FAST FIND : NR25969

L. R. Friuli Venezia Giulia 18/03/2011, n. 3

Norme in materia di telecomunicazioni.
Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- L.R. 29/06/2020, n. 13
- L.R. 28/12/2018, n. 28
- L.R. 27/03/2018, n. 12
- L.R. 21/07/2017, n. 29
- L.R. 29/12/2016, n. 24
- L.R. 16/10/2015, n. 25
- L.R. 18/07/2014, n. 13
- L.R. 26/06/2014, n. 12
- L.R. 26/07/2013, n. 6
- L.R. 31/12/2012, n. 27
- L.R. 21/12/2012, n. 26
Scarica il pdf completo
43131 6601702
CAPO I - PRINCIPI GENERALI, FUNZIONI AMMINISTRATIVE E DEFINIZIONI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43131 6601703
Art. 1 - Oggetto e finalità

1. La Regione, in attuazione dell’articolo 4, primo comma, n. 12, della legge costituzionale 31 gennaio 1963, n. 1 (Statuto speciale della Regione Friuli - Venezia Giulia), nel rispetto della Costituzione, degli obblighi derivanti dall’ordinamento comunitario, in armonia con i principi di cui alla legge 22 febbraio 2001, n. 36 (Legge quadro sulla protez

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43131 6601704
Art. 2 - Campo di applicazione

1. In attuazione della

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43131 6601705
Art. 3 - Funzioni della Regione

1. La Regione al fine di conseguire le finalità di cui all’articolo 1:

a) partecipa ai procedimenti di consultazione e coordinamento con gli organi dello Stato e con le altre Regioni;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43131 6601706
Art. 4 - Funzioni del Comune

1. Il Comune:

a) regolamenta in ambito locale la m

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43131 6601707
Art. 5 - Definizioni

1. Ai fini della presente legge, ferme restando le definizioni generali di cui alla vigente legislazione nazionale in materia di telecomunicazioni, si intendono per:

a) “operatori delle telecomunicazioni”: gli operatori come definiti dal Codice delle comunicazioni;

b) “impianti per la radiodiffusione televisiva e sonora”: gli impianti, apparati e strutture anche edilizie strettamente necessari per le trasmissioni del settore televisivo e sonoro;

c) “impianti per la telefonia mobile”: gli impianti di cui alle succe

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43131 6601708
CAPO II - NORME IN MATERIA DI RADIODIFFUSIONE TELEVISIVA E SONORA
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43131 6601709
Art. 6 - Finalità

1. Con le presenti norme la Regione, nel rispetto dei principi di cui alla vigente le

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43131 6601710
Art. 7 - Programmazione nazionale e intesa fra Stato e Regione

1. L’intesa prevista dalle vigenti norme statali nei procedimenti di approvazione dei piani nazionali di assegnazione delle frequenze per la radiodiffusione televisiva e sonora in tecnica digitale e analogica e loro modifiche, ai fini della gestione delle risorse e delle peculiarità territoriali e della tutela delle minoranze linguistiche, è espressa dalla Giunta regionale.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43131 6601711
Art. 8 - Autorizzazione unica

1. La realizzazione di nuovi impianti, nonché la modifica di impianti esistenti, di qualsiasi potenza, la cui localizzazione è prevista dai piani nazionali di cui all’articolo 7 approvati a seguito dell’intesa di cui al medesimo articolo 7, è soggetta ad autorizzazione unica, rilasciata dal Comune interessato ai soggetti abilitati ai sensi del decreto legislativo 259/2003, a conclusione di un procedimento unificato nel rispetto dei principi di semplificazione e con le modalità e nei termini di cui alle vigenti disposizioni previste per l’istituto della conferenza di servizi.

2. L’autorizzazione di cui al comma 1, che comprende anche le opere e le infrastrutture strettamente necessarie e connesse alla funzionalità degli impianti, è rilasciata anche in deroga alle previsioni degli strumenti urbanistici comunali vigenti, fatte salve le vigenti norme in materia di tutela della salute, del territorio, dell’ambiente, del paesaggio e dei beni culturali, e nel rispetto dei principi di non discriminazione, proporzionalità e obiettività.

