FAST FIND : GP16123

Sent. TAR. Campania Napoli 07/12/2017, n. 5785

4478611 4478611
1. Edilizia e urbanistica - Distanze tra le costruzioni - Distanza tra edifici antistanti ai sensi dell’art. 9 del D.M. 1444/1968 - Carattere generale e inderogabile - Applicazione a nuovi edifici - Applicazione anche a ristrutturazioni che diano vita ad un organismo edilizio oggettivamente diverso. 2. Edilizia e urbanistica - Qualificazione degli interventi edilizi - Intervento di ristrutturazione edilizia - Linea distintiva tra le nozioni di ristrutturazione edilizia e di nuova costruzione. 3. Edilizia e urbanistica - Distanze tra le costruzioni - Distanza tra edifici antistanti ai sensi dell’art. 9 del D.M. 1444/1968 - Differenza di quote esistente tra gli edifici - Irrilevanza - Una sola parete finestrata - Sufficienza. 4. Edilizia e urbanistica - Distanze tra le costruzioni - Distanza tra edifici antistanti ai sensi dell’art. 9 del D.M. 1444/1968 - Interventi in zone A (centro storico) - Applicazione in caso di nuova costruzione.

1. In termini generali, la disposizione contenuta nell’art. 9 del D.M. 1444/1968, che prescrive la distanza di 10 metri che deve sussistere tra edifici antistanti, ha carattere inderogabile poiché si tratta di norma imperativa, la quale predetermina in via generale ed astratta le distanze tra le costruzioni in considerazione delle esigenze collettive connesse ai bisogni di igiene e di sicurezza; tali distanze sono coerenti con il perseguimento dell’interesse pubblico e non già con la tutela del diritto dominicale dei proprietari degli immobili finitimi alla nuova costruzione, tutela che è invece assicurata dalla disciplina predisposta, anche in tema di distanze, dal Codice civile. Tale disposizione si applica sia ai “nuovi edifici” -

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Distanze tra le costruzioni
  • Edilizia e immobili
  • Piano Casa
  • Urbanistica

I limiti di distanza tra fabbricati antistanti

Distanze tra costruzioni; modalità di calcolo delle distanze; prevalenza sui regolamenti locali; norma imperativa; pareti finestrate; edifici preesistenti; centro storico; nuova costruzione; ristrutturazione; demolizione e ricostruzione; deroghe.
A cura di:
  • Giulio Tomasi
  • Distanze tra le costruzioni
  • Pianificazione del territorio
  • Urbanistica

Distanze, muri, luci e vedute tra costruzioni - Vincoli di inedificabilità

VALORE DELLE NORME SULLE DISTANZE - IL CONCETTO DI “COSTRUZIONE” O “EDIFICIO” AI FINI DELLE NORME SULLE DISTANZE (In genere; Rispetto delle distanze nel caso di interventi di demolizione e ricostruzione) - DISTANZE TRA EDIFICI NEI RAPPORTI TRA VICINI (Distanze tra edifici, nei rapporti tra vicini, in caso di inesistenza di norme edilizio-urbanistiche locali; Distanze riguardanti particolari manufatti edilizi (pozzi, cisterne, tubi, ecc.); Alberi e siepi) - DISTANZE TRA EDIFICI AI FINI DEL RILASCIO E DELLA LEGITTIMITÀ DEI TITOLI ABILITATIVI EDILIZI - IL CALCOLO DELLE DISTANZE TRA EDIFICI (In genere; Balconi aggettanti) - LE DISTANZE TRA COSTRUZIONI: DISCIPLINE SPECIALI (Cimiteri; Strade pubbliche; Ferrovie; Aeroporti; Suoli boschivi; Corsi d’acqua; Linee elettriche) - COSTRUZIONE IN ADERENZA O IN APPOGGIO AL MURO DI CONFINE - DISTANZE DAL CONFINE (Muro sul confine; Muro del vicino ad una distanza inferiore a quella legale; Costruzioni sul muro di confine e norme tecniche delle costruzioni; Inapplicabilità della disciplina sui muri di confine) - IL MURO DI CINTA (Richiesta di costruire un muro di cinta, divisorio da altra proprietà; Individuazione del/i proprietario/i del muro - Comunione del muro di cinta; Lavori sul muro di cinta in comunione tra i confinanti; Titolo abilitativo per costruire, ristrutturare, manutenere il muro di cinta) - LUCI E VEDUTE (Luci; Vedute - finestre) - PATTI IN DEROGA - VIOLAZIONE DELLE NORME SULLE DISTANZE - TUTELA DEI DIRITTI DEI VICINI - COSTRUZIONI IN CONFINE CON LE PIAZZE E LE VIE PUBBLICHE.
A cura di:
  • Studio Groenlandia
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Distanze tra le costruzioni
  • Cave, miniere e attività estrattive
  • Norme tecniche
  • Sicurezza
  • Urbanistica
  • Pianificazione del territorio
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Impianti tecnici e tecnologici
  • Informatica
  • Piano Casa
  • Abusi e reati edilizi - Condono e sanatoria
  • Edilizia e immobili
  • Impiantistica
  • Beni culturali e paesaggio
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Sicilia, recepimento del Testo Unico dell’edilizia

