FAST FIND : NN16229

Par. Min. Beni e Att. Culturali 07/08/2017, n. 24390

Conferenza di servizi - Partecipazione degli uffici ministeriali - Competenze.
Scarica il pdf completo
4198123 4206471
Testo del provvedimento

Stante la rilevanza delle numerosi questioni esaminate dagli uffici ministeriali in sede di conferenza di servizi, si illustra brevemente la disciplina applicabile, al fine di facilitarne la corretta applicazione (in particolare, in ambito regionale), alla luce delle novità apportate dal d.lgs. n. 127 del 2016 alla disciplina della conferenza di servizi, contenuta negli artt. 14 e ss. della legge n. 241 del 1990, nonché delle modifiche organizzative introdotte dal d.m. 23 gennaio 2016 al regolamento di organizzazione del Ministero, di cui al d.P.C.M. n. 171 del 2014.

In ambito sovraregionale, spetta al Direttore generale Archeologia, belle arti e paesaggio esprimere "le determinazioni dell'amministrazione in sede di conferenza di servizi o nei procedimenti di valutazione di impatto ambientale per interventi di carattere intersettoriale, di dimensione sovraregionale" (art. 2, comma 2, lett. m), d.m. 23 gennaio 2016).

In ambito regionale, invece, ai sensi dell'art. 4, comma 1, lett. d) del citato d.m., spetta al Soprintendente Archeologia, belle arti e paesaggio partecipare ed esprimere pareri nelle conferenze di servizi. Tuttavia, a norma dell'art. 32, comma 2, lett. e) del d.P.C.M. n. 171 del 2014, il Segretario regionale "esprime il parere di competenza del Ministero anche in sede di conferenza di servizi, per gli interventi in ambito regionale, che riguardano le competenze di più Soprintendenze di settore".

Tali ultime ipotesi (coinvolgimento delle competenze di più Soprintendenze di settore, con conseguente partecipazione del Segretario regionale alla conferenza di servizi), si sono drasticamente ridotte a seg

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.