3. Gli impianti di cui al comma 1 possono essere comunque localizzati entro un raggio massimo di 100 metri rispetto alle localizzazioni puntuali indicate nei piani nazionali.

4. La realizzazione di nuovi impianti di potenza in singola antenna inferiore a 200 Watt, la cui localizzazione non è prevista dai piani nazionali di cui all’articolo 7, è soggetta ad autorizzazione unica con le modalità di cui ai commi 1 e 2, fatto salvo quanto previsto dall’articolo 10 in materia di ponti radio e impianti di piccola potenza.

5. L’autorizzazione di cui al comma 1 è rilasciata previo parere favorevole di ARPA, espresso in sede di conferenza di servizi, che accerti il rispetto dei limiti di esposizione, dei valori di attenzione e degli obiettivi di qualità, relativi alle emissioni elettromagnetiche, di cui alla

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43131 6601712
Art. 9 - Impianti fuori dai piani nazionali

1. La previsione della localizzazione di nuovi impianti al di fuori dei siti previsti dai piani nazionali di cui all’articolo 7 approvati a seguito dell’intesa di cui al medesimo articolo 7, fatto salvo quanto previsto all’articolo 8, commi 3 e 4, e fermo restando quanto previsto al successivo comma 4, è richiesta dai soggetti pubblici o privati interessati al Ministero competente allegando il

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43131 6601713
Art. 10 - Ponti radio e impianti di piccola potenza

1. L’installazione e la modifica di ponti radio e di altri impianti con potenza in singola antenna uguale o inferiore a 20 Watt, fermo resta

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43131 6601714
Art. 11 - Vigilanza, controllo, rilocalizzazione degli impianti

1. Fermo restando quanto stabilito dall’articolo 4, i Comuni esercitano le funzioni di vigilanza e controllo sugli impianti di cui al presente capo, finalizzate:

a) a garantire il rispetto dei limiti di esposizione dei campi elettromagnetici e delle misure di cautela in conformità a quanto disposto dalla legge 36/2001, nonché delle eventuali prescrizioni contenute nei provvedimenti autorizzativi;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43131 6601715
Art. 12 - Comunicazione per l’attivazione degli impianti

1. All’atto dell’attivazione degli impianti è data, da parte degli

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43131 6601716
Art. 13 - Norme transitorie

1. Fino all’approvazione di nuovi piani nazionali di assegnazione delle frequenze per la radiodiffusione televisiva e sonora in tecnica analogica e digitale, sui quali sia stata raggiunta l’intesa di cui all’articolo 7, rimane in ogni caso in vigore il Piano regionale per la radiodiffusione televisiva approvato con decreto del Pr

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43131 6601717
Art. 14 - Abrogazioni

1. È abrogato l’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43131 6601718
CAPO III - DISCIPLINA IN MATERIA DI IMPIANTI PER LA TELEFONIA MOBILE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43131 6601719
Art. 15 - Finalità

1. Con le presenti norme la Regione definisce la disciplina dell’installazione

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43131 6601720
Art. 16 - Regolamento comunale per la telefonia mobile

1. Nel rispetto dei principi informatori di cui all’articolo 8, comma 6, della legge 36/2001, i Comuni approvano, entro un anno dalla data di entrata in vigore della presente legge, il regolamento comunale per la telefonia mobile, di seguito denominato regolamento, anche come atto integrativo o parte del regolamento edilizio comunale.

2. Il regolamento disciplina su tutto il territorio comunale l’installazione degli impianti per la telefonia mobile e degli altri apparati radioelettrici per telecomunicazioni come definiti dall’articolo 5, comma 1, lettera c), fatto salvo quanto disposto dall’articolo 15. Il Regolamento non disciplina gli impianti per la radiodiffusione televisiva e sonora.

