FAST FIND : NR22890

Regolam.R. Liguria 13/03/2009, n. 3

Disposizioni di attuazione della disciplina delle strutture ricettive del tipo affittacamere di cui alla L.R. 7 febbraio 2008, n. 2 (Testo unico in materia di strutture turistico - ricettive e balneari).
Con le modifiche introdotte dai Regg. R. del 21/02/2011 n.1, del 24/07/2012 n. 4
Scarica il pdf completo
40049 779238
[Premessa]



IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40049 779239
TITOLO I - NORME GENERALI


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40049 779240
Art. 1 - (Finalità e ambito di applicazione)

1. Il presente regolamento, in attuazione di quanto disposto all’articolo 2 della legge regiona

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40049 779241
Art. 2 - (Definizioni)

1. Agli effetti del presente regolamento si intende:

a) per “Legge” la l.r. 2/2008;

b) per “ambiti in deroga” quelli localizzati nelle zone omogenee classificate “A&rdq

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40049 779242
TITOLO II - AFFITTACAMERE


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40049 779243
Art. 3 - (Caratteristiche delle strutture ricettive di affittacamere)

1. Gli affittacamere sono pubblici esercizi e in quanto tali devono garantire un’offerta libera e indifferenziata al pubblico.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40049 779244
Art. 4 - (Calcolo delle superfici)

1. Ai fini del calcolo della superficie utile delle camere si considera la superficie del piano calpe

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40049 779245
Art. 5 - (Superfici delle camere delle strutture ricettive di affittacamere)

1. Le camere devono possedere i requisiti previsti per la civile abitazione dalla normativa vigente in materia edilizia ed igienico-sanitaria, con una superficie minima delle camere di almeno 9 metri quadrati per le camere ad un letto e 14 metri quadrati per le camere a due letti.

2. Nelle camere a due letti, con esclusione di quelle costituenti le bicamere, è consentito collocare, a richiesta degli ospiti, l

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40049 779246
Art. 6 - (Altezza e volumi)

1. L'altezza minima interna utile delle unità abitative delle strutture ricettive di affittacamere è quella prevista dalle norme e dai regolamenti comunali di igiene e edilizia, con un minimo di metri 2,70 per le camere da letto e i locali di uso comune, ridotto a metri 2,40 per i locali bagno privati e comuni, per gli altri spazi accessori quali corridoi e disimpegni.

2. Nelle località di altitudine superiore a metri 700 sul livello del mare l’altezza minima interna dei vani abitabili è ridotta a m

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40049 779247
Art. 7 - (Soppalchi)

1. I soppalchi realizzati nelle unità abitative di cui all’articolo 3, comma 3 dovranno possedere le seguenti caratteristiche:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40049 779248
Art. 8 - (Caratteristiche dei servizi igienici)

1. I locali bagno annessi alle unità abitative ed i bagni di uso comune a servizio delle stesse devono essere dotati di: lavabo, wc, bidet e vasca o doccia dotata di box o di adeguata protezione. I locali bagno delle unità abitative possono essere suddivisi in più locali, in ogni caso wc e bidet devono essere nello stesso locale.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40049 779249
Art. 9 - (Deroghe ai requisiti igienico sanitari)

1. Ai sensi dell’articolo 2, comma 3, della Legge, i Comuni con un numero di residenti non superiore a 5.000 possono prevedere nel regolamento edilizio, per gli edifici di interesse storico, culturale, architettonico normative in deroga ai requisiti igienico sanitari di cui agli articoli 5, 6

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40049 779250
TITOLO III - CLASSIFICAZIONE DELLE STRUTTURE RICETTIVE DI AFFITTACAMERE


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40049 779251
Art. 10 - (Comunicazioni tra Enti)

1. Le Province e i Comuni nell’ambito dell’adempimento delle proprie competenze sono tenu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40049 779252
Art. 11 - (Classificazione)

1. Le strutture ricettive di affittacamere ai sensi dell’articolo 48, comma 3 della Legge sono classificate in tre livelli mediante l’utilizzo del simbolo del “sole”, da uno a tre;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40049 779253
Art. 12 - (Procedure di classificazione)

1. Per ottenere la classificazione, il titolare della struttura ricettiva di affittacamere è tenuto a presentare alla Provincia competente per territorio una dichiarazione dei requisiti recante l’indicazione delle caratteristiche e delle attrezzature della struttura ricettiva utilizzando gli specifici modelli approvati con decreto del Dirigente della struttura regionale competente.

