30 mar 2020

FAST FIND : SC1336

Ultimo aggiornamento
19/06/2018

Campania: incentivi per interventi di bonifica di materiali contenenti amianto triennio 2018-2020 - Anno 2020

In ottemperanza della Delib. G.R. Campania n. 258 del 02/05/2018, sulla base delle disponibilità finanziarie stabilite per il triennio 2018-2020, è previsto un contributo finanziario per gli interventi di decontaminazione da amianto.
Il contributo è così ripartito:
- € 1.312.909,71 per l’esercizio finanziario 2018;
- € 2.541.525,97 per l’esercizio finanziario 2019;
- € 2.707.732,00 per l’esercizio finanziario 2020.
La tempistica per la presentazione della domanda da parte dei soggetti interessati per accedere ai contributi, in relazione alle diverse annualità, è la seguente:
- 30/09/2018 per l’anno 2018;
- 30/03/2019 per l’anno 2019;
- 30/03/2020 per l’anno 2020.
Le istanze di partecipazione al bando e la relativa documentazione specificata nel bando dovranno essere presentate con una delle seguenti modalità:
- a mezzo raccomandata A/R indirizzata alla Direzione Generale Difesa del Suolo e Ecosistema – U.O.D. 50 06 05 - Bonifiche - Via De Gasperi, 28 - 80133 Napoli;
- a mezzo pec da inoltrarsi all’indirizzo di posta elettronica uod.500605@pec.regione.campania.it;
- a mano all’ufficio accettazione posta U.O.D. 50 06 05 - Bonifiche - Via De Gasperi, 28, V° piano - 80133 Napoli.
Gli interventi oggetto del bando, approvato con D. Dirig. Campania n. 252 del 17/05/2018, riguardano il risanamento e il recupero di aree/edifici pubblici caratterizzati dalla presenza di Materiali Contenenti Amianto (MCA) che necessitano di interventi di bonifica.
Il finanziamento è destinato a coprire, in forma parziale e di rimborso, il costo degli interventi di bonifica da amianto, derivante dal quadro economico del progetto esecutivo, approvato dall’Ente richiedente.
Gli interventi dovranno essere realizzati nel rispetto della normativa vigente in materia di contratti e appalti, in materia di urbanistica, in materia di sicurezza ambientale e di sicurezza sui luoghi di lavoro.
 

Dalla redazione

  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • Edilizia scolastica
  • Provvidenze
  • Finanza pubblica
  • Edilizia e immobili
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Lombardia: bando 2019 edifici scolastici #amiantozero

Via l'amianto dalle scuole della Lombardia grazie ad un bando da 5 milioni di euro. Possono partecipare gli Enti locali e altri soggetti pubblici proprietari di poli per l’infanzia, scuole dell’infanzia statali e comunali, scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado, abilitati all'Anagrafe regionale dell'edilizia scolastica (ARES). Il contributo a fondo perduto massimo erogabile è di 500 mila euro e verrà così ripartito: per i Comuni con popolazione superiore a 5.000 abitanti e Province fino al 50% della spesa ammessa; per i Comuni con popolazione inferiori ai 5.000 abitanti e Comunità montane fino al 90% della spesa ammessa.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Lombardia: contributi per la rimozione di coperture e altri manufatti in cemento-amianto da edifici privati

La misura incentiva la rimozione dei manufatti in cemento-amianto ancora presenti sul territorio regionale. Possono presentare domanda unicamente i privati cittadini (persone fisiche, anche associate nel “Condominio” qualora sia costituito) proprietari di immobili, ad uso prevalentemente residenziale e relative pertinenze, situati in Lombardia, nei quali siano presenti manufatti in cemento-amianto. Il contributo è a fondo perduto fino alla concorrenza massima del 50% dell’importo della spesa ammissibile e, in ogni caso, non oltre un massimo di 15.000 € per il singolo intervento.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Provvidenze
  • Appalti e contratti pubblici
  • Finanza pubblica
  • Pubblica Amministrazione
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Bonifica amianto edifici pubblici: finanziamenti per la progettazione (bando 2017)

Scheda tecnica del bando per il finanziamento della progettazione preliminare e definitiva di interventi di bonifica di edifici pubblici contaminati da amianto, con riferimento all'annualità 2017 (6,018 mln di Euro). Caratteristiche, importi e dotazione finanziaria dell’agevolazione con tabella riepilogativa; Soggetti beneficiari, scadenza e contenuti tecnici delle domande; Interventi finanziabili ed esclusioni; Criteri di priorità; Erogazione dei finanziamenti e cause di revoca.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Provvidenze
  • Finanza pubblica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Pubblica Amministrazione
  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • Enti locali

Piemonte: 2 milioni di euro per la rimozione dell’amianto dagli edifici pubblici

Il bando è aperto ai Comuni piemontesi, e prevede la disponibilità di oltre 2 milioni di euro. Le risorse saranno assegnate per contribuire alla bonifica, mediante rimozione, di edifici e strutture di proprietà comunale con manufatti contenenti amianto. Gli interventi dovranno essere realizzati dai Comuni beneficiari del contributo entro il 30/11/2020. Il finanziamento regionale coprirà il 100% dell'importo netto dei costi di bonifica e dei costi per il ripristino, strettamente conseguenti alla rimozione dei manufatti contenenti amianto, oltre all'importo netto degli oneri per la sicurezza.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Provvidenze
  • Imprese
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • Finanza pubblica

Emilia Romagna: incentivi alle imprese per la rimozione e lo smaltimento di manufatti contenenti cemento-amianto

Oltre 3 milioni di euro a disposizione delle imprese emiliano-romagnole o per sostenere la qualificazione ambientale del sistema produttivo regionale promuovendo, attraverso incentivi per la riqualificazione ambientale, la rimozione e lo smaltimento del cemento-amianto dai luoghi di lavoro. La procedura per ottenere il contributo si articola in due fasi: fase 1 per la prenotazione on line (click day), fase 2 per la presentazione della domanda di contributo. I lavori dovranno essere conclusi entro 24 mesi dalla data di concessione del contributo.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Calamità
  • Calamità/Terremoti
  • Imprese
  • Finanza pubblica
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Provvidenze
  • Protezione civile

Termini di pagamento utenze e fatture varie comuni colpiti dal sisma di agosto 2016 (soggetti con fabbricato inagibile)

  • Provvidenze
  • Imprese
  • Finanza pubblica
  • Protezione civile
  • Calamità
  • Calamità/Terremoti
  • Terremoto Centro Italia 2016

Esenzione Imposta di bollo istanze verso la P.A. comuni colpiti dal sisma 2016

  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Imprese
  • Compravendita e locazione
  • Provvidenze
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Protezione civile
  • Calamità
  • Calamità/Terremoti

Sisma centro Italia 2016: termine sospensione versamenti mutui e canoni di locazione finanziaria (attività economiche e privati con prima casa distrutta o inagibile)

  • Provvidenze
  • Impianti sportivi
  • Norme tecniche
  • Finanza pubblica
  • Edilizia e immobili
  • Impiantistica
  • Impianti di sollevamento e a fune
  • Impianti di sollevamento e a fune

Lombardia, impianti di risalita e piste da sci: contributi per l'adeguamento e la sicurezza - Bando 2015

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Procedimenti amministrativi
  • Informatica
  • Pubblica Amministrazione
  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure

Lombardia: avvio fase sperimentale app "Aua Point" per comunicazione scarichi ed emissioni