo al rilascio dei titoli abilitativi in edilizia, di cui all'articolo 16 del Testo Unico edilizia (D.P.R. 380/2001). Si tratta di contributi e fondo perduto e le relative domande dovranno essere presentate da professionisti abilitati per la presentazione di istanze edilizie, a nome e per conto di privati e imprese.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Tutela ambientale

Bando Horizon 2020 sul Green deal europeo

  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico

Impianti di riscaldamento e condizionamento - Sistemi di automazione e controllo

  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico

Punti di ricarica edifici non residenziali