2. La dichiarazione di cui al comma 1 è resa nella forma di dichiarazione sostit

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40049 779254
Art. 13 - (Variazione del titolare della struttura)

1. In caso di variazione del titolare dell’attività ricettiva di affittacamere, il subentrante è tenuto a fornire comunicazione alla Provincia entro trenta giorni dal verificarsi dell’evento che vi dà origine.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40049 779255
Art. 14 - (Variazione della classificazione e aggiornamento dati)

1. I titolari delle strutture ricettive di affittacamere classificate ai sensi degli articoli 12, 22 e 23 comunicano, ai sensi dell’articolo 49, comma 4 della Legge, ogni variazione dei dati contenuti nel modello di classificazione entro trenta giorni dall’avvenuta variazione.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40049 779256
Art. 15 - (Sopralluoghi)

1. Le Province procedono, entro ventiquattro mesi dall’attribuzione della classificazione ai sensi degli articoli 12, 22 e 23, alla verifica

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40049 779257
Art. 16 - (Elenco delle caratteristiche qualitative)

1. La Giunta regionale sentito lo specifico Comitato tecnico di cui all’articolo 54 della Legge

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40049 779258
Art. 17 - (Informazioni per il pubblico)

1. Nella zona di ricevimento degli ospiti devono essere esposti in modo ben visibile:

a) copia protocollata della denuncia di inizio attività presentata al Comune di appartenenza o, per le strutture esistenti alla data di entrata in vigore del p

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40049 779259
Art. 18 - (Caratteristiche della denominazione e del segno distintivo delle strutture ricettive di affittacamere)

1. La denominazione della struttura ricettiva di affittacamere non deve essere tale da ingenerare confusione circa la tipologia di appartenenza e la sua classificazione; in ogni caso non deve essere uguale o simile a quella ado

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40049 779260
Art. 19 - (Dichiarazione di inizio attività)

1. Per l’esercizio dell’attività di affittacamere si applica la dichiarazione di inizio attività di cui all’articolo 19 della Legge 7 agosto 1990, n. 241 R (nuove norme sul procedimento amministrativo) e s.m.i..

2. La dichiarazione di cui al comma 1 è presentata al Comune territorialmente competente anche mediante l’utilizzo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40049 779261
Art. 20 - (Norma transitoria per l’ autorizzazione all’esercizio dell’attività delle strutture di affittacamere esistenti)

1. I Comuni, per gli affittacamere esistenti, a seguito della classificazione ai sensi dell’art

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40049 779262
Art. 21 - (Norma transitoria per la classificazione temporanea delle strutture esistenti)

1. Per ottenere la classificazione temporanea, i titolari delle strutture ricettive esistenti sono tenuti a dichiarare, alla Provincia territorialmente competente entro 90 giorni dall’entrata in vigore del presente Regolamento, il possesso de

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40049 779263
Art. 22 - (Norma transitoria per la classificazione definitiva delle strutture esistenti)

1. Le Province, entro centocinquanta giorni dall’entrata in vigore del presente regolamento a seguito dell’attribuzione della classificazione temporanea, inviano ai titolari delle strutture ricettive di affittacamere classificate la dichiarazione definitiva dei requisiti, recante l’indicazione delle caratteristiche e delle attrezzature della struttura ricettiva di affittacamere utilizzando gli specifici modelli approvati con decreto del Dirigente della struttura regionale competente.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40049 779264
Art. 23 - (Norma transitoria per la classificazione definitiva delle strutture esistenti ai sensi dell’articolo 72 della Legge)

