FAST FIND : GP1018

Sent. C. Cass. pen. 01/12/1992, n. 1984

44212 44212
1. Edilizia ed urbanistica - Abusi - Demolizione - Ordine del giudice penale - Natura di sanzione amministrativa e non di pena accessoria 2. Edilizia ed urbanistica - Abusi - Demolizione - Ordine del giudice penale - Patteggiamento - Inammissibilità
1. L'ordine di demolizione delle opere abusivamente realizzate, previsto dall'art. 7 ultimo comma L. 28 febbraio 1985 n. 47, nel caso di condanna per il reato di cui all'art. 17 lett. b) L. 28 gennaio 1977 n. 10 come modificato dall'art. 20 legge n. 47 del 1985, ha natura di sanzione amministrativa e non di pena accessoria; esso quindi trova applicazione anche nel caso di patteggiamento, non ostandovi il disposto di cui all'art. 445, 1° c., C.p.p., che vieta, tra l'altro, l'applicazione, con la sentenza che recepisce l'accordo delle parti, di pene accessorie. 2. In tema di patteggiamento, è da escludere che l'accordo delle parti debba estendersi a tutti gli effetti, penali e non penali, della sentenza che lo recepisca, essendo al contrario da ritenere che siano rimesse alla valutazione delle parti solo la determinazione della pena e l'eventuale sospensione condizionale, mentre gli effetti di detta sentenza, siccome disciplinati direttamente dalla legge (art. 445 C. p.p.), non possono formare oggetto di patteggiamento. (Nella specie, in applicazione di detto principio, la Corte ha affermato che, nel caso di applicazione della pena per reato urbanistico consistito nella realizzazione di opere abusive, la demolizione di tali opere, prevista dall'art. 7 u.c. L. 28 febbraio 1985 n. 471 come conseguenza obbligatoria, di carattere amministrativo, di detta pronuncia, deve essere disposta indipendentemente dalla circostanza che essa sia rientrata o meno nell'accordo delle parti)

Dalla redazione

  • Finanza pubblica
  • Leggi e manovre finanziarie

La Legge di bilancio 2020 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella Legge di bilancio 2020 (L. 27 dicembre 2019, n. 160), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Provvidenze
  • Edilizia residenziale
  • Energia e risparmio energetico
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Efficienza e risparmio energetico

Lombardia: 15 mln di euro per l’efficientamento energetico delle case popolari

Ammonta a 15 milioni di euro lo stanziamento previsto dalla Regione Lombardia per opere di efficientamento energetico su immobili destinati a servizi abitativi pubblici già oggetto di interventi di riqualificazione edilizia. Le opere finanziate sono mirate al raggiungimento di prestazioni energetiche ed emissive di standard più elevati. Saranno ammessi all'agevolazione progetti di importo minimo netto dei lavori di efficientamento energetico pari a € 100.000 risultante dal quadro economico allegato al progetto; opere di valore inferiore non saranno ammissibili.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Energia e risparmio energetico
  • Finanza pubblica
  • Impiantistica
  • Provvidenze
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Fonti alternative
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili

Friuli Venezia Giulia: contributi per acquisto e installazione di sistemi di accumulo di energia prodotta da impianti fotovoltaici

La Regione Friuli Venezia Giulia, al fine di promuovere l'uso razionale dell'energia e delle fonti energetiche rinnovabili, nonché il contenimento dei consumi energetici, concede contributi straordinari a fondo perduto per l'acquisto e l'installazione di sistemi di accumulo di energia elettrica prodotta da impianti fotovoltaici. Possono presentare domanda di contributo esclusivamente le persone fisiche, titolari o che saranno titolari, di un impianto fotovoltaico, per l’acquisto e l'installazione di un sistema di accumulo di energia elettrica prodotta dall'impianto fotovoltaico, a servizio dell'immobile di residenza. Il contributo massimo è pari a 3 mila euro per ogni intervento ammesso.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Provvidenze
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Agricoltura e Foreste
  • Finanza pubblica
  • Difesa suolo

Toscana: contributi per interventi di prevenzione del dissesto idrogeologico

Dalla Regione Toscana 5 milioni di euro destinati al sostegno di investimenti in azioni di prevenzione volte a ridurre le conseguenze di probabili calamità naturali, avversità atmosferiche ed eventi catastrofici. Il contributo concedibile è pari all'80% della spesa prevista a progetto per le aziende agricole e del 100% per gli enti pubblici o progetti collettivi. L’importo massimo di contributo erogabile è pari a 400 mila euro.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze

Emilia Romagna: contributi per interventi sulle strutture di ricovero per animali

La Regione Emilia Romagna ha approvato un bando da 900 mila euro per la concessione di contributi ai Comuni per la costruzione di nuovi canili e gattili e la sistemazione di quelli già esistenti. Agli interventi ammessi al finanziamento verrà riconosciuto il contributo del 50% del costo complessivo dell’intervento, salvo diversa richiesta del Comune proponente.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Macchine e prodotti industriali
  • Norme tecniche

Ecodesign apparecchi di refrigerazione con funzione di vendita diretta

  • Norme tecniche
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico
  • Macchine e prodotti industriali

Ecodesign display elettronici

  • Macchine e prodotti industriali
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Norme tecniche
  • Energia e risparmio energetico

Ecodesign sorgenti luminose e unità di alimentazione separate

  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Macchine e prodotti industriali
  • Norme tecniche

Ecodesign apparecchi di refrigerazione