Con la legge 10/08/2016, n. 16, pubblicata sulla G.U. 19/08/2016, n. 36 Suppl. Ord., la Regione Sicilia ha recepito il Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia (D.P.R. 06/06/2001, n. 380). Disponibile il Testo Unico dell'edilizia per la Regione Sicilia elaborato da Legislazione Tecnica.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Appalti e contratti pubblici
  • Pianificazione del territorio
  • Urbanistica

La realizzazione delle opere di urbanizzazione nel D. Leg.vo 50/2016

PREMESSA (Gli oneri di urbanizzazione; I riferimenti nel T.U. dell’edilizia e nella Legge urbanistica; Quali sono le opere di urbanizzazione) - LA DISCIPLINA NEL “VECCHIO” D. LEG.VO 163/2006 (Procedure per l’affidamento; Livello di progettazione a base di gara; Opere non realizzate a scomputo ma in base a convenzione) - LA DISCIPLINA NEL NUOVO D. LEG.VO 50/2016 (Procedure per l’affidamento; Livello di progettazione a base di gara; Decorrenza della disciplina del D. Leg.vo 50/2016) - ALTRI CASI DI OPERE PUBBLICHE REALIZZATE A SPESE DEL PRIVATO - DETERMINAZIONE DEL VALORE DELLE OPERE (Criteri di determinazione; Variazione del valore stimato).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Abusi e reati edilizi - Condono e sanatoria
  • Edilizia e immobili
  • Urbanistica

Ingiunzione di pagamento per inottemperanza all'ordine di demolizione

Sanzione amministrativa pecuniaria; art. 31, D.P.R. 06/06/2001, n. 380, comma 4-bis; L. 11/11//2014 n. 164; natura punitiva; natura ripristinatoria; giurisdizione del giudice amministrativo; legittimità dell’ordine di demolizione; atto vincolato; atto derivato; ordine di demolizione adottato in vigenza di sequestro penale; validità ed efficacia dell'ingiunzione di pagamento; legittimità dell’ordine di demolizione; principio di legalità e irretroattività delle sanzioni amministrative; L. 24/11/1981 n. 689; condizioni di efficacia; termine di prescrizione; permanenza dell'illecito.
A cura di:
  • Giulio Tomasi
  • Edilizia e immobili
  • Urbanistica
  • Pianificazione del territorio
  • Standards

Veneto, i regolamenti edilizi comunali devono adeguarsi al Regolamento edilizio tipo

  • Pubblica Amministrazione
  • Urbanistica
  • Procedimenti amministrativi
  • Commercio e mercati

Emilia Romagna - Prosecuzione attività in locali privi di requisiti imprese con sede non agibile al 31/12/2018

  • Titoli abilitativi
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Pianificazione del territorio
  • Edilizia e immobili
  • Piano Casa
  • Standards
  • Urbanistica

Marche: obbligo di adeguamento dei regolamenti edilizi comunali al Regolamento edilizio tipo (RET)