1. Fermo restando quanto previsto all’articolo 22, commi 1, 2, 3 e 4, i titolari delle strutture ricettive di affittacamere ricadenti nelle fattispecie di cui all'articolo 72 della Legge compilano lo specifico modello relativo ai requisiti per i quali, con le tempistiche di cui alle allegate tabelle "AFF", si impegnano ad adeguarsi.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40049 779265
TITOLO IV - DISCIPLINA IGIENICO SANITARIA PER LA PREPARAZIONE E LA SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40049 779266
Art. 24 - (Disposizioni igienico sanitarie per la preparazione e la somministrazione di alimenti e bevande)

1. Gli esercizi di affittacamere che effettuano la preparazione o la somministrazione di cibi e bevande per la prima colazi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40049 779267
Art. 25 - (Uso della cucina da parte degli ospiti)

1. Le cucine degli affittacamere possono essere concesse in uso agli ospiti per la conservazione e il

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40049 779268
TITOLO V - DISCIPLINA DEI PREZZI DELLE STRUTTURE RICETTIVE DI AFFITTACAMERE


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40049 779269
Art. 26 - (Disciplina dei prezzi delle strutture ricettive di affittacamere)

1. Ai sensi dell’articolo 60 della Legge i titolari delle strutture ricettive di affittacamere comunicano alle Province, utilizzando lo specifico modello, nell’ambito delle procedure di cui all’articolo 14, commi 2 e 3, i prezzi minimi e massimi che intendono applicare. I prezzi comunicati entro il 1° ottobre di ogni anno hanno validità dal 1° gennaio dell'anno successivo.

2. Le Province, nei sessanta giorni successivi alla scadenza dei termini di cui al comma 1 provvedono, utilizzando il sistema informativo regionale, alla verifica e all’eventuale aggiornamento della sezione tariffe della banca dati regionale. Le Province provvedono successivamente ad inviare alle strutture ricettive di affittacamere la tabella delle tariffe vidimata.

3. Nel caso in cui vengano comunicati solo prezzi minimi o solo prezzi massimi, gli st

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40049 779270
Art. 27 - (Periodi di apertura degli affittacamere gestiti in forma non imprenditoriale)

1. I periodi di apertura delle strutture di affittacamere gestiti in forma non imprenditoriale con ca

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40049 779271
Art. 28 - (Comunicazione dei periodi di apertura)

1. Nell’ambito della procedura di cui all’articolo 26 i titolari degli esercizi di affitt

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40049 779272
TITOLO VI - DICHIARAZIONE DI URGENZA


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40049 779273
Art. 29 - (Dichiarazione d’urgenza)

1. Il presente regolamento regionale è dichiarato urgente ed entra in vigore il giorno success

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40049 779274
ALLEGATO “AFF” - TABELLA DEI REQUISITI MINIMI PER LA CLASSIFICAZIONE DEGLI “AFFITTACAMERE”



Livelli di Classifica (numero di “soli”)


Descrizione dei requisiti

(1)

(2)

(3)

1

PRESTAZIONE DI SERVIZI




1.01

Servizi di ricevimento e di portineria




1.01.1

assicurato 8/24



X

1.01.2

assicurato 4/24


X


1.01.3

consegna chiavi ai clienti

X



1.02

Servizio custodia valori




1.02.1

in cassette di sicurezza singole nelle camere



X

1.03

Trasporto interno dei bagagli




1.03.1

assicurato a cura del personale al momento dell’arrivo



X

1.04

Servizio di prima colazione




1.04.1

in sale/aree comuni (4)



X

1.05

Frigobar nelle camere



X

1.06

Lingue estere correntemente parlate (5)




1.06.1

dal gestore la lingua inglese



X

1.07

Cambio biancheria nelle camere ulteriore rispetto ad ogni cambio cliente (salvo diversa richiesta cliente per salvaguardare l’ambiente)





lenzuola e federe




1.07.1 3

volte alla settimana



X

1.07.2 2

volte alla settimana


X


1.07.3 1

volta alla settimana

X


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Agriturismo
  • Alberghi e strutture ricettive
  • Finanza pubblica
  • Edilizia e immobili
  • Provvidenze