3. Il regolamento persegue i seguenti obiettivi:

a) la tutela della salute dei cittadini dagli effetti dell’esposizione ai campi elettromagnetici ai sensi delle vigenti norme, l’uso razionale del territorio, la tutela dei beni di interesse storico, artistico, culturale, paesaggistico, ambientale e naturalistico;

b) l’armonizzazione delle esigenze dell’Amministrazione comunale e della salvaguardia dei valori e dei beni di cui alla lettera a), con i programmi di sviluppo delle reti degli operatori delle telecomunicazioni di cui all’articolo 17, nell’ambito di un’azione di governo e regolazione della materia a livello locale;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43131 6601721
Art. 17 - Programmi di sviluppo delle reti

1. Gli operatori delle telecomunicazioni presentano al Comune, entro il 31 marzo di o

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43131 6601722
Art. 18 - Procedimento autorizzativo ordinario

1. Fermo restando quanto stabilito dall’articolo 8, commi 5 e 6, l’installazione e le modifiche degli impianti di cui all’articolo 15 sono soggette a SCIA secondo la normativa edilizia vigente, integrata di una relazione tecnica sottoscritta e asseverata da un tecnico abilitato che attesti il rispetto delle previsioni del Regolamento di cui all’articolo 16. Restano esclusi dalla SCIA i casi in cui si preveda la realizzazione di manufatti edilizi pertinenziali non strettamente funzionali agli impianti.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43131 6601723
Art. 19 - Procedimento autorizzativo in assenza di regolamento

1. In assenza del regolamento comunale per la telefonia mobile di cui all’articolo 16, l’installazione e le modifiche degli impianti di cui all’articolo 15, fermo restando quanto previsto dall’articolo 21 per gli impianti mobili di telefonia mobile, nonché richiamato quanto previsto all’articolo 8, comma 6, per la manutenzione ordinaria, sono soggette ad autorizzazione rilasciata dal Comune.

2. L’istanza di autorizzazione è corredata del parere di ARPA che accerti il rispetto dei limiti di esposizione, dei valori di attenzione e degli obiettivi di qualità, relativi alle emissioni elett

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43131 6601724
Art. 20 - Dismissione degli impianti

1. In caso di dismissione per cessata funzionalità o ricollocazione degli impi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43131 6601725
Art. 21 - Disposizioni specifiche per impianti mobili per telefonia mobile

1. L’installazione e l’attivazione degli impianti mobili per telefonia mo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43131 6601726
Art. 22 - Impianti della Protezione civile della Regione

1. Le opere, gli impianti e le infrastrutture di competenza della Protezione civile della Regione, necessari alla realizzazione e all’implementazione tecnico-operativa delle reti radio di comunicazione di emergenza sono realizzati, ai sensi della

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43131 6601727
Art. 23 - Disposizioni specifiche per gli impianti di telecomunicazioni del traffico ferroviario

1. Gli impianti relativi alla rete di telecomunicazione dedicata esclusivamente alla

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43131 6601728
Art. 24 - Informazione e trasparenza

1. Gli impianti fissi e mobili di cui all’articolo 15, a esclusione delle microcelle, devono essere dota

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43131 6601729
Art. 25 - Comunicazione per l’attivazione degli impianti

1. All’atto dell’attivazione degli impianti è data, da parte degli operatori delle telecomun

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43131 6601730
Art. 26 - Controlli ambientali

1. I Comuni esercitano le funzioni di vigilanza e controllo sugli impianti di cui al presente capo, finalizzate:

a) a garantire il rispetto dei limiti di esposizione dei campi elettromagnetici e delle misure di cautela in conformità a quanto disposto dalla

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43131 6601731
Art. 27 - Sanzioni

1. Ferme restando tutte le sanzioni previste dalle vigenti disposizioni legislative e regolamentari, e ferme restando in particolare le sanzioni previste dalla legge 36/2001 in materia di emissioni elettromagnetiche, in caso di non conformità ai parametri e alle caratteristiche radioelettriche dell’impianto dichiarati nel titolo abilitativo, il Comune ordina all’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43131 6601732
Art. 28 - Abrogazioni

1. Sono abrogate le seguenti disposizioni:

a) la

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43131 6601733
Art. 29 - Norme finali e transitorie

1. I procedimenti in corso alla data di entrata in vigore della presente legge sono conclusi secondo le disposizioni della legge regionale 28/2004.

