FAST FIND : GP4499

Sent. C. Cass. 14/12/1999, n. 14022

47693 47693
1. Edilizia ed urbanistica - Distanze - Norme applicabili - Quelle vigenti all'inizio dei lavori - Concessione edilizia in base a piano regolatore previgente - Irrilevanza.
1. La normativa edilizia applicabile in materia di distanze è quella vigente al momento di inizio dei lavori, né rileva che l'erigenda costruzione sia conforme alla concessione edilizia rilasciata in base al piano regolatore generale previgente perché anzi il provvedimento concessorio decade se la costruzione non è iniziata prima dell'entrata in vigore della normativa sopravvenuta e non è compiuta nel triennio successivo; in particolare poi deve applicarsi la normativa che disciplina le distanze tra costruzioni anche se la Pubblica amministrazione ha ordinato la demolizione di quella già esistente, ma il relativo provvedimento è stato impugnato.

Sulle leggi e sulle prescrizioni comunali che regolano le distanze in materia di edilizia ed urbanistica (come regolamento edilizio, programmi di fabbricazione, piani regolatori) ved. Cass. 23 novembre 1999 n. 12984R (1. Le norme dei regolamenti comunali edilizi sulle distanze non sono derogabili. - 2. La sanatoria edilizia opera nei rapporti fra l'autore della costruzione e la pubblica Amministrazione ma non fa venir meno la contrarietà della costruzione alle norme sulle distanze); Cass. 3 agosto 1999 n. 8383R (È tassativa e inderogabile la prescrizione del D.M 1° aprile 1968 n. 1404 secondo cui negli edifici ricadenti in determinate zone deve essere sempre rispettata una distanza minima di 10 metri fra pareti finestrate e pareti di edifici antistanti); Cass. 2 giugno 1999 n. 5390R (Le distanze di cui all'art. 873 Cod. civ. devono essere osservate anche tra il fondo comune e quello di proprietà esclusiva di uno dei condomini); Cass. 29 aprile 1999 n. 4343R (Le norme dei regolamenti edilizi sulle distanze hanno carattere integrativo di quelle del Codice civile, ai sensi degli artt. 872 e 873 Cod. civ., e hanno pertanto valore di norme giuridiche così che la loro violazione comporta non solo il risarcimento dei danni ma anche la riduzione in pristino). Sono conformi a quest'ultima sentenza, fra le altre, le seguenti: C. Stato V 9 dicembre 1997 n. 1487R, Cass. 2 maggio 1997 n. 3820R, Cass. 23 giugno 1995 n. 7154R, Cass. 28 ottobre 1994 n. 8895R.

Dalla redazione

  • Agevolazioni
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Edilizia residenziale
  • Provvidenze

Finanziamenti per la rigenerazione urbana e la qualità dell'abitare

Con Decreto del Ministero delle infrastrutture e trasporti vengono stabiliti termini, contenuti e modalità di presentazione delle proposte per accedere ai finanziamenti finalizzati a riqualificare e incrementare il patrimonio destinato all'edilizia residenziale sociale, a rigenerare il tessuto socio-economico, a incrementare l'accessibilità, la sicurezza dei luoghi e la rifunzionalizzazione di spazi e immobili pubblici. Le risorse stanziate ammontano a 853,81 milioni di euro (dal 2020 al 2033).
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Edilizia scolastica
  • Amianto - Dismissione e bonifica

Lombardia: 16 milioni per rimuovere l'amianto dalle scuole

Ammonta a 16 milioni la dotazione finanziaria del bando della Regione Lombardia per gli interventi di bonifica dell'amianto e ripristino negli edifici scolastici di proprietà degli enti locali. Gli interventi finalizzati alla rimozione dell'amianto dalle scuole e relative pertinenze devono avere un valore minimo di 50.000,00 euro e un valore massimo di 3.000.000 euro. Gli interventi saranno finanziati al 100% delle spese ammesse.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Impiantistica
  • Sicurezza
  • Barriere architettoniche
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Locali di pubblico spettacolo
  • Provvidenze

Sicilia: contributi per il miglioramento e la riqualificazione delle sale cinematografiche

L'Avviso pubblico disciplina la concessione di contributi a sostegno della realizzazione di progetti volti al miglioramento e alla qualificazione delle sale cinematografiche in Sicilia. La misura prevede 5 milioni di euro per la concessione di contributi a fondo perduto in una percentuale che varia dal 70 a 100% delle spese ritenute ammissibili.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Protezione civile
  • Fisco e Previdenza
  • Imposte sul reddito
  • Imprese
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Trasporti
  • Finanza pubblica
  • Edilizia e immobili
  • Calamità
  • Calamità/Terremoti
  • Provvidenze
  • Previdenza professionale

Le misure introdotte dal D.L. 104/2020 (c.d. “Decreto Agosto”)

Analisi delle disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nel Decreto Agosto (D.L. 14/08/2020, n. 104, convertito in legge dalla L. 13/10/2020, n. 126), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Tutela ambientale
  • Inquinamento atmosferico

Finanziamento di interventi di riforestazione nelle città metropolitane

Con Decreto del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, vengono stabilite le modalità per la progettazione degli interventi e il riparto delle risorse per i finanziamenti del programma sperimentale per la creazione di foreste urbane e periurbane nelle città metropolitane. Le risorse stanziate ammontano a 15 milioni di euro per ciascuno degli anni 2020 e 2021.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Accesso al Fondo per l'aggregazione degli acquisti di beni e servizi per l'anno 2020

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Tutela ambientale

Bando Horizon 2020 sul Green deal europeo

  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico

Impianti di riscaldamento e condizionamento - Sistemi di automazione e controllo