Emilia Romagna: 7 mln per agriturismi e fattorie didattiche

Contributi in conto capitale per la creazione e lo sviluppo di agriturismi e fattorie didattiche. Le risorse a disposizione dell’Avviso ammontano a 7.144.216,00 euro e possono beneficiarne gli imprenditori agricoli, singoli o associati, che rientrino nella definizione di micro e piccola impresa. La misura sostiene: la ristrutturazione e l’ampliamento di fabbricati rurali, la qualificazione di spazi aperti di aziende agricole esistenti e l’acquisto di attrezzature da destinare all'attività agrituristica e/o di fattoria didattica. La percentuale di contributo varia in relazione alle diverse zone di aree rurali.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Alberghi e strutture ricettive
  • Agricoltura e Foreste
  • Agriturismo
  • Provvidenze
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica

Basilicata: sostegno alla costituzione e sviluppo di agriturismi e fattorie multifunzionali

Dieci milioni di euro per favorire lo sviluppo e il riequilibrio del territorio agricolo, agevolare la permanenza degli imprenditori agricoli nel territorio rurale con il sostegno ad investimenti finalizzati alla diversificazione dell’attività attraverso la costituzione e lo sviluppo di agriturismi e fattorie multifunzionali. È quanto prevede il bando pubblicato della Regione Basilicata. Possono essere finanziati gli interventi riguardanti il recupero funzionale di immobili accatastati dall'azienda agricola da almeno 5 anni, piccole costruzioni ex novo per la realizzazione di laboratori polifunzionali aziendali, agricampeggi, aree verdi attrezzate ed allestimento di spazi per musei sulle tradizioni contadine, sistemazioni esterne, piccole piscine e campetti, acquisto di nuovi impianti e attrezzature funzionali alla realizzazione del progetto.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Alberghi e strutture ricettive
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali
  • Provvidenze

Emilia Romagna: riqualificazione urbana nel distretto turistico balneare della costa emiliano-romagnola

La Regione Emilia Romagna rende disponibili 20 milioni di euro per la promozione dell'innovazione del prodotto turistico e della riqualificazione urbana nel Distretto Turistico Balneare della Costa emiliano-romagnola. Sono ammissibili gli interventi i cui lavori, servizi e forniture sono avviati a decorrere dal 01/01/2019 e i contributi sono concessi nella misura massima del 100% della spesa ammissibile per un importo massimo di 10 milioni di euro.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Finanza pubblica
  • Edilizia e immobili
  • Provvidenze
  • Alberghi e strutture ricettive

Il credito d’imposta per la ristrutturazione di alberghi e strutture ricettive

Aspetti generali; Aumenti di cubatura; Riparto del credito d’imposta e cumulo con altre agevolazioni; Soggetti beneficiari; Interventi e spese ammissibili (con tabella riepilogativa); Presentazione istanze (con tabella riepilogativa); Fruizione del credito d’imposta; Aspetti pratici.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Fisco e Previdenza
  • Imposte indirette
  • Edilizia e immobili
  • Agriturismo
  • Alberghi e strutture ricettive
  • Compravendite e locazioni immobiliari

Trattamento IVA costruzione, compravendita e locazione di residenze turistico alberghiere

DEFINIZIONE DI RESIDENZA TURISTICO ALBERGHIERA - TRATTAMENTO IVA DELLE RESIDENZE TURISTICO ALBERGHIERE (IVA sui contratti di appalto per la costruzione; IVA sulle compravendite; IVA sulle locazioni; Differenza fra locazione ed altre prestazioni di servizi) - DETRAIBILITÀ DELL’IVA SU COSTRUZIONE, ACQUISTO O RISTRUTTURAZIONE.
A cura di:
  • Stefano Baruzzi
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Impiantistica
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Professioni
  • Certificazione energetica
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Esercizio, ordinamento e deontologia

Puglia: obbligo di formazione dei certificatori energetici

  • Edilizia e immobili
  • Urbanistica
  • Pianificazione del territorio
  • Standards

Veneto, i regolamenti edilizi comunali devono adeguarsi al Regolamento edilizio tipo