2. I P

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43131 6601734
CAPO IV - DISCIPLINA IN MATERIA DI INFRASTRUTTURE PER LA BANDA LARGA
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43131 6601735
Art. 30 - Finalità

1. Con le presenti norme la Regione definisce la disciplina della pianificazione, regolazione, realizzazione, sviluppo e gestione delle infrastrutture per una rete pubblica regionale per telecomunicazioni a banda larg

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43131 6601736
Art. 31 - Pianificazione

1. Per le finalità di cui all’articolo 30, comma 1, la struttura regionale competente in materia di infrastrutture per telecomunicazioni, sentite le altre strutture regionali eventualmente interessate, predispone il Piano per la realizzazione, il completamento e lo sviluppo della rete pubblica regionale per la banda larga.

2. Il Piano di cui al comma 1 costi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43131 6601737
Art. 32 - Regolamento per la banda larga

1. Con regolamento regionale sono stabilite la disciplina e le specifiche tecniche delle opere destinate a ospitare le reti di banda larga realizzate dalla Regione, dagli Enti locali, dagli Enti pubblici anche economici, nonché dai soggetti beneficiari di incentivi pubblici per interventi di opere stradali e di altre infrastrutture civili.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43131 6601738
Art. 33 - Realizzazione, manutenzione e gestione della rete pubblica regionale

1. Gli interventi relativi alle infrastrutture per telecomunicazioni a banda larga della RPR sono realizzati, con finanziamenti comunitari, statali, regionali e con gli strumenti della finanza di progetto, direttamente dalla Regione, o tramite la sua società interamente controllata Insiel S.p.A., ovvero anche tramite affidamento in delegazione amministrativa intersoggettiva ad altri soggetti di cui all’articolo 51, comma 2, della legge regionale 14/2002.

2. L’approvazione del progetto degli interventi di cui al comma 1 ai sensi degli articoli 50 e 51 della legge regionale 14/2002 ha valore di dichiarazione di pubblica utilità dell’opera e di urgenza e indifferibilità dei relativi lavori.

3. Le infrastrutture di proprietà regionale di cui al comma 1, ivi comprese quelle realizzate antecedentemente alla data di entrata in vigore della presente legge, sono iscritte al patrimonio indisponibile della Regione. Tali beni sono rappresentati nelle schede inventariali per il solo valore inventariale; ogni altro dato è contenuto, a tutti gli effetti di legge e a parziale deroga di quanto previsto ordinariamente, nell’inventario di cui all’articolo 37. A tale scopo è predisposto un verbale di consegna utile ai fini inventariali i cui contenuti, i relativi allegati e le modalità di sottoscrizione sono stabiliti con apposita deliberazione della Giunta regionale, su proposta dell’Assessore competente in materia di infrastrutture di comunicazione, di concerto con l’Assessore competente in materia di patrimonio. Nel verbale di consegna, a cura del soggetto attuatore, è indicato il valore ai fini inventariali, corrispondente al valore di co

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43131 6601739
Art. 34 - Titoli abilitativi

1. Gli interventi per la installazione delle reti, degli impianti e delle apparecchiature necessarie a realizzare la RPR di telecomunicazioni in banda larga di cui all’articolo 30, comma 1, sono autorizzati con l’avvenuta comunicazione, da parte dei soggetti di cui all’articolo 33, comma 1, e fatti salvi tutti i titoli abilitativi previsti in relazione agli eventuali vincoli presenti, del relativo progetto corredato di una dichiarazione del progettista abilitato che asseveri la conformità delle opere agli strumenti di pianificazione vigenti e non in contrasto con quelli adottati. È fatto salvo, nei casi di apparati radioelettrici con potenza in singola antenna superiore a 5 watt, l&rsqu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43131 6601740
Art. 35 - Convenzioni

1. La Regione può sottoscrivere, con gli Enti proprietari di infrastrutture civili interessate dall’attraversamento e dall’occupazione per la realizzazione delle opere relative alla rete pubblica regionale delle i

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43131 6601741
Art. 36 - Obblighi di predisposizione delle opere

1. Gli Enti locali e gli Enti pubblici anche economici che realizzano con fondi propri o con contributi pubblici opere stradali e altre infrastrutture civili, escluse le linee elettriche realizzate fuori terra e le opere relative al solo manto stradale, devono prevedere nei relativi progetti le opere, le condutture e i manufatti idonei a ospitare la rete a fibre ottiche per telecomunicazioni, in conformità alle indicazioni tecniche del regolamento di cui all’articolo 32.

