FAST FIND : NR25640

L. R. Marche 21/12/2010, n. 19

Modifiche alla L.R. 8 ottobre 2009, n. 22 "Interventi della Regione per il riavvio delle attività edilizie al fine di fronteggiare la crisi economica, difendere l’occupazione, migliorare la sicurezza degli edifici e promuovere tecniche di edilizia sostenibile".
Scarica il pdf completo
42801 408970
[Premessa]



IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42801 408971
Art. 1 - (Modifiche all’articolo 1)

1. Il comma 1 dell’articolo 1 della legge regionale 8 ottobre 2009, n. 22 R (Interventi della Regione per il riavvio delle attività edilizie al fine di fronteggiare la crisi economica, difendere l’occupazione, migliorare la sicurezza degli edifici e promuovere tecniche di edilizia sostenibile) è sostituito dai seguenti:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42801 408972
Art. 2 - (Inserimento dell’articolo 1 bis)

1. Dopo l’articolo 1 della l.r. 22/2009 è inserito il seguente:

“Art.1 bis - (Recupero dei sottotetti).

1. È consentito realizzare l

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42801 408973
Art. 3 - (Sostituzione dell’articolo 2)

1. L’articolo 2 della l.r. 22/2009 è sostituito dal seguente:

“Art. 2 (Interventi di demolizione e ricostruzione)

1. È consentita la demolizione anche integrale e la ricostruzione degli edifici residenziali, con esclusione di quelli ubicati in zona agricola e presenti nella cartografia IGM 1892/1895, che necessitano di essere rinnovati e adeguati sotto il profilo della qualità architettonica con eventuale ampliamento della volumetria esistente da demolire. È ammessa la ricomposizione plani volumetrica anche con forme architettoniche diverse da quelle preesistenti o con eventuale modifica, nell’ambito del lotto originario, dell’area di sedime dell’edificio preesistente e della sagoma. Nelle zone agricole il nuovo edificio potrà essere realizzato entro un raggio di 100 ml dall’area di sedime di quello preesistente e la ricostruzione deve avvenire secondo il tipo edilizio e le caratteristiche edilizie storiche. In ogni caso, gli interventi debbono prevedere il mantenimento della destinazione in atto o la sua modifica conformemente agli strumenti urbanistici in vig

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42801 408974
Art. 4 - (Modifiche all’articolo 4)

1. Al comma 1 dell’articolo 4 della l.r. 22/2009 dopo le parole: “riguardano gli edifici” sono inserite le seguenti: “in corso di ristrutturazione o quelli”.

2. Il secondo e ultimo periodo del comma 2 dell’articolo 4 della l.r. 22/2009 è sostituito dal seguente: “Gli ampliamenti previsti dalla presente legge possono essere realizzati in aggiunta agli incrementi volumetrici eventualmente previsti dagli strumenti urbanistici generali comunali e non ancora utilizzati dagli aventi diritto.”.

3. Dopo il comma 2 dell’articolo 4 della l.r. 22/2009 è inserito il seguente:

“2 bis. Gli interventi di cui alla presente legge comportano la deroga di tutti i parametri urbanistico-edilizi pr

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42801 408975
Art. 5 - (Modifiche all’articolo 5)

1. Nel secondo periodo del comma 1 dell’articolo 5 della l.r. 22/2009 le parole: “, nonché il mantenimento della destinazio

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42801 408976
Art. 6 - (Modifica all’articolo 6)

1. Al comma 3 dell’articolo 6 della l.r. 22/2009 le parole; “di cui all’articolo 2,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42801 408977
Art. 7 - (Modifica all’articolo 7)

1. Al comma 1 dell’articolo 7 della l.r. 22/2009 le parole: “sugli edifici oggetto degli

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42801 408978
Art. 8 - (Modifica all’articolo 8)

1. La lettera a) del comma 1 dell’articolo 8 della l.r. 22/2009 è abrogata.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42801 408979
Art. 9 - (Modifica all’articolo 9)

1. Al comma 2 dell’articolo 9 della l.r. 22/2009 le parole: “i successivi diciotto mesi&r

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42801 408980
Art. 10 - (Norma transitoria)

1. I Comuni adeguano gli atti adottati ai sensi dell’articolo 9, comma 1, della l.r. 22/2009, limitatamente alle disposizioni previste nella presente legge, entro il termine p

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42801 408981
Art. 11 - (Dichiarazione d’urgenza)

1. La presente legge è dichiarata urgente ed entra in vigore il giorno successivo a quello del

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Edilizia e immobili
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Piano Casa
  • Standards
  • Abusi e reati edilizi - Condono e sanatoria

Requisiti igienico-sanitari nelle costruzioni

Requisiti igienico-sanitari generali delle abitazioni (altezza dei locali, superficie minima, bagni, riscaldamento, temperatura di progetto, ventilazione ed esclusione di condizioni di umidità, aspirazione di fumi ed esalazioni); Requisiti igienico-sanitari in edifici condonati e nel caso di recupero di sottotetti; Deroghe per interventi di efficientamento termico; Titoli abilitativi e requisiti igienico-sanitari: autocertificazione o parere di conformità igienico-sanitaria.
A cura di:
  • Studio Groenlandia
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Distanze tra le costruzioni
  • Cave, miniere e attività estrattive
  • Norme tecniche
  • Sicurezza
  • Urbanistica
  • Impiantistica
  • Abusi e reati edilizi - Condono e sanatoria
  • Piano Casa
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Pianificazione del territorio
  • Impianti tecnici e tecnologici
  • Informatica
  • Edilizia e immobili
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Beni culturali e paesaggio
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Sicilia, recepimento del Testo Unico dell’edilizia

Con la legge 10/08/2016, n. 16, pubblicata sulla G.U. 19/08/2016, n. 36 Suppl. Ord., la Regione Sicilia ha recepito il Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia (D.P.R. 06/06/2001, n. 380). Disponibile il Testo Unico dell'edilizia per la Regione Sicilia elaborato da Legislazione Tecnica.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Edilizia scolastica

Friuli Venezia Giulia: quinto bando efficientamento energetico edifici scolastici

A cura di:
  • Anna Petricca
  • Professioni
  • Attività in cantiere (direzione lavori, collaudo, coordinamento sicurezza, ecc.)
  • Abusi e reati edilizi - Condono e sanatoria
  • Edilizia e immobili

Responsabilità del direttore dei lavori negli appalti privati

PREMESSA - NORMATIVA DI RIFERIMENTO Le disposizioni del Codice civile; Il Testo unico edilizia - D.P.R. 380/2001 - RESPONSABILITÀ CIVILE DEL DIRETTORE DEI LAVORI Obbligo di controllare la regolarità dell’esecuzione dell’opera; Il DL non è obbligato a vigilare sulle attività di semplice esecuzione; Responsabilità solidale del DL e dell’impresa per vizi dell'immobile; Responsabilità di DL e progettista; Responsabilità extracontrattuale del DL ex art. 1669 c.c. - RESPONSABILITÀ PENALE DEL DIRETTORE DEI LAVORI Responsabilità per mancata osservanza a permesso di costruire e leggi urbanistiche; Presupposti per l’esonero della responsabilità del DL; Responsabilità del DL per omessa vigilanza anche in caso di assenza dal cantiere; Responsabilità del DL anche per opere non rientranti nell'incarico.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Inquinamento acustico
  • Edilizia e immobili

Requisiti acustici passivi degli edifici