2. Gli atti autorizzativi comunque denominati, anche rilasciati in sanatoria, relativi alle opere di cui

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43131 6601742
Art. 37 - Inventario informatico regionale dei cavidotti per telecomunicazioni

1. In attuazione degli orientamenti comunitari e della AGCOM (Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni) la Regione cura e implementa un inventario informatico regionale delle infrastrutture costituite dai cavidotti per sistemi cablati di telecomunicazioni in banda larga.

2. La tenuta e l'aggiornamento dell'inventario di cui al comma 1 sono affidati alla struttura regionale competente in materia di infrastrutture per telecomunicazioni e possono anche essere affidati alla società regionale interamente controllata Insiel SpA.

3. L'inventario di cui al comma 1 contiene:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43131 6601743
Art. 38 - Abrogazioni

1. Sono abrogate le seguenti disposizioni:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43131 6601744
Art. 39 - Disposizioni transitorie e finali

1. L’iscrizione di cui all’articolo 33, comma 3, delle infrastrutture di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43131 6601745
CAPO V - DISPOSIZIONI ULTERIORI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43131 6601746
Art. 40 - Modifica all’articolo 13 della legge regionale 24/2009

N6



IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Infrastrutture e reti di energia
  • Titoli abilitativi
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Infrastrutture e reti di energia

Infrastrutturazione digitale e banda larga negli edifici

CONTESTO NORMATIVO - L’ETICHETTA “EDIFICIO PREDISPOSTO ALLA BANDA LARGA” - RIFERIMENTI TECNICI PER PROGETTISTI E INSTALLATORI - INFRASTRUTTURA FISICA E COLLEGAMENTO A “EDIFICI PREDISPOSTI” (Utilizzo condiviso delle infrastrutture fisiche; Coordinamento delle opere sulle infrastrutture fisiche; Semplificazioni procedurali per le richieste di utilizzazione di suolo pubblico; Infrastrutturazione fisica interna all’edificio ed accesso) - SISTEMA INFORMATIVO DELLE INFRASTRUTTURE DI COMUNICAZIONE (SINFI) (Finalità del SINFI; Dati catalogati nel SINFI; Obblighi e modalità operative ai fini del SINFI).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Inquinamento elettrico ed elettromagnetico

Campi elettromagnetici: limiti di emissione e linee guida per la misurazione

PREMESSA E PERIMETRO NORMATIVO (Campi elettromagnetici ad alta frequenza; Campi elettromagnetici a bassa frequenza) - CAMPI ELETTROMAGNETICI AD ALTA FREQUENZA (Valori di attenzione, limiti di esposizione e obiettivi di qualità; Trasmissione dei dati e fattori di riduzione; Fattori di assorbimento da parte degli edifici; Definizione di pertinenze esterne con dimensioni abitabili) - CAMPI ELETTROMAGNETICI A BASSA FREQUENZA (Limiti di esposizione e valori di attenzione; Obiettivi di qualità nella progettazione di nuovi elettrodotti; Fasce di rispetto per gli elettrodotti; Tecniche di misurazione e di valutazione; Comunicazioni degli esercenti agli organi di controllo) - SANZIONI - CATASTI DELLE SORGENTI DEI CAMPI ELETTRICI, MAGNETICI ED ELETTROMAGNETICI - PROTEZIONE DEI LAVORATORI DAI RISCHI DI ESPOSIZIONE A CAMPI ELETTROMAGNETICI.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Distributori di carburanti
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Trasporti
  • Provvidenze
  • Ospedali e strutture sanitarie
  • Finanza pubblica
  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Impiantistica
  • Fonti alternative

Emilia Romagna: 6,2 milioni di euro per sanità green e mobilità elettrica

Riqualificazione energetica degli edifici pubblici delle aziende sanitarie regionali e di infrastrutture di ricarica per la mobilità elettrica dei veicoli aziendali. La Regione Emilia-Romagna sostiene le Aziende sanitarie pubbliche regionali affinché vengano conseguiti obiettivi di risparmio energetico, uso razionale dell’energia, valorizzazione delle fonti rinnovabili, riduzione delle emissioni di gas serra, con particolare riferimento allo sviluppo di misure di miglioramento della efficienza energetica negli edifici pubblici e ad incentivare politiche di mobilità elettrica.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Energia e risparmio energetico
  • Fisco e Previdenza
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Impresa, mercato e concorrenza
  • Pianificazione del territorio
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Marchi, brevetti e proprietà industriale
  • Mediazione civile e commerciale
  • Ordinamento giuridico e processuale
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Servizi pubblici locali
  • Lavoro e pensioni
  • Impianti sportivi
  • Edilizia scolastica
  • Urbanistica
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Pubblica Amministrazione
  • Professioni
  • Protezione civile
  • Fonti alternative
  • Disposizioni antimafia
  • Imposte indirette
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Leggi e manovre finanziarie
  • Compravendita e locazione
  • Imposte sul reddito
  • Partenariato pubblico privato
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto
  • DURC
  • Enti locali
  • Appalti e contratti pubblici
  • Calamità/Terremoti
  • Compravendite e locazioni immobiliari

Il D.L. 50/2017 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nel D.L. 24/04/2017, n. 50 (c.d. “manovrina correttiva” convertito in legge dalla L. 21/06/2017, n. 96), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Alfonso Mancini
  • Prevenzione Incendi
  • Impiantistica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Inquinamento atmosferico
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento

Impianti termici civili: requisiti tecnici, limiti di emissione, abilitazione alla conduzione, soggetti coinvolti, obblighi e sanzioni

PREMESSA, DEFINIZIONI E NORMATIVA APPLICABILE - REQUISITI TECNICI E COSTRUTTIVI DEGLI IMPIANTI TERMICI CIVILI (Requisiti generali; Deroga per gli impianti rientranti nella uni 11528; Disposizioni relative agli apparecchi misuratori delle pressioni, applicabili agli impianti rientranti nella UNI 11528; Adeguamento degli impianti preesistenti al 25/06/2014) - ABILITAZIONE ALLA CONDUZIONE DEGLI IMPIANTI (Requisiti generali; Rilascio del patentino e gradi di abilitazione; Revoca del patentino) - VALORI LIMITE DI EMISSIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI CIVILI E CONTROLLI (Valori limite; Valori limite per gli impianti termici civili entrati in esercizio prima del 20/12/2018; Frequenza dei controlli sul rispetto dei valori limite; Attestazione del rispetto dei valori limite; Altri documenti da allegare al libretto di centrale per i medi impianti termici; Controlli per gli impianti termici civili entrati in esercizio prima del 20/12/2018; Comunicazioni o ripristino di conformità per i medi impianti termici) - OBBLIGHI DEL PRODUTTORE, DEL FABBRICANTE E DELL’INSTALLATORE (Attestazione di conformità del produttore; Obblighi dell’installatore; Obblighi del responsabile dell’esercizio e della manutenzione - Impianti preesistenti; Obblighi del responsabile dell’esercizio e della manutenzione - Iscrizione nel registro autorizzativo per i medi impianti) - SANZIONI.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Fonti alternative
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Professioni
  • Impiantistica
  • Energia e risparmio energetico

Toscana, formazione installatori impianti alimentati da FER: avvio e proroga termine

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Tutela ambientale
  • Energia e risparmio energetico
  • Trasporti

Adozione nuovi PUMS secondo le linee guida di cui al D.M. 04/08/2017

  • Infrastrutture e reti di energia
  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico

Efficientamento energetico e adeguamento normativo impianti di illuminazione pubblica

  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico
  • Impiantistica
  • Certificazione energetica
  • Fonti alternative
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento

Cogenza parametri verifica prestazione energetica edifici (D.M. 26/06/2015) - Edifici privati